La storia

Quali altre coppie di guerre hanno avuto un intervallo di ~25 anni?

Quali altre coppie di guerre hanno avuto un intervallo di ~25 anni?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La prima e la seconda guerra mondiale sono a distanza di 25 anni, ovvero nel giro di una generazione. Questo è interessante, perché crea una premessa affinché un'intera parte di una generazione sia senza padri e nonni. Ci sono state altre guerre separate dalla durata di una generazione (20-30 anni)?


Negli Stati Uniti, la guerra franco-indiana del 1754-1763 era di circa una generazione avanti rispetto alla rivoluzione americana del 1776-1783. Se prendi la rivoluzione del Texas del 1836 come "l'inizio" della guerra messicano-americana, l'inizio del 1836 fu 25 anni prima della guerra civile (1861-65).

L'argomento è che le guerre precedenti hanno "incubato" le guerre successive, come alcuni storici ritengono sia stato il caso della prima e della seconda guerra mondiale. La guerra franco-indiana ha causato la tassazione (e ha stabilito una potenziale alleanza con la Francia), che ha portato alla rivoluzione americana. E le guerre del Texas e dell'America contro il Messico hanno acuito la questione della schiavitù, contribuendo a incubare la guerra civile.

Le "terze guerre" in queste sequenze furono la guerra del 1812 dopo la rivoluzione americana e la guerra di Corea dopo la seconda guerra mondiale. Non c'è stata una "terza guerra" dopo la guerra civile a causa dell'esaurimento degli americani.


Ce n'erano molti: ad es. la guerra austro-prussiana (1866) e la guerra franco-prussiana (1870-1871) formano una tale coppia. Ovviamente la Prussia (divenuta presto centro dell'Impero tedesco proclamato da Guglielmo I nel 1871) partecipò ad entrambi.

Come europeo nato negli anni '60, commento piuttosto spesso ai miei amici che è stata una fortuna straordinaria per noi membri di una generazione che non ha dovuto assistere alla guerra (da vicino) durante la loro vita (tenendo le dita incrociato.) Do credito in parte agli shock delle due guerre mondiali (dal lato distruttivo) e agli sviluppi che hanno portato alla fondazione dell'UE (dal lato costruttivo) ciascuno.

AGGIORNARE: Ora mi rendo conto di aver risposto per errore a una domanda leggermente diversa, ad esempio una per coppie di guerre con un arco di tempo di 25 anni o meno (sic!) nel mezzo. Perdonami per quello.


E le guerre puniche? La prima guerra fu dal 264 al 241 a.C. Il secondo era da 218 a 201 e il terzo da 149 a 146. C'erano 23 anni tra i primi due e 52 tra gli ultimi due.


E tre generazioni di fila?

Della serie di guerre polacco-teutoniche avvenute tra il XIV e il XVI secolo, farei riferimento a tre periodi di tempo. 1409-11 (con la battaglia di Grunwald, che fu uno dei più grandi scontri militari dell'Europa medievale) durante le regole di Władysław II Jogaila, poi una generazione dopo, 1431-35, alla fine dei suoi regni, e infine un'altra generazione più tardi, Guerra dei Tredici Anni (1454-66), ai tempi di Casimiro IV Jagellone.


La Rivoluzione francese iniziò nel 1789 e la battaglia di Waterloo era del 1815, 25 anni dopo. Penso che potresti trovare molti esempi anche durante la Guerra dei Cent'anni.

Anche le crociate possono essere impostate in passi di 10-30 anni:

  • 2° (1150)
  • 3° (1190)
  • 4° (1202)
  • bambini (1212)
  • 5° (1220)
  • 6° (1230)
  • 7° (1250)
  • 8° (1270)

(date arrotondate, elenco completo es. in Wikipedia)


La Rivoluzione francese (iniziata nel 1789) avvenne circa un decennio prima delle guerre napoleoniche (fine 1700-1814). Anche questo è un chiaro caso dell'uno che porta all'altro, poiché l'instabilità che circonda il Regno del Terrore e così via ha portato direttamente Napoleone a prendere il potere in Francia.

Si potrebbe obiettare che esiste un legame simile tra la guerra russo-giapponese dei primi del 1900 e la Grande Guerra, poiché ha dimostrato che la Russia era debole e poteva essere presa. Come con la Rivoluzione francese / le campagne napoleoniche, tuttavia, potrebbe essere troppo vicino per te, poiché hai avuto più o meno la stessa coorte che combatteva in ogni caso.

Il mio altro esempio sarebbero state le guerre puniche, sebbene anche quelle siano già state menzionate. Se mai un conflitto tirasse l'altro...


57d. Roe v. Wade e il suo impatto


Papa Giovanni Paolo II era un leader nel movimento per la vita. Durante la sua storica visita a Cuba del 1998, ha criticato le politiche legali sull'aborto dell'isola.

Nessun argomento legato al movimento femminista ha suscitato tanta passione e polemica quanto il diritto all'aborto. Negli anni '60 non esisteva una legge federale che regolamentasse l'aborto e molti stati avevano vietato del tutto la pratica, tranne quando la vita della madre era in pericolo.

I gruppi di donne hanno sostenuto che l'illegalità ha portato molte donne a cercare aborti al mercato nero da medici senza licenza o ad eseguire la procedura su se stesse. Di conseguenza, diversi stati come la California e New York hanno iniziato a legittimare l'aborto. Senza una sentenza definitiva del governo federale, i gruppi di donne hanno chiesto il parere della Corte suprema degli Stati Uniti.

La battaglia è iniziata in Texas, che ha vietato qualsiasi tipo di aborto a meno che un medico non avesse stabilito che la vita della madre era in pericolo. L'anonima Jane Roe ha sfidato la legge del Texas e il caso è arrivato lentamente alla corte più alta del paese.

Dopo due anni di prove, la Corte ha invalidato la legge del Texas con un voto di 7 a 2. Utilizzando lo stesso ragionamento della decisione Griswold v. Connecticut, la maggioranza dei giudici ha sostenuto che il diritto alla privacy era implicito nel nono e nel quattordicesimo emendamento. Nessuno stato potrebbe limitare gli aborti durante i primi tre mesi, o trimestre, di una gravidanza.

Gli Stati potevano adottare leggi restrittive nel rispetto della salute della madre durante il secondo trimestre. La pratica potrebbe essere bandita a titolo definitivo durante il terzo trimestre. Qualsiasi legge statale che fosse in conflitto con questa sentenza è stata automaticamente annullata.

I gruppi di donne erano entusiasti. Ma subito è emersa un'opposizione. La Chiesa cattolica romana aveva criticato a lungo l'aborto come una forma di infanticidio. Molti ministri protestanti fondamentalisti si sono uniti alla protesta. Il Comitato nazionale per il diritto alla vita si è formato con l'obiettivo esplicito di invertire Roe v. Wade.


Le tradizioni religiose di tutto il mondo hanno opinioni molto diverse sui bambini non ancora nati. In Giappone, il Bodhisattva Jizo è il guardiano dei bambini non ancora nati e delle future mamme. La leggenda narra che quando i bambini muoiono, vengono inviati negli inferi per aver causato la grande sofferenza dei loro genitori. Jizo salva i bambini da quella punizione.

La questione è fondamentalmente spinosa perché coinvolge le fedi di base. Coloro che credono che la vita inizi al momento del concepimento ritengono che il nascituro meriti le stesse tutele legali di un adulto. Porre fine a una vita del genere equivale a uccidere per coloro che aderiscono a questa convinzione. Altri sostengono che la vita inizia alla nascita e che le leggi che limitano l'aborto interferiscono con il diritto di una donna di decidere cosa è nel suo interesse. Gli oppositori dell'aborto usano l'etichetta "pro-vita" per definire la loro causa. I sostenitori di Roe v. Wade si identificano come "pro-choice".

Dal 1973 la battaglia infuria. I gruppi pro-vita hanno iniziato a fare pressioni sui loro senatori e rappresentanti per proporre un emendamento alla Costituzione sul diritto alla vita. Sebbene introdotto in Congresso, il provvedimento non ha mai ricevuto il necessario sostegno. I gruppi pro-choice come la National Abortion Rights Action League temono che da Roe v. Wade si sia verificata una lenta erosione del diritto all'aborto.

L'emendamento Hyde del 1976 proibisce l'uso dei fondi federali Medicaid da utilizzare per gli aborti. Successive decisioni della Corte come Planned Parenthood v. Casey (1992) hanno sostenuto il diritto degli stati di imporre periodi di attesa e requisiti di notifica ai genitori. Il presidente George Bush ha imposto una "regola del bavaglio" che proibiva ai lavoratori delle cliniche finanziate dal governo federale di menzionare l'aborto come opzione per i loro pazienti. Bill Clinton ha prontamente posto fine alla regola del bavaglio nel 1993.

Le cliniche Planned Parenthood sono diventate campi di battaglia locali sulla controversia sull'aborto. Poiché Planned Parenthood è orgoglioso di fornire aborti sicuri e poco costosi, i manifestanti fanno regolarmente picchetti fuori dai loro uffici. Diversi siti di Planned Parenthood sono stati persino bombardati da estremisti antiabortisti.

Il destino di Roe v. Wade continua a spettare alla Corte Suprema. Sebbene ogni sentenza dal 1973 abbia confermato la decisione, la composizione della Corte cambia ad ogni pensionamento. Gli attivisti di ogni parte chiedono una "cartina di tornasole" per ogni giustizia nominata dai tribunali federali. I repubblicani hanno avuto la tendenza a nominare giudici pro-vita e i democratici hanno selezionato candidati pro-choice.


15 Shakespeare innamorato (1998)

Questo premio Oscar per il miglior film è interpretato da Joseph Fiennes da giovane, che ha rotto Shakespeare con il blocco dello scrittore che incontra la ragazza dei suoi sogni ed è quindi motivato a scrivere una delle sue commedie più famose. Sebbene la storia non sia avvolta nell'accuratezza storica, lo sfondo e l'ambientazione attirano l'attenzione su imprecisioni che risaltano. I personaggi bevono da moderni bicchieri di birra e la regina assiste pubblicamente a una rappresentazione teatrale, tutte le opere che avrebbe visto sarebbero state rappresentate nella sua stessa corte. Aggiungete a ciò che i teatri sarebbero stati comunque chiusi negli ultimi giorni dell'epidemia di peste bubbonica, e avrete uno scenario abbastanza impossibile.

Il film crea un universo alternativo in cui l'ispirazione di Shakespeare per "Romeo e Giulietta" rispecchia la sua esperienza nell'amore proibito. Fortunatamente, lo sceneggiatore Marc Norman non ha mai preteso che il film fosse radicato nei fatti, ma la sua visione liberale della vita dello scrittore più famoso della storia ha senza dubbio indotto numerosi spettatori a pensare che Shakespeare fosse essenzialmente un artista affamato comune in una fase , proprio come innumerevoli altri.


ɼiò che ogni persona dovrebbe sapere sulla guerra'

La guerra è definita come un conflitto attivo che ha causato più di 1.000 vittime.

Il mondo è mai stato in pace?

Degli ultimi 3.400 anni, gli esseri umani sono stati completamente in pace per 268 di loro, ovvero solo l'8% della storia registrata.

Quante persone sono morte in guerra?

Almeno 108 milioni di persone sono state uccise nelle guerre nel ventesimo secolo. Le stime per il numero totale di morti nelle guerre in tutta la storia umana vanno da 150 milioni a 1 miliardo. La guerra ha molti altri effetti sulla popolazione, inclusa la diminuzione del tasso di natalità portando via gli uomini alle loro mogli. Si stima che il tasso di natalità ridotto durante la seconda guerra mondiale abbia causato un deficit di popolazione di oltre 20 milioni di persone.

Quante persone nel mondo prestano servizio militare?

Le forze armate combinate del mondo hanno 21,3 milioni di persone. La Cina è il paese più grande del mondo, con 2,4 milioni. L'America è seconda con 1,4 milioni. L'India ha 1,3 milioni, la Corea del Nord 1 milione e la Russia 900.000. Delle 20 più grandi forze armate del mondo, 14 sono nelle nazioni in via di sviluppo?

Quante guerre ci sono in questo momento?

All'inizio del 2003 c'erano 30 guerre in corso nel mondo. Questi includevano conflitti in Afghanistan, Algeria, Burundi, Cina, Colombia, Congo, India, Indonesia, Israele, Iraq, Liberia, Nigeria, Pakistan, Perù, Filippine, Russia, Somalia, Sudan e Uganda.

C'è una ragione genetica per cui combattiamo?

Non esiste un singolo "gene della guerra". Combinazioni di geni possono predisporre una persona alla violenza. Tuttavia, l'aggressività è un prodotto della biologia e dell'ambiente. In America, le fonti di disposizioni aggressive includono la violenza domestica, la rappresentazione della violenza nei media, le minacce dei nemici e l'addestramento al combattimento.

In tutto il mondo, il 97% del personale militare di oggi è di sesso maschile. Questo è pensato per essere un riflesso della cultura e della biologia. Il quindici per cento (204.000) del personale militare americano è di sesso femminile.

Le donne possono combattere con la stessa efficacia degli uomini?

Sì. Mentre meno donne sono "killer naturali" e le donne sono in media più piccole degli uomini, ci sono molte donne che hanno il trucco psicologico e la capacità fisica di combattere. Ci sono molti uomini senza nessuno dei due. Le donne hanno mostrato valore in combattimento. La dottoressa Mary Walker ha vinto la Medaglia d'Onore durante la Guerra Civile.

Perché i civili sono così attratti dalla guerra?

La guerra è spesso considerata dagli osservatori come onorevole e nobile. Può essere visto come una gara tra nazioni, una possibilità di competere ed essere dichiarati vincitori.

Il pubblico americano sostiene la guerra?

Tra il 65 e l'85 percento del pubblico americano sosterrà un'azione militare quando inizierà. Il Vietnam aveva il 64% di supporto nel 1965. Man mano che le vittime americane aumentano, il supporto spesso diminuisce. Le guerre di Corea e Vietnam si sono concluse con livelli di supporto vicini al 30%. I livelli di supporto della seconda guerra mondiale non sono mai scesi al di sotto del 77%, nonostante la natura prolungata e dannosa del conflitto. La Guerra del Golfo ha goduto di livelli simili di sostegno.

Quanto è grande l'esercito americano?

La forza attiva in tempo di pace dei servizi armati degli Stati Uniti comprende 1,4 milioni di persone, con l'esercito che costituisce quasi 500.000 di quel numero. La Marina ha circa 380.000 uomini e donne in servizio attivo. L'Air Force ha circa 365.000 e i Marines ne hanno circa 175.000. Circa 1,3 milioni di americani servono nei rami della Riserva e della Guardia Nazionale che possono essere attivati ​​in tempo di guerra.

Quanti americani sono morti in guerra?

Più di 650.000 americani sono stati uccisi in combattimento. Altri 243.000 sono morti mentre venivano combattute le guerre, a causa di incidenti di allenamento, lesioni e malattie. Nel ventesimo secolo, circa 53.000 americani sono stati uccisi in combattimento nella prima guerra mondiale, 291.000 nella seconda guerra mondiale, 33.000 nella guerra di Corea, 47.000 in Vietnam e 148 nella guerra del Golfo. Includendo i decessi per malattie, incidenti e altri fattori, il totale di ogni guerra era molto più alto: circa 116.000 morirono nella prima guerra mondiale, 400.000 nella seconda guerra mondiale, 53.000 nella guerra di Corea, 90.000 in Vietnam e quasi 400 nel Golfo Guerra.

Quanto è mortale l'esercito americano?

È difficile misurare quante morti nemiche hanno inflitto le forze armate americane. Gli americani e i loro alleati in genere causano da 10 a 20 volte più vittime in combattimento di quante ne subiscano le forze americane. Le stime dei soldati iracheni uccisi nella guerra del Golfo vanno da 1.500 a 100.000. La cifra più bassa sarebbe comunque 10 volte il numero di americani uccisi in guerra. Nella guerra del Vietnam morirono circa 850.000 Vietcong, 18 volte i 47.000 morti statunitensi. Più di 600.000 combattenti nordcoreani e 1 milione di cinesi sono morti nella guerra di Corea, quasi 50 volte i 33.000 morti americani. Nella seconda guerra mondiale, furono uccisi 3.250.000 soldati, marinai e piloti tedeschi e 1.507.000 giapponesi, 16 volte i 291.000 militari americani uccisi.

Quanto costa agli Stati Uniti mantenere le proprie forze armate?

Dal 1975, l'America ha speso tra il 3 e il 6 per cento del suo prodotto interno lordo per la difesa nazionale, ovvero circa il 15-30 per cento del bilancio federale di ogni anno. Nei primi anni del ventunesimo secolo, ciò significava spendere circa 350 miliardi di dollari all'anno. In confronto, la spesa annuale per altri programmi includeva circa 15 miliardi di dollari per l'assistenza statale e internazionale e 60 miliardi per l'istruzione. Dal 1940 al 1996 (un periodo che include diversi cicli di guerra e pace, compresa la corsa agli armamenti della guerra fredda), l'America ha speso 16,23 trilioni di dollari per l'esercito (5,82 trilioni di dollari di quelli per armi nucleari), contro 1,70 trilioni di dollari per l'assistenza sanitaria e 1.24 trilioni di dollari sugli affari internazionali.

Il costo della Guerra del Golfo fu di circa 76 miliardi di dollari. Il Vietnam è costato 500 miliardi di dollari la guerra di Corea, 336 miliardi di dollari e la seconda guerra mondiale, quasi 3 trilioni di dollari. In altre parole, la Guerra del Golfo è costata a ogni persona negli Stati Uniti $ 306 in Vietnam, $ 2.204 a persona in Corea, $ 2.266 a persona e la seconda guerra mondiale, $ 20.388 a persona. All'inizio, le stime per il costo della guerra in Iraq erano da $ 50 a $ 140 miliardi, e da $ 75 a $ 500 miliardi aggiuntivi per l'occupazione e il mantenimento della pace, o da $ 444 a $ 2.274 a persona.

Quanto è grande l'industria militare negli Stati Uniti?

Oltre ai 1,4 milioni di personale in servizio attivo, l'esercito impiega 627.000 civili. L'industria della difesa impiega altri 3 milioni. In totale, l'esercito e la sua base manifatturiera di supporto impiega il 3,5% della forza lavoro statunitense. Nel 2002, il Dipartimento della Difesa ha speso 170,8 miliardi di dollari con appaltatori militari come Boeing e Lockheed Martin.

Come è cambiata la dimensione del settore nel tempo?

Il livello del 3,5% della forza lavoro nel 2003 è storicamente basso. Nel 1987, verso la fine della guerra fredda, la difesa (compresi i militari) costituiva il 5,7 per cento del mercato del lavoro degli Stati Uniti nel 1968, durante il Vietnam, il 9,8 per cento nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, il 39 per cento. Dopo la seconda guerra mondiale, l'occupazione nella difesa è scesa al 4,5 percento, ma è tornata all'11 percento nel 1951 con la guerra di Corea e l'inizio della guerra fredda.

L'industria militare aiuta a prendere decisioni sulle spese per la difesa?

Sì. Nel 2000, i gruppi di pressione della difesa hanno speso circa 60 milioni di dollari. Anche i comitati di azione politica della difesa contribuiscono con circa 14 milioni di dollari per ciclo elettorale del Congresso. Aerospaziale per la difesa, elettronica per la difesa e difesa varie sono rispettivamente le industrie di 31°, 44° e 46° posto.

Quante armi esporta ogni anno l'industria militare statunitense?

Nel 2001, i produttori di armi statunitensi hanno esportato $ 9,7 miliardi di armi in tutto il mondo. Il Regno Unito è stato il secondo nelle esportazioni internazionali con $ 4 miliardi. Inoltre, gli Stati Uniti hanno realizzato nuove vendite per 12,1 miliardi di dollari. La Russia è seconda con 5,8 miliardi di dollari. Gli Stati Uniti sono il più grande produttore di armi al mondo, fornendo quasi la metà di tutte le armi vendute sul mercato mondiale.

Che tipo di armi esportano gli Stati Uniti?

Nel 2002, i produttori statunitensi pianificarono di esportare armi tra cui elicotteri d'attacco Cobra e Apache, elicotteri Black Hawk, aerei cisterna aria-aria Stratotanker KC-135A, missili aria-superficie Hellfire e Hellfire II, Sidewinder aria-aria -missili aria, missili TOW 2A e 2B, fucili M-16, mitragliatrici M-60, lanciagranate, bombe MK-82 (500 libbre) e MK-83 (1.000 libbre), sistemi radar Sentinel, serie GBU12 Paveway bombe a guida laser, veicoli anfibi d'assalto standard per il personale, veicoli di comando anfibi d'assalto e bombe a grappolo anticarro con armi fuse con sensori CBU-97.

Quante delle armi esportate dalle aziende statunitensi sono destinate ai paesi in via di sviluppo?

Circa la metà. Dal 1994 al 2001, gli Stati Uniti hanno esportato 131 miliardi di dollari in armi, di cui 59 miliardi destinati ai paesi in via di sviluppo. Gli Stati Uniti sono il primo esportatore verso i paesi in via di sviluppo, con Russia e Francia al secondo e terzo.

In che modo le esportazioni di armi americane influenzano il popolo americano?

Le esportazioni di armi sono un'importante fonte di posti di lavoro americani e aiutano a mantenere la capacità di produzione militare degli Stati Uniti. Hanno anche alcune conseguenze negative. Quando le armi americane vengono utilizzate in un conflitto, ad esempio da Israele contro i palestinesi, anche l'America viene incolpata per gli attacchi. Le forze statunitensi si trovano regolarmente di fronte a sofisticate armi di origine americana, contro le quali è più difficile difendersi.

Quanto è pericolosa la guerra per i civili?

Molto pericoloso. Tra il 1900 e il 1990, 43 milioni di soldati sono morti in guerra. Nello stesso periodo sono stati uccisi 62 milioni di civili. Più di 34 milioni di civili sono morti nella seconda guerra mondiale. Un milione è morto in Corea del Nord. Centinaia di migliaia sono stati uccisi in Corea del Sud e da 200.000 a 400.000 in Vietnam. Nelle guerre degli anni '90, le morti civili costituivano tra il 75 e il 90 percento di tutte le morti di guerra.

Qual è l'esperienza civile in guerra?

Vengono fucilati, bombardati, violentati, affamati e cacciati dalle loro case. Durante la seconda guerra mondiale, 135.000 civili morirono in due giorni nel bombardamento di Dresda. Una settimana dopo, a Pforzheim, in Germania, 17.800 persone sono state uccise in 22 minuti. In Russia, dopo i tre anni di battaglia di Leningrado, sono rimasti solo 600.000 civili in una città che aveva una popolazione di 2,5 milioni di abitanti. Un milione furono evacuati, 100.000 furono arruolati nell'Armata Rossa e 800.000 morirono. Nell'aprile 2003, durante la guerra in Iraq, metà degli 1,3 milioni di civili a Bassora, in Iraq, sono rimasti intrappolati per giorni senza cibo e acqua a temperature superiori ai 100 gradi.

Quanti rifugiati accettano lì?

Nel 2001, 40 milioni di persone sono state sfollate dalle loro case a causa di conflitti armati o violazioni dei diritti umani. I rifugiati sono stati una preoccupazione per tutto il ventesimo secolo. Cinque milioni di europei furono sradicati dal 1919 al 1939. La seconda guerra mondiale provocò lo sfollamento di 40 milioni di non tedeschi in Europa e 13 milioni di tedeschi furono espulsi dai paesi dell'Europa orientale. Circa 2,5 milioni dei 4,4 milioni di persone in Bosnia ed Erzegovina furono cacciati dalle loro case durante la guerra di quella regione nei primi anni '90. Più di 2 milioni di ruandesi hanno lasciato il loro paese nel 1994. Nel 2001, 200.000 persone sono state cacciate dall'Afghanistan al Pakistan. All'inizio del 2003, 45.000 liberiani sono stati sfollati dalle loro case.

Quali sono le conseguenze di diventare un rifugiato?

I rifugiati hanno tassi di mortalità molto elevati, dovuti principalmente alla malnutrizione e alle malattie infettive. I rifugiati ruandesi nello Zaire nel 1994 avevano un tasso di mortalità da 25 a 50 volte superiore a quello dei ruandesi prima della guerra. I rifugiati curdi iracheni in Turchia nel 1991 avevano un tasso di mortalità 18 volte superiore al solito.

In che modo la guerra colpisce i bambini?

Più di 2 milioni di bambini sono stati uccisi nelle guerre negli anni '90. Tre volte quel numero sono stati disabilitati o gravemente feriti. Venti milioni di bambini sono stati sfollati dalle loro case nel 2001. Molti sono stati costretti a prostituirsi. Una grande percentuale di questi contrarrà l'AIDS. I bambini nati da madri violentate o costrette a prostituirsi spesso diventano emarginati.

Quanti bambini soldato ci sono?

Più di 300.000 in tutto il mondo. I soldati a volte vengono reclutati all'età di 10 anni e più giovani. I più giovani portano zaini pesanti o spazzano le strade con scope e rami per testare le mine antiuomo. Quando i bambini sono ostili, è più probabile che l'esercito avversario consideri ogni civile un potenziale nemico.

Perché i bambini si arruolano negli eserciti?

Spesso sono costretti a farlo. Ad alcuni vengono somministrati alcolici o droghe, o esposti ad atrocità, per desensibilizzarli alla violenza. Alcuni si uniscono per aiutare a nutrire o proteggere le loro famiglie. Alcuni vengono offerti dai genitori in cambio di protezione. I bambini possono essere senza paura perché non hanno un chiaro concetto di morte.

Le donne spesso assumono ruoli economici più importanti in tempo di guerra. Devono trovare il modo di compensare il dispiegamento militare o la disoccupazione del marito. Chi si trova nelle zone di guerra deve cercare cibo, acqua, medicine e carburante nonostante la scarsità. Alcune donne nelle zone di guerra sono costrette a prostituirsi per provvedere alla propria famiglia. La carestia e lo stress causano un aumento della mortalità infantile e della morte prematura dei bambini. Il rischio di AIDS aumenta per molte donne in guerra, per prostituzione, mariti che tornano dal servizio militare con l'HIV, o stupri.

Il genocidio è un numero qualsiasi di atti commessi con l'intento di distruggere, in tutto o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso, secondo le Nazioni Unite. Altri includono gruppi politici e sociali nella definizione, rendendo il genocidio più in generale l'annientamento della differenza. Le campagne di genocidio sono diventate più frequenti dalla prima guerra mondiale. Le moderne armi industriali hanno reso più facile commettere omicidi di massa.

Quanti genocidi sono avvenuti dalla prima guerra mondiale?

Dozzine. I più devastanti includono quelli in Unione Sovietica, dove circa 20 milioni furono uccisi durante il Grande Terrore di Stalin (anni '30) nella Germania nazista, dove 6 milioni di ebrei furono uccisi nei campi di concentramento insieme a 5 milioni o più di zingari, testimoni di Geova, e altri "quotenemies dello stato tedesco" (1937-1945) Cambogia, dove 1,7 milioni di 7 milioni di persone del paese sono stati uccisi a causa delle azioni dei Khmer Rossi (1975-1979) Iraq, dove 50.000 curdi sono stati uccisi durante la pulizia etnica di Anfal nel 1987 in Bosnia, dove furono uccisi 310.000 musulmani (1992-1995) e in Ruanda, dove più di 1 milione di tutsi e hutu moderati furono massacrati in dieci settimane nel 1994.

Come è organizzato l'esercito americano?

L'esercito degli Stati Uniti è gestito dal Dipartimento della Difesa. Sovrintende ai dipartimenti dell'esercito, della marina e dell'aeronautica, responsabili rispettivamente dei combattimenti terrestri, marittimi e aerei.

Tratto da QUELLO CHE OGNI PERSONA DEVE SAPERE SULLA GUERRA di CHRIS HEDGES Copyright © 2003 di Chris Hedges

Tratto da permesso. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo estratto può essere riprodotta o ristampata senza il permesso scritto dell'editore.


I 25 migliori duo fratello e sorella nella storia del cinema

Potresti aver sentito dire che tutti i film seguono una delle poche trame di base. Quando si pensa all'infinita complessità del cinema, sembra una strana affermazione. Tuttavia, in fondo, ogni pezzo di film ha a che fare con un interesse o una preoccupazione umana fondamentale. La stragrande maggioranza riguarda la ricerca dell'amore. Altri stanno per perderlo. Alcuni si concentrano sul trauma del dolore. Poi, ci sono film sul trionfo personale, sul sacrificio dei genitori e sul coraggio di fronte a un grande pericolo. C'è anche un posto speciale nel cinema per le relazioni tra fratelli. Pensaci. Alcuni dei duetti cinematografici più emozionanti, iconici ed enigmatici sono composti da un fratello e una sorella. L'esempio classico è, ovviamente, Luke e Leia, ma non sono gli unici. Per Hollywood, il legame tra fratelli è stato a lungo oggetto di fascino.

Daremo un'occhiata ad alcuni dei duetti fratello-sorella più interessanti della storia del cinema. Alcuni sono stimolanti. Alcuni sono un po' irritabili. Altri ti faranno rivolgere a tuo fratello e lo ringrazieranno per essere nella tua vita.

Hansel e Gretel – Hansel e Gretel: cacciatori di streghe

Hansel e Gretel sono una delle coppie di fratelli più antiche della storia della letteratura. Eppure, nel 2013, un blockbuster ha ribaltato questa relazione familiare. Hansel e Gretel: i cacciatori di streghe hanno trasformato i due da ragazzini tragici, che vengono mangiati da una strega, in una squadra di caccia alle streghe tosta. Mentre litigano spesso, presentano sempre un fronte unito quando si tratta di sconfiggere i cattivi.

Luke e Leia – Star Wars Franchise

Non siamo riusciti a compilare un elenco di fratelli cinematografici senza includere l'accoppiamento più strano della galassia. Luke e Leia Skywalker si incontrano come due guerrieri galattici, determinati ad affrontare Darth Fader e il suo appetito per la distruzione del mondo. Condividono un bacio romantico, prima di scoprire in seguito che non solo sono imparentati, ma in realtà sono gemelli. Se questo ti fa rabbrividire, sai come si sentivano tutti quei fan di Star Wars nel 1983 dopo la grande rivelazione.

Theo e Isabelle – The Dreamers

Anche se Star Wars non ha nulla sul dramma del 2003 The Dreamers. Racconta la storia di Isabelle e Theo, due fratelli francesi con una relazione malsana. A loro si unisce lo studente americano in scambio Matthew, che viene presto coinvolto in una selvaggia odissea sessuale con la coppia. I tre fili sono una presenza elettrica. Riescono a convincersi che la loro unione incestuosa è più libera e libertaria che pericolosa. Cioè fino all'atto finale, quando il loro segreto viene rivelato.

Ferris e Jeanie – Ferris Bueller’s Day Off

Ora, su un fratello più familiare impostato. Come la maggior parte degli adolescenti, Jeanie Bueller non va sempre d'accordo con suo fratello. In effetti, quando scopre che lui sta giocando a scuola, per trascorrere la giornata all'avventura, è determinata a rovinare i piani. Mentre tutti vogliono avere il tipo di relazione in cui entrambi saresti abbastanza fighi da coprire l'altro, i fratelli adorano semplicemente fare la spia. Non puoi incolpare la povera Jeannie. Ferris è un po' un incubo.

Richie e Margot – I Tenenbaum reali

The Royal Tenenbaums è un film meravigliosamente eccentrico sui pericoli del successo e sul peso della famiglia. Ci sono diversi fratelli nel film e la sua protagonista femminile, Margot, tecnicamente non è imparentata con nessuno di loro. È stata adottata da bambina e il suo talento letterario, lo stile del vecchio mondo e il cinismo hipster la rendono irresistibile per i suoi "fratelli" adulti. Nonostante questa complessità, il film ritrae una fiorente storia d'amore tra Margot e il prodigio del tennis Richie con sensibilità sorprendente. Tuttavia, questo avviene solo dopo che un incidente emotivamente devastante ha riunito i due.

Sammy e Terry — Puoi contare su di me

Kenneth Lonergan ha la reputazione di dirigere film che colpiscono silenziosamente. Puoi contare su di me non fa eccezione. Segue la storia di Sammy Prescott, una madre single che invita il fratello a rimanere a casa sua dopo che la sua ragazza ha tentato il suicidio. Per tutto il film, i due si scontrano costantemente poiché le loro opinioni sulla vita, i genitori e il romanticismo sono così diverse. Eppure, anche se ci sono molti conflitti, il messaggio alla base è chiaro. Puoi sempre contare sulla presenza di tuo fratello, che ti capisca o meno.

Wendy e Jon – I selvaggi

Puoi contare su di me non è solo il turno di Laura Linney come una sorella assediata. In The Savages, interpreta Wendy Savage, una donna costretta a confrontarsi con il suo passato quando suo padre si ammala di demenza. Insieme a suo fratello, uniscono le forze per prendersi cura di lui, ma non è così facile come si aspettavano. I due sono circondati dal trauma della sua infanzia e dal fatto che li ha spinti in vite emotivamente insoddisfacenti.

Max e Dani – Hocus Pocus

Hocus Pocus è uno dei film di Halloween più famosi di tutti i tempi. È pieno di streghe, demoni, fantasmi e magia, ma c'è anche una relazione piuttosto speciale tra un fratello maggiore e la sua sorellina. All'inizio del film, Dani è il fratello archetipico. Prende in giro Max, scompiglia le sue cose e lo segue ovunque. Fanno un sacco di litigi, ma quando una banda di streghe li dà la caccia, fanno di tutto per proteggersi a vicenda.

Josie e Rob "Non sono mai stati baciati"

Sai com'è. Passi tutto il tuo tempo cercando di adattarti e di essere cool, e il tuo fratellino diventa il re della scuola senza sforzo. Questa è la situazione in Mai stata baciata dopo che Josie e suo fratello vanno sotto copertura in un liceo. Lui è un successo immediato con i ragazzi popolari, e lei è un pesce fuor d'acqua. Fortunatamente, Rob ha la sua rivelazione emotiva e decide di aiutare sua sorella maggiore a salire in cima.

Elizabeth e Donnie — Donnie Darko

Donnie Dark è un film incredibilmente strano su un adolescente che ha le allucinazioni e scopre che il mondo sta per finire. Ovviamente nessuno gli crede. È trattato come un bambino problematico e ha assunto farmaci. Questo rende la relazione con sua sorella maggiore Elizabeth molto tesa, poiché lei è più interessata alle feste e alla pianificazione per il futuro. Ci sono alcune scene esilaranti in cui i due si scambiano insulti. Tuttavia, quando il film arriva al culmine, vediamo che Elizabeth è sinceramente spaventata e preoccupata per Donnie.

Stranz e Fairchild - Blades of Glory

Le superstar della commedia Will Arnett e Amy Poehler hanno creato uno dei duetti fratello e sorella più ripugnanti nella storia del cinema. Blades of Glory vede Stranz e Fairchild Van Waldenberg ricorrere a tattiche malvagie per cercare di impedire a due nuovi pattinatori sul ghiaccio di prendere la loro corona. Durante tutto il film, ci sono alcuni accenni grossolani ed esilaranti a un amore proibito. Si vestono persino come Kennedy e Monroe per una routine di pattinaggio chiamata "Forbidden Romance".

Sheryl and Frank/Dwayne and Olive – Little Miss Sunshine

There are two sets of siblings in this charming movie, but that’s no surprise as it’s all about the messy, complicated nature of families. Mother of two Cheryl ends up supporting her brother after he attempts suicide. This is all while helping her daughter make it to a beauty pageant and guiding her teenage son through a difficult time in his life. All of the relationships in this film are dysfunctional, but it sets out to convince the viewer that messy, quirky, unique, and creative is always better than perfect.

Maggie and Milo – The Skeleton Twins

The Skeleton Twins is a deeply sad film, but it’s also strangely uplifting. It depicts Milo and Maggie, twins who become distant and do not speak for a decade. That is, until the night they both coincidentally end up considering suicide. Milo has a failed attempt and Maggie is about to take a handful of pills when she gets a call about her brother. The move in together for support, but only end up repeating past mistakes. While the journey is difficult for both of these characters, they’re surprised to find strength in one another.

Carmen and Juni — Spy Kids

Carmen and Juni are just a normal brother and sister. They fight, they bicker, and each finds the other desperately annoying. However, when their parents are kidnapped, they’re forced to fight as a team in order to get them back. It’s a wild ride because, along the way, they discover their parents used to be Super Spies. Cue plenty of explosions, bad guys, evil plots, and heroic moments from two siblings on a mission.

Kathryn and Sebastian – Cruel Intentions

It seems like cinema can’t get enough of brother sister relationships that cross that line. In Cruel Intentions, Kathryn and Sebastian are step-siblings (so, not truly related) who make the Borgias look affectionate. They scheme, plot, and create dastardly plans in order to get what they want, whether it’s revenge or the corruption of a school sweetheart. At one point, the two decide on a wager. The icky part is, if Sebastian wins, Kathryn agrees to go to bed with him.

Klaus and Violet – A Series of Unfortunate Events

Violent and Klaus are two extraordinary siblings who lose their parents in a suspicious fire. They leave behind a huge fortune, but the children (and their baby sister) must go to live with a distant relative until they’re old enough to claim it. This turns out to be a dastardly Count who pursues the trio relentlessly and plots their demise. Violet and Klaus must use their talents as a reader and an inventor to outwit this villain.

The relationship between Tris and Caleb Prior makes for one of the most complex brother sister duos in science fiction. Caleb frequently admonishes his little sister for not being true to the qualities of her faction and social group. However, it is later revealed he plans to defect and has been hiding his own secret qualities. Tris and Caleb are often at loggerheads and she soon realises that even family can be dangerous.

Lucilla and Commodus — Gladiator

The relationship between Lucilla and Commodus (both real figures) is one of the most chilling in cinema. Fortunately, the filmmakers took more than a few liberties with their story. For one thing, there was no incest or sexual abuse between the pair. Lucilla did try to have her younger brother assassinated though, so it’s fair to say they weren’t all that close. Sadly, her attempt to take down the despotic emperor failed and he later had her executed. The film goes in a different direction entirely, however, and movie Lucilla gets a happier ending.

Sue and Johnny – Fantastic Four

Sue and Johnny Storm were a beloved duo well before Jessica Alba and Chris Evans got their hands on them in Fantastic Four. They’re also one of few cinematic siblings to get on rather well. After losing both parents at a young age, they grew close and have been protecting each other ever since. Not they need protection. Sue has the power of invisibility and Johnny can fly and shoot flames.

Chris and Carine – Into the Wild

Chris and Carine McCandless are another real-life brother sister duo. In 2007, a movie was made about Chris, because he lost his life in a very unusual way. Without warning, the young man gave away all of his money, cut up his credit cards, and ran away from home. He never made contact with his family again, but we know from his diary that he had some amazing experiences out in the wilderness.

Lex and Tim – Jurassic Park

The first instalment in the Jurassic Park franchise is full of amazing characters. However, brother sister duo Tim and Lex stand out, because they bravely face some terrifying things. While young brother Tim can be annoying, Lex does everything she can to protect him, including baiting a hungry raptor in the hotel kitchen. She later saves the entire group with her unexpected cyber hacking skills.

Evie and Jonathan — The Mummy

In the original version of The Mummy, Rachel Weisz and John Hannah play squabbling siblings trying to prevent a great evil from taking over Egypt. Evie is as studious and smart as she is courageous. John is more interested in himself and only signs on to her expedition after finding out there may be gold involved. Ironically, it’s his ruinous actions at the start of the film that later become a source of hope for the group.

Trish and Darry – Jeepers Creepers

In Jeepers Creepers, we get to see a brother and sister uniting against an unimaginable evil. They start out happily enough, on a drive home for spring break. However, the banter and playful teasing turns into a fight for their life after they run into a demon on the road. We see lots of moments in the movie that tell us siblings would do anything to keep each other safe. The story takes a devastating turn when Trish is forced to make the ultimate sacrifice for her brother.

The Kids Are Alright

The Kids Are Alright is a unique film, because it was the first major picture to portray a homosexual couple raising teenage children. At heart, it’s a movie about the secrets we keep from one another. Seventeen year old Laser decide to track down the man who donated sperm, so that his lesbian parents could start a family. As he’s still a minor, he must enlist his older sister and get her to seek out this estranged father.

Tammy and Andy – 28 Weeks Later

This is another film that portrays the unbreakable bond between brother and sister. After mistakenly believing that a worldwide zombie outbreak is over and under control, the military fails to prevent a major incident. Rage zombies overrun the compound where Andy and his big sister Tammy are staying. She risks her own life to make sure he gets through the nightmare alive, including keeping some very important information under wraps.

Why Sibling Relationships Are Such a Lure for Filmmakers

The bond between siblings is unique. Brothers and sisters, in particular, can feel great love for one another and still want to inflict hurt and pain. There is rivalry, jealousy, bitterness, and loathing in many sibling relationships, perhaps because they serve as a mirror. No matter how different you may think you are to your sibling, they are a version of yourself, and this can be tough to confront. As well as reflecting your strengths, they are also a mirror of your flaws. It’s one of the reasons why the relationship is so fascinating, especially for filmmakers. Ultimately, there are few people who know you as well as your brother or sister. Many of the films listed tell us that, even if you grow apart, the bond remains. It’s an anchor, a safety rope that you can always use to find your way home.


After death, you’re aware that you’ve died, say scientists

A Harvard professor's study discovers the worst year to be alive.

The Triumph of Death. 1562.

  • Harvard professor Michael McCormick argues the worst year to be alive was 536 AD.
  • The year was terrible due to cataclysmic eruptions that blocked out the sun and the spread of the plague.
  • 536 ushered in the coldest decade in thousands of years and started a century of economic devastation.

The past year has been nothing but the worst in the lives of many people around the globe. A rampaging pandemic, dangerous political instability, weather catastrophes, and a profound change in lifestyle that most have never experienced or imagined.

But was it the worst year ever?

No. Neanche vicino. In the eyes of the historian and archaeologist Michael McCormick, the absolute "worst year to be alive" was 536.

Why was 536 so bad? You could certainly argue that 1918, the last year of World War I when the Spanish Flu killed up to 100 million people around the world, was a terrible year by all accounts. 1349 could also be considered on this morbid list as the year when the Black Death wiped out half of Europe, with up to 20 million dead from the plague. Most of the years of World War II could probably lay claim to the "worst year" title as well. But 536 was in a category of its own, argues the historian.

It all began with an eruption.

According to McCormick, Professor of Medieval History at Harvard University, 536 was the precursor year to one of the worst periods of human history. It featured a volcanic eruption early in the year that took place in Iceland, as established by a study of a Swiss glacier carried out by McCormick and the glaciologist Paul Mayewski from the Climate Change Institute of The University of Maine (UM) in Orono.

The ash spewed out by the volcano likely led to a fog that brought an 18-month-long stretch of daytime darkness across Europe, the Middle East, and portions of Asia. As wrote the Byzantine historian Procopius, "For the sun gave forth its light without brightness, like the moon, during the whole year." He also recounted that it looked like the sun was always in eclipse.

Cassiodorus, a Roman politician of that time, wrote that the sun had a "bluish" color, the moon had no luster, and "seasons seem to be all jumbled up together." What's even creepier, he described, "We marvel to see no shadows of our bodies at noon."

. that led to famine.

The dark days also brought a period of coldness, with summer temperatures falling by 1.5° C. to 2.5° C. This started the coldest decade in the past 2300 years, reports Scienza, leading to the devastation of crops and worldwide hunger.

. and the fall of an empire

In 541, the bubonic plague added considerably to the world's misery. Spreading from the Roman port of Pelusium in Egypt, the so-called Plague of Justinian caused the deaths of up to one half of the population of the eastern Roman Empire. This, in turn, sped up its eventual collapse, writes McCormick.

Between the environmental cataclysms, with massive volcanic eruptions also in 540 and 547, and the devastation brought on by the plague, Europe was in for an economic downturn for nearly all of the next century, until 640 when silver mining gave it a boost.

Was that the worst time in history?

Of course, the absolute worst time in history depends on who you were and where you lived.

Native Americans can easily point to 1520, when smallpox, brought over by the Spanish, killed millions of indigenous people. By 1600, up to 90 percent of the population of the Americas (about 55 million people) was wiped out by various European pathogens.

Like all things, the grisly title of "worst year ever" comes down to historical perspective.


Aftermath of the War

When Athens surrendered in 404 BCE, it was clear that the Peloponnesian war had truly come to an end. Political instability within Athens had made it difficult for the government to function, its fleet had been destroyed, and its treasuries were empty. This meant Sparta and its allies were free to dictate the terms of peace. Thebes and Corinth wanted to burn it to the ground and enslave its people, but the Spartans rejected this notion. Although they had been enemies for years, Sparta recognized the contributions Athens had made to Greek culture and did not want to see it destroyed. Lysander, however, established a pro-Spartan oligarchy that installed a reign of terror in Athens.

However, perhaps more importantly, the Peloponnesian War dramatically changed the political structure of Ancient Greece. For one, the Athenian Empire was over. Sparta assumed the top position in Greece, and for the first time ever it formed an empire of its own, although this would not last more than a half century. Fighting would continue amongst the Greeks after the Peloponnesian war, and Sparta eventually fell to Thebes and its newly formed Boeotian League.

Yet perhaps the biggest impact of the Peloponnesian War was felt by the citizens of ancient Greece. The art and literature to come out of this time period spoke often of war weariness and of the horrors of such prolonged conflict, and even some of the philosophy, written by Socrates, reflected some of the inner conflicts people were facing as they tried to understand the purpose and meaning of so much bloodshed. Because of this, as well as the role the conflict had in shaping Greek politics, it’s easy to see why the Peloponnesian War played such an important role in the history of Ancient Greece.

The conquest of ancient Greece by Phillip of Macedon and the rise of his son, Alexander (the Great) were largely predicated on the conditions following the Peloponnesian War. This is due to the fact that the destruction from the Peloponnesian War weakened and divided the Greeks for years to come, eventually allowing the Macedonians an opportunity to conquer them in the mid-4 th century BCE.


A Boeing 707 That Survived The &lsquoBlack September&rsquo Hijacking Spree Is Getting Scrapped

Dirk Grothe

At an abandoned airport in Berlin, a derelict Boeing 707 airliner tells a story of Cold War intrigue, international terrorism, and the changing fortunes of the German capital. But time is now up for the decaying jet, and the excavators have moved in to begin breaking up this historic aircraft.

At first glance, you might think the 707, sitting forlornly at the edge of a forest, in a remote corner near the perimeter of the former Berlin Tegel Airport, could be a wreck used for training firefighters, or some kind of museum exhibit, but it’s been inaccessible for several years. Although long since faded by the effects of weather and decay, the blue and yellow colors formerly used by the German airline Lufthansa still adorn the airliner's hulk.


From the archives: The fall of Saigon: witnessing the end of the Vietnam war – podcast

Through all the years of conflict, war had not often touched Saigon, with the exceptions of the occasional rocket attack, some restaurant bombings and the dramatic but limited incursion into the city – indeed, into the grounds of the US embassy itself – during the Tet offensive in 1968. Saigon shuddered, but felt it had escaped the worst. And in fact, as the liberation music echoed down the streets, it had just escaped again. Although few knew it, the North Vietnamese had been prepared to batter the city with heavy artillery and to fight their way in, block by block, if the defence they met had been stronger. Had the last South Vietnamese president, General Duong Van Minh, not ordered the army to lay down its arms, Saigon would have fared very badly indeed. Vietnamese joked that the communists took Saigon “without breaking a light bulb”. That was not true either: casualties were heavy on both sides, but the fighting stopped just short of the city limits. In the centre, there was potentially more to fear from lawlessness and looters. Stewart Dalby of the Financial Times and I were walking along Tu Do, one of Saigon’s main streets, when a hard-looking man with his shirt out over his trousers stood in our way. He touched his waistband to indicate a gun, and then casually lifted Dalby’s expensive camera off his neck. Incidents like that were enough to convince most people that the sooner the communists took full control, the better.


The extermination of Witches and other heretics

""Forget not the days of old / And recall the stories told / Of the burnings and the screams / Do they ever haunt your dreams?
"There was a time when freedom died / It was an age of genocide / The Inquisition at the door / The Church of Rome in a holy war . "
Then the turning of the tide / From the truth they could not hide / Now the darkest age has passed / The Goddess has returned at last!"

Panoramica:

We are not going to win many friends in the Neopagan communities with the following two essays. However, we believe it to be accurate. It is a story that needs to be told.

The facts are that almost all of the information that is generally accepted as truth by the Neopagan community about the "burning times" is wrong. What really happened was:

Orthodox Church is strongly critical of sorcerers (among whom it includes palmists, fortune tellers and astrologers), but has not generally seen the remedy in accusations, trials and secular penalties, but rather in confession and repentance, and exorcism if necessary. " 2

2019: A witch memorial is proposed in Scotland:

3,837 people are known to have been executed in Scotland during the 17th to 18th century, after having been found guilty of withcraft. 5 They were strangled, hanged, burned at the stake, beheaded, or drowned. Construction of a withcraft memorial to be erected in their memory is scheduled to be discussed on 2019-SEP-26 at the Torryburn and New Mills Community Centre in Scotland. 6

The proposal would involve relocating the Beamer Rock navigation beacon which was removed from the Firth of Forth during 2011, and rebuild it on the coast of the river Ness in Torryburn, which is located NorthWest of Edinburgh, Scotland.

Councillors Kate Stewart, Mino Manekshaw and Bobby Clelland isued a joint statement, saying:

"We'd love to see the creation of a memorial at Torryburn, dedicated to the memory of Lillias Adie and more generally to the many thousands of (mainly women) persecuted as witches in early modern Scotland.

"It would help to re-positioning them away from the misguided modern 'Halloween-style' perception of fun they have become. They were the innocent victims of an unimaginable injustice."

Sponsored link:

Related essay on this web site:

Are all Witches equal? The Harry Potter books and how they highlighted public confusion over the meaning of "Witch" and "Witchcraft."

References used:

The following information sources were used to prepare and update the above essay. The hyperlinks are not necessarily still active today.

  1. " Burning times Inkubus Sukkubus ," You Tube, 2009-DEC-26, at: http://youtu.be/
  2. "Christian responses to Witchcraft and sorcery," at: http://hayesfam.bravehost.com/
  3. Università Cornell has a "Witchcraft Collection" with over 3,000 titles documenting the history of the Inquisition and the persecution of witches.

"It documents the earliest and the latest manifestations of the belief in witchcraft as well as its geographical boundaries, and elaborates this history with works on canon law, the Inquisition, torture, demonology, trial testimony, and narratives. Most importantly, the collection focuses on witchcraft not as folklore or anthropology, but as theology and as religious heresy."