La storia

Alla scoperta dell'antica scienza delle piramidi a Teotihuacan, dove gli uomini diventano dei

Alla scoperta dell'antica scienza delle piramidi a Teotihuacan, dove gli uomini diventano dei


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I re perduti di Teotihuacan , uno speciale televisivo, ha esaminato per un'ora la grande città, i suoi abitanti e lo scavo del Tempio di Quetzalcoatl, (noto anche come la piramide del serpente piumato). Il programma ha rivelato prove di ingegneria avanzata costruita in un sistema di tunnel, e posto direttamente sotto la Piramide. Mentre una squadra ha scavato i tunnel, gli spettatori hanno assistito a quello che deve essere considerato l'interno di un antico generatore, dove sono state introdotte combinazioni di sostanze chimiche, minerali, acqua (e possibili campi elettromagnetici) nelle camere, risultando in una qualche forma di energia. Non è ancora noto come e dove questa energia sia stata erogata, ma in base al design del complesso, ora possiamo ipotizzare come potrebbe aver funzionato l'intera struttura.

Nota che ho volutamente chiamato Teotihuacan una struttura, poiché questo è esattamente quello che era e non una città come molti hanno ipotizzato.

Ecco la loro sorprendente scoperta.

Vista aerea di Teotihuacan, Messico. (Gian/Adobe Stock)

Tunnel misterioso

Nel 2003, l'archeologo Sergio Gomez stava camminando vicino al Tempio di Quetzalcoatl, quando notò una grande crepa nel terreno a circa 20 piedi (sei metri) dai piedi delle scale. Le recenti piogge avevano aperto una superficie, lasciando un evidente solco ed esponendo i turisti a possibili lesioni. Gomez, che aveva lavorato a Teotihuacan per oltre 30 anni, ha ispezionato il sito e ha stabilito che sotto c'era qualcosa di curioso. Teotihuacan è considerata un parco archeologico e la maggior parte degli archeologi sa che ogni metro quadrato di terra può contenere reperti e importanti testimonianze della storia passata dell'area.

  • Sono vivi! I siti megalitici sono più di una semplice pietra
  • Il bastone d'oro: il mito della fondazione divina di Cuzco e le connessioni scientifiche
  • Gli antichi peruviani potevano ammorbidire la pietra?

Gomez, un membro dell'Istituto nazionale di antropologia e storia (INAH), ha ricevuto il permesso di indagare sull'area e nello stesso anno ha riunito un team di esperti che ha iniziato a rimuovere con cura i detriti superficiali. Lo scavo archeologico è un processo lento e mentre scendevano hanno scoperto un pozzo rotondo, simile a un pozzo, perfettamente realizzato in cemento e pietra.

L'archeologo Sergio Gomez viene calato in un pozzo di pietra e cemento perfettamente formato che passa sottoterra per 14 piedi e si apre in una profonda caverna. Al momento dell'assemblaggio della piramide, l'asta potrebbe aver fornito una combinazione di acqua e sostanze chimiche che hanno reagito direttamente sotto la piramide, trasmettendo la sua carica ai baccelli vicini. (PBS TV, Lost King's di Teotihuacan. Screenshot tramite Youtube)

Inconsapevolmente, avevano scoperto il principale punto di accesso al design originale del complesso che scendeva di oltre 40 piedi (12 metri). Mentre scendevano nel pozzo che si apriva in una caverna, ripulirono oltre 400 tonnellate di terra, detriti e porzioni di edifici abbandonati, cercando con cura i manufatti.

Cliff Dunning ne parlerà Scienza della piramide Maya al Antica Hi-Tech scoperta conferenza 24-25 aprile 2021. Acquista il tuo biglietto QUI!

Una volta nella caverna notarono che lo spazio era stato accuratamente ritagliato dalla solida roccia e aperto in un grande tunnel. Prima che il team iniziasse a rimuovere i detriti che bloccavano l'accesso al tunnel, Gomez ha fatto scansionare lo spazio con il laser per determinarne la profondità e altri indizi sulla sua formazione. Le scansioni hanno restituito immagini di un tunnel tagliato con precisione che correva per più di 330 piedi (100 metri) sotto la piramide. Le scansioni hanno anche rivelato strane tasche o piccoli depositi che scendevano dal pozzo principale e che avevano l'aspetto di piccole stanze.

Quando la squadra ha iniziato a scavare il tunnel, hanno fatto la prima di molte scoperte di manufatti e strumenti lasciati da coloro che pensavano fossero i costruttori. Al segno di 100 piedi (30 metri), sono stati recuperati oltre 50.000 manufatti, portando la squadra a considerare che una tomba reale fosse vicina.

Una porzione della galleria principale con evidenza di alta marea, raggiungendo la sommità. Il tunnel è diviso in sottocamere, (notate dai sotto-pareti molto scuri) dove forse i metalli pesanti cadevano e venivano contenuti nelle stazioni di miscelazione prima di fornire una carica o una reazione chimica in un'area centrale direttamente sotto la piramide. Gli archeologi sembrano essere completamente ignari della scienza sconosciuta che un tempo potrebbe aver avuto un ruolo nel complesso della piramide. (Fonte: Diario Digitale)

Scoperte strane sfere di pirite

Il team di scavo ha anche trovato il primo di una serie di depositi chimici e minerali sepolti nella terra. Centinaia di sfere dorate sono state scoperte in vari stati di decomposizione. Erano composti da pirite (fool's gold) e una miscela di adobe e pietrisco.

Una palla di pirite molto rara e molto fine, dal Perù. (Rob Lavinsky, iRocks.com/ CC BY-SA 3.0 )

Gomez aveva anche notato che le pareti erano ricoperte di pirite, che emanava uno strano effetto luminescente nelle parti non illuminate del tunnel. Attento a controllare l'area rimanente, Gomez ha richiesto un'altra scansione laser del tunnel per determinare cosa ci fosse davanti. Con sua sorpresa, le aste terminavano in un recinto a forma di croce, il cui centro era posizionato direttamente sotto il punto più alto della piramide.

La scansione laser 3D creata da un drone mostra la profondità e la lunghezza del tunnel scavato nella solida roccia. Le piccole cavità (spazi inferiori) nel tunnel potrebbero essere state camere di miscelazione chimica come prova dell'acqua, pirite, mercurio e gas radon che è stata scoperta. (Fonte: La Razon )

Al momento della stesura di questo documento, lo scavo continua nel tentativo di scoprire una tomba reale, ma ci sono una serie di scoperte critiche che indicano lo scopo effettivo del sistema di tunnel. Innanzitutto, si ritiene che i manufatti e le offerte siano stati lasciati dalle persone che hanno riscoperto Teotihuacan oltre 1.800 anni fa e non avevano nulla a che fare con il design originale del sistema. Una serie di importanti indizi ci offrono uno sguardo sull'intento originale del complesso piramidale e sugli altri componenti che compongono questa scoperta.

Campi geomagnetici e piramidi

Recenti scoperte nell'antica ingegneria piramidale hanno suggerito che un gran numero è stato progettato come una qualche forma di generatori di energia da diverse culture in tutto il mondo. In alcune località, tra cui l'America centrale e meridionale, le tecniche di costruzione sembrano essere state condivise.

John Burke, un uomo d'affari e scienziato, ha fatto un'importante scoperta sull'energia elettromagnetica delle piramidi nel 2005. Burke aveva rilevato scariche geomagnetiche in numerosi siti megalitici e tumuli nordamericani ed europei, tra cui Stonehenge, The Serpent Mound in Ohio e un varietà di piccoli recinti in pietra su e giù per le coste orientali. Utilizzando apparecchiature di scansione all'avanguardia, tra cui un magnetometro e un voltmetro elettrostatico, è stato in grado di determinare che ogni luogo era stato scelto a causa del suo campo di energia tellurica naturale che pulsava verso l'alto e nella struttura o nell'area circostante.

L'uso di questi siti non è noto a nessuno, ma ora capiamo che potrebbero avere un effetto positivo sulla fisiologia umana e sui semi delle colture notevolmente migliorati. Ciò che è sconcertante è come i costruttori abbiano saputo trovare i campi tellurici senza apparecchiature di scansione?

  • Le antiche mura di pietra di Saksaywaman in Perù contengono comunicazioni nascoste?
  • Newgrange e Saqsayhuaman: separati alla nascita nel 3050 aC?
  • Zep Tepi e il mistero di Djed: La spina dorsale di Osiride - Parte I

Sentendo che potrebbe esserci di più nel potenziamento dell'energia elettromagnetica, Burke inizia a scansionare i complessi piramidali in America Centrale che sono stati progettati con un alto livello di precisione. Alla fine avrebbe appreso di una specifica piramide a Tikal, un'antica città Maya in Guatemala, che veniva utilizzata dagli agricoltori locali per migliorare i loro semi. Conosciuta come la piramide del Mundo Perdido (spagnolo per "mondo perduto") e considerata una delle piramidi più antiche dell'intero complesso (600 aC).

Burke e il suo partner di ricerca Kaj Halberg hanno scoperto firme elettromagnetiche che misuravano cariche impressionanti in cima alla piramide. In una serie di scansioni, le letture hanno mostrato una variazione media di 908 volt in un breve periodo di tempo, concentrato nelle prime ore del mattino. Burke cita le letture e afferma: "Queste tensioni potrebbero sembrare letali e se fosse una corrente domestica potrebbero esserlo. Tuttavia, la carica elettrica statica nell'aria è un tipo diverso di elettricità e anche mille volt non sono pericolosi". La sua scoperta della generazione del campo piramidale è affascinante, ma ciò che ha effettivamente scoperto è stato un mezzo per generare e forse distribuire energia elettromagnetica all'interno di un complesso piramidale.

Mundo Perdido (Il mondo perduto) Piramide di Tikal, Guatemala. ( Foto di Anton Ivanov /Adobe Stock)

Quello che non sappiamo della Piramide del Mondo Perduto è se ha altri componenti integrati nella sua costruzione, simili alla Piramide del Serpente. Ora capiamo che in un certo numero di piramidi Maya ci sono componenti chiave progettati nella loro costruzione che agiscono come lenti di ingrandimento. Questi componenti sembrano essere importanti nella creazione, ingrandimento e distribuzione dei campi tellurici:

  1. Acqua, che si muove naturalmente compresi fiumi o cenotes (trovati a El Castillo a Chichen Itza) o da canali o tunnel artificiali, simili al Tempio dell'Iscrizione trovato a Palenque.)
  2. Campi geomagnetici. Campi tellurici formati naturalmente che hanno periodi alti e bassi durante il giorno e la notte.
  3. Disegno a piramide. La specifica forma piramidale sembra migliorare notevolmente i campi tellurici che pulsano verso l'alto e verso il centro della camera.
  4. Riempimento interno a piramide. In un certo numero di piramidi, le rocce che sono buoni conduttori elettromagnetici riempiono l'interno delle piramidi e vengono utilizzate per migliorare il campo pulsante. Le rocce che hanno vene con quarzo, granito e altre proprietà di conduzione elettrica sembrano essere favorite.

Le scoperte chimiche e minerali che Gomez ha fatto alla Piramide del Serpente hanno molte delle stesse proprietà trovate nelle posizioni delle piramidi Maya, con alcuni colpi di scena.

Cosa ha fatto correre la piramide?

Mentre Gomez e la sua squadra stavano scavando il tunnel, hanno scoperto segni d'acqua in alto sul muro. Il segno percorre l'intera lunghezza del tunnel, indicando che lo spazio si riempirebbe costantemente d'acqua. I segni sono quasi neri e sembrano essere stati incisi con un concentrato chimico.

Il trasporto dell'acqua veniva erogato attraverso il pozzo in pietra dalla superficie e diretto a scorrere su specifiche regioni del tunnel.

Il direttore dello scavo, Sergio Gomez, ispeziona una porzione di un muro di pietra trovato in tutto il tunnel. Un segno di alta marea che copre l'intera area del tunnel e della caverna è la prova che l'acqua era un ingrediente importante in alcune reazioni chimiche. (Fonte: Lo Yucatan Times)

Recenti scoperte di residui minerali e chimici e la progettazione del pozzo, della caverna e del sistema di gallerie, consentono di concludere che il sistema sotterraneo è stato progettato per creare un qualche tipo di scarico che potrebbe aver avuto luogo nella piccola camera che conduce al configurazione principale a forma di croce alla fine del tunnel.

Questa scoperta di acqua, minerali e sostanze chimiche non è mai stata presa in considerazione da Gomez o dagli altri archeologi, il cui obiettivo principale è scavare il tunnel. Negli ultimi anni, le seguenti combinazioni chimiche e minerali sono state scoperte in grandi quantità in tutto il sistema di gallerie.

Sono stati scoperti pirite e pozze di mercurio e, alcuni anni fa, è stato rilevato il gas radon che passava attraverso una serie di aree dei tunnel, costringendo i lavoratori a indossare indumenti protettivi per la respirazione. Se combini questi elementi e un campo tellurico geomagnetico, l'effetto potrebbe essere molte volte quello rilevato da Burke alla piramide del Mondo Perduto. Questa è una scoperta profonda.

Un'antica scienza sconosciuta progettata per creare energia diretta verso l'alto e all'interno della piramide è affascinante da considerare e deve essere analizzata ulteriormente. Sfortunatamente, ci rimangono più domande che risposte. Chi erano i costruttori di Teotihuacan?

Maschera Serpentina, Teotihuacán, 200-500 d.C. ( CC BY-SA 3.0 )


Foto: Le incredibili piramidi di Teotihuacan

Teotihuacan (pronunciato te-o-tee-waka-n) è ritenuta dagli archeologi la prima grande città delle Americhe. Si trovava nella regione nord-orientale della Valle del Messico, a circa 35 miglia (56 chilometri) dalla moderna Città del Messico. Esisteva dal 100 a.C. circa. al 550 d.C.

Al suo apice, Teotihuacan era di circa 14 miglia quadrate (36 km quadrati) e ospitava una varietà di nativi provenienti da molte regioni diverse, tra cui Maya, Mixtechi e Zapotechi. Nel 400 d.C., Teotihuacan era la città più densamente popolata di tutte le Americhe con una popolazione di oltre 100.000 individui.


Offerta originale trovata nella piramide di Teotihuacan

Gli archeologi hanno annunciato martedì di aver scavato fino al nucleo della piramide più alta del Messico e di aver trovato quella che potrebbe essere l'offerta cerimoniale originale posta sul sito della Piramide del Sole prima dell'inizio della costruzione.

Le offerte trovate alla base della piramide nel sito in rovina di Teotihuacan, appena a nord di Città del Messico, includono una maschera di pietra serpentina verde così delicatamente scolpita e dettagliata che gli archeologi ritengono che potrebbe essere stato un ritratto.

Il ritrovamento include anche 11 vasi cerimoniali di argilla dedicati a un dio della pioggia simile a Tlaloc, che era ancora adorato nell'area 1.500 anni dopo, secondo una dichiarazione dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia, o INAH.

Le offerte, comprese le ossa di un'aquila nutrita con conigli e animali felini e canini che non sono stati ancora identificati, sono state deposte su una sorta di base di macerie dove il tempio è stato eretto intorno al 50 d.C.

"Sappiamo che è stato depositato come parte di un rituale di consacrazione per la costruzione della Piramide del Sole", ha detto l'archeologo dell'INAH Enrique Perez Cortes.

Gli esperti hanno seguito un vecchio tunnel scavato attraverso la piramide dai ricercatori negli anni '30 che mancava di poco il centro, e poi ne hanno scavato piccole estensioni e pozzi esplorativi.

Ciò che hanno trovato indica i primi giorni della cultura di Teotihuacan, ancora in gran parte misteriosa.

I resti di tre strutture che precedono la piramide sono stati trovati sepolti alla base. Gli archeologi hanno saputo che il significato cerimoniale del sito, forse come "collegamento" al mondo sotterraneo, precede le piramidi.

Hanno anche trovato sette sepolture, alcune delle quali resti di neonati.

Susan Gillespie, professore associato di antropologia presso l'Università della Florida che non è stata coinvolta nel progetto, ha definito il ritrovamento "emozionante e importante, anche se non direi che fosse inaspettato" dato che le offerte dedicatorie erano comunemente collocate nelle piramidi mesoamericane.

"È entusiasmante che quella che sembra l'originale nascondiglio dedicatorio della fondazione per quella che sarebbe diventata la piramide (in altezza) più grande del Messico (e una delle più grandi al mondo) sia stata finalmente trovata, dopo molti sforzi concertati per cercarla, " ha scritto Gillespie in una mail.

Ha detto che il ritrovamento offre un quadro migliore della continuità delle pratiche religiose durante la lunga storia di Teotihuacan. Alcuni degli stessi temi trovati nell'offerta sono ripetuti in antichi murales dipinti sui muri della città secoli dopo.

George Cowgill, un antropologo dell'Arizona State University, ha definito la scoperta "piuttosto importante" e ha suggerito che le offerte di Tlaloc potrebbero inasprire il dibattito sul fatto che la piramide fosse collegata al sole, agli inferi o a Tlaloc, che era anche considerato un dio della guerra.

"La scoperta di sette umani suggerisce che probabilmente erano vittime sacrificali, insieme a diverse specie di animali feroci", ha scritto Cowgill.

La città è stata fondata circa 2.500 anni fa e ha avuto un'influenza dominante nell'architettura, nel commercio e nella cultura in vaste aree dell'antico Messico. Ma l'identità dei suoi governanti rimane un mistero, e la città fu abbandonata quando gli Aztechi arrivarono nella zona nel 1300 e le diedero il nome Teotihuacan, che significa "il luogo dove gli uomini diventano dei".

©2011 L'Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.


Stato del Messico oggi

Le industrie principali nello stato includono l'industria alimentare, l'edilizia, i veicoli a motore, i prodotti chimici, i tessili, la carta, i macchinari e le industrie di assemblaggio, le apparecchiature e gli elettrodomestici elettrici ed elettronici. Aziende come Chrysler, Ford, Nissan, Hoechst, Pfizer e Motorola gestiscono più di 20 complessi industriali in tutto lo stato.

Le piramidi di Teotihuac sono diventate una destinazione turistica internazionale, in parte grazie alla designazione dell'antica città come sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1987. Anche i visitatori dei parchi, delle riserve naturali e dei musei della zona forniscono importanti entrate statali.

Sia le grandi che le piccole fattorie dello stato coltivano una varietà di frutti e colture di base, tra cui mango, avocado, arancia, prugna, noci, mamey (simile a un'albicocca), papaia, mais, grano, erba medica, cactus di maguey, pomodori e fagioli .


Teotihuacan

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

Teotihuacan, (Nahuatl: "La città degli dei") la città più importante e più grande del Messico centrale pre-azteco, situata a circa 30 miglia (50 km) a nord-est della moderna Città del Messico. Al suo apogeo (C. 500 dC), comprendeva circa 8 miglia quadrate (20 km quadrati) e sosteneva una popolazione stimata in 125.000-200.000, rendendola, all'epoca, una delle più grandi città del mondo. Era il principale centro economico e religioso della regione. Teotihuacán è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1987.

L'area fu abitata dal 400 aC, ma non conobbe una crescita urbana su larga scala fino a tre secoli dopo, con l'arrivo di profughi da Cuicuilco, una città distrutta dall'attività vulcanica. Non è noto se a quell'epoca risalga anche il piano urbanistico di base. Circa 750 ce centrale Teotihuacán bruciato, forse durante un'insurrezione o una guerra civile. Sebbene parti della città furono occupate dopo quell'evento, gran parte di essa cadde in rovina. Secoli dopo l'area era venerata dai pellegrini aztechi.

L'origine e la lingua dei Teotihuacanos sono ancora sconosciute. Le loro influenze culturali si diffusero in tutta la Mesoamerica e la città commerciava con regioni lontane. Forse i due terzi della popolazione urbana erano coinvolti nell'agricoltura dei campi circostanti. Altri lavoravano con la ceramica o l'ossidiana, un vetro vulcanico usato per armi, strumenti e ornamenti. La città aveva anche un gran numero di mercanti, molti dei quali vi erano immigrati da grandi distanze. I preti-governanti che governavano la città organizzavano anche grandi rievocazioni religiose e cerimonie che spesso prevedevano sacrifici umani.

Oltre a circa 2.000 complessi di appartamenti a un piano, la città in rovina contiene grandi piazze, templi, un fiume incanalato e palazzi di nobili e sacerdoti. Gli edifici principali sono collegati da una strada larga 130 piedi (40 metri), l'Avenue of the Dead ("Calle de los Muertos"), che si estende per 1,5 miglia (2,4 km) orientata leggermente a est del vero nord, punta direttamente alla vicina vetta sacra del Cerro Gordo. Un tempo si pensava erroneamente che il Viale dei Morti fosse fiancheggiato da tombe, ma i bassi edifici che lo fiancheggiano probabilmente erano residenze di palazzo.

L'estremità nord del Viale dei Morti è ricoperta dalla Piramide della Luna e fiancheggiata da piattaforme e piramidi minori. La seconda struttura più grande della città, la Piramide della Luna raggiunge i 140 piedi (43 metri) e misura 426 per 511 piedi (130 per 156 metri) alla sua base. La sua scalinata principale si affaccia sul Viale dei Morti.

Lungo la parte meridionale del viale si trova la Ciudadela ("Cittadella"), un ampio cortile quadrato di 38 acri (15 ettari). All'interno della Cittadella si erge il Tempio di Quetzalcóatl (il Serpente Piumato) a forma di piramide tronca che sporge dalle sue pareti riccamente decorate sono numerose teste di pietra della divinità. Le pareti del tempio un tempo erano dipinte di rosso ematite. Gli scavi della Cittadella furono effettuati per la prima volta durante il periodo 1917-20. Singoli siti di sepoltura sono stati trovati intorno al tempio nel 1925 e nei primi anni '80 gli archeologi hanno scoperto i resti cerimonialmente sepolti di 18 uomini, probabilmente soldati che erano stati sacrificati ritualmente. La datazione al carbonio-14 ha indicato che le tombe furono preparate intorno al 200 dC. Ulteriori lavori hanno rivelato più di 130 scheletri di entrambi i sessi in fosse comuni lungo i bordi del tempio, così come sotto di esso.

La Piramide del Sole è una delle più grandi strutture del suo genere nell'emisfero occidentale. Domina la città centrale dal lato est del Viale dei Morti. La piramide si erge a 216 piedi (66 metri) sopra il livello del suolo e misura circa 720 per 760 piedi (220 per 230 metri) alla sua base. È stato costruito con circa 1.000.000 di iarde cubi (765.000 metri cubi) di materiale, incluso tagliato tezontle, una roccia vulcanica grossolana rossa della regione. Durante i lavori di restauro frettolosamente organizzati nel 1905-10, l'architetto Leopoldo Batres aggiunse arbitrariamente un quinto livello di terrazza alla struttura e molte delle sue pietre di rivestimento originali furono rimosse. All'inizio degli anni '70 l'esplorazione sotto la piramide ha rivelato un sistema di caverne e camere di tunnel. Negli anni successivi sono stati scoperti altri tunnel in tutta la città, ed è stato suggerito che gran parte della pietra da costruzione di Teotihuacán fosse estratta lì.

La città fu inizialmente scavata nel 1884. Negli anni '60 e '70 la prima indagine sistematica (il Teotihuacán Mapping Project) fu condotta dall'archeologo americano René Millon, e centinaia di lavoratori nel 1980-82 scavarono sotto la direzione dell'archeologo messicano Rubén Cabrera Castro. Il lavoro negli anni '90 si è concentrato sui tunnel sotterranei della città e sui complessi di appartamenti, che sono risultati essere decorati con murales dai colori vivaci. Minacce di vecchia data per la più vasta area di rovine sono poste da abitazioni umane (incluse cinque città), numerosi negozi, strade e autostrade e una base militare. Molti quartieri scavati alla fine del XX secolo erano stati precedentemente coltivati ​​dai contadini. Guarda anche civiltà precolombiane: Teotihuacán.


Scansioni

In una serie di scansioni, le letture hanno mostrato anche una variazione media di 908 volt in un breve periodo di tempo. Che si è concentrato nelle prime ore del mattino. Burke cita le letture e afferma: "Anche queste tensioni potrebbero sembrare letali. E se fosse una corrente domestica potrebbero esserlo. Tuttavia, la carica elettrica statica nell'aria è diversa. Il tipo di elettricità e anche mille volt non è pericoloso. La sua scoperta della generazione di campi piramidali è affascinante. Ma ciò che ha effettivamente scoperto è stato un mezzo per generare e forse distribuire energia elettromagnetica all'interno di un complesso piramidale.

Quello che non sappiamo della piramide del mondo perduto è se ha altri componenti integrati nella sua costruzione. Simile alla Piramide del Serpente. Ora capiamo che anche in un certo numero di piramidi Maya ci sono componenti chiave. Progettato nella loro costruzione che fungono da lenti di ingrandimento. Questi componenti sembrano essere importanti nella creazione, ingrandimento e distribuzione dei campi tellurici:

Acqua, che si muove naturalmente includendo fiumi o cenotes (trovati a El. Castillo a Chichen Itza) o attraverso canali o tunnel artificiali, simili al Tempio dell'Iscrizione trovato a Palenque.)


Campi geomagnetici e piramidi

Recenti scoperte nell'antica ingegneria piramidale hanno suggerito che un gran numero è stato progettato come una qualche forma di generatori di energia da diverse culture in tutto il mondo. In alcune località, tra cui l'America centrale e meridionale, le tecniche di costruzione sembrano essere state condivise.

John Burke, un uomo d'affari e scienziato, ha fatto un'importante scoperta sull'energia elettromagnetica delle piramidi nel 2005. Burke aveva rilevato scariche geomagnetiche in numerosi siti megalitici e tumuli nordamericani ed europei, tra cui Stonehenge, The Serpent Mound in Ohio e un varietà di piccoli recinti in pietra su e giù per le coste orientali. Utilizzando apparecchiature di scansione all'avanguardia, tra cui un magnetometro e un voltmetro elettrostatico, è stato in grado di determinare che ogni luogo era stato scelto a causa del suo campo di energia tellurica naturale che pulsava verso l'alto e nella struttura o nell'area circostante.

L'uso di questi siti non è noto, ma ora capiamo che potrebbero avere un effetto positivo sulla fisiologia umana e sui semi delle colture notevolmente migliorati. Ciò che è sconcertante è come i costruttori abbiano saputo trovare i campi tellurici senza apparecchiature di scansione?

Sentendo che potrebbe esserci di più nel potenziamento dell'energia elettromagnetica, Burke inizia a scansionare i complessi piramidali in America Centrale che sono stati progettati con un alto livello di precisione. Alla fine avrebbe appreso di una specifica piramide a Tikal, un'antica città Maya in Guatemala, che veniva utilizzata dagli agricoltori locali per migliorare i loro semi. Conosciuta come la piramide del Mundo Perdido (spagnolo per “Lost World”), e considerata una delle piramidi più antiche dell'intero complesso (600 a.C.).

Burke e il suo partner di ricerca Kaj Halberg hanno scoperto firme elettromagnetiche che misuravano cariche impressionanti in cima alla piramide. In una serie di scansioni, le letture hanno mostrato una variazione media di 908 volt in un breve periodo di tempo, concentrato nelle prime ore del mattino. Burke cita le letture e afferma: "Queste tensioni potrebbero sembrare letali e se fosse una corrente domestica potrebbero esserlo. Tuttavia, la carica elettrica statica nell'aria è un tipo diverso di elettricità e anche mille volt non sono pericolosi". La sua scoperta della generazione del campo piramidale è affascinante, ma ciò che ha effettivamente scoperto è stato un mezzo per generare e forse distribuire energia elettromagnetica all'interno di un complesso piramidale.

Mundo Perdido (Il mondo perduto) Piramide di Tikal, Guatemala. ( Foto di Anton Ivanov /Adobe Stock)

Quello che non sappiamo della Piramide del Mondo Perduto è se ha altri componenti integrati nella sua costruzione, simili alla Piramide del Serpente. Ora capiamo che in un certo numero di piramidi Maya ci sono componenti chiave progettati nella loro costruzione che agiscono come lenti di ingrandimento. Questi componenti sembrano essere importanti nella creazione, ingrandimento e distribuzione dei campi tellurici:

  1. Acqua, che si muove naturalmente compresi fiumi o cenotes (trovati a El Castillo a Chichen Itza) o attraverso canali o tunnel artificiali, simili al Tempio dell'Iscrizione trovato a Palenque.)
  2. Campi geomagnetici. Campi tellurici formati naturalmente che hanno periodi alti e bassi durante il giorno e la notte.
  3. Disegno a piramide. La specifica forma piramidale sembra migliorare notevolmente i campi tellurici che pulsano verso l'alto e verso il centro della camera.
  4. Riempimento interno a piramide. In un certo numero di piramidi, le rocce che sono buoni conduttori elettromagnetici riempiono l'interno delle piramidi e vengono utilizzate per migliorare il campo pulsante. Le rocce che hanno vene con quarzo, granito e altre proprietà di conduzione elettrica sembrano essere favorite.

Le scoperte chimiche e minerali che Gomez ha fatto alla Piramide del Serpente hanno molte delle stesse proprietà trovate nelle posizioni delle piramidi Maya, con alcuni colpi di scena.


Hugh Harleston Jr.

Uno dei più importanti metrologi di Teotihuacán è, senza dubbio, il dottor Hugh Harleston Jr., che alla fine degli anni '60 e '70 misurò questa "città rituale" da una "...composizione geometrica unificata i cui intervalli sono chiaramente definiti, e Harleston fu presto in grado di stabilire l'unità di misura di base nelle sue dimensioni. Questa risultò essere un'unità di 1,0594 metri, che Harleston chiamò Standard Teotihuacán Unit (STU) o Hunab dopo la parola Maya, adottata dagli Aztechi, per Misurare. Riconobbe anche il significato geodetico di quell'unità: 1,0594063 metri equivalgono alla "verga ebraica" di 3,4757485 piedi, la stessa unità che rappresenta la larghezza degli architravi di Stonehenge, una seimilionesima parte del raggio polare terrestre e una parte in 37.800.000 della sua circonferenza media”. (Rif. La nuova vista su Atlantide, Dott. John Michell, 1995, p. 131).

Inoltre: "Harleston dice dei costruttori di Teotihuacan: 'Quando tracciano una linea, ti stanno dicendo un'area. Quando disegnano un'area, ti dicono un volume. Quando mettono il volume, ti dicono l'ora.'”

Quindi, ciò di cui abbiamo a che fare qui sono in definitiva tre metrologie fondamentali (con l'Imperial Mile/Foot e il metro inserito per il loro uso onnipresente) – In primo luogo, il Dr. Harleston con le STU o l'unità di misura standard di Teotihuacán è in piedi – il suddetto 3.4757485 ft. = 1 STU (che Harleston sostiene sia la misura della Sacra Verga Ebraica e soprannominato il Hunab (Maya per "misura")... e che questa misura Hunab era usata dagli antichi per misurare i loro oggetti in tutta la Terra).

In secondo luogo, l'unità di base sumera che si misura in “shusi” di 0,66, collegamento di 12 shusi (7,92”), piede di 20 shusi (13,2”) cubito di 30 shusi (19,8”), iarda di 50 shusi (33,0” ), ecc. – mentre il “piede sumero” è, come affermato, 13.2” (o 1.1') e come “SF” o “s.f” – quindi, 10 s.f. vengono calcolati 10 * 13.2” = 132” o 132”/12” = 11’. In terzo luogo, l'unità sviluppata da Saburo Sugiyama soprannominata TMU o unità di misura di Teotihuacán che è 2,69 'o 32,68 "o 83 cm.

Nella colorata mappa sopra osserviamo l'inizio delle misurazioni del brillante team del Dr. Hugh Harleston Jr. – le cui conclusioni, tuttavia, lasciano a desiderare in quanto “alcune” delle dimensioni complessive della Cittadella riguardano, ma quando ingranati con quelli della "squadra di Allen" delle unità GPS Sumeriche, confermano alcuni dei nostri sospetti che il sito della piattaforma della Cittadella sia veramente 1.320' x 1.320' (non un rettangolo quadrilatero con quattro lati ma un quadrilatero-quattro -lato quadrato).

Il disegno sopra è stato realizzato nel 1998 (dopo molti anni di ricerche e misurazioni – mi affretto ad aggiungere). Si prega di notare che la struttura di "Saturno" (cioè la Cittadella) deve essere 378 STU x 396 STU (Unità standard di Teotihuacán di 3,4757485 piedi o 378 * 3,4757485 piedi = 1,313,832933' x 1,376.39641' (irregolare e stranamente molto più grande del 1.320' x 1.265' SF (misura del piede sumero di 1.200 sf x 1.150 sf della piattaforma della Cittadella)). Stranamente, sembra che Harleston possa aver inavvertitamente posizionato un 378 STU dall'altra parte del Viale dei Morti di fronte "della Cittadella - quindi, nella parte anteriore ha 378 STU, 378 STU sui lati ma 396 nella parte posteriore della Cittadella. Successivamente, Harleston, come vedrai, determinò che il sito era quadrato a 378 STU x 378 STU .

Le misurazioni della Cittadella di Harleston in piedi sono diverse dalla nostra "misura prevista" di 1.320' x 1.320' (ovvero, 1.313.832933' per 1.313.832933' se si utilizza 378 STU x 378 STU). You will find, as I, that Harleston’s metrologies bear outstanding proportional integration, consistency and inter-relationships by capturing the overall design by the original and subsequent developers of the site/structures in building a metrological system.

He, as we, confirm their intentions were not random placements but were by design intended to convey astronomical, calendrical, and, especially cosmological meaning (herein we place their religious and/or spiritual implications and extrapolate them to the measurements of the New Jerusalem of John the Beloved, and exemplified within the geometry of the New Jerusalem Diagram, which, in the main, is a superb and most dynamic expression of celestial realities).

Again, the above map was drawn in 1998 by Dr. Hugh Harleston, Jr. Now, I must tell you that these irregularities among these metrologies – especially these three metrologists (Harleston, Sugiyama, and the Allen-GPS Team/Synthesis) have been chosen from a somewhat vast pool of metrologists (there are others as well).

These metrologists appear to be the most diligent and comprehensive in their measurements and conclusions although sometimes their measurements are skewed in order to conform to their particular “systems”, they are, nevertheless, done with a sincerity of purpose altogether admirable insofar as the science of metrology and cosmology concern.

We may differ with them in our interpretation – but we must admire them for their supreme efforts in relating to the general public the immensity of their discoveries under strenuous conditions – some having accomplished this herculean fete of measurement for nigh half a century!

In 2001 the Harleston team came out with these metrologies on their 3-D map (above) – again, using the STU as their standard unit of measurement however, please note to the right/facing that the Citadel’s measurements have been decreased to 378 x 378 STU (not 378 x 396) or 378 * 3.4757485’ = 1,313.832933’ x 1,313.832933’ just shy of our 1,320’ x 1,320’ or 6.167067’ on both dimensions however, they have “al quadrato” the Citadel platform – whereas, the Atlantisbolivia site (Allen) has remained irregular and created a rectangle at best or simply an irregular sided quadrilateral, not a four-square platform. However, that said – and while admiring the proportional symmetry of the city’s platform and structures – we are, nevertheless, befuddled that in order to achieve his overall length of 2,268 STU (observe the 936 + 936 + 396 = 2,268 STU and securing his 3:1 ratio in its width as 756 STU (see backside of the Pyramid of the Moon measurement) wherein 756 STU/2 (1/2 on each side of its axis or Avenue of the Dead) = 378 STU (which is the same measurement on the base square sides of the Citadel at 378 STU x 378 STU however, the 396 STU behind the Citadel “appears” to agree with the measurement of the 378 STU…but that cannot be. Therefore, we assume that the 396 STU measurement must extend to both sides of the Citadel with the greater balance of the difference (396 STU less 378 STU = 18 STU) on the “southern side” of the Citadel – a slight technicality, however, 18 STU is 18 * 3.4757485’ = 62.563473 Linear Feet…no small “fete” – but unequivocally the Citadel is a square.

Dr. Harleston has been at this a very long time. One must realize that excavation, simultaneously, has been going on throughout the complex – changing the overall measurements therefore, he has tried to be as accurate as he can be with his team of researchers. It’s like trying to measure a boy’s height when he’s still growing! As the extensive work of Saburo Sugiyama (our third metrologists under review) states regarding the history and measurement difficulties at Teotihuacán and its major objects, let alone its overall city dimensions:

“Many of the structures visible today at the city were built in highly symmetric relation [My comment: That’s reassuring.] to each other along the north-south axis (Avenue of the Dead) at the latest by approximately 250 AD, though initial construction stages with significantly different spatial distributions may have begun at least one century earlier (Million 1973 Million et. al. 1973 Sugiyama 2003). In spite of the large corpus of information from the city’s apogee [Note: At one point the population exceeded 200,000 by 600 AD – although the author of this link, along with many other misinformed, calculate Teotihuacán to be 8 sq. miles or more, our claim, based on the ancient duodecimal system pegs it at 7,920’ (north/south axis) by 2,640’ wide or 1.5 miles * .5 miles = .75 square miles or 20,908,800 sq. feet/43,560 sq. ft. (1 acre) = 480 acres…a square mile is 5,280’ * 5,280’ = 27,878,400’/43,560 sq. ft. = 640 acres…480/640 = 0.75% – the architects of the city, according to Harleston, having commenced around 600 BC], we are critically lacking data from its initial stages, which would allow us to better examine issues related to its genesis and early transformation processes.

“According to our current ceramic chronology and C14 data, among the few known early constructions were the city’s three major monuments: the Sun Pyramid, the Moon Pyramid, and a large ceremonial complex, called the Citadel, with its main structure the Feathered Serpent Pyramid (FSP). …However, the city’s basic spatial arrangement evidently endured until its collapse around AD 600 (Millon 1988 Cowgill 1996 Sugiyama 2003).

“Extensive explorations of these three monuments began in the early 20th century when precise and systematic recording methods had not yet been established (e.g., Batrese 1906 Gamio 1922 Salazar 1970).

“Therefore, the original excavation data from these projects are scarce, fragmentary, or often inaccurate. However, two large projects to re-explore the PSP in 1988-89 and the Moon Pyramid in 1998-2004 are providing new architectural and chronological information (Cabrera, Sugiyama, and Cowgill 1991 Sugiyama 2004 2005 Sugiyama and Cabrera 2003 Sugiyama and Lopez 2006, 2007).

“The Sun Pyramid was also excavated recently by an INAH project that completely uncovered its facades and basal platform (Matos 1995).” (THE ARCHAEOLOGY OF MEASUREMENT – COMPREHENDING HEAVEN, EARTH AND THE TIME IN ANCIENT SOCIETIES – Cambridge University Press – 2010 – by Lain Morley, Colin Renfre, under the section known as the preliminary results of the “Measurement Unity Study”)

So you see – this is not so easy – see here at World Mysteries extensive coverage at Teotihuacán. A casual aerial view of, for example, the plaza in front of the Pyramid of the Moon (above), clearly shows surrounding altars impacted with dirt which covers most of their backsides…work is still very much on-going insofar as restoration/excavation concerns.

The drawing made in 1984 by the Harleston team measured the Citadel in what appears to be around 378 STU (see back side) to a sort of “open ended” either “336” to an “eye evaluation ledger” (cir. 1984) on the side equally somewhere between “0 and 380” with 380 appearing as if it were intended to be the other side measurement – but this has left us somewhat “open-ended” in our ability to accurately measure with the naked eye. Again, the 378 x 378 (or his perimeter of 1,512 STU) would be 1,313.832933’ x 1,313.832933’ – however, if we were to calculate 380 STU x 380 STU we would have 380 * 3.4757485’ = 1,320.78443’ x 1,320.78443’ and, quite frankly, this measurement is easily envisioned as 1,320’ x 1,320’.

Harleston, however, is fairly set on his calendrical, astronomical, or cosmological systems. Again, from 1964 into 1972 and 1974, the Harleston team did an extensive style of metrological drawings and came up with this. [Please “enlarge” your view to maximum to see his calculations.] However, the far right/facing Citadel he initially measured as 377H (i.e., STU) x 378H (Hunabs) or 377H * 3.4757485’ = 1,310.35718’ x 1,313.832933 (adding 1 more Hunab of 3.4757485’) to his 377 STU would have given him a 378H x 378H measurement and, consequently, a quadrilateral square – not a quadrilateral rectangle – which 378H x 378H he eventually acquiesced to as a logical conclusion: A square object!

On the other hand, precisely measuring the Citadel at 1,320’ x 1,320’ would necessitate the following measurements converted to STU (aka “hunabs”) as:

Again: 1,320’/3.4757485’ (1 STU/Hunab) = 379.774313361295 STU/Hunabs * 4 (if a perfect square Citadel base) equals a base Citadel perimeter of 1,519.097253440518 STU (or 1,519.10 rounding up) not Harleston’s 1,512 STU (if the Citadel is a square) or 5,280’ base perimeter (1,320’ * 4 = 5,280’) vs. 5,255.331732’ base perimeter or a differential of 24.668268’ or 7.1 STU/Hunab. We are scarcely talking about a differential on all of the sides of the square around six feet or a difference of 24.668268’/3.4757485’ (1 STU) = 7.09725344 STU.

If we examine the Harleston measurements over a period from 1964 to 2008 – some 44 years – their consistency has been amazing and approximating the 1,320’ x 1,320’ square of the Citadel – which we believe to be the intention of the builders – not an ambiguous quadrilateral (any four-sided object) as Harleston in earlier rendering/measurements left open for speculation (but has since maintained the Citadel as a quadrilateral square).

The foursquare quadrilateral matches the New Jerusalem (“The city is laid out as a square its length is as great as its breadth…its length, breadth, and height [for it is a cube] are equal” Rev. 21:16.) and other measurements at Teotihuacán. The 1,320’ x 1,320’ x 1,320’ x 1,320’ (base perimeter = 5,280’) measurements are, as well, so close to that of the “Sumerian Foot Team” (4,700 s.f. = base perimeter = 5,170’ – their team GPS from a north/south measurement is 1,320’) and the Harleston measurements (1,152 STU = 5,255.331732’ perimeter) as to be inconsequential as to their differences. Notwithstanding, there have been many other attempts at the Citadel’s measurements, including those done by Saburo Sugiyama in 1993 with additional research up through and including 2008.


Teotihuacan: The Place where Men Become Gods

Among the hundreds of archaeological sites in Mexico, Teotihuacan is the most visited, even more than the New Wonder of the World, Chichen Itza, or the mysterious city of Monte Albán, in Oaxaca. Teotihuacan is for Mexicans a pre-Hispanic Mecca. Teotihuacan is now a Unesco World Heritage Site.

Visiting Teotihuacan is a pilgrimage many families make, that creates some of the most treasured memories of our childhood, and having climbed the hundreds of steps of the Pyramid of the Moon is an experience that we like to boast about.

To ancient Mexicans, Teotihuacan was a holy city. Located a 40 miles northeast of Mexico City, it was the birthplace of the fifth sun. “The world had been destroyed four times. To bring forth the rise of a new sun the gods gathered at Teotihuacan.

They performed sacrifices and life returned to earth: the fifth sun was born.

Many assume that the Aztecs or Mexicas built Teotihuacan, but it was not. In fact, historians do not yet know who constructed it, but they do confirm that it dates centuries before our era, and that in its period of splendor it was inhabited by 150 to 200 thousand people and that it extended more than 20 square kilometers of built territory.

Teotihuacan became the most important city of ancient Mexico from 300 B.C. to 900 A.D., approximately. During this period, the Teotihuacan Empire exerted its influence upon many regions in Mesoamerica.

Its architecture displayed monumental characteristics.

Given its mystical essence, thousands of people visit Teotihuacan and ascend the Pyramid of the Sun and Moon during the spring equinox every March 21. Do not visit Teotihuacan if your intention is to learn about this archaeological marvel in depth.


Guarda il video: ՀՈՒՅԺ ԳԱՂՏՆԻ.. Վատիկանը լռում է (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Zulurisar

    Sì grazie

  2. Fenrigal

    Senza dubbio ha ragione

  3. Skeet

    Tse tutto ......., Ale Duzhe è divertente



Scrivi un messaggio