La storia

Imperatore Caligola #3 - L'imperatore pazzo

Imperatore Caligola #3 - L'imperatore pazzo


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

>

Imperatore Caligola. Alla fine del marzo del 37 d.C., un solenne corteo di soldati percorse la Via Appia da Napoli verso Roma. Il cupo regno dell'orrore dell'imperatore Tiberio era finalmente finito. L'Impero Romano aveva ricevuto un nuovo imperatore in Gaio Giulio Cesare Germanico, che era discendente del fondatore dell'impero in una discendenza diretta - sua nonna era stata la figlia dell'imperatore Augusto. La strada era fiancheggiata da una folla che gridava con entusiasmo "la nostra stella", "la nostra bambola" e "il nostro tesoro" al sovrano di 24 anni. Gaius era già una celebrità ai suoi tempi. All'età di due anni, gli era stato dato il soprannome di Caligola, "lo stivale", dai soldati comandati da suo padre Germanico. Ora tutti speravano in una nuova età dell'oro.

Su questo canale ci concentriamo sulla storia romana e in questo momento stiamo facendo un video su ogni imperatore romano, se ti interessa iscriviti o guarda la playlist qui:
https://bit.ly/32CUA2g


Ancora una volta, Svetonio è la nostra fonte primaria per i racconti sulla propensione di Caligola per l'incesto. Lo storico ha scritto che l'imperatore aveva un'incredibile libido alta che rasentava la perversione. Le relazioni incestuose erano abbastanza comuni nei tempi antichi. Ad esempio, i faraoni egiziani sposavano regolarmente le loro sorelle e i Tolomei continuarono l'usanza. Pertanto, la relazione di Caligola con sua sorella Drusilla, sebbene indubbiamente pervertita nell'era moderna, non era un grosso problema 2000 anni fa.

Sembra che le storie sull'incesto di Caligola siano esagerate. Svetonio suggerisce che l'imperatore abbia avuto rapporti sessuali con le sue tre sorelle. Tuttavia, gli storici vissuti durante l'età di Caligola (come Seneca e Filone) non menzionano nulla sul suo comportamento incestuoso. Entrambi i cronisti sono estremamente critici nei confronti di Caligola, quindi possono essere accusati di favorirlo.

Non sembra esserci dubbio che amasse sua sorella Drusilla e quasi certamente avesse commesso incesto con lei. La sua ossessione per lei è iniziata molto prima che diventasse imperatore e sarebbe stato sorpreso a fare sesso con lei da sua nonna Antonia. Caligola probabilmente la considerava l'unica persona degna di essere sua moglie, e apparentemente aveva un'influenza calmante su di lui. Quando morì di febbre nel giugno del 38 d.C., prevedibilmente si scatenò per il dolore e la fece divinizzare come la Divina Drusilla e la proclamò come una discendente vivente della dea Venere.

Non ha mostrato lo stesso livello di affetto verso le sue altre sorelle, quindi è difficile dire se abbia commesso incesto con loro. Anzi, li prostituiva ai suoi catamiti (giovani amanti omosessuali). Pertanto, sembra probabile che abbia commesso incesto solo con Drusilla e non con le altre sorelle.

Caligola aveva certamente un appetito sessuale insaziabile e faceva sesso con uomini o donne. Ha avuto un'intensa relazione con un attore chiamato Marcus Lepidus Mnester e un altro uomo di una famiglia di alta classe chiamato Valerius Catullus. Quando aveva relazioni omosessuali, commetteva adulterio con diverse donne in giro per Roma. Quando una donna di nome Olivia Orestilla si sposò, ordinò ai suoi uomini di portarla a casa sua. Caligola sposò anche una donna di nome Lollia Paulina che era già sposata con un romano a capo dell'esercito.

L'imperatore avrebbe usato il suo amore per la dissolutezza per fare soldi per le casse reali. Caligola spendeva denaro liberamente, ma era così bravo a guadagnarselo. Tuttavia, un giorno, ebbe l'idea di trasformare il palazzo in un bordello. Mandò le sue pagine in giro per Roma per avvisare i ricchi dell'apertura del bordello e incoraggiò giovani e vecchi a venire a divertirsi.


Il racconto di Svetonio su Caligola fu scritto decenni dopo la morte dell'imperatore durante il regno di Adriano, e alcuni dei suoi dettagli sembrano essere stati deliberatamente modellati per adattarsi all'immagine di Svetonio di Caligola come un pazzo squilibrato. Ad esempio, il suo resoconto della fallita invasione della Britannia da parte di Caligola ignora il fatto che la parola romana per conchiglie &ldquoMusculi&rdquo era anche un gergo militare per la capanna di un ingegnere. Ciò significa che invece di ordinare alle sue truppe di raccogliere conchiglie, Caligola avrebbe potuto comandare loro di sgombrare la spiaggia dalle installazioni militari.

Tuttavia, altri dettagli si sono dimostrati corretti. La scoperta del palazzo di Caligola nel 2003 conferma che fu effettivamente rimaneggiato per unirsi al Tempio di Castore e Polluce. Sono stati anche scoperti supporti che dimostrano che un ponte fu costruito dal palazzo sul foro per unire il tempio capitolino. Quindi, dato che gli eventi descritti nelle fonti corrispondono ampiamente ai fatti, come valutiamo Caligola: pazzo o cattivo?

Caligola deposita le ceneri di sua madre e suo fratello nella tomba dei suoi antenati di Eustache Le Sueur. Wikimedia Commons. Dominio pubblico

Prima della sua malattia, Caligola sembra essere stato abbastanza sano di mente. Certamente ha attraversato il periodo difficile dopo la morte della madre e dei fratelli con una particolare abilità. Tiberio aveva portato a vivere con lui a Capri il diciottenne Caligola. Per i successivi sei anni, Caligola attraversò un campo minato di intrighi. Ha evitato i tentativi dei cortigiani di Tiberio di ingannarlo per parlare contro l'imperatore. Né ha mostrato alcuna emozione per la morte della sua famiglia. Questo indica una certa intelligenza, autocontrollo e un istinto di sopravvivenza ben sviluppato. Quindi forse la malattia di Caligola lo ha indebolito mentalmente.

Per quanto folle e crudele fosse il comportamento post-malattia di Caligola, oltre alla sua follia può essere individuato un metodo che parla di un giovane sovrano che cerca disperatamente di stabilire la sua autorità. Poiché dichiarandosi un dio vivente, facendo a pezzi intere strade di Roma per la sua convenienza per collegare il palazzo ai suoi templi, Caligola si comportava come nessun imperatore prima di lui. Non desiderava più essere visto solo come un imperatore, un primo tra pari. Aveva bisogno di porsi al di sopra di tutti gli altri, senza prendere l'odiato titolo di re. Per fare questo in modo efficace, Caligola ha dovuto erodere la posizione del Senato. Infatti, sebbene fosse stato abbastanza felice da governare con loro prima della sua malattia, la sua incapacità aveva mostrato a tutta Roma che il Senato poteva governare senza di lui.

Caligola ha svolto questo compito senza ritegno perché la sua malattia, la pressione o la natura corruttrice del potere avevano eroso il suo autocontrollo. Tuttavia, la sua intenzione è rimasta chiara. Caligola voleva svilire i suoi rivali sottolineando la loro debolezza di fronte al suo potere. Così umiliava i senatori, facendoli correre per miglia accanto al suo carro o facendoli servire come schiavi alle sue cene. Li ha anche terrorizzati. Una volta a una cena, l'imperatore scoppiò improvvisamente a ridere. &ldquoMi è venuto in mente che devo solo fare un cenno e ti taglieranno la gola sul posto, &rdquo Caligola ha risposto quando gli è stato chiesto quale fosse lo scherzo. Visto in questa luce, l'incidente con Incitatus assume una prospettiva diversa. Non è l'azione di un uomo completamente pazzo, ma di un despota che stava dicendo al suo governo che in realtà non erano più efficaci di un animale domestico viziato.


Punto di vista: Caligola merita la sua cattiva reputazione?

Il nome dell'imperatore romano Caligola è diventato sinonimo di tirannia depravata, usato come punto di riferimento popolare per tutti, da Idi Amin a Jean-Bedel Bokassa. Ma Caligola era davvero pazzo e cattivo, o vittima di una campagna diffamatoria, si chiede la storica Mary Beard.

La nostra idea moderna di tirannia è nata 2000 anni fa. È con il regno di Caligola - il terzo imperatore romano, assassinato nel 41 dC, prima di aver compiuto 30 anni - che tutte le componenti della folle autocrazia si uniscono per la prima volta.

In effetti, l'antica parola greca "tyrannos" (da cui deriva il nostro termine) era originariamente una parola abbastanza neutra per un unico sovrano, buono o cattivo.

Naturalmente, c'erano stati alcuni monarchi e despoti molto cattivi prima di Caligola. Ma, per quanto ne sappiamo, nessuno dei suoi predecessori aveva mai soddisfatto tutte le aspettative di un tiranno a tutti gli effetti, nel senso moderno.

C'era la sua passione (alla Imelda Marcos) per le scarpe, la sua megalomania, sadismo e perversione sessuale (compreso l'incesto, si diceva, con tutte e tre le sorelle), a un rapporto decisamente strano con i suoi animali domestici. Una delle sue brillanti idee avrebbe dovuto essere quella di fare del suo cavallo preferito un console, il magistrato supremo di Roma.

Gli scrittori romani continuarono a parlare del suo comportamento spaventoso, e divenne così tanto la pietra di paragone della tirannia per loro che un imperatore impopolare, mezzo secolo dopo, fu soprannominato "il calvo Caligola".

Ma quante delle loro orribili storie sono vere è molto difficile da sapere. Ha davvero costretto gli uomini a guardare l'esecuzione dei loro figli, quindi li ha invitati a una cena allegra, dove avrebbero dovuto ridere e scherzare? È davvero entrato nel Tempio degli dei Castore e Polluce nel Foro Romano e ha aspettato che la gente si presentasse e lo adorasse?

Probabilmente è troppo scettico diffidare di tutto ciò che ci viene detto. Contro ogni aspettativa, un archeologo di Cambridge pensa di aver trovato tracce del vasto ponte che Caligola avrebbe dovuto costruire tra il suo palazzo e il Tempio di Giove - quindi era più facile per lui andare a fare due chiacchiere con il dio, quando voleva.

Quindi l'idea che Caligola fosse un bravo giovane che ha semplicemente avuto una pessima stampa non sembra molto plausibile.

Tuttavia, le prove della mostruosità di Caligola non sono così nette come sembra a prima vista. Ci sono alcuni resoconti di testimoni oculari di parti del suo regno, e nessuno di loro menziona nessuna delle storie peggiori.

In questi non si fa menzione, per esempio, di incesto con le sue sorelle. E una straordinaria descrizione di Philo, un ambasciatore ebreo di alto rango, di un'udienza con Caligola lo fa sembrare un burlone piuttosto minaccioso, ma niente di peggio.

Scherza con gli ebrei sul loro rifiuto di mangiare carne di maiale (mentre confessa che a lui stesso non piace mangiare l'agnello), ma la mente imperiale non è affatto nella delegazione ebraica - è in realtà impegnato a pianificare un sontuoso restyling per uno delle sue sontuose residenze, ed è in procinto di scegliere nuovi dipinti e alcuni costosi vetri per finestre.

Ma anche i resoconti più stravaganti successivi - per esempio la pettegola biografia di Caligola di Svetonio, scritta circa 80 anni dopo la sua morte - non sono così stravaganti come sembrano.

Se li leggi attentamente, più e più volte, scopri che non stanno riportando ciò che Caligola ha effettivamente fatto, ma ciò che la gente ha detto che ha fatto, o ha detto che aveva intenzione di fare.

Si diceva solo che una volta la nonna dell'imperatore lo avesse trovato a letto con la sua sorella preferita. E nessuno scrittore romano, per quanto ne sappiamo, ha mai detto di aver fatto console il suo cavallo. Dissero solo che la gente diceva che aveva intenzione di fare del suo cavallo un console.

La spiegazione più probabile è che l'intera storia del cavallo/console risalga a una di quelle battute scherzose. La mia ipotesi migliore sarebbe che un giorno l'imperatore esasperato abbia schernito l'aristocrazia dicendo qualcosa del tipo: "Siete tutti così disperati che potrei anche fare del mio cavallo un console!"

E da una battuta del genere nacque quella particolare storia della follia dell'imperatore.

La verità è che, col passare dei secoli, Caligola è diventato, nell'immaginario popolare, sempre più cattivo. Probabilmente siamo più noi degli antichi romani che abbiamo investito in questa particolare versione di tirannia dispotica.

Nella serie della BBC del 1976 di I Claudius, Caligola (interpretato da John Hurt) è apparso in modo memorabile con un'orribile faccia insanguinata - dopo aver mangiato un feto, così siamo stati portati a credere, strappato dalla pancia di sua sorella.

Questa scena è stata interamente un'invenzione dello sceneggiatore degli anni '70. Ma ha scritto Hurt nella storia di Caligola.

La visione si è estesa anche ai fumetti. Il giudice capo Cal in Judge Dredd era basato sulla versione dell'imperatore di Hurt - e in modo abbastanza appropriato Cal ha davvero reso il suo pesce rosso vice giudice capo.

Ma se il mondo moderno ha in parte inventato Caligola, ha anche lezioni da imparare da lui e dal cambio di regime che lo ha abbattuto.

Caligola fu assassinato con un sanguinoso colpo di stato dopo soli quattro anni sul trono. E il suo assassinio spiega in parte la sua terribile reputazione. La macchina della propaganda dei suoi successori era desiderosa di infangare il suo nome in parte per giustificare la sua rimozione - da qui tutte quelle storie terribili.

Più attuale, tuttavia, è la questione di cosa o chi è venuto dopo. Caligola fu assassinato in nome della libertà. E per alcune ore gli antichi romani sembrano aver flirtato con il rovesciamento del governo individuale e il ripristino della democrazia.

Ma poi la guardia del palazzo trovò lo zio di Caligola, Claudio, nascosto dietro una tenda e lo acclamò invece imperatore. Grazie a Robert Graves, Claudius ha avuto una buona stampa, in quanto sovrano piuttosto simpatico, leggermente maldestro e libresco.

Ma gli antichi scrittori raccontano una storia diversa: di un autocrate che era altrettanto cattivo dell'uomo che aveva sostituito. I romani pensavano di ottenere la libertà, ma ottennero più o meno la stessa cosa.

Considerando quello che è successo allora, è difficile non pensare alle emozioni e alle delusioni della Primavera Araba.

Caligola con Mary Beard va in onda alle 21:00 BST il 29 luglio 2013 su BBC Two


L'imperatore Caligola non andò in guerra con Poseidone

C'è un fatto spesso citato che l'imperatore romano Caligola una volta andò in guerra con Poseidone, ordinando alle sue truppe di lanciare lance in mare. Mentre i folli imperatori romani sembrano non essere così rari, Caligola è stato considerato, insieme a Nerone, uno dei più pazzi tra loro. Come se avesse perso il cervello. Quindi cosa ci fa, Unreal Facts, dire che Caligola non è andato in guerra con Poseidone quando così tanti riferimenti dicono che l'ha fatto?

In primo luogo, e più ovviamente, Poseidone era un dio greco, non romano. Mentre Poseidone e Nettuno erano entrambi dei del mare, e a tutti gli effetti gli stessi, i loro nomi sono in qualche modo diversi. La maggior parte delle persone avrebbe notato immediatamente questa irregolarità. Ma capiamo che ci può essere poco in un nome, e molti diranno che stiamo solo cercando il pelo nell'uovo. Quindi cerchiamo di approfondire un po' questo mito.

Non c'è dubbio che Caligola fosse pazzo come un cappellaio, ma quanto avrebbe dovuto esserlo Caligola per andare in guerra con Poseidone? A detta di tutti potrebbe essere stato abbastanza pazzo, dopo che tutte le sue stesse guardie del corpo lo hanno assassinato a causa del suo comportamento squilibrato. Questo era un uomo che apparentemente si travestiva in pubblico, metteva incinta sua sorella e si dichiarava un dio. Ma per quanto folle possa sembrare, Caligola non andò in guerra con Poseidone. Tuttavia, ha fatto qualcosa con il suo esercito che sarebbe descritto strano, se fosse vero.

Durante uno dei suoi tentativi di conquistare la Britannia, Caligola apparentemente ordinò al suo esercito di raccogliere conchiglie dalla spiaggia. Da qui nasce il mito di Caligola che dichiara guerra a Poseidone (o Nettuno se preferite). Lo storico romano Svetonio, che in realtà nacque 28 anni dopo la morte di Caligola, è la fonte da cui provengono gli atti di questo imperatore squilibrato. Faceva parte del suo libro, “I dodici Cesari.” Ma anche questo può essere dimostrato essere errato e una possibile fabbricazione, o almeno un malinteso di Svetonio. Dopotutto, Svetonio era noto per non aver permesso alla verità di intralciare una buona storia.

La parte finale per svelare questo mito deriva dalla lingua slang usata all'epoca nell'esercito romano. La parola per conchiglie, musculi era anche il gergo dei saldatori per le capanne degli ingegneri. Così quando Caligola, che era in campagna con i soldati e aveva trascorso quasi tutta la sua vita con loro, e quindi avrebbe raccolto il gergo dei soldati, disse: raccogli i muscoli, molto probabilmente intendeva raccogliere le capanne, non le conchiglie.

Quindi, se Caligola non andò mai in guerra con Poseidone, da dove iniziò questo mito?

In realtà è iniziato in tempi più moderni, e dobbiamo ringraziare l'intrattenimento, anzi la letteratura. Il primo riferimento a questa guerra venne dal libro I, Claudius, pubblicato nel 1934 e scritto da Robert Graves. Nel libro, che è stato poi adattato per il teatro, la radio e il cinema, ha preso gli scritti di Svetonio e li ha abbelliti per far sembrare Caligola un po' più pazzo. Fui io, Claudio, a vedere per la prima volta l'imperatore Caligola entrare in guerra con il dio del mare Poseidone.

Quindi, anche se poteva valere la pena diffamare il suo nome, almeno non l'ha mai fatto.


"Devo solo dare la parola..."

Prima di andare oltre, c'è qualcosa che devi capire su questo periodo della storia romana.

Nel corso degli anni sono andate perse così tante fonti che abbiamo a malapena resoconti contemporanei di Caligola.

Le informazioni che abbiamo sulla sua vita generalmente provengono dal libro di Svetonio sugli imperatori e dalla biografia di Caligola di Cassio Dione. Entrambi non sono esattamente grandi storici, ed entrambi vissero molto tempo dopo la morte di Caligola, con Dio che non nacque nemmeno fino a 120 anni e mezzo dopo la sua morte.

Il concorso di eloquenza sotto Caligola a Lione

Per dirla in altro modo, aspettarsi che uno di questi ragazzi dia un resoconto preciso e puntuale del regno di Caligola è come aspettarsi che qualcuno nato quest'anno stesso dia un resoconto oculare della vita di Otto von Bismarck.

Detto questo, è probabile che ci sia un fondo di verità nei loro resoconti altrimenti sospetti, e anche un nocciolo sarebbe sufficiente per classificare Caligola come uno dei sovrani più folli della storia.

Si dice che dopo la malattia a Caligola piacesse umiliare il Senato. I senatori sarebbero stati costretti a correre accanto alla sua carrozza per miglia alla volta per le strade di Roma.

Chi si fosse rifiutato sarebbe stato umiliato in altri modi. Caligola organizzava cene per i senatori e le loro mogli. A metà del pasto, sceglieva una moglie di cui gli piaceva l'aspetto, la portava in una stanza sul retro e si imponeva su di lei. L'avrebbe poi restituita a suo marito, che sarebbe stato costretto a comportarsi come se nulla fosse accaduto.

Parlando di donne, gli appetiti sessuali di Caligola erano sia enormi, sia enormemente crudeli.

Nel 37 o 38 d.C., per esempio, andò al matrimonio di Gaio Calpurnio Pisone e Livia Orestilla. L'imperatore era così preso da Livia che le ordinò di sposarlo. Lei lo ha fatto, ha avuto la sua strada con lei, poi ha divorziato da lei la mattina dopo. Come colpo finale, le proibì di sposare Gaius.

Livia non era l'unica. Anche Lollia Paulina fu costretta a divorziare dal marito e a sposare Caligola, solo per essere abbandonata dopo appena sei mesi.

Poi ci sono le altre voci, che Caligola sia andato a letto con tutti, dalle puttane, ai ragazzini, all'attore maschio Mnester.

Ma la relazione più famosa che ebbe Caligola fu, ovviamente, con sua sorella.

Ricordi Julia Drusilla? All'inizio di questo video, abbiamo detto che si diceva che Caligola stesse dormendo con lei.

Bene, una volta diventato imperatore, Caligola sembra aver fatto di tutto per confermare quelle voci.

Drusilla fu elevata al rango di moglie dell'imperatore. L'esercito era tenuto a prestare giuramento di fedeltà a lei. I due non sono mai stati separati.

Quando Drusilla morì nel giugno del 38 d.C., il cuore spezzato Caligola la fece dichiarare Dea e costrinse la gente ad adorarla.

Anche con questa strana relazione, però, molto di ciò che potresti aver sentito non è vero. Quella scena scioccante in io, Claudio dove Caligola mangia il feto strappato al corpo di Drusilla? Siamo estremamente lieti di dirvi che era finzione.

Tuttavia, la crudeltà e la follia di Caligola stavano diventando difficili da ignorare. Cassio Dione narra che l'imperatore si esercitasse a tirare espressioni facciali terrificanti puramente per mettere il timore di Dio nei suoi sudditi. A una festa, sarebbe scoppiato a ridere. Quando gli ospiti gli hanno chiesto cosa ci fosse di divertente, Caligola ha risposto:

"Ho appena pensato che devo solo dare la parola e avrete tutti la gola tagliata."

Era più di una semplice minaccia.

Nel 38 d.C., Caligola ordinò infine l'esecuzione di Gemello. Incredibilmente, fece giustiziare poco dopo Macro, il prefetto della guardia pretoriana che lo aveva aiutato a prendere il potere.

Fu il primo grande assaggio di sangue di Caligola. Evidentemente, gli piaceva abbastanza da tornare per averne di più.


6. Se Caligola fosse davvero pazzo, la colpa potrebbe essere di un disturbo fisico.

In questi giorni, molti storici rifiutano l'idea che Caligola terrorizzò Roma con la sua follia sfrenata, parlando con la luna, ordinando esecuzioni arbitrarie e cercando di fare del suo cavallo un console. Per prima cosa, i suoi colleghi legislatori lo avrebbero probabilmente cacciato dal potere per tale condotta. Ma supponendo che il tanto diffamato imperatore fosse il pazzo descritto dai suoi cronisti, alcuni studiosi hanno suggerito che una malattia lo abbia fatto sballare, forse epilessia del lobo temporale, ipertiroidismo o malattia di Wilson, una malattia ereditaria che può causare instabilità mentale.


Caligola era uno stronzo, in generale

Mentre gli articoli da uno a cinque illustrano abbastanza bene la follia di Caligola attraverso il narcisismo, non ti danno davvero un'idea di quanto fosse maligno il ragazzo.

Caligola si è davvero divertito a guardare le altre persone soffrire. Ciò include un fascino standard per torturare e uccidere persone, certo. Ma era anche un burlone disturbato e antisociale.

Aveva nuove leggi scritte in minuscole lettere, poi le appendeva molto in alto, in modo che la gente non potesse leggerle. Lo ha fatto in modo da poter punire le persone per aver infranto leggi che erano tecnicamente pubblicato, ma di cui non potevano essere a conoscenza.

Durante le partite all'arena, nelle giornate particolarmente calde, ordinava di chiudere i tendoni e vietava agli spettatori di uscire, solo per guardarli sudare. Un altro passatempo preferito: chiudere i granai per poter guardare la sua gente morire di fame. Come puoi vedere, a Caligola piaceva prendere a pugni, probabilmente così le sue vittime non potevano vedere il suo punto calvo. 8


Il relitto di una delle famose "chiatte del piacere" di Caligola, scoperta negli anni '20

Caligola costruì due sontuose chiatte da collocare sul lago di Nemi. A volte chiamate "chiatte da diporto", si diceva che avessero decorazioni in marmo, pavimenti a mosaico, statue e lì teneva una serie di feste selvagge e dissolute. Scoperti negli anni '20 e '30, erano stati per lo più distrutti durante la seconda guerra mondiale, ma fu trovata una tubatura di piombo con l'iscrizione "Proprietà di Gaius Caesar Augustus Germanicus".


L'imperatore Caligola #3 - L'imperatore pazzo - Storia

Ricorda che ho il diritto di fare qualsiasi cosa a chiunque — Caligola

TEMI: Storia dell'istruzione
PAROLE CHIAVE: differentenick history roma sametroll Navigazione: utilizzare i collegamenti sottostanti per visualizzare più commenti.
primo 1-20 , 21-36 prossimo ultimo

e così abbiamo l'imperatore Joe.

Questo è il modo in cui pensano.

Vengo da una stirpe di giacobiti scozzesi ed ex britannici che hanno partecipato alla ribellione “Fuck You Mad King George”.

Guy Clark https://www.youtube.com/watch?v=6TWwyhCVBDg)

Hmm. potremmo essere diretti verso alcune delle stesse cose tra non molto.

E Malcolm McDowell sapeva benissimo di cosa trattava il film “Caligula” e si è divertito. Sta mentendo per proteggere la sua “reputazione”.

Beh, è ​​passato un po' di tempo e le fonti a volte possono essere traballanti in questa Age of the Great Media Freak-Out, ma la versione che ho visto è che Little Boots era molto popolare tra la gente comune.

La sua presunta follia ha coinvolto le élite della classe patrizia - indovina come chiameresti la versione romana di Rodeo Drive.

“In alcuni giochi ordinava che un'intera parte del pubblico fosse gettata in pasto alle belve perché non c'erano più prigionieri da usare e lui si annoiava”

Spero che almeno abbia scelto quelle sezioni che stavano facendo ‘the wave’.

Ma seriamente, se questo è vero, si penserebbe che la voce si spargerebbe, e ciò metterebbe un serio freno alla partecipazione ai giochi.

Mentre l'America sprofonda sempre più nella decadenza, mostri vili come Caligola, Nerone e Tiberio appaiono sempre più ragionevoli a coloro che sono malati di decadimento. Possiamo aspettarci che proclamino eroi vili mostri contemporanei.

Tuttavia quelli di noi capaci di resistere alla decadenza e rimanere fedeli alla verità vedono tutta questa mostruosità per quello che è esattamente. Rimaniamo consapevoli dell'orrore di questi mostri e della mostruosa decadenza che li ha potenziati, e lo vediamo tutto nella mostruosa decadenza del 21° secolo e dei suoi seguaci.

Vale la pena leggere l'articolo sull'imperatore Eliogabalo nello stesso sito: https://historyofyesterday.com/elagabalus-8af6ae56e58e

Eliogabalo, un mostro transessuale, è stato ridicolizzato e diffamato durante i 19 secoli successivi al suo regno, ma è resuscitato come una sorta di eroe da coloro che si crogiolavano nella decadenza della civiltà occidentale del 21° secolo. L'ultima osservazione dell'articolo: "Oggi Eliogabalo è una delle icone storiche del movimento LGBTQ".

Se le tendenze attuali continuano, aspettati che Caligola, Nerone e Tiberio risorgeranno come una sorta di eroi per coloro che sono malati di decadenza.

Allora cosa? Hitler? stalini? Mao? Pol Pot?

Non c'è niente di nuovo nei mostri o nella decadenza. Solo gli stupidi pensano che ci sia.

Personalmente mi piaceva John Hurt in I CLAUDIUS di 40 anni fa su PBS. Vai a spasso su DVD.

Ho letto anche i libri di Robert Graves.

Ho provato a impostare attraverso la versione classificata X di quel film. È stato così brutto che sono andato avanti velocemente attraverso l'ultimo di esso.

Prenderò io, CLAUDIUS in qualsiasi momento su CALIGULA.

LOL. Mi dispiace Sans-Culotte. Ora lavoro per una persona che si adatta perfettamente al principio di Peter. Ma non sono preoccupato che mi costringa al suicidio..lol.

Sì. Un Mussolini da due soldi di sicuro.

Hai assolutamente ragione. Ha avuto un buon primo anno. Ma poi si è ammalato presumibilmente e il pazzo è uscito. Puoi solo prendere alcune delle storie con le pinze. Presumibilmente due senatori hanno visitato il suo capezzale e hanno detto che avrebbero dato la vita per riaverlo. Si è miracolosamente ripreso. E poi li ha fatti suicidare. Disse loro che gli dei si sarebbero offesi se non avessero mantenuto la parola data. Si sono suicidati. Hanno cercato di "cancellarlo" veramente e rimuovere tutti i riferimenti al suo nome e hanno vietato a qualsiasi cittadino romano di nominare il proprio figlio Caligola. Ma doveva essere così cattivo che non aveva importanza. Veramente infame.

Eliogabalo. Buon esempio. Conosci l'amante transessuale di Adriano dalla Bithinia? Mentre Adriano è considerato uno dei migliori imperatori, era un po' greco per la sensibilità romana.

Tieni presente che era nipote di Marco Antonio e probabilmente condivideva l'odio dei Giuliani per i patrizi e il senato.

Il senato stava lentamente strangolando la repubblica con i suoi modi avidi: possedevano e coltivavano la maggior parte della terra in Italia con gli schiavi, rendendo quasi impossibile per la plebe coltivare, costringendoli a fare affidamento sullo stile di vita del pane e dei circhi dei comuni romani.

La passione di Caligola per aggiogare le élite patrizie e i senatori era una delle sue qualità redentrici - almeno nel mio libro.

Un'audace difesa di Caligola. Tuttavia, Caligola era lui stesso Giulio-Claudia, figlio di Germanico e Aggripina il Vecchio. Né hanno alcuna relazione con Marc Antony. Non sono sicuro che sia un errore di battitura.

Totalmente d'accordo con il secondo paragrafo nel tuo commento. Ma dopo essersi ammalato era letteralmente pazzo. E secondo la maggior parte delle stime il peggior imperatore romano dell'intero Impero. Anche se penso che ci siano altri contendenti.

Non sono sicuro di cosa significhi "giocare" ma l'inutile sangue arbitrario e la morte e l'andare a letto con le mogli del senatore a cena, non sono una qualità redentrice - nel mio libro.

“Ottavia il Giovane (in latino: Octavia Minor 69/66-11 aC) era la sorella maggiore del primo imperatore romano, Augusto (noto anche come Ottaviano), la sorellastra di Ottavia il Vecchio e la quarta moglie di Marco Antonio. Fu anche bisnonna dell'imperatore Caligola e dell'imperatrice Agrippina la Giovane, nonna materna dell'imperatore Claudio, bisnonna paterna e trisnonna materna dell'imperatore Nerone.”
https://en.wikipedia.org/wiki/Octavia_the_Younger

ottimo omesso per brevità

Julius era il “Bald Lecher”
Augusto deflorava regolarmente le vergini per sport.
La villa di Tiberio a Capri era il centro della dissolutezza.
Marco Antonio - sposato con Ottavia mentre era consorte di Cleopatra.

Le macellerie di Silla fanno sembrare Caligola mansueto al confronto.

La storia di Caligola è stata scritta da coloro che adoravano Bruto, Catone, Cicerone, Cassio, Pompeo e altri.

In epoca romana i soldati arresi venivano fatti marciare “sotto il giogo” prima di essere rilasciati sulla parola.

Era considerata una disgrazia peggiore della morte.

Qualcosa che i moderni non capiranno mai.

Grazie per le informazioni. mi correggo. Stare al passo con questi alberi genealogici è folle. Grazie per il chiarimento. In realtà penso che Silla fosse sanguinario, ma era a causa dell'ego di Marius. E lui, come Cincinattus, è tornato a casa alla fattoria dopo aver ripulito il casino che aveva fatto Mario. Potresti chiamare sanguinario anche George Washington, ma era per una buona ragione. Mentre Caligola d'altra parte era un pazzo assassino, considerando la vita che ha vissuto non c'è da meravigliarsi. Sono contento di averti trovato Hank, non ho mai incontrato nessuno che difendesse strenuamente Caligola. Non so ancora come creare elenchi di ping. Ma preferisco essere contraddetto sulle mie opinioni. L'unico modo per imparare. E hai ottenuto i juevos per vincere 2000 anni di consenso. Piacere di conoscerti. Ho intenzione di pubblicare questo post su Cincinattus oggi, tempo permettendo.

Navigazione: utilizzare i collegamenti sottostanti per visualizzare più commenti.
primo 1-20 , 21-36 prossimo ultimo

Disclaimer: Le opinioni pubblicate su Free Republic sono quelle dei singoli poster e non rappresentano necessariamente l'opinione di Free Republic o della sua direzione. Tutti i materiali qui pubblicati sono protetti dalla legge sul diritto d'autore e dall'esenzione per l'uso corretto delle opere protette da diritto d'autore.


Secondo antichi storici come Svetonio in Vite dei dodici Cesari, Tiberio si abbandonava alle perversioni sessuali più morbose nei suoi giardini solitari sull'isola di Capri. Svetonio registra storie inquietanti di perversità e crudeltà, di violento sadomasochismo e pederastia e, soprattutto, di estrema paranoia nella mente dell'imperatore malato. Secondo Svetonio, violentava ragazze molto giovani e si divertiva anche a spezzare il collo dei ragazzi a mani nude. Sebbene forse sensazionalistiche, le storie almeno dipingono un quadro di come Tiberio fosse percepito dal popolo romano e quale fosse il suo impatto sul Principato durante i suoi 23 anni di governo.

Se non diversamente indicato, il testo in questo articolo è basato sull'articolo di Wikipedia "Imperatori pazzi di Roma" o su un'altra pagina di Wikipedia in lingua utilizzata secondo i termini della GNU Free Documentation License o su ricerche di Jahsonic e amici. Vedere l'avviso sul copyright di Arte e cultura popolare.


Guarda il video: 508 - Caligola, la verità dietro la maschera del folle Imperatores 3 Pillole di Storia (Giugno 2022).