La storia

Nord Dakota


Abitanti originariL'evidenza archeologica sembra suggerire l'insediamento umano nell'area che divenne il Nord Dakota già 20.000 anni fa. Poco si sa di queste persone, ma hanno lasciato strumenti in pietra che indicano che erano cacciatori di grossa selvaggina che sembrano scomparsi dall'area intorno al 5000 aC. Negli anni tra il 1100 e il 1300 dC, le tribù migrarono dall'est, tra cui gli Hidatsa e Mandano. Essi, insieme ai Lakota Sioux e Assiniboine, trassero enorme profitto dall'addomesticamento dei cavalli selvaggi di origine spagnola. All'epoca delle incursioni bianche nella regione all'inizio del 1800, i principali gruppi indigeni includevano i seguenti: i Mandan, gli Hidatsa e gli Arikara lungo il fiume Missouri; i Ntonai Sioux nell'attuale Nord Dakota sudorientale; i Lakota, la più numerosa e potente delle tribù, nel sud-ovest; gli Ojibwa a nord-est e gli Assiniboine a nord-ovest.Rivendicazioni europee ed esplorazioneNel 1679 René-Robert Cavelier, Sieur de La Salle esplorò l'alto fiume Mississippi e sulla base di quell'impresa rivendicò l'intero bacino idrografico per la sua nativa Francia. Cercò senza successo nell'area un passaggio a nord-ovest, ma notò l'abbondanza di animali da pelliccia. Ha sviluppato un'amicizia e ha vissuto tra i Mandan nella zona vicino all'odierna Bismarck. Nel 1762, vicino alla fine della guerra franco-indiana, la Francia ha ricompensato il suo alleato Spagna concedendo loro l'area conosciuta come Louisiana in pagamento per la loro assistenza. Il rapido scambio territoriale fu completato nel 1803, quando la Francia vendette l'area ai nascenti Stati Uniti in quello che è noto come l'acquisto della Louisiana. Questa acquisizione ha fornito circa i due terzi del territorio che oggi è il North Dakota; la parte restante è stata ottenuta dalla Gran Bretagna nella Convenzione del 1818.Prima esplorazione e insediamento degli Stati UnitiLe relazioni tra gli indiani e gli occasionali esploratori e coloni bianchi erano generalmente pacifiche nei primi decenni del XIX secolo. Il contatto con i bianchi introdusse anche la malattia e il Mandan e l'Hidatsa in particolare furono duramente colpiti dal vaiolo nel 1837. Entro il 1840 si verificarono due importanti cambiamenti. Le ricadute da quelle aree aumentarono la popolazione bianca delle regioni del Dakota, il che esaurì un certo numero di tribù indiane che si risentivano delle incursioni nelle loro terre d'origine. Durante gli anni 1850, furono compiuti sforzi organizzati dalle compagnie di terra per invogliare i coloni. L'aumento della popolazione ha portato alla creazione del Territorio del Dakota immediatamente prima che Abraham Lincoln entrasse in carica nel marzo 1861. Un'altra cosa che inibiva la crescita era la percezione ampiamente diffusa in gran parte degli Stati Uniti che l'area settentrionale delle Grandi Pianure fosse priva di qualsiasi cosa di valore; le mappe e gli atlanti dell'epoca etichettavano la regione come "Il grande deserto americano". I problemi indiani dissuaderono anche molti coloni dal considerare i Dakota come una possibile dimora. Furono inseguiti dall'esercito degli Stati Uniti, che iniziò a costruire una serie di forti in tutto il territorio per fornire protezione a coloni e viaggiatori. La presenza dell'esercito servì anche a fomentare le tensioni tra le tribù residenti, i Sioux in particolare. Una certa stabilità fu portata da un trattato del 1868, in cui gli USA L'avvento delle ferrovie e la scoperta dell'oro, tuttavia, avrebbero nuovamente innescare la guerra nella regione.Crescita economicaFerrovia. I gruppi di indagine avevano visitato il Nord Dakota nel 1850 per cercare il percorso più favorevole per le linee ferroviarie transcontinentali. La Northern Pacific Railroad si avvalse di questa assistenza e costruì verso ovest da Duluth, raggiungendo la linea territoriale del Dakota nel 1871. Nuove città sorsero lungo il percorso, tra cui Fargo sul Red River e Bismarck sul lato est del Missouri.Oro.La scoperta dell'oro nelle Black Hills (l'attuale South Dakota) nel 1874 portò un'ondata di cercatori in violazione dell'accordo del trattato prevalente. Crazy Horse degli Oglala Lakota (Sioux) e Sitting Bull degli Hunkpapa Lakota guidarono la resistenza. La maggior parte dei combattimenti si sono verificati nel Montana di oggi, inclusa la vittoria su Custer a Little Bighorn nel 1876. Toro Seduto e i suoi seguaci fuggirono in Canada, ma si arresero nel nord del Dakota nel 1881. Anche la vita dei nativi fu influenzata negativamente dal tremendo massacro di le mandrie di bisonti che si sono verificate nelle Grandi Pianure negli anni '70 dell'Ottocento. Con i loro principali mezzi di sussistenza in pericolo, molti indiani furono costretti nelle riserve.Agricoltura. Le fattorie si svilupparono prima nelle aree vicino al fiume Rosso, ma il loro numero rimase scarso a causa dei frequenti scontri con gli indiani. Molti Dakotani si guadagnavano a malapena un'esistenza, mentre le persone che vivevano altrove beneficiavano più generosamente degli sforzi degli agricoltori. Il Congresso approvò l'Homestead Act del 1862, che forniva 160 acri di terra pubblica ai capifamiglia che avrebbero vissuto sulla terra per cinque anni e pagare solo una modesta quota di iscrizione; in alternativa, un colono più benestante potrebbe pagare $ 1,25 per acro e ricevere il titolo della terra dopo soli sei mesi di residenza. Questa politica fondiaria federale liberalizzata attirò i coloni nell'area del Dakota alla fine degli anni 1860. Gli anni 1870 furono un periodo di prosperità per molti agricoltori. Si fece fortuna con la vendita di grano duro primaverile, ma la grande fortuna terminò nella depressione degli anni 1890.Bestiame. La disponibilità del trasporto ferroviario verso i principali mercati negli anni 1870 rese la produzione di bestiame attraente per gli allevatori. Il giovane Theodore Roosevelt, in lutto per la perdita della moglie, trascorse due anni nei ranch sul fiume Little Missouri e i suoi scritti fecero molto per sfatare i miti sui Dakota. La natura dell'industria del bestiame del Dakota è cambiata: i ranch più piccoli sono diventati la norma; le aree furono racchiuse da recinzioni e passò l'era del campo aperto.Stato del Nord DakotaDurante la fase territoriale, le regioni del Dakota settentrionale e meridionale hanno avuto contatti limitati. Fu determinante nel cambio di posizione della capitale territoriale da Yankton a Bismarck nel 1883. Un confine accettabile sia per il nord che per il sud fu fissato nel 1887 e due anni dopo il Congresso emanò una legislazione che stabiliva il percorso per l'ammissione dei Dakota, Washington e Montana. John Miller fu eletto primo governatore e contese le questioni urgenti del giorno: il divieto e una lotteria. Molti agricoltori divennero sempre più scontenti della leadership repubblicana dello stato durante i difficili tempi degli anni 1890. Le banche sono state anche il bersaglio dell'ira degli agricoltori e sono state accusate di mantenere i coltivatori in un debito perpetuo attraverso pratiche di prestito sleali. È stato fatto uno sforzo per mobilitare un'azione collettiva attraverso organizzazioni come la Dakota Farmers' Alliance, parte di un movimento nel sud e Ovest che è stato progettato per aumentare il peso economico e politico degli agricoltori. Sforzi di riforma più significativi vennero dopo il 1900 durante l'era progressista. Le leggi statali fornirono una prima forma di compensazione degli operai e di riforma elettorale, ma gli sforzi per cambiare le pratiche ferroviarie furono in gran parte infruttuosi. La prima guerra mondiale portò un breve periodo di prosperità nel Nord Dakota. Per quanto cupi fossero gli anni '20, gli anni '30 furono peggio. Molti furono costretti a lasciare la terra, portando di nuovo a un consolidamento delle fattorie nelle mani di un minor numero di operatori. Nel 1915, Arthur C. L'NPL si diffuse nella fascia superiore delle fattorie e combatté per la proprietà statale di celle frigorifere, silos per cereali e mulini. Lynn J. L'NPL andò in declino negli anni '20 quando dissidi interni e accuse di slealtà durante la prima guerra mondiale ne provocarono il crollo. William "Wild Bill" Langer (1886-1959) contribuì a rilanciare l'NPL durante la sua elezione a governatore nel 1932, ma si scontrò con le autorità federali per aver sollecitato contributi dai dipendenti del governo. Senato. Un'altra personalità di spicco del periodo tra le due guerre fu William Lemke (1878-1950), un avvocato con primi legami con la NPL. Nel 1932, Lemke fu eletto alla Camera dei Rappresentanti come repubblicano, ma inizialmente sostenne il New Deal. L'offerta di Lemke ha attirato il sostegno solo negli stati agricoli. Gerald P. Senato come portavoce principale dell'isolazionismo, una posizione che rappresentava molti dei suoi elettori tedesco-americani. Nye guidò un comitato negli anni '30 che indagò sulla relazione tra gli interessi commerciali e l'ingresso americano nella prima guerra mondiale. I programmi di soccorso del New Deal erano di vitale importanza per molti dei cittadini indigenti del Nord Dakota e la costruzione di dighe forniva irrigazione e produzione di energia per molte aree del stato. Tuttavia, qualsiasi misura reale di prosperità non tornò nel Nord Dakota fino alla seconda guerra mondiale.Dakota del Nord del dopoguerraIl North Dakota ha ripetuto il suo modello di un quarto di secolo prima, prosperando grazie alle vendite in aumento durante il tempo di guerra, ma precipitando in recessione in seguito. La domanda di grano ha raggiunto il picco negli anni '70 con massicce vendite all'Unione Sovietica; molti agricoltori hanno acquistato nuove attrezzature e hanno aumentato la loro superficie solo per vedere i prezzi scendere alcuni anni dopo. Sono stati avviati progetti di irrigazione per fornire fonti affidabili di acqua, energia e controllo delle inondazioni. Nel 1968 fu avviato il Garrison Diversion Project allo scopo di distribuire l'acqua attraverso una serie di canali; le preoccupazioni ambientali hanno interrotto la costruzione per diversi anni, ma le modifiche del Congresso nel 1986 hanno riportato il progetto in carreggiata. Il miglioramento delle risorse idriche ha permesso agli agricoltori del Nord Dakota di diversificare i loro sforzi per includere semi di soia, barbabietole da zucchero e patate da semina. Il petrolio è stato scoperto vicino a Tioga nel 1951, innescando una piccola "corsa al petrolio". Sono state sviluppate raffinerie a Mandan e Williston. Lo scioglimento delle abbondanti nevicate invernali nella primavera del 1997 ha causato estese inondazioni lungo il fiume Rosso e danni significativi a Grand Forks e Fargo.


Vedi l'orario delle guerre indiane e il Dakota del Nord.
Vedi anche il figlio prediletto del Nord Dakota, Lawrence Welk.


Nord Dakota

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

Nord Dakota, Stato costituente degli Stati Uniti d'America. Il North Dakota è stato ammesso all'unione come 39° stato il 2 novembre 1889. Uno stato centro-settentrionale, è delimitato dalle province canadesi di Saskatchewan e Manitoba a nord e dagli stati statunitensi del Minnesota a est, South Dakota a sud e Montana a ovest. La città di Rugby del North Dakota è considerata il centro geografico del continente nordamericano. Bismarck, situata nel centro dello stato, è la capitale.

Il nome dello stato deriva dalla divisione Dakota dei popoli Sioux che abitavano le pianure prima dell'arrivo degli europei nel XVIII secolo. In effetti, l'attuale North Dakota fu inizialmente abitato da vari gruppi di nativi americani che erano cacciatori e agricoltori. In seguito divenne il sito di postazioni e insediamenti per il commercio di pellicce per coloro che arrivavano su battelli a vapore sull'alto fiume Missouri da St. Louis. Ancora più tardi, l'area divenne un ricco terreno agricolo per i coloni anglo (intendendo quelli di eredità europea piuttosto quelli di discendenza anglosassone in particolare), e ha continuato ad essere una terra di grandi fattorie e ranch.

Il North Dakota è uno degli stati meno popolati del paese. Visto dall'alto, appare come un'infinita prateria piatta o ondulata, che porta la terra nera della terra arata, la coltre verde di un nuovo raccolto o la copertura gialla del grano maturo. Sebbene il clima del North Dakota sia ideale per la produzione agricola, lo stato è vulnerabile ai principali disastri naturali (siccità, inondazioni, tornado e bufere di neve) ed è rimasto fortemente dipendente dagli aiuti del governo. I North Dakotani sono stati generalmente resilienti, bilanciando il realismo con l'ottimismo a lungo termine e cercando nuovi metodi di sviluppo economico preservando il loro amore per la terra e ciò che può produrre. Area 70.698 miglia quadrate (183.108 km quadrati). Popolazione (2010) 672.591 (stima 2019) 762.062.


Ferrovie del Nord Dakota in "The Peace Garden State"

Il Nord Dakota è solitamente pensato per due cose, un sacco di cereali originari e altri prodotti agricoli (di cui il 70% costituisce il totale delle merci originarie dello stato) e le linee principali che si dirigono verso il nord-ovest del Pacifico.

Un tempo il North Dakota ospitava non meno di tre linee principali che si dirigevano verso la costa occidentale. Oggi, solo uno opera come un percorso di passaggio (Great Northern).

Sommario

Mentre lo stato era una volta sede di una serie di ferrovie classiche. la maggior parte del tracciato statale era operata da Northern Pacific, Great Northern e Soo Line. 

Con l'agricoltura che dominava l'industria statale, il North Dakota faceva (e rimane) parte dell'Heartland americano.  Come tale, con il grande declino della ferrovia negli anni '70, molti rami superflui furono abbandonati. 

Oggi, il Peace Garden State ha perso oltre 2.000 miglia di ferrovie, come illustrato nel grafico sottostante.

Oggi, il servizio statale è in gran parte fornito dalla BNSF Railway e dalla Canadian Pacific Railway (che opera il tracciamento ex-Soo Line).

Inoltre, anche lì continuano a funzionare una manciata di ferrovie a linea corta (circa una mezza dozzina), la maggior parte delle quali trasporta grandi quantità di prodotti agricoli e serve diversi silo per cereali.

I GP38-2 della Soo Line (#4446, #4419 e #4426) guidano un carico in direzione nord vicino a Valley City, North Dakota, il 19 agosto 1994. Foto di Doug Kroll.

Una breve storia delle ferrovie del Nord Dakota

Le ferrovie del Nord Dakota risalgono al 1872, quando la Northern Pacific Railway raggiunse il Territorio di Fargo (ben prima che qualsiasi territorio della regione raggiungesse lo stato) costruendo verso la costa occidentale.

Il Northern Pacific è stato il primo edificio ferroviario verso il nord-ovest del Pacifico e data la mancanza di infrastrutture e tecnologie di trasporto dell'epoca non ha raggiunto Portland, nell'Oregon, fino al 1883.

Insieme alla Northern Pacific, nei prossimi anni lo stato si sarebbe trovato la sede della Great Northern e della Chicago, Milwaukee, St. Paul & Pacific Railroad (la Milwaukee Road), anch'esse in costruzione a ovest.

La Great Northern, guidata per anni dal leggendario magnate delle ferrovie James J. Hill, nacque nel 1889.

Ferrovie classiche per servire il Nord Dakota

È interessante notare che con il NP già stabilito e le tecniche di costruzione migliorate, la GN ha completato la sua linea principale per Seattle in soli quattro anni, aprendo nel 1893.

La Milwaukee Road è stata l'ultima a costruire la sua linea per Seattle, non intraprendendo l'attività fino all'inizio del XX secolo, completando la rotta per Seattle nel 1909. 

Ferrovie abbandonate del Nord Dakota

Il Dakota del Nord era servito principalmente dalle principali linee transcontinentali del Pacifico settentrionale e del Grande Nord, entrambe le strade passavano attraverso lo stato e ogni sistema manteneva numerosi rami agricoli che gestivano in gran parte grano e grano.

Hanno servito piccole comunità come Hannah, Sarles, Hansboro, Antler, Sherwood, Northgate, Leeds, Esmond, Turtle e Killdeer.

La maggior parte erano filiali senza uscita e una volta che i clienti se ne sono andati, non erano più necessari. 

Inoltre, entrambe le ferrovie mantennero importanti collegamenti con Winnipeg, Manitoba, dove furono in grado di stabilire interscambi con i più grandi sistemi del Canada, Canadian National e Canadian Pacific.

Dopo la fusione di GN e NP nel 1970 (insieme a Chicago, Burlington & Quincy e Spokane, Portland e Seattle) per formare Burlington Northern, molti dei loro rami agricoli furono rimossi, ma alcuni rimangono ancora oggi.

Oltre a questi puoi trovare segmenti della Soo Line rimossi, che un tempo aveva una propria vasta rete in tutto il Nord Dakota.

Sebbene in gran parte attraverso le linee, alcune sezioni sono state abbandonate nel corso degli anni sotto il successore Canadian Pacific.

Mentre la linea principale di Milwaukee costeggiava l'angolo sud-occidentale del North Dakota, in realtà aveva operazioni molto minori nello stato.

Insieme alle tre ferrovie che operavano prevalentemente nel North Dakota, anche la Chicago & North Western Railway aveva alcune diramazioni nell'angolo sud-orientale dello stato.

I Burlington Northern SD60M sono nella Twin Cities Division mentre trasportano un treno per il carbone attraverso Spiritwood, North Dakota, il 19 agosto 1994. Foto di Doug Kroll.

Oggi, il North Dakota è quasi esclusivamente il regno dei successori BNSF Railway e Canadian Pacific (l'ultimo dei quali gestisce l'ex Soo Line e il rimanente Milwaukee Road Trackage).

Il resto è gestito da linee corte:

  • Dakota, valle del Missouri e ferrovia occidentale
  • Ferrovia delle pianure settentrionali
  • Ferrovia del Nord Dakota
  • Mohall Central Railroad
  • Ferrovia della Valle di Yellowstone
  • Red River Valley e ferrovia occidentale.

Oggi, le ferrovie dello stato di Peace Garden utilizzano circa 3.600 miglia della sua infrastruttura originale, che ha superato le 5.300 miglia durante l'era d'oro degli anni '20, quando il chilometraggio ha raggiunto il picco in tutto il paese.

Una foto pubblicitaria di Burlington Northern con i nuovi GP38 davanti al trasporto merci n. 97 in direzione ovest mentre attraversa il ponte Gassman Coulee vicino a Minot, nel Dakota del Nord, il 3 marzo 1970.

È interessante notare che, nonostante il fatto che il North Dakota faccia molto affidamento sull'agricoltura come base principale del traffico ferroviario, conserva ancora circa il 67% della sua infrastruttura originale, probabilmente a causa delle rotte che attraversano ancora lo stato.

* La storia del North Dakota con la ferrovia inizia con il primo corridoio transcontinentale del Pacific Northwest, il Northern Pacific.  Chartered nel 1864, la costruzione è stata avviata da Thomsons Junction, Minnesota (Duluth) all'inizio del 1870.

Inizialmente guidata dalla società bancaria di Jay Cooke, aveva raggiunto Fargo, nel Territorio del Dakota nel giugno 1872 e Bismarck nello stesso anno. numerosi rami secondari. Questa configurazione continua oggi.

Per ulteriori informazioni sulle ferrovie dello stato, in termini di chilometraggio del percorso nel corso degli anni, fare riferimento alla tabella sopra. 

Il North Dakota non presenta più famosi treni passeggeri come i GN Costruttore di imperi, NP North Coast Limited o Milwaukee di Hiawatha.

Tuttavia, Amtrak continua a gestire il leggendario Costruttore attraverso lo stato, uno dei suoi treni passeggeri a lunga percorrenza più popolari e riconosciuti con fermate a Fargo, Rugby, Stanley, Williston, Minot, Devils Lake e Grand Forks.

Burlington Northern E8A #9947 ha la "Western Star" a Grand Forks, North Dakota, il 21 dicembre 1970. Foto di Roger Puta.

Musei e attrazioni della ferrovia

Oltre ai treni passeggeri e merci, il North Dakota ospita anche tre musei ferroviari che potresti essere interessato a visitare.

Questi includono il Fort Lincoln Trolley, il North Dakota State Railroad Museum e il Railroad Museum of Minot. In tutto, le ferrovie del North Dakota presentano alcune operazioni interessanti nella regione delle pianure settentrionali che meritano una visita.

Ad esempio, se pianifichi un viaggio verso nord, non perderti, tra le altre cose, gli spettacolari ponti della BNSF Railway, il ponte Highline di 3.860 piedi a Valley City e il ponte Gassman Coulee di 1.792 piedi vicino a Minot.


Contenuti

Storia precoloniale Modifica

I nativi americani vivevano in quello che oggi è il North Dakota per migliaia di anni prima dell'arrivo degli europei. Le tribù conosciute includevano il popolo Mandan (dall'XI secolo circa), [9] mentre il primo gruppo Hidatsa arrivò qualche centinaio di anni dopo. [10] Entrambi si radunarono in villaggi sugli affluenti del fiume Missouri in quello che sarebbe diventato il Nord Dakota centro-occidentale. Gli indiani corvo viaggiarono nelle pianure da ovest per visitare e commerciare con i relativi Hidatsa [9] dopo la loro divisione, probabilmente nel XVII secolo. [11]

Più tardi vennero le divisioni del popolo Dakota: i Lakota, i Santee e gli Yanktonai. Gli Assiniboine e i Cree delle pianure intrapresero viaggi verso sud verso gli indiani del villaggio, sia per il commercio che per la guerra. [9] [12] Gli indiani Shoshone nell'attuale Wyoming e Montana potrebbero aver sferrato attacchi ai nemici indiani fino all'estremo oriente del Missouri. [13] Un gruppo di Cheyenne visse in un villaggio di capanne di terra presso il fiume Sheyenne inferiore (sito di Biesterfeldt) per decenni nel XVIII secolo.

A causa degli attacchi di Crees, Assiniboines e Chippewas armati di armi da fuoco, lasciarono l'area intorno al 1780 e attraversarono il Missouri qualche tempo dopo. [14] Un gruppo di pochi indiani Sotaio viveva a est del fiume Missouri e incontrò i Cheyenne sradicati prima della fine del secolo. Presto seguirono i Cheyenne attraverso il Missouri e vissero in mezzo a loro a sud del fiume Cannonball. [15]

Alla fine, i Cheyenne e i Sutaio divennero un'unica tribù e si trasformarono in cacciatori di bufali a cavallo con aree principalmente al di fuori del Nord Dakota. Prima della metà del XIX secolo, gli Arikara entrarono nel futuro stato da sud e si unirono ai Mandan e agli Hidatsa. [16] Con il tempo, un certo numero di indiani stipulò trattati con gli Stati Uniti. Molti dei trattati definivano il territorio di una tribù specifica.

Esplorazione e colonizzazione europea Modifica

Il primo europeo a raggiungere l'area fu il commerciante franco-canadese Pierre Gaultier, sieur de La Vérendrye, che nel 1738 guidò un gruppo di esplorazione e commercio nei villaggi Mandan guidati dagli indiani Assiniboine. [17]

Dal 1762 al 1802, la regione fece parte della Louisiana spagnola. [18]

Insediamento e statualità Modifica

Gli europei americani si stabilirono nel Territorio del Dakota solo sporadicamente fino alla fine del XIX secolo, quando le ferrovie aprirono la regione. Con il vantaggio delle concessioni di terra, commercializzarono con vigore le loro proprietà, esaltando la regione come ideale per l'agricoltura. Il 22 febbraio 1889, durante l'amministrazione del presidente Grover Cleveland, il Congresso approvò un disegno di legge omnibus per lo stato per North Dakota, South Dakota, Montana e Washington, intitolato Enabling Act del 1889. Il suo successore, Benjamin Harrison, firmò i proclami che ammettevano formalmente il Nord Dakota e il Sud Dakota nell'Unione il 2 novembre 1889. [19]

La rivalità tra i due nuovi stati presentava un dilemma di cui bisognava ammettere per primo. Harrison ordinò al Segretario di Stato James G. Blaine di mischiare le carte e di oscurargli quale avrebbe firmato per primo. L'ordine effettivo non è stato registrato, quindi nessuno sa quale dei Dakota sia stato ammesso per primo. [20] [21] Tuttavia, poiché Nord Dakota appare in ordine alfabetico prima Sud Dakota, il suo proclama è stato pubblicato per primo negli Statuti At Large.

20° e 21° secolo Modifica

I disordini tra i coltivatori di grano, in particolare tra gli immigrati norvegesi, hanno portato a un movimento politico populista centrato nella Lega non partigiana ("NPL") intorno al periodo della prima guerra mondiale. dopo la seconda guerra mondiale). Ha cercato di isolare il Nord Dakota dal potere delle banche e delle società fuori dallo stato.

Oltre a fondare la banca statale Bank of North Dakota e la North Dakota Mill and Elevator (entrambe ancora esistenti), la NPL ha istituito una linea ferroviaria statale (in seguito venduta alla Soo Line Railroad). Le leggi anti-aziendali vietavano virtualmente a una società o banca di possedere il titolo di un terreno suddiviso in zone come terreno agricolo. Queste leggi, ancora in vigore oggi, dopo essere state confermate dai tribunali statali e federali, rendono quasi impossibile il pignoramento dei terreni agricoli, poiché anche dopo il pignoramento il titolo di proprietà non può essere detenuto da una banca o da una società di mutui. [22] Inoltre, la Bank of North Dakota, avendo poteri simili a una filiale della Federal Reserve, ha esercitato il suo potere di limitare l'emissione di mutui subprime e la loro garanzia sotto forma di strumenti derivati, e quindi ha impedito un crollo dei prezzi delle case all'interno lo stato a seguito della crisi finanziaria del 2008. [23]

L'originale North Dakota State Capitol a Bismarck rase al suolo il 28 dicembre 1930.È stato sostituito da un grattacielo art déco con facciata in pietra calcarea che si trova ancora oggi. [24] Negli anni '50 iniziò una serie di investimenti federali e progetti di costruzione, tra cui la diga di Garrison e le basi dell'aeronautica di Minot e Grand Forks. [25]

Il Dakota del Nord occidentale ha visto un boom dell'esplorazione petrolifera alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80, poiché l'aumento dei prezzi del petrolio ha reso redditizio lo sviluppo. [26] Questo boom si è concluso dopo che i prezzi del petrolio sono diminuiti. [26]

Negli ultimi anni, lo stato ha registrato tassi di disoccupazione inferiori alla media nazionale e un aumento dell'occupazione e della crescita della popolazione. [7] [8] Gran parte della crescita è stata basata sullo sviluppo dei giacimenti petroliferi di Bakken nella parte occidentale dello stato. [6] Le stime sulla quantità residua di petrolio nell'area variano, con alcune stime che superano i 100 anni. [27]

Per decenni, i tassi annuali di omicidi e crimini violenti nel Nord Dakota sono stati regolarmente i più bassi degli Stati Uniti. Negli ultimi anni, tuttavia, pur rimanendo al di sotto della media nazionale, la criminalità è aumentata notevolmente. Nel 2016, il tasso di criminalità violenta era tre volte superiore rispetto al 2004, con l'aumento che si è verificato principalmente alla fine degli anni 2000, in coincidenza con l'era del boom petrolifero. Ciò è accaduto in un momento in cui il tasso di criminalità violenta nazionale è leggermente diminuito. [28] I lavoratori nelle città del boom petrolifero sono stati incolpati di gran parte dell'aumento. [29] [30]

Il North Dakota si trova nella regione dell'Upper Midwest degli Stati Uniti. Si trova al centro del continente nordamericano e confina a nord con il Canada. Il centro geografico del Nord America è vicino alla città di Center. Bismarck è la capitale del North Dakota e Fargo è la città più grande.

Il suolo è la risorsa più preziosa del North Dakota. È la base della grande ricchezza agricola dello stato. Il Dakota del Nord ha anche enormi risorse minerarie. Queste risorse minerarie includono miliardi di tonnellate di carbone di lignite. Inoltre, il North Dakota ha grandi riserve di petrolio. Il petrolio fu scoperto nello stato nel 1951 e divenne rapidamente una delle risorse minerarie più preziose del Nord Dakota. All'inizio degli anni 2000, l'emergere di tecnologie di fratturazione idraulica ha permesso alle compagnie minerarie di estrarre enormi quantità di petrolio dalla formazione rocciosa di scisto Bakken nella parte occidentale dello stato.

L'economia del Nord Dakota si basa maggiormente sull'agricoltura rispetto alle economie della maggior parte degli altri stati. Molte fabbriche del Nord Dakota lavorano prodotti agricoli o producono attrezzature agricole. Molti dei mercanti dello stato si affidano anche all'agricoltura.

Fattorie e ranch coprono quasi tutto il Nord Dakota. Si estendono dalla piatta valle del fiume rosso a est, attraverso pianure ondulate, fino alle aspre Badlands a ovest. Il raccolto principale, il grano, viene coltivato in quasi tutte le contee. Il Dakota del Nord raccoglie oltre il 90% della colza e dei semi di lino della nazione. È anche il primo produttore del paese di semi di orzo e girasole e leader nella produzione di fagioli, miele, lenticchie, avena, piselli e barbabietole da zucchero.

Pochi coloni bianchi arrivarono nella regione del Nord Dakota prima del 1870 perché le ferrovie non erano ancora entrate nell'area. Durante i primi anni del 1870, la Northern Pacific Railroad iniziò a spingere attraverso il Territorio del Dakota. Negli anni '70 dell'Ottocento iniziò anche l'agricoltura su larga scala. Le corporazioni orientali e alcune famiglie stabilirono enormi fattorie di grano che coprivano vaste aree di terra nella Red River Valley. Le fattorie realizzavano così enormi profitti che venivano chiamate fattorie bonanza. I coloni bianchi, attratti dal successo delle fattorie di abbondanza, si riversarono nel North Dakota, aumentando rapidamente la popolazione del territorio. Nel 1870, il North Dakota contava 2.405 persone. Nel 1890, la popolazione era cresciuta fino a 190.983.

Il Dakota del Nord prende il nome dal popolo Sioux che un tempo viveva nel territorio. I Sioux si chiamavano Dakota o Lakota, che significa alleati o amici. Uno dei soprannomi del North Dakota è Peace Garden State. Questo soprannome onora l'International Peace Garden, che si trova al confine dello stato con Manitoba, in Canada. Il North Dakota è anche chiamato Flickertail State a causa dei numerosi scoiattoli di terra flickertail (scoiattolo di terra di Richardson) che vivono nella parte centrale dello stato.

Il Dakota del Nord si trova nella regione degli Stati Uniti conosciuta come le Grandi Pianure. Lo stato condivide il Red River del Nord con il Minnesota a est. Il South Dakota è a sud, il Montana è a ovest e le province canadesi di Saskatchewan e Manitoba sono a nord. Il North Dakota è vicino al centro del Nord America con una lapide a Rugby, North Dakota che segna il "Centro geografico del continente nordamericano". Con un'area di 70.762 miglia quadrate (183.273 km 2 ), [31] 69.001 miglia quadrate (178.712 km 2 ) di cui è terra, [32] North Dakota è il 19° stato più grande. [33]

La metà occidentale dello stato è costituita dalle colline delle Grandi Pianure e dalla parte settentrionale delle Badlands, che si trovano a ovest del fiume Missouri. Il punto più alto dello stato, White Butte a 3.506 piedi (1.069 m), e Theodore Roosevelt National Park [34] si trovano nelle Badlands. La regione è ricca di combustibili fossili tra cui gas naturale, petrolio greggio e carbone di lignite. Il fiume Missouri forma il lago Sakakawea, il terzo lago artificiale più grande degli Stati Uniti, dietro la diga di Garrison. [35]

La regione centrale dello stato è divisa in Drift Prairie e Missouri Plateau. La parte orientale dello stato è costituita dalla piana Red River Valley, il fondo del lago glaciale Agassiz. Il suo terreno fertile, drenato dal tortuoso fiume Rosso che scorre verso nord nel lago Winnipeg, sostiene una grande industria agricola. [36] Devils Lake, il più grande lago naturale dello stato, si trova anche a est. [37]

La maggior parte dello stato è coperta da colture di praterie che coprono la maggior parte del Nord Dakota orientale, ma diventano sempre più scarse al centro e più a ovest. Gli alberi naturali nel Nord Dakota si trovano di solito dove c'è un buon drenaggio, come i burroni e la valle vicino alla gola di Pembina e alle montagne Killdeer, le montagne delle tartarughe, le colline intorno al lago del diavolo, nell'area delle dune della contea di McHenry nel centro del Nord Dakota, e lungo i pendii della Sheyenne Valley e il delta dello Sheyenne. Questo terreno vario supporta quasi 2.000 specie di piante. [38]

Modifica clima

Il Dakota del Nord ha un clima continentale con estati calde e inverni freddi. Le differenze di temperatura sono significative a causa della sua posizione nell'entroterra e dell'essere al centro dell'emisfero settentrionale, con distanze approssimativamente uguali dal Polo Nord e dall'Equatore.

Temperature massime e minime giornaliere medie per città selezionate in North Dakota [39]
Posizione luglio (°C) luglio (°C) gennaio (°F) gennaio (°C)
Fargo 82/59 28/15 18/0 −7/−17
Bismarck 84/57 29/14 23/2 −5/−16
Forchette grandi 81/56 27/13 16/−3 −8/−19
Minot 81/58 27/14 21/3 −6/−16
Fargo occidentale 82/59 28/15 16/-2 −9/−19
Williston 84/56 29/13 22/0 −5/−17
Dickinson 83/55 28/12 26/6 −3/−14
mandan 84/57 29/14 20/−1 −6/−18

Modifica della popolazione

Al censimento degli Stati Uniti del 2020, la popolazione del Nord Dakota era di 779.094 abitanti il ​​1 aprile 2020, con un aumento del 15,83% rispetto al censimento degli Stati Uniti del 2010. [40] Ciò rende il North Dakota lo stato degli Stati Uniti con la più grande percentuale di crescita della popolazione dal 2011. Il North Dakota è il quarto stato meno popoloso del paese, solo Alaska, Vermont e Wyoming hanno meno residenti. [41]

Da meno di 2.000 persone nel 1870, la popolazione del Dakota del Nord è cresciuta fino a quasi 680.000 nel 1930. La crescita è poi rallentata e la popolazione ha oscillato leggermente negli ultimi sette decenni, toccando un minimo di 617.761 nel censimento del 1970, con 642.200 nel censimento del 2000 . [42] Fatta eccezione per i nativi americani, la popolazione del Nord Dakota ha una percentuale di minoranze inferiore rispetto alla nazione nel suo insieme. [43] A partire dal 2011, il 20,7% della popolazione del Nord Dakota di età inferiore a 1 anno era costituito da minoranze. [44] Il centro della popolazione del North Dakota si trova nella contea di Wells, vicino a Sykeston. [45]

Popolazione storica
Censimento Pop.
18702,405
188036,909 1,434.7%
1890190,983 417.4%
1900319,146 67.1%
1910577,056 80.8%
1920646,872 12.1%
1930680,845 5.3%
1940641,935 −5.7%
1950619,636 −3.5%
1960632,446 2.1%
1970617,761 −2.3%
1980652,717 5.7%
1990638,800 −2.1%
2000642,200 0.5%
2010672,591 4.7%
2020779,094 15.8%
Fonte: 1910–2020 [46]

Razza ed etnia Modifica

Nota: le nascite in tabella non tornano, perché gli ispanici vengono conteggiati sia per etnia che per razza, dando un numero complessivo più alto.

  • Dal 2016, i dati per le nascite di origine ispanica bianca non vengono raccolti, ma inclusi in uno ispanico le persone del gruppo di origine ispanica possono essere di qualsiasi razza.

Per tutta la metà del XIX secolo, il Territorio del Dakota era ancora dominato dalla guerra dei nativi americani e le malattie riducevano la loro popolazione nello stesso periodo in cui europei e americani si stabilivano nell'area. Durante la seconda metà del diciannovesimo secolo e all'inizio del ventesimo secolo, il North Dakota, insieme alla maggior parte degli Stati Uniti del Midwest, ha sperimentato un afflusso massiccio di nuovi arrivati ​​sia dagli Stati Uniti orientali che di immigrati dall'Europa. Il Dakota del Nord era una nota destinazione popolare per gli agricoltori immigrati, i lavoratori generici e le loro famiglie, per lo più provenienti da Norvegia, Islanda, Svezia, Germania e Regno Unito. Gran parte di questo insediamento gravitava lungo il lato occidentale della Red River Valley, come si è visto in modo simile nel South Dakota e in modo parallelo nel Minnesota. Questa zona è famosa per le sue terre fertili. Allo scoppio della prima guerra mondiale, questa era una delle regioni agricole più ricche del Nord America. Ma è finito un periodo di piogge più intense e molti migranti non hanno avuto successo nelle condizioni aride. Molti appezzamenti familiari erano troppo piccoli per essere coltivati ​​con successo.

Dagli anni '30 fino alla fine del XX secolo, la popolazione del North Dakota diminuì gradualmente, interrotta da un paio di brevi aumenti. I giovani adulti con titoli universitari erano particolarmente propensi a lasciare lo stato. Con l'avanzare del processo di meccanizzazione delle pratiche agricole e le condizioni ambientali che richiedono maggiori proprietà terriere per un'agricoltura di successo, l'agricoltura di sussistenza si è rivelata troppo rischiosa per le famiglie. Molte persone si sono trasferite nelle aree urbane per lavoro. [57]

Dalla fine del XX secolo, una delle principali cause della migrazione dal Nord Dakota è la mancanza di posti di lavoro qualificati per i laureati. È stato sollecitato l'ampliamento dei programmi di sviluppo economico per creare posti di lavoro qualificati e ad alta tecnologia, ma l'efficacia di tali programmi è stata oggetto di dibattito. [58] Durante il primo decennio del 21° secolo, la popolazione è aumentata in gran parte a causa dei posti di lavoro nell'industria petrolifera legati allo sviluppo di giacimenti di tight oil (shale oil). [59] Altrove, la popolazione dei nativi americani è aumentata poiché alcune riserve hanno richiamato persone dalle aree urbane.

Secondo il censimento degli Stati Uniti del 2010, la composizione razziale ed etnica del Nord Dakota era dell'88,7% di bianchi non ispanici, del 5,4% di nativi americani, dell'1,2% di neri o afroamericani, dell'1,0% di asiatici, dello 0,1% di abitanti delle isole del Pacifico, dello 0,5% di altre razze, e 0,2% da due o più gare. [60] All'American Community Survey del 2019, la composizione razziale ed etnica del Nord Dakota era dell'83,6% di bianchi non ispanici, del 2,9% di neri o afroamericani, del 5,0% di nativi americani e nativi dell'Alaska, dell'1,4% di asiatici, dello 0,4% di nativi hawaiani o di altri paesi del Pacifico Isolano, 0,1% di un'altra razza, 2,7% multirazziale e 4,0% ispanico o latinoamericano di qualsiasi razza. [61]

Il North Dakota è in proporzione uno dei principali luoghi di reinsediamento per i rifugiati. Secondo l'Ufficio degli Stati Uniti per il reinsediamento dei rifugiati, nel 2013-2014 "più di 68 rifugiati" per 100.000 North Dakotan sono stati stabiliti nello stato. [62] Nell'anno fiscale 2014, 582 rifugiati si sono stabiliti nello stato. [63] Il sindaco di Fargo Mahoney ha detto che il North Dakota che accetta il maggior numero di rifugiati pro capite dovrebbe essere celebrato visti i benefici che portano allo stato. [64] Nel 2015, i Servizi sociali luterani del North Dakota, l'unica agenzia di reinsediamento dello stato, hanno ricevuto "458.090 dollari in finanziamenti federali per migliorare i servizi per i rifugiati". [65]

L'immigrazione al di fuori degli Stati Uniti ha comportato un aumento netto di 3,323 persone e la migrazione all'interno del paese ha prodotto una perdita netta di 21,110 persone. [66] Dei residenti del North Dakota nel 2009, il 69,8% è nato nel North Dakota, il 27,2% è nato in uno stato diverso, lo 0,6% è nato a Porto Rico, nelle aree delle isole degli Stati Uniti o è nato all'estero da genitori americani e il 2,4% è nato in un altro paese. [67] Le distribuzioni per età e genere si avvicinano alla media nazionale. Nel 2019, il 4,1% erano residenti nati all'estero. [68]

Lingue Modifica

Nel 2010, il 94,86% (584.496) dei nord Dakota di età superiore ai 5 anni parlava inglese come lingua principale. Il 5,14% (31.684) dei nord Dakota parlava una lingua diversa dall'inglese. L'1,39% (8.593) parlava tedesco, l'1,37% (8.432) parlava spagnolo e lo 0,30% (1.847) parlava norvegese. Altre lingue parlate includevano il serbo-croato (0,19%), il cinese e il giapponese (entrambi 0,15%) e le lingue dei nativi americani e il francese (entrambi 0,13%). [69]

Nel 2000, il 2,5% della popolazione parlava tedesco oltre all'inglese, riflettendo l'immigrazione all'inizio del XX secolo. [70]

Religione Modifica

Il Pew Research Center ha stabilito che il 77% della popolazione adulta era cristiana nel 2014. [72] In contrasto con molti stati del sud degli Stati Uniti, il protestantesimo principale era la più grande forma di protestantesimo praticata (28%). La più grande denominazione protestante principale nel Nord Dakota era la Chiesa evangelica luterana in America e la Chiesa metodista unita era la seconda più grande. I protestanti evangelici, che formavano il secondo ramo protestante più grande (22%), erano anche dominati dai luterani, la Chiesa luterana - Sinodo del Missouri era la più grande denominazione evangelica. Tra la popolazione cristiana del Nord Dakota, la Chiesa cattolica romana era la più grande denominazione cristiana.

Le religioni non cristiane rappresentavano il 3% della popolazione adulta, con l'Islam che è la più grande religione non cristiana. Altre fedi come Unitarians e New Agers costituivano collettivamente l'1% della popolazione praticante. Al sondaggio 2014, il 20% non era affiliato a nessuna religione e il 2% dei nord Dakota era ateo, il 13% della popolazione non praticava nulla in particolare. [72]

I più grandi organismi ecclesiali per numero di aderenti nel 2010 sono stati la Chiesa cattolica romana con 167.349, la Chiesa evangelica luterana in America con 163.209 e la Chiesa luterana-Sinodo del Missouri con 22.003. [73] Nel 2006, il North Dakota aveva il maggior numero di chiese pro capite di qualsiasi stato. [74] Inoltre, il Dakota del Nord ha avuto la più alta percentuale di persone che frequentano la chiesa di qualsiasi stato nel 2006. [74]

Un sondaggio del 2001 ha indicato che il 35% della popolazione del Nord Dakota era luterana e il 30% era cattolica. Altri gruppi religiosi rappresentati erano metodisti (7%), battisti (6%), le Assemblee di Dio (3%), presbiteriani (1,27%), [75] e testimoni di Geova (1%). I cristiani con affiliazioni non dichiarate o di altra denominazione, inclusi altri protestanti e la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Chiesa LDS), hanno totalizzato il 3%, portando la popolazione cristiana totale all'86%. Nel 2000 vi erano circa 920 musulmani e 730 ebrei nello stato. [76] Il 3% degli intervistati ha risposto "nessuna religione" al sondaggio e il 6% ha rifiutato di rispondere. [74]

L'agricoltura è la più grande industria del Nord Dakota, sebbene anche il petrolio, la lavorazione degli alimenti e la tecnologia siano importanti industrie. [77] Il suo tasso di crescita è di circa il 4,1%. [78] Secondo il Bureau of Economic Analysis degli Stati Uniti, l'economia del North Dakota ha avuto un prodotto interno lordo di $ 55,180 miliardi nel secondo trimestre del 2018. [79] Il reddito pro capite è stato di $ 34.256, misurato dal 2013 al 2017 dagli Stati Uniti. Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. [80] Il reddito familiare medio triennale dal 2013 al 2017 è stato di $ 61.285. [80]

Secondo i dati Gallup, il North Dakota ha guidato gli Stati Uniti nella creazione di posti di lavoro nel 2013 e lo ha fatto dal 2009. Lo stato ha un punteggio dell'indice di creazione di posti di lavoro di 40, quasi 10 punti davanti ai suoi concorrenti più vicini. [81] Il North Dakota ha aggiunto 56.600 posti di lavoro nel settore privato dal 2011, creando un tasso di crescita annuale del 7,32 percento. [82] [83] Secondo le statistiche pubblicate il 25 marzo 2014 dal Bureau of Economic Analysis, il reddito personale del Nord Dakota è cresciuto del 7,6% nel 2013 a 41,3 miliardi di dollari. [84] Lo stato ha registrato la più alta crescita del reddito personale tra tutti gli stati per la sesta volta dal 2007. La crescita del reddito personale del Nord Dakota è legata a vari settori aziendali privati ​​come l'agricoltura, lo sviluppo energetico e l'edilizia. [85] [86]

Poco più del 21% del prodotto interno lordo (PIL) totale del North Dakota nel 2013, pari a 49,77 miliardi di dollari, proviene dalle risorse naturali e dall'estrazione mineraria. [87]

Il North Dakota è l'unico stato con una banca statale, la Bank of North Dakota a Bismarck, e un mulino di proprietà statale, il North Dakota Mill and Elevator a Grand Forks. Questi sono stati istituiti dalla NPL prima della seconda guerra mondiale.

A partire dal 2012, Fargo ospita il secondo campus più grande di Microsoft con 1.700 dipendenti e Amazon.com ne impiega diverse centinaia a Grand Forks. [88] [89]

A partire da dicembre 2019 [aggiornamento], il tasso di disoccupazione dello stato è tra i più bassi della nazione al 2,4%. [90] Non ha raggiunto il cinque percento dal 1987. Alla fine del 2010, il reddito pro capite statale era al 17° posto nella nazione, il più grande aumento di qualsiasi stato in un decennio dal 38° posto. [91] La riduzione del tasso di disoccupazione e la crescita del reddito pro capite sono attribuibili al boom petrolifero dello stato. A causa di una combinazione di sviluppo legato al petrolio e investimenti in tecnologie e industrie dei servizi, il North Dakota ha registrato un avanzo di bilancio ogni anno dal crollo del mercato del 2008. [92]

Dal 1976, il tasso di disoccupazione più alto raggiunto nel Nord Dakota è stato solo del 6,2%, registrato nel 1983. Ogni stato degli Stati Uniti, ad eccezione del vicino South Dakota, ha avuto un tasso di disoccupazione più elevato durante quel periodo. [93]

Agricoltura Modifica

Le prime industrie del Nord Dakota erano il commercio di pellicce e l'agricoltura. Sebbene meno del 10% della popolazione sia impiegato nel settore agricolo, [94] rimane una parte importante dell'economia statale. Con l'agricoltura su scala industriale, è al 9° posto nella nazione per valore dei raccolti e al 18° per valore totale dei prodotti agricoli venduti. Le grandi aziende agricole generano la maggior parte dei raccolti. La quota di persone nello stato impiegate in agricoltura è relativamente alta: a partire dal 2008 [aggiornamento], solo il 2-3% della popolazione degli Stati Uniti è direttamente impiegata nell'agricoltura. [95] Il Dakota del Nord ha circa il 90% della sua superficie in fattorie con 27.500.000 acri (111.000 km 2 ) di terra coltivata, la terza più grande quantità della nazione. Tra il 2002 e il 2007, la superficie coltivata totale è aumentata di circa un milione di acri (4.000 km2). Il North Dakota è stato l'unico stato a mostrare un aumento.Nello stesso periodo, 1.800.000 acri (7.300 km 2 ) sono stati trasferiti alla produzione di monocolture di soia e mais, il più grande spostamento di questo tipo negli Stati Uniti. [96] Gli agricoltori sono preoccupati per la troppa monocoltura, poiché rende l'economia a rischio di malattie degli insetti o delle colture che colpiscono un raccolto importante. Inoltre, questo sviluppo ha influito negativamente sugli habitat della fauna selvatica e degli uccelli e sull'equilibrio dell'ecosistema.

Lo stato è il più grande produttore negli Stati Uniti di molti cereali, tra cui l'orzo (36% del raccolto statunitense), il grano duro (58%), il grano duro primaverile rosso (48%), l'avena (17%) e il frumento combinato di tutti i tipi (15%). È il secondo produttore di grano saraceno (20%). A partire dal 2007 [aggiornamento], il mais è diventato il più grande raccolto prodotto dello stato, sebbene rappresenti solo il 2% della produzione totale degli Stati Uniti. [96] Il Corn Belt si estende fino al North Dakota, ma è più ai margini della regione che al centro. I raccolti di mais sono alti nella parte sud-est dello stato e inferiori in altre parti dello stato. La maggior parte dei cereali viene coltivata per l'alimentazione del bestiame. Lo stato è il principale produttore di molti semi oleosi, tra cui il 92% del raccolto di colza degli Stati Uniti, il 94% di semi di lino, il 53% di semi di girasole, il 18% di semi di cartamo e il 62% di semi di senape. La colza è adatta ai freddi inverni e matura velocemente. La lavorazione della colza per la produzione di olio produce farina di colza come sottoprodotto. Il sottoprodotto è un mangime per animali ad alto contenuto proteico.

Anche i semi di soia sono una coltura sempre più importante, con 400.000 acri (1.600 km 2 ) in più piantati tra il 2002 e il 2007. [96] I semi di soia sono una coltura importante nella parte orientale dello stato e la coltivazione è comune nella parte sudorientale dello stato. . I semi di soia non venivano coltivati ​​nel North Dakota negli anni '40, ma il raccolto è diventato particolarmente comune dal 1998. [97] Nel North Dakota i semi di soia devono maturare velocemente, a causa della stagione di crescita relativamente breve. I semi di soia vengono coltivati ​​per l'alimentazione del bestiame.

Il North Dakota è il secondo produttore leader di barbabietole da zucchero, coltivate principalmente nella Red River Valley. Lo stato è anche il più grande produttore di miele, piselli e fagioli commestibili secchi, lenticchie e il terzo produttore di patate. [96]

Le migliori materie prime agricole del Nord Dakota (secondo l'USDA a partire dal 2011 [aggiornamento]) [98]

Classifica 2011 negli Stati Uniti merce Percentuale della produzione nazionale
1 Fagioli, commestibili secchi, tutti 25%
1 Fagioli, blu marino 35%
1 Fagioli, pinto 46%
1 colza 83%
1 semi di lino 87%
1 Tesoro 22%
1 Olio di semi di girasole 40%
1 Grano, grano duro 36%
1 grano, primavera 37%
2 Girasole, tutto 38%
2 Girasole, senza olio 24%
2 grano, tutto 10%
3 Orzo 11%
3 Lenticchie 17%
3 Avena 8%
3 Piselli, commestibili secchi 21%
3 Barbabietole da zucchero 16%
4 cartamo 1%
6 fieno, erba medica 6%
6 Patate 4%
8 Hay, tutti 4%
10 semi di soia 4%
12 Mais per cereali 2%
17 Hay, altro 2%
26 Grano, inverno 1%
21 Pecore e agnelli 1%
17 Bovini e vitelli 2%
15 Produzione di lana 2%

Energia Modifica

L'industria energetica è un importante contributo all'economia. Il North Dakota ha riserve sia di carbone che di petrolio. Viene prodotto anche gas di scisto. Le riserve di carbone di lignite nel Nord Dakota occidentale vengono utilizzate per generare circa il 90% dell'elettricità consumata e l'elettricità viene esportata anche negli stati vicini. [99] Il Nord Dakota ha la seconda più grande produzione di carbone di lignite negli Stati Uniti [100] Tuttavia, il carbone di lignite è il carbone di qualità più bassa. Ci sono riserve di carbone più grandi e di qualità superiore (antracite, carbone bituminoso e carbone subbituminoso) in altri stati degli Stati Uniti.

Il petrolio è stato scoperto vicino a Tioga nel 1951, generando 53 milioni di barili (8.400.000 m 3 ) di petrolio all'anno entro il 1984. [101] Le riserve di petrolio recuperabili sono aumentate drasticamente di recente. Le riserve petrolifere della Formazione Bakken possono contenere fino a 400 miliardi di barili (6,4 × 10 10 m 3 ) di petrolio, 25 volte più grandi delle riserve dell'Arctic National Wildlife Refuge. [102] [103] Un rapporto pubblicato nell'aprile 2008 dall'U.S. Geological Survey stima che il petrolio recuperabile dalla tecnologia attuale nella formazione Bakken sia di due ordini di grandezza inferiore, nell'ordine di 3 miliardi di barili (480 × 10 ^ 6 m 3 ) a 4,3 miliardi di barili (680 × 10 ^ 6 m 3 ), con una media di 3,65 miliardi di barili (580 × 10 ^ 6m3). [104]

La parte nord-occidentale dello stato è il centro del boom petrolifero del Nord Dakota. Le comunità di Williston, Tioga, Stanley e Minot-Burlington stanno registrando una rapida crescita che mette a dura prova gli alloggi ei servizi locali. A partire dal 2012 [aggiornamento], lo stato è il secondo produttore di petrolio negli Stati Uniti, con una media di 575.490 barili al giorno. [105] [106] [107]

La regione delle Grandi Pianure, che comprende lo stato del Nord Dakota, è stata definita "l'Arabia Saudita dell'energia eolica". [108] Lo sviluppo dell'energia eolica nel North Dakota è stato redditizio perché lo stato ha grandi distese rurali e le velocità del vento raramente scendono sotto i 10 mph.

Turismo Modifica

Il North Dakota è considerato lo stato meno visitato, in parte a causa del fatto che non ha una grande attrazione turistica. [109] Tuttavia, il turismo è la terza industria più grande del Nord Dakota, contribuendo ogni anno con più di 3 miliardi di dollari all'economia dello stato. Attrazioni all'aperto come il Maah Daah Hey Trail di 144 miglia e attività come la pesca e la caccia attirano visitatori. Lo stato è noto per il Lewis & Clark Trail e per essere il campo invernale del Corps of Discovery. [110] Le zone popolari con gli ospiti includono il parco nazionale di Theodore Roosevelt nella parte occidentale della condizione. Il parco supera spesso i 475.000 visitatori ogni anno. [111]

Gli eventi regolari nello stato che attirano i turisti includono Norsk Høstfest a Minot, annunciato come il più grande festival scandinavo del Nord America [112] il Medora Musical e la North Dakota State Fair. Lo stato riceve anche un numero significativo di visitatori dalle vicine province canadesi di Manitoba e Saskatchewan, in particolare quando il tasso di cambio è favorevole. [113] [ citazione necessaria ]

Molti turisti internazionali ora vengono anche a visitare l'Oscar-Zero Missile Alert Facility. [114]

Assistenza sanitaria Modifica

Il North Dakota ha sei centri traumatologici di II livello, 44 ​​ospedali, 52 cliniche sanitarie rurali e 80 case di cura. [115] [116] [117] [118] Le principali reti di provider includono Sanford, St. Alexius, Trinity e Altru.

Blue Cross Blue Shield of North Dakota è il più grande assicuratore medico dello stato. [119] Il North Dakota ha ampliato Medicaid nel 2014, [120] e il suo scambio di assicurazioni sanitarie è il sito federale, HealthCare.gov. [121]

La legge del North Dakota richiede che le farmacie, diverse dai dispensari ospedalieri e dai negozi preesistenti, siano di proprietà di maggioranza dei farmacisti. Gli elettori hanno respinto una proposta di modifica della legge nel 2014. [122] [123]

Nazioni indiane d'America Modifica

Nel 21° secolo, il Dakota del Nord ha una popolazione crescente di nativi americani, che nel 2010 costituivano il 5,44% della popolazione. All'inizio del XIX secolo il territorio era dominato da popolazioni di lingua Siouan, il cui territorio si estendeva a ovest della zona dei Grandi Laghi. La parola "Dakota" è una parola Sioux (Lakota/Dakota) che significa "alleati" o "amici".

Le principali nazioni tribali storiche in o intorno al Nord Dakota, sono i Lakota e i Dakota ("La Grande Nazione Sioux" o "Oceti Sakowin", che significa i sette fuochi del consiglio), i Blackfoot, i Cheyenne, i Chippewa (noti come Ojibwe in Canada) e il Mandan. Le tribù riconosciute a livello federale hanno riserve indiane nello stato.

Pow wow Modifica

Gli incontri sociali noti come "powwow" (o wacipis in Lakota/Dakota) continuano ad essere una parte importante della cultura dei nativi americani e si tengono regolarmente in tutto lo stato. Nel corso della storia dei nativi americani, i powwow si tenevano, di solito in primavera, per gioire dell'inizio della nuova vita e della fine del freddo invernale. Questi eventi hanno riunito le tribù dei nativi americani per cantare e ballare e hanno permesso loro di incontrare vecchi amici e conoscenti, oltre a farne di nuovi. Molti powwow avevano anche un significato religioso per alcune tribù. Oggi, i powwow fanno ancora parte della cultura dei nativi americani e sono frequentati da nativi e non nativi allo stesso modo. In North Dakota, lo United Tribes International Powwow che si tiene ogni settembre nella capitale Bismarck, è uno dei più grandi powwow degli Stati Uniti.

Un pow wow è un'occasione per sfilate e ballerini nativi americani in insegne, con molti stili di danza presentati. È tradizione che i ballerini indossino insegne decorate con perline, aculei e piume d'aquila. Le ballerine ballano molto più sottilmente dei ballerini maschi. Le ballerine fantasiose indossano stoffe, mocassini con perline e gioielli, mentre la ballerina in abito jingle indossa un abito fatto di coni di metallo. Le danze intertribali durante il powwow, consentono a tutti (anche agli spettatori) di prendere parte alle danze.

Influenze norvegesi e islandesi Modifica

Intorno al 1870 molti immigrati europei dalla Norvegia si stabilirono nell'angolo nord-orientale del Nord Dakota, specialmente vicino al fiume Rosso. Gli islandesi sono arrivati ​​anche dal Canada. [124] Pembina era una città di molti norvegesi quando fu fondata lavoravano nelle fattorie di famiglia. Avviarono chiese e scuole luterane, superando di gran lunga le altre denominazioni della zona. Questo gruppo ha cibi unici come lefse e lutefisk. Il più grande evento scandinavo del continente, Norsk Høstfest, si celebra ogni settembre nel North Dakota State Fair Center di Minot, un'attrazione locale con arte, architettura e manufatti culturali provenienti da tutti e cinque i paesi nordici. L'Icelandic State Park nella contea di Pembina e un festival islandese annuale riflettono gli immigrati di quel paese, che discendono anche dagli scandinavi.

Le usanze popolari del Vecchio Mondo persistono da decenni nel Nord Dakota, con il revival delle tecniche di tessitura, lavorazione dell'argento e intaglio del legno. Le tradizionali case con tetto in erba sono esposte nei parchi, questo stile ha avuto origine in Islanda. Una chiesa a doghe è un punto di riferimento a Minot. I norvegesi-americani costituiscono quasi un terzo o il 32,3% della popolazione totale di Minot e il 30,8% della popolazione totale del Nord Dakota.

Tedeschi dalla Russia Modifica

I tedeschi etnici che si erano stabiliti in Russia per diverse generazioni dopo il regno di Caterina la Grande divennero insoddisfatti nel diciannovesimo secolo a causa di problemi economici e a causa della revoca delle libertà religiose ai mennoniti e agli hutteriti, in particolare la revoca dell'esenzione dal servizio militare in 1871. La maggior parte dei Mennoniti e degli Hutteriti emigrò in America alla fine degli anni 1870. Nel 1900, circa 100.000 erano emigrati negli Stati Uniti, stabilendosi principalmente nel Nord Dakota, nel Sud Dakota, nel Kansas e nel Nebraska. La parte centro-meridionale del Nord Dakota divenne nota come "il triangolo russo-tedesco". Nel 1910, circa 60.000 tedeschi etnici provenienti dalla Russia vivevano nel Centro Nord Dakota. Questi individui erano luterani, mennoniti, hutteriti e cattolici romani che avevano mantenuto la maggior parte delle loro usanze tedesche del tempo in cui i loro antenati erano emigrati in Russia. Erano impegnati nell'agricoltura. I tradizionali lapidi del cimitero in ferro sono una famosa forma d'arte praticata dai tedeschi etnici. [125] [126]

Belle arti e spettacolo Modifica

Intrattenimento Modifica

I musicisti del North Dakotan di molti generi includono il chitarrista blues Jonny Lang, la cantante di musica country Lynn Anderson, la cantante e cantautrice jazz e pop tradizionale Peggy Lee, il leader della big band Lawrence Welk e il cantante pop Bobby Vee. Lo stato è anche la patria dell'indie rock June Panic (di Fargo, firmato per Secretly Canadian).

Ed Schultz era conosciuto in tutto il paese fino alla sua morte nel luglio 2018 come conduttore di talk show radiofonico progressista, Lo spettacolo di Ed Schultz, e Lo spettacolo di Ed su MSNBC. Shadoe Stevens ha ospitato Top 40 americano dal 1988 al 1995. Josh Duhamel è un attore vincitore di un Emmy Award noto per i suoi ruoli in Tutti i miei bambini e Las Vegas. [127] Nicole Linkletter e CariDee English stavano vincendo i concorrenti dei cicli 5 e 7, rispettivamente, di La prossima top model americana. Kellan Lutz è apparso in film come Incollalo, Accettato, Notte del ballo di fine anno, e crepuscolo.

Cucina Modifica

Sport Modifica

Bismarck era la casa dei Dakota Wizards della NBA Development League e attualmente ospita i Bismarck Bucks della Indoor Football League.

Il North Dakota ha due squadre della Divisione I della NCAA, i North Dakota Fighting Hawks e i Bisonti dello Stato del North Dakota, e due squadre della Divisione II, i Mary Marauders e i Minot State Beavers.

Fargo è sede della squadra di hockey su ghiaccio USHL, la Fargo Force.

Le attività all'aperto come la caccia e la pesca sono hobby per molti nord Dakota. Anche la pesca sul ghiaccio, lo sci e le escursioni in motoslitta sono popolari durante i mesi invernali. I residenti del North Dakota possono possedere o visitare una capanna lungo un lago. I pesci sportivi popolari includono glaucoma, pesce persico e luccio. [128]

Lo stato ha 10 quotidiani, il più grande dei quali Il Foro di Fargo-Moorhead. Sono disponibili anche altre pubblicazioni settimanali e mensili (la maggior parte delle quali completamente supportate dalla pubblicità). Il più importante di questi è il settimanale alternativo Lettore delle Alte Pianure.

La più antica stazione radio dello stato, WDAY-AM, fu lanciata il 23 maggio 1922. [129] I tre principali mercati radiofonici del Nord Dakota si concentrano intorno a Fargo, Bismarck e Grand Forks, sebbene le stazioni trasmettano in ogni regione dello stato. Diverse nuove stazioni sono state costruite a Williston nei primi anni del 2010. Il North Dakota ha 34 stazioni radio AM e 88 FM. [130] [131] [132] KFGO a Fargo ha il pubblico più numeroso. [133]

Le trasmissioni televisive in North Dakota sono iniziate il 3 aprile 1953, quando KCJB-TV (ora KXMC-TV) a Minot ha iniziato le operazioni. [134] I mercati dei media televisivi del Nord Dakota sono Fargo-Grand Forks, (117° più grande a livello nazionale), compresa la metà orientale dello stato, e Minot-Bismarck (152°), che costituisce la metà occidentale dello stato. [135] Ci sono attualmente 31 stazioni televisive a piena potenza, organizzate in 10 reti, con 17 sottocanali digitali.

La trasmissione pubblica in North Dakota è fornita da Prairie Public, con reti televisive e radiofoniche in tutto lo stato affiliate a PBS e NPR. Le stazioni televisive ad accesso pubblico aperte alla programmazione comunitaria sono offerte su sistemi via cavo a Bismarck, Dickinson, Fargo e Jamestown.

Istruzione superiore Modifica

Lo stato ha 11 college e università pubbliche, cinque college comunitari tribali e quattro scuole private. Le istituzioni più grandi sono la North Dakota State University e l'Università del North Dakota.

Il sistema di istruzione superiore è composto dalle seguenti istituzioni:

Il Dipartimento dei servizi di emergenza del North Dakota [136] fornisce comunicazione e coordinamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per oltre 50 agenzie. Inoltre, "amministra i programmi federali di ripristino di emergenza e l'Homeland Security Grant Program". [137] Nel 2011, il Dipartimento ha selezionato Geo-Comm, Inc. [138] "per il progetto di mappa di base senza soluzione di continuità in tutto lo stato", che faciliterà "l'identificazione delle posizioni 9–1-1 dei chiamanti" e indirizzerà le chiamate di emergenza in base alle posizioni. [139] Nel 1993 lo stato ha adottato il sistema di indirizzamento Burkle che numera le strade e gli edifici rurali per aiutare nella fornitura di servizi di emergenza. [140]

Il trasporto in North Dakota è supervisionato dal Dipartimento dei trasporti del North Dakota. Le principali autostrade interstatali sono l'Interstate 29 e l'Interstate 94, con la I-29 e la I-94 che si incontrano a Fargo, con la I-29 orientata da nord a sud lungo il confine orientale dello stato e la I-94 che taglia in due lo stato da est a ovest tra Minnesota e Montana. Una caratteristica unica del sistema dell'autostrada interstatale del Nord Dakota è che praticamente tutto è pavimentato in cemento, non in asfalto, a causa delle condizioni meteorologiche estreme che deve sopportare. BNSF e la Canadian Pacific Railway gestiscono i più grandi sistemi ferroviari dello stato. Molte linee secondarie precedentemente utilizzate dalla BNSF e dalla Canadian Pacific Railway sono ora gestite dalla Dakota, dalla Missouri Valley e dalla Western Railroad e dalla Red River Valley e dalla Western Railroad. [141] [142]

L'Empire Builder di Amtrak attraversa il Dakota del Nord, facendo fermate a Fargo (2:13 in direzione ovest, 3:35 in direzione est), Grand Forks (4:52 in direzione ovest, 00:57 in direzione est), Minot (verso le 9:00 in direzione ovest e circa 21:30 in direzione est) e altre quattro stazioni. [143] È il discendente della famosa linea omonima gestita dalla Great Northern Railway, che fu costruita dal magnate James J. Hill e andava da St. Paul a Seattle.

Il servizio di autobus interurbani è fornito da Greyhound e Jefferson Lines. Il trasporto pubblico in North Dakota include sistemi di autobus giornalieri a percorso fisso a Fargo, Bismarck-Mandan, Grand Forks e Minot, servizi di paratransito in 57 comunità, insieme a sistemi di trasporto rurale multi-contea. [144]

Come con il governo federale degli Stati Uniti, il potere politico nel governo dello stato del Nord Dakota è diviso in tre rami: esecutivo, legislativo e giudiziario. [145]

La Costituzione del North Dakota e il North Dakota Century Code costituiscono la legge formale dello stato Codice Amministrativo del Nord Dakota incorpora regole e politiche aggiuntive delle agenzie statali. [146]

Modifica esecutiva

Il ramo esecutivo è guidato dal governatore eletto. L'attuale governatore è Doug Burgum, un repubblicano entrato in carica il 15 dicembre 2016, dopo che il suo predecessore, Jack Dalrymple, non ha chiesto la rielezione. L'attuale vicegovernatore del North Dakota è Brent Sanford, che è anche presidente del Senato. Gli uffici di governatore e vice governatore hanno un mandato di quattro anni, che sono prossimi alle elezioni nel 2024. Il governatore ha un gabinetto composto da leader nominati di varie agenzie governative statali, chiamati commissari. Gli altri uffici costituzionali eletti sono segretario di stato, procuratore generale, revisore dei conti statale e tesoriere dello stato.

Modifica legislativa

L'Assemblea legislativa del North Dakota è un organo bicamerale composto dal Senato e dalla Camera dei rappresentanti. Lo stato ha 47 distretti, ciascuno con un senatore e due rappresentanti. Sia i senatori che i rappresentanti sono eletti per quattro anni. Il codice legale dello stato si chiama North Dakota Century Code.

Modifica giudiziaria

Il sistema giudiziario del North Dakota ha quattro livelli. I tribunali municipali servono le città e la maggior parte dei casi inizia nei tribunali distrettuali, che sono tribunali di giurisdizione generale. Ci sono 42 giudici della corte distrettuale in sette distretti giudiziari. [147] [148] Gli appelli dei tribunali e le impugnazioni contro alcune decisioni governative sono esaminati dalla Corte d'appello del North Dakota, composta da tre giurie.La Corte Suprema del North Dakota, composta da cinque giudici, esamina tutti gli appelli dei tribunali distrettuali e della Corte d'Appello. [149]

Tribù indiane e riserve Modifica

Storicamente, il Dakota del Nord è stato popolato da Mandan, Hidatsa, Lakota e Ojibwe, e in seguito da Sanish e Métis. Oggi, cinque tribù riconosciute a livello federale entro i confini del North Dakota hanno relazioni indipendenti e sovrane con il governo federale e le riserve territoriali:

Modifica federale

Politica Modifica

I principali partiti politici in North Dakota sono il Democratic-NPL e il Republican Party. A partire dal 2007 [aggiornamento] , anche il Partito della Costituzione e il Partito Libertario sono partiti organizzati nello stato.

A livello statale, il governatorato è detenuto dal Partito Repubblicano dal 1992, insieme alla maggioranza della legislatura statale e ai funzionari statali. Le proiezioni Dem-NPL sono state forti nella corsa al governatore del 2000 e nelle elezioni legislative del 2006, ma la Lega non ha avuto un grande passo avanti dall'amministrazione dell'ex governatore dello stato George Sinner.

Il candidato presidenziale del Partito Repubblicano di solito porta lo stato nel 2004, George W. Bush ha vinto con il 62,9% dei voti. Di tutti i candidati presidenziali democratici dal 1892, solo Grover Cleveland (1892, uno dei tre voti), Woodrow Wilson (1912 e 1916), Franklin D. Roosevelt (1932 e 1936) e Lyndon B. Johnson (1964) ricevettero l'Electoral College voti dal Nord Dakota.

D'altra parte, i candidati Dem-NPL per i seggi federali del Senato e della Camera del Nord Dakota hanno vinto tutte le elezioni tra il 1982 e il 2008 e la delegazione federale dello stato è stata interamente democratica dal 1987 al 2011. Tuttavia, entrambi gli attuali senatori statunitensi, John Hoeven e Kevin Cramer, sono repubblicani, così come l'unico membro della Camera, Kelly Armstrong.

Tasse statali Modifica

Il North Dakota ha una struttura dell'imposta sul reddito leggermente progressiva, le cinque fasce di aliquote dell'imposta sul reddito statale sono 1,1%, 2,04%, 2,27%, 2,64% e 2,90% a partire dal 2017. [150] Nel 2005 il North Dakota si è classificato al 22° posto pro capite. tasse statali. [151] L'imposta sulle vendite in North Dakota è del 5% per la maggior parte degli articoli. [152] Lo stato consente ai comuni di istituire imposte locali sulle vendite e imposte locali speciali, come l'imposta sulle vendite supplementare dell'1,75% a Grand Forks. [153] Le accise sono riscosse sul prezzo di acquisto o sul valore di mercato degli aeromobili immatricolati nel North Dakota. Lo stato impone una tassa d'uso sugli articoli acquistati altrove ma utilizzati all'interno del North Dakota. I proprietari di immobili in North Dakota pagano l'imposta sulla proprietà alla loro contea, comune, distretto scolastico e distretti fiscali speciali. [154]

La Tax Foundation classifica il North Dakota come lo stato con il ventesimo clima fiscale più "business friendly" della nazione. [155] La Giornata della Libertà Fiscale arriva il 1° aprile, 10 giorni prima della Giornata Nazionale della Libertà Fiscale. [155] Nel 2006, il North Dakota era lo stato con il minor numero di dichiarazioni presentate dai contribuenti con un reddito lordo rettificato di oltre $ 1 milione, solo 333. [156]

    , cantante di musica country. , attore. , ministro e autore. , ex astronauta della NASA. , ex senatore degli Stati Uniti, terzo senatore più longevo tra gli attuali membri di questo organo. , ex Segretario di Stato americano, diplomatico e avvocato. , chitarrista e cantante blues-rock americano. , attrice televisiva e cinematografica vincitrice del Golden Globe. , attore vincitore di un Emmy Award ed ex modello di moda maschile. , aviatore, pilota del bush ed esploratore. , vincitore del Ciclo 7 in poi La prossima top model americana. Ospite di abbastanza malvagio. , Nativo americano autore di romanzi, poesie e libri per bambini. , All-Star MLB e Campione delle World Series. , Ex battitore designato dalla MLB per i Cleveland Indians. , ex astronauta della NASA. , agente dei servizi segreti degli Stati Uniti che era nel corteo presidenziale durante l'assassinio di John F. Kennedy. , ex campione del mondo WBA Cruiserweight e pugile olimpico. , ex allenatore di basket che ha vinto 11 campionati NBA nella sua carriera di allenatore. , 9° presidente del Joint Chiefs of Staff degli Stati Uniti. , protestatore fiscale noto per la sparatoria di Medina nel 1983. , scrittore, giornalista, critico, umorista e saggista il cui lavoro si concentra spesso sulla cultura pop. , autore principalmente di narrativa occidentale. , chitarrista e cantante blues vincitore di un Grammy. , jazz e cantautore pop tradizionale. , vincitore del ciclo 5 su "America's Next Top Model". , attore che interpreta Emmett Cullen in crepuscolo e Nuova luna. Ex modello di moda maschile. , esterno destro della Major League Baseball ed ex detentore del record di fuoricampo in una singola stagione. , calciatore professionista dei Denver Broncos e dei New York Jets. , Miss America 2018. , poeta e attivista politico. , 61° Sovrintendente dell'Accademia Navale degli Stati Uniti, giocatore di football professionista per i New Orleans Saints. , economista. , partecipante alla 3a stagione di idolo americano, cantante, modello e attore. , che si unì a Lewis e Clark nella loro spedizione. , ospite di Lo spettacolo di Ed Schultz. , giornalista della CBS. , attrice cinematografica e televisiva nominata all'Oscar. , compositore di musica classica moderna formatosi ad Harvard. , ospite di Top 40 americano. , cantante di musica pop. , musicista, fisarmonicista, direttore d'orchestra e impresario televisivo. , artista hip-hop. , giocatore di football professionista per gli Indianapolis Colts. , Playboy Playmate, luglio 1987.
  1. ^ unB"Elevazioni e distanze negli Stati Uniti". Indagine geologica degli Stati Uniti. 2001. Archiviato dall'originale il 15 ottobre 2011. Estratto il 24 ottobre 2011.
  2. ^ unB Elevazione adeguata al dato verticale nordamericano del 1988.
  3. ^
  4. "Reddito familiare annuo medio". La Fondazione della famiglia Henry J. Kaiser. Archiviato dall'originale il 20 dicembre 2016 . Estratto il 9 dicembre 2016 .
  5. ^
  6. Stein, Mark (2008). Come gli Stati hanno preso la loro forma. Smithsonian Books/Harper Collins. P. 256. ISBN978-0061431395.
  7. ^
  8. "Tassi di disoccupazione attuali per gli Stati e massimi/minimi storici". Ufficio di Statistiche sul Lavoro. Aprile 2018. Archiviato dall'originale il 5 settembre 2013 . Estratto il 18 dicembre 2015.
  9. ^ unB
  10. Shactman, Brian (28 agosto 2011). "Disoccupato? Vai in Nord Dakota". CNBC. Archiviato dall'originale il 15 ottobre 2012. Estratto il 7 febbraio 2013.
  11. ^ unB
  12. Fernando, Vincent Jin, Betty (23 agosto 2010). "10 Stati con disoccupazione ridicolmente bassa e perché". Business Insider. Archiviato dall'originale il 21 maggio 2013. Estratto il 7 febbraio 2013.
  13. ^ unB
  14. Shaffer, David (22 dicembre 2012). "La crescita della popolazione del Nord Dakota è al massimo negli Stati Uniti". Tribuna delle stelle. Archiviato dall'originale il 9 giugno 2013. Estratto il 7 febbraio 2013.
  15. ^ unBC Wood, W. Raymond e Thomas D. Thiessen: Primo commercio di pellicce nelle pianure settentrionali. Commercianti canadesi tra gli indiani Mandan e Hidatsa, 1738-1818. Norman e Londra, 1987, p. 5.
  16. ^ Ahler, Stanley A., T.D. Thiessen e M.K. Trimble: Popolo dei salici. La preistoria e la protostoria degli indiani Hidatsa. Grand Forks, 1991., p. 38.
  17. ^ Wood, W. Raymond: Note sullo scisma Crow-Hidatsa. Antropologo delle pianure, vol. 22 (1977), pp. 83-100, p. 86.
  18. ^ Milloy, John S.: Le pianure Cree. Commercio, diplomazia e guerra, 1790-1870. Winnipeg, 1988, pp. 47-66.
  19. ^ Wood, W. Raymond: The Early Map of the Mandan Heartland: Notes on the Jarvis and Mackay 1791 Map. Antropologo delle pianure. vol. 55, n. 216 (nov. 2010), pp. 255-276, p. 266.
  20. ^ Hyde, George E.: La vita di George Bent. Scritto dalle sue lettere. Norman, 1987. pp. 9-15.
  21. ^ Wood, W. Raymond: The Early Map of the Mandan Heartland: Notes on the Jarvis and Mackay 1791 Map. Antropologo delle pianure. vol. 55, n. 216 (nov. 2010), pp. 255-276, p. 272.
  22. ^ Meyer, Roy W.: Gli indiani del villaggio dell'Alto Missouri. I Mandan, gli Hidatsa e gli Arikaras. Lincoln e Londra, 1977, p. 90.
  23. ^
  24. "Trascrizione audio di Pierre Gaultier de La Vérendrye 1738". L'Atlante del Canada. 2003. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  25. ^
  26. "Acquisto della Louisiana: storia, fatti e mappa". Britannica.com. Archiviato dall'originale il 1 maggio 2015 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  27. ^
  28. "Legge delega". Legislatura dello Stato di Washington. Archiviato dall'originale il 19 settembre 2007 . Estratto il 19 agosto 2007.
  29. ^
  30. "Sito Web H.I.P. Pocket Change™ - Moneta del mese". usmint.gov. settembre 2006. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007 . Estratto il 15 novembre 2018 .
  31. ^
  32. "I confini del Nord Dakota". Indagine geologica del Nord Dakota. 2002. Archiviato dall'originale il 21 luglio 2011. Estratto il 19 agosto 2007.
  33. ^
  34. "CAPITOLO 10-06.1 Azienda agricola o società a responsabilità limitata" (PDF) . Stato del Nord Dakota. Archiviato (PDF) dall'originale il 22 dicembre 2016 . Estratto il 29 dicembre 2016 .
  35. ^
  36. Harkinson, Josh (27 marzo 2009). "Come unica banca statale della nazione è diventata l'invidia di Wall Street". Madre Jones. Archiviato dall'originale il 30 dicembre 2016 . Estratto il 29 dicembre 2016 .
  37. ^
  38. "Mappa del tour virtuale del North Dakota State Capitol Building e dei terreni". Il progetto Real North Dakota. Archiviato dall'originale il 25 settembre 2007 . Estratto il 19 agosto 2007.
  39. ^
  40. "Cronologia del Nord Dakota". WorldAtlas.com. Archiviato dall'originale il 15 luglio 2007 . Estratto il 19 agosto 2007.
  41. ^ unB
  42. "Storia del Nord Dakota: panoramica e sintesi". Società storica statale del Nord Dakota. 1999. Archiviato dall'originale il 3 aprile 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  43. ^
  44. Perry, Mark (31 gennaio 2013). "Il boom del petrolio Bakken in North Dakota potrebbe durare 100 anni". Istituto americano per le imprese. Archiviato dall'originale il 6 febbraio 2013. Estratto il 7 febbraio 2013.
  45. ^
  46. Effgen, Christopher. "Tasso di criminalità negli Stati Uniti 1960-2016". www.disastercenter.com. Archiviato dall'originale il 23 giugno 2012. Estratto il 5 dicembre 2017 .
  47. ^
  48. "La criminalità nelle città del boom petrolifero del Nord Dakota è così grave che l'FBI sta intervenendo". Archiviato dall'originale il 5 dicembre 2017 . Estratto il 5 dicembre 2017 .
  49. ^
  50. Effgen, Christopher. "Tassi di criminalità del Nord Dakota 1960-2016". www.disastercenter.com. Archiviato dall'originale il 5 dicembre 2017 . Estratto il 5 dicembre 2017 .
  51. ^
  52. "Fatti e cifre". infoPlease.com. Archiviato dall'originale il 21 agosto 2006 . Estratto il 22 giugno 2006.
  53. ^
  54. "QuickFacts: Nord Dakota". Ufficio del censimento degli Stati Uniti . Estratto il 4 agosto 2020.
  55. ^
  56. "Area terrestre e acquatica degli Stati, 2000". Informazioni, per favore. 2006. Archiviato dall'originale il 22 giugno 2013. Estratto il 17 agosto 2007.
  57. ^
  58. "Tour virtuale del Parco nazionale Theodore Roosevelt". Il progetto Real North Dakota. 2007. Archiviato dall'originale il 25 settembre 2007. Estratto il 17 agosto 2007.
  59. ^
  60. "Storia del parco statale del lago Sakakawea". Parchi del Nord Dakota e dipartimento ricreativo. 2003. Archiviato dall'originale il 28 settembre 2007. Estratto il 17 agosto 2007.
  61. ^
  62. "Un ghiacciaio, un lago, una valle e un suolo per il futuro". Università del Minnesota. 1979. Archiviato dall'originale l'11 agosto 2007. Estratto il 17 agosto 2007.
  63. ^
  64. "Fatti e curiosità del Nord Dakota". 50States.com. 2007. Archiviato dall'originale l'11 luglio 2007. Estratto il 17 agosto 2007.
  65. ^
  66. "Flora del Nord Dakota: lista di controllo". ashipunov.info. Archiviato dall'originale il 24 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  67. ^
  68. "Medi climatiche del Nord Dakota". Base meteorologica. Archiviato dall'originale il 9 ottobre 2015 . Estratto il 10 novembre 2015.
  69. ^
  70. "QuickFacts North Dakota STATI UNITI". Stime della popolazione del 2019. Ufficio del censimento degli Stati Uniti, Divisione della popolazione. 13 febbraio 2020. Archiviato dall'originale il 2 febbraio 2019. Estratto il 13 febbraio 2020.
  71. ^
  72. Ufficio di presidenza, censimento degli Stati Uniti. "Sito web del censimento degli Stati Uniti". Ufficio del censimento degli Stati Uniti . Estratto il 22 febbraio 2018 .
  73. ^
  74. "Popolazione storica del Nord Dakota". Università statale del Nord Dakota. Archiviato dall'originale il 13 novembre 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  75. ^
  76. "North Dakota QuickFacts dal US Census Bureau". Archiviato dall'originale il 15 giugno 2006 . Estratto il 19 agosto 2007.
  77. ^
  78. Exner, Rich (3 giugno 2012). "Gli americani di età inferiore a 1 ora sono per lo più minoranze, ma non in Ohio: Statistical Snapshot". Il semplice commerciante. Archiviato dall'originale il 14 luglio 2016 . Estratto il 4 novembre 2012.
  79. ^
  80. "statecenter". Ufficio del censimento degli Stati Uniti. 2000. Archiviato dall'originale l'8 maggio 2013. Estratto il 21 novembre 2006.
  81. ^
  82. "Dati storici del cambiamento della popolazione (1910-2020)". Censimento.gov. Ufficio del censimento degli Stati Uniti. Archiviato dall'originale il 29 aprile 2021. Estratto il 1 maggio 2021.
  83. ^
  84. "Nascite: dati definitivi per il 2013" (PDF) . Cdc.gov. Archiviato (PDF) dall'originale l'11 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  85. ^
  86. "Nascite: dati definitivi per il 2014" (PDF) . Cdc.gov. Archiviato (PDF) dall'originale il 14 febbraio 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  87. ^
  88. "Nascite: dati definitivi per il 2015" (PDF) . Cdc.gov. Archiviato (PDF) dall'originale il 31 agosto 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  89. ^
  90. "dati" (PDF) . www.cdc.gov. Archiviato (PDF) dall'originale il 3 giugno 2018 . Estratto il 5 maggio 2018 .
  91. ^
  92. "Copia archiviata" (PDF) . Archiviato (PDF) dall'originale il 1 febbraio 2019. Estratto il 21 febbraio 2019. CS1 maint: copia archiviata come titolo (link)
  93. ^
  94. "Dati" (PDF) . www.cdc.gov . Estratto il 21 dicembre 2019.
  95. ^
  96. "Dati" (PDF) . www.cdc.gov . Estratto il 1 aprile 2021.
  97. ^
  98. "Statistiche del censimento storico sui totali della popolazione per razza, dal 1790 al 1990 e per origine ispanica, dal 1970 al 1990, per gli Stati Uniti, le regioni, le divisioni e gli stati". Censimento.gov. Archiviato dall'originale il 24 dicembre 2014 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  99. ^
  100. "Visualizzatore del censimento". Censusviewer.com. 8 gennaio 2014. Archiviato dall'originale l'8 gennaio 2014 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  101. ^
  102. Dati del censimento 2010. "Dati del censimento 2010". Censimento.gov. Estratto il 18 aprile 2014 .
  103. ^
  104. "Le principali tendenze della popolazione nel Nord Dakota". Università statale del Nord Dakota. 2007. Archiviato dall'originale il 18 agosto 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  105. ^
  106. "Agenda 2003-Salvataggio del Nord Dakota". Il Foro di Fargo-Moorhead. 2002. Archiviato dall'originale il 27 settembre 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  107. ^"Il boom del petrolio mette il turbo alla crescita della popolazione del Nord Dakota" Archiviato il 20 gennaio 2013, presso la Wayback Machine, Il Denver Post, Estratto il 12 luglio 2013.
  108. ^
  109. Dati del censimento 2010. "Dati del censimento 2010-Censimento 2010". 2010.census.gov. Archiviato dall'originale il 24 marzo 2011. Estratto il 14 dicembre 2011.
  110. ^
  111. "Stime demografiche e abitative 2019". data.census.gov . Estratto il 22 maggio 2021.
  112. ^
  113. "Dove vanno i rifugiati in America". Washington Post. Archiviato dall'originale il 4 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  114. ^
  115. "Anno fiscale 2014 Arrivi di rifugiati-Ufficio di reinsediamento dei rifugiati-Amministrazione per bambini e famiglie". Acf.hhs.gov. Archiviato dall'originale il 10 luglio 2016 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  116. ^
  117. "Il Nord Dakota guida la nazione nel reinsediamento dei rifugiati pro capite". Inforum.com. Archiviato dall'originale il 26 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  118. ^
  119. "Finanziamenti federali emessi per il reinsediamento dei rifugiati". Inforum.com. Archiviato dall'originale il 26 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  120. ^
  121. "Stime cumulative delle componenti del cambiamento della popolazione per gli Stati Uniti, le regioni e gli Stati: dal 1 aprile 2000 al 1 luglio 2008 (NST-EST2008-04)". Ufficio del censimento degli Stati Uniti. 15 dicembre 2015. Archiviato dall'originale (CSV) il 5 febbraio 2009 . Estratto il 16 gennaio 2009.
  122. ^ Sistemi di accesso e diffusione dei dati (DADS). "Sito web del censimento degli Stati Uniti: risultati" .
  123. ^
  124. "2019 QuickFacts". Ufficio del censimento degli Stati Uniti.
  125. ^
  126. "Lingua più parlata in North Dakota nel 2010". Associazione di lingue moderne. Archiviato dall'originale il 19 giugno 2006 . Estratto il 15 dicembre 2013.
  127. ^
  128. "Censimento USA 2000" (PDF) . Archiviato (PDF) dall'originale il 17 gennaio 2010 . Estratto il 13 settembre 2013.
  129. ^
  130. "Religione in America: dati religiosi degli Stati Uniti, dati demografici e statistiche-Pew Research Center". Archiviato dall'originale il 18 aprile 2018. Estratto il 26 aprile 2018.
  131. ^ unB
  132. "Religione in America: dati religiosi degli Stati Uniti, dati demografici e statistiche". Progetto di vita pubblica e religione del Pew Research Center . Estratto il 22 maggio 2021.
  133. ^
  134. "The Association of Religion Data Archives | State Membership Report". Thearda.com. Archiviato dall'originale il 4 marzo 2016 . Estratto il 27 novembre 2013.
  135. ^ unBC
  136. "Indagine sull'identificazione religiosa americana". Mostra 15. Il Graduate Center, City University di New York. Archiviato dall'originale il 13 settembre 2006 . Estratto il 24 novembre 2006.
  137. ^
  138. "Presbiterio delle pianure settentrionali". Presbiterio delle Pianure Settentrionali. Archiviato dall'originale il 25 maggio 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  139. ^
  140. "Nord Dakota-Religioni". City-data.com. Archiviato dall'originale il 30 ottobre 2013. Estratto il 13 settembre 2013.
  141. ^
  142. "Economia del Nord Dakota". NetState. 4 giugno 2007. Archiviato dall'originale il 1 luglio 2007. Estratto il 4 ottobre 2007.
  143. ^
  144. "Prodotto interno lordo per Stato, 2° trimestre 2018". Ufficio di analisi economica. 19 gennaio 2019. Archiviato dall'originale il 10 febbraio 2019. Estratto il 9 febbraio 2019.
  145. ^
  146. "Prodotto interno lordo (PIL) in dollari attuali per Stato e regione, 2017:Q1-2018:Q2" (PDF) . Ufficio di analisi economica degli Stati Uniti. 19 gennaio 2019. Archiviato (PDF) dall'originale l'11 aprile 2019. Estratto il 9 febbraio 2019.
  147. ^ unB
  148. "Reddito pro capite negli ultimi 12 mesi (in dollari 2017), 2013-2017". Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. Archiviato dall'originale il 10 febbraio 2019. Estratto il 9 febbraio 2019.
  149. ^
  150. O'Neal, Adam (12 febbraio 2014). "N. Dakota di nuovo in cima alla lista di creazione di posti di lavoro, secondo DC". Vera politica chiara. Archiviato dall'originale il 21 febbraio 2014 . Estratto il 12 febbraio 2014 .
  151. ^
  152. Thomas, G. Scott (27 giugno 2013). "Governatori e posti di lavoro: come classificano i governatori per la creazione di posti di lavoro nei loro stati". I giornali di affari. Archiviato dall'originale il 14 marzo 2014 . Estratto il 12 febbraio 2014 .
  153. ^
  154. Saad, Lydia (12 febbraio 2014). "Il Nord Dakota è leader nella creazione di posti di lavoro per il quinto anno consecutivo". Gallup. Archiviato dall'originale il 15 febbraio 2014 . Estratto il 12 febbraio 2014 .
  155. ^
  156. Nowatzki, Mike (25 marzo 2014). "N.D. guida di nuovo la nazione nella crescita del reddito personale". Affari della prateria. Archiviato dall'originale il 19 aprile 2014 . Estratto il 26 marzo 2014 .
  157. ^
  158. "ND registra la più alta crescita del reddito personale della nazione". Yahoo Notizie. 25 marzo 2014. Archiviato dall'originale il 28 marzo 2014 . Estratto il 26 marzo 2014 .
  159. ^
  160. Graeber, Daniel (26 marzo 2014). "L'economia del Nord Dakota ricco di petrolio è in piena espansione". UPI. Archiviato dall'originale il 27 marzo 2014 . Estratto il 26 marzo 2014 .
  161. ^
  162. "Il petrolio da 60 dollari rovinerà l'economia del Nord Dakota?". 247wallst.com. Archiviato dall'originale il 4 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  163. ^
  164. "Amazon espanderà il centro assistenza clienti a Grand Forks, ND". Bloomberg L.P. Archiviato dall'originale il 28 dicembre 2013 . Estratto il 21 dicembre 2012.
  165. ^
  166. Gunson, Dan. "Con Microsoft, Hitachi per aprire il business del software a Fargo". Radio pubblica del Minnesota. Archiviato dall'originale il 6 dicembre 2011. Estratto il 21 dicembre 2012.
  167. ^
  168. "Home page delle statistiche sulla disoccupazione del territorio". Bls.gov. Archiviato dall'originale il 25 luglio 2018. Estratto il 13 febbraio 2020.
  169. ^
  170. Cauchon, Dennis (17 marzo 2011). "Boom dell'economia del Nord Dakota, la popolazione aumenta". USA Today.
  171. ^
  172. Canova, Timoteo. "L'opzione pubblica: il caso degli istituti bancari pubblici paralleli" (PDF) . Archiviato dall'originale (PDF) il 10 marzo 2013 . Estratto il 31 gennaio 2013.
  173. ^
  174. "Tassi di disoccupazione attuali per gli Stati e massimi/minimi storici". Bls.gov. 18 gennaio 2019. Archiviato dall'originale il 18 marzo 2019 . Estratto il 18 febbraio 2019.
  175. ^
  176. "North Dakota-DP-3. Profilo delle caratteristiche economiche selezionate: 2000". Ufficio del censimento degli Stati Uniti. Archiviato dall'originale il 12 febbraio 2020. Estratto il 30 agosto 2007.
  177. ^
  178. "Estensione". Csrees.usda.gov. 19 aprile 2011. Archiviato dall'originale il 28 marzo 2014 . Estratto il 23 ottobre 2012.
  179. ^ unBCD Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (dicembre 2009). Censimento dell'agricoltura 2007Archiviato il 16 ottobre 2010 in Internet Archive.. 1. Parte 51. pp. 276-293, pp. 345-355, p. 434, pp. 474-489.
  180. ^
  181. "NAS-Pubblicazioni-Tendenze nell'agricoltura degli Stati Uniti". Nass.usda.gov. 5 dicembre 2005. Archiviato dall'originale il 15 agosto 2012. Estratto il 23 ottobre 2012.
  182. ^
  183. "Le migliori materie prime agricole del Nord Dakota" (PDF) . Archiviato dall'originale (PDF) il 14 dicembre 2013 . Estratto il 27 settembre 2013.
  184. ^
  185. "Profilo rinnovabile EIA energia rinnovabile-Nord Dakota". 27 maggio 2008. Archiviato dall'originale il 27 maggio 2008.
  186. ^
  187. "Statistiche del carbone". Associazione nazionale mineraria. 15 maggio 2011. Archiviato dall'originale il 15 maggio 2011 . Estratto il 15 novembre 2018 .
  188. ^
  189. "Cose da fare in Nord Dakota". ThingsToDo.com. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007. Estratto il 4 ottobre 2007.
  190. ^
  191. Gunderson, Dan (28 agosto 2006). "La zona petrolifera del Nord Dakota è in piena espansione". Radio pubblica del Minnesota. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007. Estratto il 4 ottobre 2007.
  192. ^
  193. Donovan, Lauren (20 giugno 2006). "Il North Dakota potrebbe essere un attore petrolifero più grande dell'Alaska". Bismarck Tribune.
  194. ^
  195. "Da 3 a 4,3 miliardi di barili di petrolio tecnicamente recuperabile valutati nel North Dakota e nella formazione Bakken del Montana: 25 volte in più rispetto alla stima del 1995". Indagine geologica degli Stati Uniti. 10 aprile 2008. Archiviato dall'originale l'11 aprile 2008. Estratto l'11 aprile 2008.
  196. ^
  197. "Statistiche di perforazione e produzione del Nord Dakota". Dmr.nd.gov. Archiviato dall'originale il 9 luglio 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  198. ^
  199. "Produzione di petrolio greggio". Eia.doe.gov. Archiviato dall'originale il 23 aprile 2011. Estratto il 4 settembre 2017 .
  200. ^
  201. "North Dakota diventa il secondo produttore di petrolio degli Stati Uniti, Economic Times". 10 luglio 2012. Archiviato dall'originale il 10 luglio 2012. Estratto il 4 settembre 2017 da Archive.is.
  202. ^
  203. "Lettore di politica della terra". Archiviato dall'originale il 4 giugno 2009 . Estratto il 25 febbraio 2009.
  204. ^
  205. Lukas, Paul (1 novembre 1999). "Il segreto di Stato del North Dakota, il nostro stato meno visitato, è anche tra i più sottovalutati". CNNMoney.com. Archiviato dall'originale il 22 gennaio 2011 . Estratto il 13 luglio 2010.
  206. ^
  207. Meltzer, Matt (20 settembre 2015). "Gli Stati meno visitati in America e perché dovresti andare in ciascuno". Thrillist.com. Archiviato dall'originale il 4 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  208. ^
  209. "Prima strategia per il centenario annuale del Parco nazionale Theodore Roosevelt" (PDF) . agosto 2007. Archiviato (PDF) dall'originale il 31 maggio 2009 . Estratto il 13 luglio 2010.
  210. ^
  211. "Norsk Hostfest". 7 ottobre 2006. Archiviato dall'originale il 25 marzo 2010.
  212. ^
  213. Elvins, Sarah (2 settembre 2015). " 'Un fiume di denaro che scorre a sud': shopping transfrontaliero in North Dakota e l'insaziabile desiderio canadese di merci americane, 1900-2001". Storia della vendita al dettaglio e del consumo. 1 (3): 230–245. doi:10.1080/2373518X.2015.1134256. ISSN2373-518X. S2CID167403788.
  214. ^
  215. "Zone Interdite: Classé Secret Défense – le Tour du Monde de la famille Bourgeois" (in francese). Estratto il 10 ottobre 2020.
  216. ^Centri traumatologici verificati Archiviato il 7 luglio 2014 presso la Wayback Machine. Collegio Americano dei Chirurghi. Estratto il 10 aprile 2014.
  217. ^Risorse per la salute Archiviato il 10 maggio 2013, in Wayback Machine. Ndhealth.gov. Estratto il 22 maggio 2014.
  218. ^Risorse per la salute Archiviato il 10 maggio 2013, in Wayback Machine. Ndhealth.gov. Estratto il 22 maggio 2014.
  219. ^Risorse per la salute Archiviato il 24 aprile 2013, in Wayback Machine. Ndhealth.gov. Estratto il 22 maggio 2014.
  220. ^
  221. "Affiliati con licenza e senza licenza". BCBSND. Archiviato dall'originale il 3 maggio 2015 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  222. ^
  223. "Dipartimento dei servizi umani del Nord Dakota". Nd.gov. Archiviato dall'originale il 10 luglio 2014 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  224. ^
  225. "Mercato dell'assicurazione sanitaria per gli individui". HealthCare.gov. 31 marzo 2014. Archiviato dall'originale l'11 marzo 2014 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  226. ^
  227. Blair, Whitney (6 dicembre 2010). "Perché Walgreens In Fargo, N.D., non può riempire le tue prescrizioni". Npr.org. Archiviato dall'originale il 10 febbraio 2014 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  228. ^
  229. "Segretario di Stato—Risultati della serata elettorale—8 novembre 2016". risultati.sos.nd.gov. Archiviato dall'originale il 22 agosto 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  230. ^ William Charles Sherman, Playford V. Thorson, Warren A. Henke, Gente delle pianure: storia etnica del Nord Dakota (North Dakota Institute for Regional Studies, 1986) pp 189, 242, 256
  231. ^ Elwyn B. Robinson, Storia del Nord Dakota (1966) pp. 285–87, 557
  232. ^
  233. "Tedeschi dalla Russia Heritage Collection". Library.ndsu.edu. 1 settembre 2002. Archiviato dall'originale il 18 dicembre 2013 . Estratto il 13 settembre 2013.
  234. ^
  235. "Josh Duhamel". IMDb. 2007. Archiviato dall'originale il 16 agosto 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  236. ^
  237. "Specie di pesce". Dipartimento di selvaggina e pesce del North Dakota. 2007. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007. Estratto il 19 agosto 2007.
  238. ^
  239. "Prime stazioni in ogni stato". Radio Club Nazionale. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007. Estratto il 6 ottobre 2007.
  240. ^Risultati query AM—Divisione audio (FCC) USAArchiviato il 30 gennaio 2016 in Wayback Machine. Transizione.fcc.gov. Estratto il 12 luglio 2013.
  241. ^Risultati query FM—Divisione audio (FCC) USAArchiviato il 30 gennaio 2016 in Wayback Machine. Transizione.fcc.gov. Estratto il 12 luglio 2013.
  242. ^Risultati query FM—Divisione audio (FCC) USAArchiviato il 30 gennaio 2016 in Wayback Machine. Transizione.fcc.gov. Estratto il 12 luglio 2013.
  243. ^Radio Online ®Archiviato il 17 gennaio 2013, in Wayback Machine. Ratings.radio-online.com (8 giugno 2013). Estratto il 12 luglio 2013.
  244. ^
  245. "La prima stazione televisiva del Nord Dakota". Prateria pubblica. Archiviato dall'originale il 23 ottobre 2007 . Estratto il 6 ottobre 2007.
  246. ^
  247. "Stime del mercato locale Nielsen Media 2011-2012". TVJobs.com. Archiviato dall'originale il 28 agosto 2008 . Estratto il 9 gennaio 2013.
  248. ^
  249. "ND Dipartimento dei Servizi di Emergenza: Benvenuto". Nd.gov. Archiviato dall'originale il 12 luglio 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  250. ^
  251. "Dipartimento dei servizi di emergenza ND: Informazioni su NDDES". Nd.gov. Archiviato dall'originale il 24 luglio 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  252. ^
  253. "Home—GeoComm". GeoComm. Archiviato dall'originale il 3 settembre 2017 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  254. ^
  255. "Servizi di sviluppo dei dati cartografici". Geo-comm.com. Archiviato dall'originale il 19 giugno 2015 . Estratto il 4 settembre 2017 .
  256. ^
  257. "Sistemi di comunicazione dei servizi di emergenza" (PDF) (North Dakota Century Code). Archiviato (PDF) dall'originale il 19 agosto 2017 . Estratto il 7 giugno 2017 .
  258. ^
  259. "Dakota, Missouri Valley e Western Railroad". Dakota, Missouri Valley e Western Railroad. Archiviato dall'originale il 4 ottobre 2007. Estratto il 5 ottobre 2007.
  260. ^
  261. "Chi siamo". Red River Valley e Western Railroad. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007 . Estratto il 5 ottobre 2007.
  262. ^
  263. "Amtrak-Rotte-Nordovest". Amtrak. Archiviato dall'originale l'11 ottobre 2007. Estratto il 5 ottobre 2007.
  264. ^Transit / Data MapsArchiviato il 12 dicembre 2013, presso la Wayback Machine. NDSU SURTC. Estratto il 12 luglio 2013.
  265. ^
  266. "Governo statale". Stato del Nord Dakota. Archiviato dall'originale il 20 marzo 2012. Estratto il 6 ottobre 2007.
  267. ^
  268. "Codice amministrativo del Nord Dakota | Ramo legislativo del Nord Dakota". Legis.nd.gov. 1 luglio 1978. Archiviato dall'originale il 9 aprile 2014 . Estratto il 18 aprile 2014 .
  269. ^
  270. "Tribunali distrettuali". Corte Suprema del Nord Dakota. Archiviato dall'originale il 20 ottobre 2010 . Estratto il 6 ottobre 2007.
  271. ^
  272. "Tutti i giudici distrettuali". Corte Suprema del Nord Dakota. Archiviato dall'originale il 18 settembre 2010 . Estratto il 6 ottobre 2007.
  273. ^
  274. "Sistema giudiziario del Nord Dakota". Corte Suprema del Nord Dakota. Archiviato dall'originale il 20 aprile 2010 . Estratto il 6 ottobre 2007.
  275. ^
  276. "Tabelle fiscali 2017 per il modulo ND-1" (PDF) . Ufficio del Commissario Fiscale dello Stato, North Dakota . Estratto il 26 luglio 2018 .
  277. ^
  278. "Stati classificati in base alle imposte statali totali e all'importo pro capite: 2005". Ufficio del censimento degli Stati Uniti. Archiviato dall'originale il 9 aprile 2007 . Estratto il 4 ottobre 2007.
  279. ^
  280. "Vendita e uso". Ufficio del Commissario Fiscale dello Stato, Dipartimento Fiscale, North Dakota. Archiviato dall'originale il 22 giugno 2007 . Estratto il 4 ottobre 2007.
  281. ^
  282. "Grand Forks: Economia-Grandi industrie e attività commerciale". City-Data.com. Archiviato dall'originale il 13 ottobre 2007 . Estratto il 4 ottobre 2007.
  283. ^
  284. "Proprietà". Ufficio del Commissario Fiscale dello Stato, Dipartimento Fiscale, North Dakota. Archiviato dall'originale il 22 giugno 2007 . Estratto il 4 ottobre 2007.
  285. ^ unB
  286. "Aree di ricerca fiscale > North Dakota". La Fondazione Fiscale. Archiviato dall'originale il 3 novembre 2011. Estratto il 14 dicembre 2011.
  287. ^IRS - Statistiche fiscali in breveArchiviato il 9 agosto 2012, presso la Wayback Machine
  • Arends, Shirley Fischer. I tedeschi del Dakota centrale: la loro storia, lingua e cultura. (1989). 289 pagg.
  • Berg, Francie M., ed. Patrimonio etnico nel Nord Dakota. (1983). 174 pagg.
  • Blackorby, Edward C. Prairie Rebel: La vita pubblica di William Lemke (1963), un leader radicale nell'edizione online degli anni '30
  • Collins, Michael L. Quel dannato cowboy: Theodore Roosevelt e il West americano, 1883–1898 (1989).
  • Cooper, Jerry e Smith, Glen. Cittadini come soldati: una storia della Guardia nazionale del Nord Dakota. (1986). 447 pagg.
  • Crawford, Lewis F. Storia del Nord Dakota (3 vol 1931), ottima storia in vol 1 biografie in vol. 2-3
  • Danbom, David B. "Il nostro scopo è servire": il primo secolo della stazione sperimentale agricola del Nord Dakota. (1990). 237 pagg.
  • Eisenberg, C.G. Storia del primo distretto di Dakota del Sinodo evangelico-luterano dell'Iowa e degli altri Stati. (1982). 268 pagg.
  • Ginsburg, Faye D. Vite contestate: il dibattito sull'aborto in una comunità americana (1989). 315 pp. la questione in Fargo
  • Hargreaves, Mary W. M. Agricoltura a secco nelle Grandi Pianure settentrionali: anni di riadattamento, 1920-1990. (1993). 386 pagg.
  • Howard, Thomas W., ed. La tradizione politica del Nord Dakota. (1981). 220 pagine
  • Hudson, John C. Città di campagna delle pianure. (1985). 189 pp. il geografo studia le piccole città
  • Junker, Rozanne Enerson. La Banca del Nord Dakota: un esperimento sulla proprietà statale. (1989). 185 pagg.
  • Lamar, Howard R. Territorio del Dakota, 1861–1889: uno studio sulla politica di frontiera (1956).
  • Lounsberry, Clement A. Storia antica del Nord Dakota (1919) eccellente storia di un editore di Bismarck Tribune 645pp edizione online
  • Lysengen, Janet Daley e Rathke, Ann M., eds. L'antologia del centenario di "North Dakota History: Journal of the Northern Plains" (1996). 526 pp. articoli dal giornale di storia dello stato che coprono tutti i principali argomenti della storia dello stato
  • Morlan, Robert L. Prairie Fire politico: La Lega apartitica, 1915-1922. (1955). 414 pp. NPL sale brevemente al potere
  • Peirce, Neal R. Gli Stati delle Grandi Pianure d'America: Popolo, Politica e Potere nei Nove Stati delle Grandi Pianure (1973) estratto e ricerca di testo, capitolo sul North Dakota
  • Robinson, Elwyn B., D. Jerome Tweton e David B. Danbom. Storia del Nord Dakota (2a ed. 1995) storia standard, da eminenti studiosi ampia bibliografia
    • Robinson, Elwyn B. Storia del Nord Dakota (1966) Prima edizione in linea

    Fonti primarie Modifica

    • Benson, Bjorn Hampsten, Elizabeth e Sweney, Kathryn, eds. Giorno dopo giorno: la vita delle donne nel Nord Dakota. (1988). 326 pagg.
    • Massimiliano, principe di Wied. Viaggi nell'interno del Nord America nelle retrovie dal 1832 al 1834 (Vols. XXII-XXIV di "Early Western Travels, 1748-1846", a cura di Reuben Gold Thwaites 1905-1906). Massimiliano trascorse l'inverno del 1833-1834 a Fort Clark.
    • l'Università del Nord Dakota, Bureau of Governmental Affairs, ed., Una raccolta di piattaforme del partito politico del Nord Dakota, 1884-1978. (1979). 388 pagg.
    • WPA. North Dakota: una guida allo stato della prateria settentrionale (2a ed. 1950), la guida classica edizione online
    • Definizioni da Wikizionario
    • Media da Wikimedia Commons
    • Notizie da Wikinews
    • Citazioni da Wikiquote
    • Testi da Wikisource
    • Libri di testo da Wikibooks
    • Guida di viaggio di Wikivoyage
    • Risorse da Wikiversità

    120 ms 6.7% Scribunto_LuaSandboxCallback::gsub 100 ms 5.6% Scribunto_LuaSandboxCallback::match 100 ms 5.6% Scribunto_LuaSandboxCallback::plain 80 ms 4.5% Scribunto_LuaSandboxCallback::unstripNoWiki 60 ms 3.4% Scribunto_Lua4% ms:SandboxEntity generator 60 ms 3.4% 3,4% [altri] 440 ms 24,7% Numero di entità Wikibase caricate: 1/400 -->


    Inferno in acqua alta: la storia di Devils Lake, North Dakota

    Un'inquietante inondazione nel Nord Dakota ha spazzato via strade, chiese, cimiteri e centinaia di fattorie.

    Per gli adolescenti alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni 󈨔, il lago – dimora di spiriti dispettosi, secondo la tradizione dei nativi americani– ci ha attirato a tagliare le lezioni, bere birra, ascoltare gli AC/DC e remare in barca sotto un soffice cielo azzurro, oltre mucche al pascolo e trattori John Deere che agitano il terreno scuro. L'area stava vivendo una lieve siccità allora, quindi il nostro rifugio ha inevitabilmente assunto una tonalità verde scuro poco invitante in autunno. Non importa. Facciamo lo slalom attraverso il fango, emergendo coperti di melma, quindi aspettiamo lo scioglimento della neve della prossima primavera per dare nuova vita alla baia. Il ciclo ha mantenuto un ritmo apparentemente prevedibile.

    In realtà, il nostro parco giochi era poco stabile. Un bacino glaciale chiuso non collegato a nessun fiume, Devils Lake è alimentato solo dalle precipitazioni e dal deflusso e svuotato dalla sola evaporazione. Di conseguenza, l'acqua si è allargata a ventaglio ed è praticamente scomparsa diverse volte negli ultimi 4.000 anni. Alla fine del 1800, un grande battello a vapore chiamato Minnie H consegnava la posta alle città ora servite dai camion postali. I miei nonni sono vissuti per vedere il litorale restringersi – con città, strade e fattorie che colonizzavano la terra appena esposta che era stata precedentemente sott'acqua. Tutto ciò che era storia antica per me e i miei genitori. Per due generazioni, il livello del lago è rimasto abbastanza costante che la maggior parte di noi non ci ha pensato molto.

    Alcuni anni piovosi negli anni 󈨊 spinsero la città a costruire un argine per proteggere il suo sistema fognario vicino al lungomare. Periodicamente, una manciata di cittadini preoccupati ha anche spinto per un'entrata/uscita artificiale per stabilizzare il flusso e il riflusso. Ahimè, non è successo niente. Pertanto, il paradiso della mia giovinezza è rimasto immutato, anche dopo che mi sono trasferito a New York per intraprendere la carriera di giornalista nel 1987.

    Il sole del primo mattino splende in un fienile abbandonato a cui Johnson accede tramite kayak.

    E poi sono arrivate le piogge. Una siccità di quattro anni si è trasformata in un epico ciclo di piogge a partire dal 1993, quando le tempeste hanno colpito l'area e nevicate più abbondanti si sono sciolte sulla terra impregnata d'acqua. Quando arrivarono le piogge estive, il lago, senza un posto dove andare, si riversò incontrollato sulla nostra topografia notoriamente piatta. L'acqua è salita di quasi cinque piedi quel primo anno, distruggendo le case in riva al lago e, naturalmente, i terreni agricoli. "È stato un pugno nello stomaco", afferma Jeff Frith, manager del Devils Lake Basin Joint Water Resources Board. "Durante altri tratti piovosi, ci sarebbe stato un anno particolarmente piovoso, seguito da uno meno umido, quindi l'acqua aveva la possibilità di ritirarsi", spiega. Solo che questa volta le precipitazioni sono continuate, facendo raddoppiare le dimensioni del lago entro il 1999. Dispiegandosi come un'ameba, il bacino in crescita ha inghiottito tutto, dai cimiteri ai campi da calcio. "Il più grande malinteso, dai Joe medi agli ingegneri idrici più esperti, era che l'acqua non potesse continuare a salire", aggiunge Frith, anche un commissario di contea. “Ma lo ha fatto.

    “Abbiamo visto i pesci saltare mentre riempivamo i trattori e sapevamo che la casa era la prossima"

    Quando la sorpresa si è trasformata in terrore, i residenti hanno cercato una causa – meno zone umide, il cambiamento climatico globale – da incolpare. Per la gente del posto, l'aumento è sembrato strano. Tra i climatologi, non tanto. "L'area si sposta dentro e fuori da due stati climatici estremamente variabili in lunghi lassi di tempo", spiega Karen Ryberg, ricercatrice dell'US Geological Survey a Bismarck, North Dakota, un'agenzia che ha studiato intensamente la regione del lago Devils per decenni. “Quando si guarda a migliaia di anni, questo ciclo rientra perfettamente nelle norme. Infatti, quando i coloni arrivarono alla fine del 1800, il lago conteneva quasi la stessa quantità d'acqua di oggi.

    Questo è il freddo conforto per gli agricoltori, che hanno sopportato disgrazie catastrofiche."È stato come morire di una morte lenta", ricorda Dan Webster, un amico di mio padre, che coltiva 11.000 acri di grano, mais, orzo e soia con suo genero vicino al villaggio di Churchs Ferry . Dopo che i primi 1.500 acri della fattoria di terza generazione della sua famiglia hanno ceduto, la scena è diventata decisamente surreale. “Abbiamo visto i pesci saltare mentre riempivamo i trattori e sapevamo che la casa era la prossima", spiega. Per evitare che la casa della sua infanzia si dissolvesse in pericolosi detriti, Webster, con l'aiuto di suo padre, fu costretto a bruciare il posto prima che le onde lambissero le fondamenta. Nel 2011, l'acqua ha violato una strada che fungeva da diga e si è precipitata sull'ultimo pezzo di 1.000 acri della terra di suo nonno. “È stato devastante", dice.

    I contenitori per cereali in alluminio rimarranno robusti per anni, a meno che non diventino impregnati d'acqua. "Una volta che ciò accade, il cemento si solleva e non sarà mai più utilizzabile", spiega l'agricoltore locale Dan Webster

    Tuttavia, Webster si considera uno dei fortunati. È riuscito a continuare a coltivare comprando e affittando terreni, alcuni dai vicini che hanno gettato la spugna. Sebbene le precipitazioni si siano stabilizzate negli ultimi anni, il lago varia ancora di qualche metro all'anno. Nel 2016, un aumento ha messo fuori produzione 130.800 acri agricoli, traducendosi in perdite dirette di 36,2 milioni di dollari, secondo Dwight Aakre, ex specialista nella gestione delle aziende agricole del North Dakota State University Extension Service. E un calo l'anno scorso ha permesso a Webster di seminare 800 dei suoi 2.500 acri perduti in riva al lago. “Quei campi sotto i 20 e i 30 piedi d'acqua? Non vedremo più quella terra nella nostra vita", prevede Frith.

    Poiché l'alluvione si è manifestata come un movimento inarrestabile, in contrapposizione a una corsa unificante, la comunità ha lottato per fondersi dietro un'unica soluzione. “Era difficile parlare con una sola voce quando le nostre fattorie venivano abbattute una alla volta", spiega Webster. Né ha aiutato il fatto che gli anni più piovosi abbiano prodotto raccolti da record per coloro che non sono stati allagati. “Ho avuto ragazzi che sono venuti da me più tardi per scusarsi", spiega. “Una volta che sono stati colpiti, hanno capito.

    Durante la metà degli anni '80, il Genio dell'Esercito ha esteso l'argine per proteggere sia il sistema fognario che l'intera città dalle inondazioni, con un costo di quasi $ 60 milioni, quindi ha dovuto estenderlo nuovamente per un importo di $ 130 milioni quando un aumento ha reso il lavoro obsoleto. Allo stesso modo, le principali autostrade sono state ricostruite – solo per essere allagate e ricostruite. In due decenni e mezzo, la municipalità, lo stato, la FEMA e il corpo dell'esercito hanno speso oltre 1,5 miliardi di dollari per affrontare il problema, compresa la costruzione di due prese di emergenza e strutture simili a dighe alimentate da pompe elettriche . Oggi, i funzionari sono fiduciosi di aver finalmente costruito strade abbastanza alte da resistere a qualsiasi pioggia, ma queste soluzioni infrastrutturali non miglioreranno la difficile situazione degli agricoltori inondati.

    Alcuni hanno già cambiato i mezzi di sussistenza, sfruttando i loro nuovi avamposti sul lungomare in resort e campeggi. I genitori di Jim Yri un tempo gestivano una fattoria di bestiame e cereali dove lui e sua moglie Diane ora ospitano gli ospiti durante la notte. “Nel 2001, il lago aveva inghiottito 2.000 acri, quindi abbiamo dovuto rischiare qui o fare le valigie e trasferirci", ricorda Diane. Riluttante a rinunciare alla sua professione, Jim ha continuato a lavorare ciò che era rimasto della loro terra mentre la coppia portava tre piccole capanne modulari da affittare e si immergeva nel business del turismo. A differenza della gente del posto abituata a passare in canoa accanto a alberi stranamente fuori posto, i visitatori del fiorente resort di Yri, West Bay, aperto tutto l'anno, sono spesso ignari della tesa storia della zona. “La gente andrà a pescare e vedrà macchinari ed edifici seduti nell'acqua e chiederà: ‘Perché è lì?’", racconta Jim.

    "È impossibile immaginare terreni agricoli asciutti in luoghi in cui ora si trovano erbe umide e uccelli acquatici", afferma Johnson. Un segno di acqua alta tre piedi sopra la superficie del lago ha lasciato anelli di ruggine attorno a questo bidone del grano circondato da tife.

    Dei quasi 30 campeggi e resort sorti, almeno sette erano una volta fattorie. “Mio nonno raccoglieva il grano su un terreno che ora si trova nel lago di fronte a noi, quindi l'ho capito", spiega Kyle Blanchfield, proprietario del Woodland Resort, di fronte alla spiaggia lontana che ho frequentato durante la mia infanzia . “Ma l'acqua alta ci ha dato una pesca di livello mondiale, e la gente ora viene da ogni parte per andare in vacanza a Devils Lake.

    È vero. Un paio di estati fa, la mia famiglia allargata ha affittato una capanna tentacolare nel resort di Blanchfield, e ho portato lì il mio equipaggio di New York City per una settimana. Ho sorseggiato Coronas al tramonto accanto a un pozzo del fuoco, guardando la baia ormai traboccante. Mentre mia figlia di 13 anni strimpellava il suo ukulele e mio figlio di 16 anni prendeva un frigorifero pieno di pesci, il suono di un motoscafo che trainava uno sciatore in lontananza ha rilasciato un'ondata dei miei ricordi di adolescente e ho sentito solo gioia.

    Mentre Johnson ha remato davanti a questa casa secolare che è rimasta sommersa per 15 anni, spiega, "Ho pensato alle generazioni che sono cresciute qui e ho immaginato quanto deve essere stato difficile e strano vedere l'acqua togliere lentamente la loro connessione con la terra." Durante le riprese, il fotografo ha incontrato aratri, trivelle e camion agricoli parzialmente affondati, detriti pericolosi per i diportisti della zona e fantasmi dispiaciuti di mezzi di sussistenza persi.

    Il nostro volubile lago non si dimostrerà mai così semplice. Il posto di Blanchfield esemplifica l'ultima sfida della zona: come bilanciare gli interessi degli agricoltori attivi, che hanno ancora bisogno dell'acqua per regredire, con quelli che possiedono resort, che non lo fanno. "Il lago è ora a circa 1.450 piedi e siamo abbastanza felici", osserva Blanchfield, che, come la maggior parte dei locali, ha imparato a parlare nelle statistiche. "Se diventa troppo superficiale, potremmo perdere tutto ciò che abbiamo investito in questo posto." Esiste una profondità adatta a tutti? "La mia fantasia è che ci uniremo tutti per trovare un livello perfetto e poi combatteremo come un inferno per farlo accadere", afferma Frith. È probabile, tuttavia, che in entrambi i casi, calpesterai i mezzi di sussistenza di qualcuno.


    Foto storiche delle scuole del Nord Dakota

    Dove posso trovare altre delle migliori foto del Nord Dakota?

    Se stai cercando altre vecchie foto del North Dakota, abbiamo quello che fa per te. Puoi trovare splendide foto scattate negli anni '50, '60 e '70. Troverai un sacco di scatti vintage da tutto lo stato che mostrano la vita quotidiana, vecchie foto di luoghi che sono ancora in giro oggi e altro ancora. Abbiamo anche condiviso alcune fotografie degli anni '30 –, un periodo in cui lo stato era proprio nel bel mezzo dell'affrontare la Grande Depressione e il Dust Bowl. C'erano persino riprese video di ND di quel periodo e ti apriranno gli occhi su un'altra era.

    Quali sono le attrazioni più antiche del Nord Dakota?

    Se stai cercando vecchie attrazioni per provare com'era la vita nel North Dakota in passato, sei fortunato. Puoi tornare ai giorni pre-statali al Fort Union Trading Post vicino a Williston, nel Dakota del Nord. L'edificio più antico che puoi visitare nello stato è ora un sito storico conservato vicino a Walhalla, con la struttura che risale al 1840. Puoi persino visitare il cinema più antico e più longevo degli Stati Uniti a Lisbona, nel Dakota del Nord.

    Quali sono le cose migliori del vivere in North Dakota?

    Se c'è qualcosa che possiamo imparare dalla storia del North Dakota, è che ci sono molte persone che amano vivere qui nonostante non sia la destinazione più popolare. I residenti che sono nati qui e sono cresciuti qui hanno bei ricordi delle cose migliori della vita nello stato. È uno stato prevalentemente rurale, quindi qui è tranquillo. Non troverai traffico intenso o grandi aree urbane rumorose che si estendono per chilometri. C'è un sacco di natura preservata, incantevoli aree panoramiche e molte grandi comunità di piccole città. Sebbene l'istruzione fosse difficile da recuperare negli anni '30, oggi l'istruzione è di alto livello tra gli altri stati e il tasso di laurea è alto. Non c'è molto da non amare del Peace Garden State!


    Storia dell'industria del Nord Dakota

    Il commercio di pellicce in quello che oggi è il North Dakota ha portato alla prima interazione tra indiani d'America ed europei. Le pellicce più popolari per il commercio erano le pelli di bufalo e di castoro. Il primo uomo bianco nel Nord Dakota fu Pierre de La Verendrye, che visitò la tribù Mandan per conto di una società commerciale. La prima stazione commerciale nel Nord Dakota fu fondata nel 1801 a Pembina da Alexander Henry. Furono istituiti avamposti commerciali a Fort Union vicino all'attuale Williston e Fort Clark vicino a Washburn per migliorare ulteriormente il commercio con gli indiani d'America o cacciatori e cacciatori di Metis. I Meti erano figli di matrimoni tra commercianti europei e indiani d'America. Erano ampiamente conosciuti per le loro abilità commerciali e partecipavano attivamente al commercio di carri trainati da buoi tra il Nord Dakota orientale e St. Paul, Minnesota.

    Agricoltura del Nord Dakota

    L'agricoltura è stata importante per la gente del Nord Dakota da quando è arrivata in questa zona migliaia di anni fa e rimane oggi la più grande industria del Nord Dakota. Le nazioni Mandan, Hidatsa e Arikara erano persone sedentarie che dedicavano gran parte del loro tempo alla coltivazione dei raccolti per il cibo.

    Un grande boom di insediamenti si verificò nel Nord Dakota dal 1879 al 1886, portando 100.000 nuovi coloni, per lo più agricoltori. Alcuni si stabilirono su fattorie di 160 acri, mentre alcuni crearono fattorie bonanza che erano altamente meccanizzate, ben finanziate e solitamente focalizzate sulla produzione di grano su larga scala. Queste fattorie prosperavano nel ricco suolo nero della Red River Valley.

    Le aziende agricole si sono gradualmente allontanate dalla monocoltura incentrata sul grano nella prima parte del XX secolo e si sono diversificate con colture come barbabietola da zucchero, girasoli e varie colture a file. Le fattorie crebbero di dimensioni man mano che diventavano più meccanizzate e nel 1920, il Dakota del Nord ospitava 77.690 ciascuna con una media di circa 466 acri. Oggi quel numero è sceso a meno di 30.000, con una dimensione media delle aziende agricole di 1.280 acri.

    L'allevamento del bestiame

    La terra nel Nord Dakota occidentale è più adatta per l'allevamento del bestiame che per l'agricoltura su larga scala. Nel 1880, si verificò un boom del bestiame nel Nord Dakota occidentale, proprio mentre le fattorie di abbondanza stavano esplodendo nella parte orientale dello stato. Le Badlands e la circostante valle del fiume Little Missouri furono il centro del boom del bestiame. La regione forniva acqua, erba abbondante e riparo per il bestiame al pascolo.

    La città del bestiame di Medora è stata fondata nel 1883 dal nobile francese Marchese de Mores, che la chiamò in onore di sua moglie. Le costruì un palazzo di 26 stanze, il Chateau de Mores, che si trova ancora oggi. La città aveva un grande impianto di confezionamento della carne, ma la concorrenza dei produttori di cereali di Chicago e il desiderio di manzo nutrito con mais causarono una flessione negli affari e l'impianto chiuse nel 1886.

    Il presidente Theodore Roosevelt aveva due allevamenti di bestiame vicino a Medora nel Nord Dakota nel 1880, il Maltese Cross Ranch e l'Elkhorn Ranch. La fiorente industria del bestiame subì un duro colpo nell'inverno del 1886-87 quando le tempeste di neve iniziate all'inizio di novembre uccisero il 75% del bestiame della regione.

    Sviluppo Energetico

    Il North Dakota è uno dei principali produttori di carbone, petrolio, gas ed energia eolica. A partire dagli anni '60, il governatore William Guy ha promosso l'utilizzo delle vaste risorse di lignite nel North Dakota per lo sviluppo energetico. Gli impianti di produzione di elettricità alimentati a carbone sono cresciuti di numero durante gli anni '70 e l'estrazione a cielo aperto nella regione della cintura energetica del North Dakota fornisce carbone per gli impianti di oggi.

    Il boom petrolifero di Bakken nel Nord Dakota occidentale ha portato lo stato al secondo posto nella nazione nella produzione di petrolio. Nel 1983 è stato aperto a Beulah un impianto da carbone a gas naturale sintetico.

    Oggi, il North Dakota continua a esplorare lo sviluppo di fonti di energia rinnovabile. La produzione di E85, una miscela composta dal 15% di benzina e dall'85% di etanolo da mais, soia e colza, viene utilizzata per alimentare le automobili. E con una velocità media del vento di 10,2 mph, i parchi eolici del North Dakota sono in aumento.

    Visita la State Historical Society of North Dakota per ulteriori informazioni sulla storia del North Dakota.


    Cronache di un'istituzione

    Storia antica Il legislatore territoriale del Nord Dakota autorizzò un "ospedale per pazzi" nel 1883. Il 1 maggio 1885 fu aperto l'Ospedale di Stato, quattro anni prima che il Nord Dakota fosse riconosciuto come uno stato. L'ospedale statale e l'Università del Nord Dakota sono le uniche istituzioni a precedere lo stato. Il primo sovrintendente fu il dottor O. Wellington Archibald, precedentemente chirurgo dell'esercito americano a Fort Abraham Lincoln vicino a Mandan North Dakota. Ha scelto il progetto del piano cottage per l'ospedale. Questo piano edilizio distaccato consentiva l'aggiunta di edifici, se necessario, con l'aspettativa che ogni edificio appaia come una casa anziché come una grande istituzione carceraria. La nuova istituzione fu elogiata dalle autorità dell'epoca. L'affollamento, tuttavia, ha costretto l'istituzione a espandersi ripetutamente. Il numero di pazienti crebbe da 106 nel 1886 a 819 nel 1912, e poi a 1.288 nel 1920. Questo sovracensimento sarebbe diventato una condizione cronica negli anni '50, a livelli estremi anche nel 1890, quando i pazienti dormivano due volte per letto in soffitte e scantinati e al suo peggio quando nel 1914 i pazienti sono stati collocati nel colpo di pollo di nuova costruzione. Il lavoro è stato fin dall'inizio una componente importante e necessaria della vita ospedaliera. La costruzione di edifici agricoli, la mungitura delle mucche, la piallatura e la raccolta dei raccolti e il giardinaggio utilizzavano il lavoro dei pazienti come mezzo terapeutico e come mezzo per produrre cibo sufficiente per l'autosufficienza dell'ospedale. I servizi di terapia occupazionale per le donne furono istituiti nel 1896. Questi servizi si espansero negli anni '20 per includere la produzione di tappeti, biancheria e mobili in vimini.

    Scandalo corruzione Nel giugno 1937, il governatore Bill Langer - una delle figure politiche più controverse del North Dakota - licenziò il sovrintendente J.D. Carr, nominando Henry G. Owen al suo posto. Owen ha quindi licenziato il 75% del personale dell'istituzione, assumendo i loro sostituti a causa dei loro contributi alla Lega non partigiana che governava lo stato e ad altri legami politici. Un rapporto del 30 gennaio 1939 nel Forum Fargo descriveva in dettaglio i risultati del rapporto dell'esaminatore speciale statale Clyde Duffy sulla sua indagine sugli abusi politici e sui loro costi sia finanziari che in termini di qualità dell'assistenza ai pazienti. Duffy ha citato un impiegato dell'ospedale: "I nuovi dipendenti non sapevano come trattare i pazienti. Li chiamavano brutti nomi, li insultavano e li insultavano. Alcuni dicevano che sarebbero scappati e altri sono scappati".

    "Secoli bui" Con una popolazione che nel 1940 superava i 2.000 abitanti, l'ospedale era in uno stato di crisi. Un articolo del Fargo Forum del 1949 descriveva in dettaglio un rapporto dell'American Psychiatric Association che lamentava sovraffollamento, personale scarsamente qualificato e una generale mancanza di organizzazione. Le denunce hanno provocato visite da parte del dipartimento sanitario statale e dell'Istituto nazionale di salute mentale. Tutte queste agenzie hanno chiesto cambiamenti immediati per migliorare le condizioni dell'ospedale. Il legislatore ha risposto con un aumento degli stanziamenti e un lungo periodo di riforma sotto il dott. R.O. Saxvik, a partire dal 1953. La portata delle sue riforme può essere vista in una citazione dal suo rapporto annuale del 1956: ""Sono finite le gabbie, le camicie di forza, i ceppi, le guardie di poppa, la malnutrizione, le stanze di isolamento senza finestre, i reparti disorganizzati, i sessanta settimana lavorativa, il paziente nudo e scoraggiato su un reparto arretrato, gli odori dei reparti stipati di uomini e donne disordinati e indifesi, i malati di tubercolosi in aree di trattamento disorganizzate, i problemi chirurgici trascurati e la bolgia delle unità disturbate".

    Deistituzionalizzazione A metà degli anni '50 furono resi disponibili farmaci psichiatrici e una migliore riabilitazione psicosociale. Questi trattamenti hanno reso possibile l'inizio della deistituzionalizzazione. Negli anni '60 stavano aprendo i centri di salute mentale della comunità. L'assistenza comunitaria e i farmaci stabilizzanti hanno consentito la dimissione di centinaia di persone e il rapido trattamento dei pazienti appena ricoverati. Questa rivoluzione ha portato a una diminuzione dei censimenti ma a un drammatico aumento dei tassi di ammissione e dimissione. Nel 1974 la popolazione ospedaliera era scesa a 600 e ha continuato a diminuire fino a circa 240 negli anni '90. Nel 1997, con l'aggiunta del programma di trattamento dei reati sessuali, e poi nel 1999, con l'aggiunta del Thompkins Rehabilitation Center, il censimento è aumentato a circa 250, dove rimane.

    Aggiunta della prigione Molti degli edifici dell'ospedale - vacanti dopo la deistituzionalizzazione - sono stati convertiti in una struttura carceraria di media sicurezza a partire dal 1998.


    Nord Dakota

    Gli esperti non sono sicuri di quando le persone siano arrivate nella terra che ora è il North Dakota, ma gli archeologi hanno trovato manufatti di 10.000 anni dai cacciatori della zona.

    Tribù di nativi americani come Mandan, Hidatsa, Cheyenne e Dakota Sioux hanno vissuto nella zona e circa 30.000 nativi americani di diverse tribù chiamano ancora casa il Nord Dakota.

    La Francia controllava l'area dopo che un esploratore di nome Pierre Gaultier La Vérendrye divenne il primo europeo ad arrivare, nel 1738. Successivamente la Spagna e poi l'Inghilterra presero il sopravvento. Nel 1803 il terreno fu acquisito dagli Stati Uniti nell'Acquisto della Louisiana. Per lungo tempo la regione fu chiamata territorio del Dakota e comprendeva sia il Nord che il Sud Dakota. Le ferrovie furono costruite alla fine del 1800, portando con sé i coloni americani, e il North Dakota fu dichiarato proprio stato nel 1889.

    PERCHE' SI CHIAMA COSI'?

    Dakota è una parola Sioux dei nativi americani che significa approssimativamente "amico" o "alleato".

    L'International Peace Garden, che si trova al confine tra North Dakota e Canada, rappresenta un impegno del 1932 da parte di Stati Uniti e Canada a non entrare mai in guerra tra loro.

    A destra: icone dello stato del Nord Dakota

    GEOGRAFIA E TERRITORIO

    Il North Dakota confina con il Canada a nord, il Minnesota a est, il South Dakota a sud e il Montana a ovest. L'elevazione sale da est a ovest quando appaiono le Montagne Rocciose.

    La Red River Valley a est è un'area pianeggiante che un tempo era il fondo di un antico lago. Segue il Red River, che crea il confine ondulato dello stato con il Minnesota.Il terreno ricco di minerali la rende una delle aree più fertili del mondo, ricca di fattorie.

    In direzione ovest, la regione della Drift Prairie è costellata di colline, valli, laghi e zone umide.

    A ovest della Drift Prairie si trova l'altopiano del Missouri, la regione più alta dello stato. Comprende le Badlands, un'aspra valle di pietra che il vento e l'acqua hanno scolpito in piramidi, cupole e buttes (colline ripide e piatte). Le Badlands contengono il punto più alto del Nord Dakota, White Butte di 3.506 piedi. Ma il Dakota del Nord una volta era sott'acqua e ospita i fossili di antiche creature marine tra cui rettili nuotatori chiamati mosasur, vongole e altri pesci.

    ANIMALI SELVATICI

    La vasta terra del Nord Dakota ospita mammiferi come bisonti, pecore bighorn, alci e pronghorn, oltre a linci rosse, puzzole maculate orientali, toporagni artici e topi muschiati. Aquile calve, falchi della prateria e gheppi americani cacciano in alto mentre i picchi rossi picchiano il becco sugli alberi. Anfibi come le salamandre tigre si affrettano e rettili bizzarri come la tartaruga dal guscio morbido e il serpente verde liscio mantengono le cose interessanti: la tartaruga dal guscio morbido ha un guscio coperto di pelle e la bocca del serpente verde sembra sorridere!

    Ceneri, olmi, pini e salici punteggiano il paesaggio e fiori colorati come Susan dagli occhi neri, margherite oxeye, pizzo della regina Anna e violette bianche decorano i campi.

    RISORSE NATURALI

    Il North Dakota contiene il più grande deposito al mondo di lignite, un tipo di carbone tenero e marrone. È stato estratto dal 1873, con abbastanza per durare per circa altri 800 anni. Lo stato è anche ricco di petrolio, petrolio e gas.

    COSE DIVERTENTI

    —All'interno della Cappella della Pace all'International Peace Garden, puoi camminare dagli Stati Uniti al Canada e ritorno!

    —Il presidente Theodore Roosevelt una volta era un allevatore di bestiame nel Nord Dakota. Aperta per le visite guidate, la sua casa in una capanna di tronchi fa parte del Theodore Roosevelt National Park.

    —Stai accanto al bufalo (finto) più grande del mondo a Jamestown, nel Dakota del Nord. Chiamata "Dakota Thunder", la statua è alta 26 piedi, più alta di una casa a due piani!


    Contenuti

    Modifica fondante

    L'UND è stata fondata nel 1883, sei anni prima che il North Dakota diventasse uno stato. [11] George H. Walsh, nativo di Grand Forks, presentò alla Legislatura Territoriale del Territorio del Dakota il disegno di legge che chiedeva che il nuovo stato dell'università del Nord Dakota si trovasse a Grand Forks. [11] Le prime classi si tennero l'8 settembre 1884. Il primo edificio dell'UND, Old Main, ospitava tutte le aule, gli uffici, i dormitori e una biblioteca. [12] Nel 1880, l'UND consisteva in pochi acri di proprietà, circondati da fattorie e campi, a circa due miglia a ovest della città di Grand Forks. Gli studenti che vivevano fuori dal campus dovevano prendere un treno o un autobus a cavallo e in carrozza, soprannominato "Black Maria", dal centro al campus. [12] [13]

    20 ° secolo Modifica

    Man mano che l'università cresceva, furono costruiti più edifici nel campus e fu costruito un sistema di tram per collegare l'università in crescita al centro di Grand Forks. Tuttavia, ci furono diverse interruzioni importanti nella vita dell'università. Nel 1918, l'UND è stata l'unica istituzione del paese più colpita dall'epidemia di influenza che ha ucciso 1.400 persone nel solo North Dakota. [14] Nello stesso anno, le lezioni furono sospese in modo che il campus potesse diventare una base militare per i soldati durante la prima guerra mondiale. [14] Durante la Grande Depressione, l'UND fornì alloggi gratuiti agli studenti disposti a fare lavori manuali nel campus. [15] "Camp Depression", come veniva chiamato, consisteva in vagoni ferroviari che ospitavano ciascuno otto studenti maschi. [15] Gli studenti di "Camp Depression" non ricevevano pasti regolari dalla caffetteria e dovevano accontentarsi degli avanzi gratuiti. Tuttavia, i cittadini di Grand Forks spesso aprivano le loro case e i tavoli della cucina a molti di questi giovani. [15]

    Dopo la seconda guerra mondiale, le iscrizioni crebbero rapidamente a più di 3.000. [16] Una grande quantità di alloggi e diversi edifici accademici dovevano essere costruiti nel campus. [16] Gli anni '50 videro l'ascesa della tradizione dell'hockey Fighting Sioux. [17] Negli anni '60 e '70, all'UND si verificarono molte proteste studentesche. [18] Il più grande fu nel maggio 1970, quando oltre 1.500 studenti protestarono contro le sparatorie del Kent State. [18] Nel 1975, le iscrizioni crebbero fino a raggiungere il record di 8.500. Gli anni '70 videro anche l'istituzione della John D. Odegard School of Aerospace Sciences presso UND. Durante gli anni '80 e '90 l'Università ha continuato a crescere. [19] Tuttavia, la devastante inondazione del Red River del 1997 ha inondato numerosi edifici del campus e ha costretto alla cancellazione del resto dell'anno scolastico. [20]

    21° secolo Modifica

    L'inizio del 21° secolo è stato segnato dall'apertura di due importanti impianti per l'atletica UND. [21] La Ralph Engelstad Arena, sede dell'hockey maschile e femminile, e l'Alerus Center, sede del calcio UND, sono stati aperti entrambi nel 2001. Il Betty Engelstad Sioux Center è stato aperto nell'agosto 2004 e ospita la pallavolo UND e la pallavolo maschile e basket femminile. [22]

    Milioni di dollari in progetti di costruzione e ristrutturazione hanno punteggiato il paesaggio del campus. Come parte di un piano per migliorare le strutture studentesche nel campus, l'UND ha costruito un centro benessere, un parcheggio, una nuova Memorial Union, una biblioteca rinnovata e un complesso residenziale in stile appartamento. Altri progetti di costruzione intorno al campus hanno incluso un nuovo centro per alunni certificato LEED Platinum, un College of Education and Human Development rinnovato e ampliato e un centro di ricerca sull'energia e l'ambiente ampliato. Nel luglio 2016, all'estremità nord del campus è stato costruito un edificio per la medicina e i servizi sanitari da $ 124 milioni. [23] Il nuovo edificio è stato progettato da JLG Architects in collaborazione con Perkins+Will e Steinberg Architects. [24]

    Nel 2015, l'impatto economico dell'UND sullo stato e sulla regione è stato stimato in più di 1,4 miliardi di dollari l'anno secondo l'NDUS Systemwide Economic Study della School of Economics della North Dakota State University. [25] [26] Era il quarto datore di lavoro nello stato del North Dakota, dopo l'Air Force. [27]

    Il campus principale dell'Università del Nord Dakota si trova nel mezzo di Grand Forks su University Avenue. Il campus è composto da 240 edifici (6,4 milioni di piedi quadrati) su 550 acri (2,2 km 2 ). [3] Il campus si estende per circa un miglio e mezzo da est a ovest ed è diviso dalla sinuosa English Coulee. Il bordo occidentale è delimitato dall'Interstate 29, il bordo orientale è delimitato da University Park, gli scali ferroviari di Grand Forks si trovano sul lato sud e il lato nord è contrassegnato dalla US Highway 2 che si chiama Gateway Drive a Grand Forks.

    Campus centrale e campus orientale Modifica

    L'area del campus centrale, la parte più antica dell'UND, ha molti edifici storici. [28] Questa zona ospita la maggior parte degli edifici accademici del campus. Nel cuore del campus si trova la Chester Fritz Library, la più grande biblioteca del North Dakota. La torre di 82 piedi (25 m) della biblioteca è un punto di riferimento familiare su University Avenue. [28] Dietro la biblioteca c'è l'ambiente simile a un parco del centro commerciale del campus centrale. Il centro commerciale comprende diverse statue ed è un luogo di studio popolare per gli studenti. Il centro commerciale è fiancheggiato da edifici storici tra cui Merrifield Hall, Twamley Hall, Babcock Hall, Montgomery Hall e la vecchia Carnegie Library. [28] L'Old Main Memorial Plaza e la fiamma eterna dell'Old Main Memorial Sphere segnano la posizione dell'Old Main, il primo edificio del campus. [28] Altri edifici nella parte centrale del campus includono la School of Law, il North Dakota Museum of Art, il Memorial Union, la Gamble Hall, il J. Lloyd Stone Alumni Center, il Burtness Theatre e la Chandler Hall, il più antico edificio rimasto nel campus dell'UND. [29] Il Coulee inglese scorre lungo il bordo occidentale dell'area del campus centrale e sulla riva occidentale del Coulee si trova l'Auditorium Chester Fritz e lo Hughes Fine Arts Center. La storica Adelphi Fountain del 1907 si trova accanto al Coulee così come il Centro Spirituale del campus. [28] [30]

    Sul bordo orientale del campus centrale si trova il Frederick "Fritz" D. Pllard Jr. Athletic Center e l'Auditorium Hyslop. La parte orientale del campus è anche la sede del complesso del Centro di ricerca energetica e ambientale che comprende il Centro nazionale per la tecnologia dell'idrogeno. Anche il Grand Forks Human Nutrition Research Center, gestito dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, si trova in questa parte del campus. [9] Un garage di cinque piani si trova all'angolo tra University Avenue e Columbia Road. All'estremità orientale del campus si trova l'University Park, gestito dal Grand Forks Park District.

    Campus settentrionale e campus occidentale Modifica

    A nord dell'area del campus centrale, lungo Columbia Road, si trova il complesso della School of Medicine. Un nuovo edificio della Scuola di Medicina e Scienze della Salute è stato aperto nel 2016. [28] Altri edifici situati lungo la Columbia Road includono il Centro di ricerca biomedica e la struttura di ricerca sulle neuroscienze. [28] Anche a nord del campus principale c'è un'area chiamata University Village. Questa terra è rimasta praticamente vuota per decenni, ma è stata recentemente sviluppata per scopi UND, commerciali e residenziali. [31] L'University Village è ancorato alla Ralph Engelstad Arena da 100 milioni di dollari, utilizzata dalla squadra di hockey maschile. L'University Village ospita anche il Betty Engelstad Sioux Center, il nuovo Student Wellness Center, appartamenti universitari, la libreria UND, una clinica medica e diverse proprietà residenziali e commerciali.


    La parte occidentale del campus UND è un'area più recente con stili di architettura moderni. [28] Questa zona è sede della John D. Odegard School of Aerospace Sciences, che comprende Odegard Hall, Streibel Hall, Clifford Hall, Ryan Hall e Robin Hall. [28] Direttamente adiacente al complesso aerospaziale si trova lo Skalicky Business Incubator, l'Ina Mae Rude Entrepreneur Center, il "REAC 1", che ospita il Centro di eccellenza nelle scienze della vita e nelle tecnologie avanzate dell'Università del Nord Dakota (COELSAT), e un Hilton Garden Inn. La parte occidentale del campus è anche la sede della maggior parte delle residenze e degli appartamenti per studenti, incluso un nuovo progetto di alloggi per studenti da 20 milioni di dollari chiamato University Place on University Avenue. [32]

    Altre strutture Modifica

    UND gestisce un campus satellite composto da diversi edifici presso l'aeroporto internazionale di Grand Forks dove si allenano gli studenti di aviazione. [33] UND Aerospace gestisce anche centri di addestramento al volo a Crookston, Minnesota, e Phoenix, Arizona. [34] L'UND possiede e gestisce l'ormai chiuso campo da golf a 9 buche Ray Richards a sud del campus principale dell'UND. [35] La School of Medicine and Health Sciences gestisce diverse cliniche in tutto il Nord Dakota. [36] La squadra di calcio dell'UND è uno dei principali inquilini dell'Alerus Center di proprietà della città di Grand Forks.

    Sostenibilità Modifica

    Il Council on Environmental Stewardship and Sustainability, composto da rappresentanti di vari dipartimenti, sta esplorando modi per migliorare la sostenibilità. Il sistema di riciclaggio del campus riduce il flusso di rifiuti complessivo dell'UND del 20 percento. UND ha condotto retrofit di illuminazione e installato sistemi di recupero del calore e tecnologia di gestione dell'alimentazione per la regolazione dell'uso di punta e non di punta. Gli studenti sono coinvolti nella promozione della sostenibilità attraverso il riciclaggio e altre iniziative. L'Ateneo ha ricevuto un voto B− sulla College Sustainability Report Card 2011 rilasciata dal Sustainable Endowments Institute. [37]

    Il Gorecki Alumni Center nel campus è la prima build LEED Platinum del North Dakota. L'edificio utilizza una combinazione di pannelli geotermici e solari per alimentare l'edificio. [38]

    UND offre più di 225 campi di studio, tra cui 108 corsi di laurea, 69 minori, 81 programmi di master, 37 programmi di dottorato e due programmi professionali (medicina e diritto). [39] UND ha anche un programma interdisciplinare che consente agli studenti di ottenere una laurea praticamente in qualsiasi corso di studio. [40] Una raccolta di lezioni online e corsi di laurea è offerta agli studenti di tutta la nazione e del mondo. [41] Questo programma online è stato molto apprezzato da US News e da altre importanti classifiche dei college online. [42] [43] [44] "Sulla base di fattori come i tassi di laurea, l'indebitamento dei neolaureati e i servizi di supporto accademico e professionale offerti agli studenti", US News ha classificato il programma di laurea online al 208esimo posto su 217 college e università online. [45] Nel campus, le aule accademiche vanno da stanze più piccole in grado di ospitare una ventina di studenti a grandi aule in grado di ospitare centinaia alla volta. Molte aree hanno accesso wireless per laptop e aule tecnologicamente attrezzate consentono ai professori di offrire lezioni interattive.

    L'università ha dieci divisioni accademiche:

    Biblioteche Modifica

    UND ha tre biblioteche principali che, insieme, formano il più grande sistema di biblioteche di ricerca nello stato del North Dakota. [51] La Chester Fritz Library è la più grande biblioteca dello stato. [52] Ospita 1,6 milioni di volumi, fornisce accesso a circa 28.000 abbonamenti a riviste elettroniche e possiede oltre 20.000 libri elettronici. [53] Serve anche come depositario di brevetti e marchi negli Stati Uniti e depositario di documenti governativi. [51] Il dipartimento delle collezioni speciali dell'UND è noto per le sue risorse genealogiche, incluso il norvegese Bygdeboker, o registri di fattorie e città norvegesi. [54] Le filiali della Chester Fritz Library includono la Energy and Environmental Research Library, la F.D. Holland Geology Library e la Gordon Erickson Music Library. [51] La School of Law gestisce la Thormodsgard Law Library [55] e la School of Medicine gestisce la Harley E. French Library of the Health Sciences. [56]

    UND è classificato tra "R2: Università di dottorato – Alta attività di ricerca". [57] Questo livello di attività di ricerca è mostrato nelle statistiche di ricerca dell'UND che, nell'anno fiscale 2006, includevano premi per programmi che hanno raggiunto $ 94,3 milioni, spese per programmi sponsorizzati che hanno raggiunto $ 81,2 milioni e un portafoglio di ricerca complessivo che includeva $ 315 milioni in totale in corso e conti impegnati. [58] L'attività di ricerca presso l'UND si concentra su scienze della salute, nutrizione, energia e protezione ambientale, aerospaziale e ingegneria. [3] In qualità di componente principale del corridoio di ricerca della Red River Valley, l'UND gestisce molte unità di ricerca tra cui l'Energy and Environmental Research Center, la School of Medicine, il Center for Rural Health, il Center for Innovation, l'Upper Midwest Aerospace Consortium, l'Ufficio per gli affari governativi, l'Ufficio per i servizi educativi e la ricerca applicata e l'Istituto di ricerca sulle scienze sociali. [59] Il Centro di ricerca sull'energia e l'ambiente (EERC), ai margini orientali del campus dell'UND, è stato riconosciuto come leader nella ricerca di forme di energia più pulite ed efficienti. [60] L'EERC gestisce una serie di unità di ricerca presso l'UND, compreso il Centro nazionale per la tecnologia dell'idrogeno.


    UND gareggia nella Divisione I della National Collegiate Athletic Association (NCAA). La squadra di hockey su ghiaccio maschile compete nella National Collegiate Hockey Conference e la squadra di hockey femminile compete come membri della Western Collegiate Hockey Association. L'hockey femminile è stato interrotto a partire dall'anno scolastico 2017-2018. Tutti gli altri sport competono nella Big Sky Conference ad eccezione del basket, in cui giocano nel campionato di vertice.

    La squadra maschile di hockey su ghiaccio ha vinto otto campionati nazionali ed è arrivata seconda cinque volte. Sia la squadra di hockey su ghiaccio maschile che quella femminile giocano alla Ralph Engelstad Arena. La squadra di calcio ha vinto il campionato nazionale di Division II nel 2001 ed è arrivata seconda nel 2003, e gioca all'Alerus Center. Le squadre di basket e pallavolo giocano nel Betty Engelstad Sioux Center. La squadra di basket femminile ha vinto tre campionati nazionali nel 1997, 1998 e 1999 ed è arrivata seconda nel 2001.


    I colori dell'atletica UND sono il verde e il bianco, adottati negli anni '20. I colori ufficiali della scuola dell'università sono il verde e il rosa, rappresentativi del fiore di stato del North Dakota, la Wild Prairie Rose, tuttavia, questa combinazione è raramente utilizzata al di fuori delle applicazioni ufficiali o cerimoniali. [7] Le squadre atletiche dell'UND portavano il nome di Fighting Sioux, ma erano prive di soprannome e mascotte dal 2012 al 2015, in conformità con la politica della NCAA contro l'uso dei soprannomi dei nativi americani. [61] [62] Il 18 novembre 2015, è stato annunciato che il nuovo soprannome sarebbe stato "Fighting Hawks", con effetto immediato. [63] [64]

    Un notevole alunno atletico UND è l'allenatore della National Basketball Association (NBA) ed ex giocatore Phil Jackson, ampiamente considerato uno dei più grandi allenatori della storia della NBA. [65] [66] Inoltre, molti ex allievi dell'UND hanno giocato nella National Hockey League (NHL), tra cui: l'ala dei Minnesota Wild Zach Parise, il centro dei New Jersey Devils Travis Zajac, i difensori dei Los Angeles Kings Matt Greene e Mike Commodore, i Chicago Blackhawks l'attaccante e capitano Jonathan Toews, l'ala dei Vancouver Canucks Brock Boeser, l'ex portiere della NHL Ed Belfour e l'attaccante dei Washington Capitals TJ Oshie.

    Mascotte di atletica leggera Modifica

    • Sfarfallio, ottobre 1904-settembre 1930
    • Combattere i Sioux, settembre 1930 – 2013
    • Combattere i falchi, 2016-oggi [67]

    Canzone di combattimento Modifica

    La canzone di combattimento principale della scuola è "Stand Up and Cheer". Altre due canzoni di combattimento sono "UND" e È per te, North Dakota U (o Dakota del Nord U), composta da Franz Rickaby nel 1921. [68] [69]

    Iscrizioni storiche: [70] [71] [72]
    1890 24
    1900 124
    1910 490
    1920 1,124
    1930 1,765
    1940 1,757
    1950 2,653
    1960 4,491
    1970 8,129
    1980 10,217
    1990 11,885
    2000 11,031
    2010 14,194
    2020 13,615 [73]

    Corpo studentesco Modifica

    Ogni anno oltre 13.000 studenti frequentano le lezioni nel campus dell'UND. [71] Circa il 34 percento del corpo studentesco proviene dal Nord Dakota e l'altro 60 percento è composto da studenti di tutti i 50 stati e di oltre 80 altre nazioni. [74] Il rapporto tra studenti maschi e femmine è circa pari. [74] Demograficamente, circa il 77 percento del corpo studentesco è caucasico. [74] Gli studenti possono vivere all'interno o all'esterno del campus. Nel campus ci sono 14 residenze [75] e 700 appartamenti per studenti, [76] così come tredici confraternite [77] e sette confraternite. [78] Ci sono oltre 250 organizzazioni studentesche a UND [79] così come un programma sportivo intramurale.

    Vita greca Modifica

    La comunità della confraternita e della sorellanza ha una ricca storia presso l'Università del North Dakota. Ci sono 13 fraternità attive e 7 sororities attive attualmente nel campus.

    Confraternite Modifica

    Fraternità Lettere Nome del capitolo Stato anni attivi Casa Appunti
    Alpha Sigma Phi ? Iota Iota Attivo 2017-oggi Nessuno La più recente confraternita nel campus del North Dakota
    Alfa Tau Omega ? Delta Nu Attivo 1922-2007, 2013-oggi Nuova casa aperta nell'autunno del 2020
    Beta Theta Pi ? Gamma Kappa Attivo 1922-oggi
    Delta Tau Delta ? Delta Xi Attivo 1919-oggi
    Delta Upsilon ? Nord Dakota Attivo 1961-oggi
    Kappa Sigma ? Delta Mu Attivo 1926-oggi
    Lambda Chi alfa ? Epsilon Zeta Attivo 1928-oggi Precedentemente situato al 303 di Oxford St. fino all'inizio degli anni '60. [80]
    Phi Delta Theta ? Nord Dakota Alpha Attivo 1913–2011, 2013–presente
    Pi Kappa Alpha ? Zeta Rho Attivo 1968-oggi
    Sigma Alpha Epsilon ? Nord Dakota Alpha Attivo 1923-oggi 1971 Il fuoco quasi distrugge la casa, il fuoco uccide uno studente. [81]
    Sigma Chi ? Beta Zeta Attivo 1909-oggi La più antica confraternita del campus del North Dakota
    Sigma Nu ? Epsilon Kappa Attivo 1923-oggi
    Sigma Phi Epsilon ? Nord Dakota Alpha Attivo 1994-oggi
    Theta Chi ? Beta Gamma Inattivo 1932–1990 No
    Pi Kappa Phi ? Zeta Gamma Inattivo 1986–2016 No La sede nazionale ha chiuso il capitolo perché non soddisfaceva gli standard accademici e di appartenenza [82] Idoneo alla riapertura nell'autunno del 2018

    Sororities Modifica

    sorellanza Lettere Nome del capitolo Stato anni attivi Casa Appunti
    Alfa Chi Omega ? Alfa Pi Attivo 1923–Presente
    alfa phi ? Pi Attivo N / A
    Delta Gamma ? Alfa Theta Attivo N / A
    Gamma Phi Beta ? alfa beta Attivo 1920-Presente Sì [83] Nel 2003 Dru Sjodin, membro di una confraternita di 22 anni di Gamma Phi Beta, è stato vittima di un omicidio. [84] La sua memoria vive nella borsa di studio del Dru Sjodin Memorial. [85]
    Kappa Alpha Theta ? Alfa Pi Attivo 1911- presente
    Kappa Delta ? Theta Iota Attivo 2014-oggi La più recente sorellanza nel campus del North Dakota
    Pi Beta Phi ? Nord Dakota Alpha Attivo 1921- presente
    Delta Delta Delta ? Theta Sigma Inattivo 1926–2006 La Carta è stata revocata nel 2006, perché la sua adesione era scesa al di sotto di un livello di sostegno. L'ex casa della sorellanza è stata acquistata nel 2008 dal Newman Center dell'UND per studentesse cattoliche. [86]
    Chi Omega ? Psi Gamma Inattivo 1926–1938 No Chiuso a causa della Grande Depressione
    Sigma Kappa ? Alfa Upsilon Inattivo 1929–1936 No Chiuso a causa della Grande Depressione

    Notevoli alunni greci Modifica

      : 28° Governatore del North Dakota, (Lambda Chi Alpha) : Leader della maggioranza della Camera, (Pi Kappa Alpha) : 30° Governatore del North Dakota, (Sigma Nu) : Chief Justice della Corte Suprema del North Dakota, (Lambda Chi Alpha) : CEO di Cargill, (Alpha Tau Omega): dirigente della NASA, (Sigma Nu): ex giocatore di basket professionista americano, allenatore e dirigente della NBA, (Sigma Alpha Epsilon): presidente del Forum Communications, (Lambda Chi Alpha)

    Cultura Modifica

    Il North Dakota Museum of Art, il museo d'arte ufficiale dello stato del North Dakota, si trova nel cuore del campus e offre mostre durante tutto l'anno. [88] Il Burtness Theatre e l'Auditorium Chester Fritz ospitano regolarmente eventi teatrali e concerti. [89] [90] La Ralph Engelstad Arena offre anche eventi non atletici, inclusi concerti. Il vicino Alerus Center, di proprietà della città, ospita diversi concerti ogni anno e altri eventi. Ogni anno, l'UND ospita la Conferenza degli scrittori dell'Università del Nord Dakota. [91] Questo è un evento di una settimana che riunisce importanti scrittori americani e stranieri. I partecipanti hanno incluso Truman Capote, Tennessee Williams, Eudora Welty, Tom Wolfe, Allen Ginsberg, Louise Erdrich, Chuck Klosterman e Gary Snyder. [92]

    Modifica multimediale

    Stampa Modifica

    Il Studente Dakota è il giornale studentesco dell'UND.

    La revisione della legge del Nord Dakota, pubblicato dalla School of Law dal 1924, funge da rivista della State Bar Association del North Dakota. [94]

    Il Recensione degli ex studenti è pubblicato dalla UND Alumni Association and Foundation. [95]

    Gli alunni dell'Università del North Dakota sono diventati famosi in una varietà di campi diversi tra cui politica e governo, affari, scienza, letteratura, arte e intrattenimento e atletica. [96] Otto governatori del North Dakota furono istruiti all'UND, tra cui Fred G. Aandahl, [97] Louis B. Hanna, [98] Lynn Frazier, [99] William Langer, [100] John Moses, [101] Ragnvald A Nestos, [102] Allen I. Olson, [103] e Ed Schafer, che è stato anche Segretario dell'Agricoltura degli Stati Uniti dal 2008 al 2009. [104] Ex vice consigliere per la sicurezza nazionale alla Casa Bianca, Mark Pfeifle si è laureato nel 1997 alla School of Communications. [105] Molti senatori e rappresentanti del Nord Dakota degli Stati Uniti erano anche laureati dell'UND, tra cui l'ex senatore Byron Dorgan [106] e l'ex deputato Earl Pomeroy. [107] L'ex leader della maggioranza alla Camera Dick Armey è un laureato UND. [108] Ronald Davies, laureato alla UND ed ex giudice federale, è entrato a far parte della storia quando ha ordinato l'integrazione della Little Rock Central High School durante il movimento per i diritti civili. [109] Leigh Gerdine che è stato presidente della Webster University ed è stato insignito della National Medal of Arts nel 1989.

    Gli alunni dell'UND che hanno proseguito con importanti carriere nel mondo degli affari includono il presidente del TNSE e il presidente del club di hockey Winnipeg Jets Mark Chipman, [110] attuale presidente ed ex CEO di Cargill Gregory R. Page, [111] attuale presidente e CEO di la catena di ristoranti Buffalo Wild Wings Sally J. Smith, [112] attuale CEO di Forum Communications William C. Marcil, [113] ex proprietario di un casinò di Las Vegas e filantropo dell'UND Ralph Engelstad, [114] ed ex CEO di American Skandia e fondatore di WealthVest Marketing Wade Dokken. [115] Ex giocatore della Canadian Football League e fondatore della Golden Star Resources, Dave Fennell. Fondatore e presidente di Nygård International, Peter Nygård.

    Nel campo della scienza, tra i notevoli alunni UND figurano un importante contributo alla teoria dell'informazione Harry Nyquist, [116] l'aviatore pioniere Carl Ben Eielson, [117] l'esploratore artico Vilhjalmur Stefansson, [118] ingegnere e astronauta della NASA Karen L. Nyberg, [119] e il principale manager della NASA John H. Disher.

    Gli alunni che sono diventati notevoli attraverso la letteratura includono il drammaturgo e autore vincitore del Premio Pulitzer Maxwell Anderson, [120] lo studioso e poeta di Rhodes Thomas McGrath, [121] il saggista e giornalista Chuck Klosterman, [122] e il romanziere Jon Hassler. [123] I laureati UND sono diventati redattori di importanti riviste: Carroll Eugene Simcox di The Living Church, ex Ebano editore Era Bell Thompson [124] ed ex VITA editore Edward K. Thompson. [125] Gli alunni che sono diventati notevoli nelle arti e nello spettacolo includono l'attore Sam Anderson [126] e La prossima top model americana vincitore Nicole Linklettera. [127]

    Gli ex studenti dell'UND che hanno intrapreso una carriera notevole nell'atletica leggera includono l'ex giocatore e allenatore NBA ed ex presidente dei New York Knicks, Phil Jackson, [128] 1980 Olimpiadi invernali "Miracle on Ice" giocatore di hockey Dave Christian, [129] NHL i giocatori Ed Belfour e Zach Parise e i calciatori professionisti Jim Kleinsasser e Dave Osborn. A partire dalla stagione 2018-19, più di 20 ex giocatori UND sono nella NHL e più di 100 ex giocatori hanno giocato nella NHL. [130]


    GRAZIE!

    Il tuo portale per il passato

    Scopri la storia del North Dakota in documenti del passato, come Noonan Miner, pubblicato a Noonan, North Dakota il 13 marzo 1913.

    La storia del North Dakota è ora più accessibile.

    Grazie

    Scopri la storia del North Dakota in documenti del passato, come Noonan Miner, pubblicato a Noonan, North Dakota il 13 marzo 1913.

    La storia del North Dakota è ora più accessibile. Editori, biblioteche, educatori e leader della comunità stanno collaborando con Advantage per preservare e garantire l'accesso alla storia contenuta nei giornali del Nord Dakota.

    Di

    Portare il passato del North Dakota nel presente! Le pagine trovate in questo archivio permettono di esplorare la "storia com'è avvenuta" del North Dakota, raccontata da chi ne è stato testimone. NDarchives

    Scopri di più Vantaggi Archivi

    Scopri gli archivi storici della comunità

    Connettiti con gli archivi di vantaggio:

    Segui gli archivi di vantaggio

    Questi giornali sono stati messi a disposizione della comunità per fini di ricerca, studio e per soddisfare la curiosità. A causa della natura dei colloquialismi, della cultura, dell'atteggiamento, della regione e/o del clima politico dei vari periodi di tempo rappresentati, alcuni contenuti possono essere considerati da alcuni "inappropriati" se visti al di fuori del loro contesto storico. Inoltre, il giornale pagine, loghi, marchi, testate d'albero e altri identificatori delle pubblicazioni sono marchi registrati degli editori di giornali.Il nostro utilizzo dei contenuti dei giornali contenuti in questo archivio non implica in alcun modo un'affiliazione o un'approvazione da parte dell'editore.

    List of site sources >>>


    Guarda il video: Stereophonics - Dakota Official Video (Gennaio 2022).