La storia

Quali sono le rovine in Turchia vicino a Kömürcü Köyü?

Quali sono le rovine in Turchia vicino a Kömürcü Köyü?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sono curioso e vorrei sapere quali sono le rovine vicino a Kömürcü Köyü in Turchia (38°15'27.8"N 34°33'05.5"E | 38.257711,34.551535)?

Ho provato a cercare ma non ho trovato nulla. Sembra una costruzione antica, ma forse non è niente.


@tohuwawohu e @NSNoob sembrano averlo inchiodato nei commenti. Il collegamento da vici.org ha rovine neo-ittite a 38.259163,34.541790:

e le coordinate di OP sono in blu per il confronto:

Il primo afferma entro 5 metri e la separazione sembra più di 500 metri, ma alcune differenze potrebbero essere spiegate da dati diversi.

Da Monumenti Ittiti - cioè primo link in Commenti:

Göllüdağ è un grande insediamento fortificato in cima a una montagna (2172 m.) del periodo neo-ittita. È vicino al villaggio di Kömürcü a Gölcük, Niğde. L'insediamento risale alla fine dell'VIII secolo a.C. Le rovine si trovano proprio accanto al lago del cratere del vulcano inattivo. Due grandi leoni del portale, conosciuti come i leoni di Göllüdağ, sono stati trovati all'ingresso sud di un edificio di 112x228 metri che si pensa sia il palazzo. I leoni sono attualmente nel Museo Kayseri. Un altro leone del portale e un paio di sfix incompiute di Göllüdağ si trovano nel Museo Niğde. Gli scavi di Göllüdağ furono inizialmente effettuati da Remzi Oğuz Arık nel 1934. Ulteriori scavi furono effettuati da Burhan Tezcan nel 1968-69 e da Wolfgang Schirmer nel 1992-94.


Questo è il sito più importante del Complesso Archeologico di Gollu Dag. È una città del periodo neo-ittita, che cade all'incirca nella prima metà dell'età del ferro. La regione è archeologicamente significativa perché ricca di giacimenti di ossidiana. Esistono centinaia di siti risalenti al Paleolitico e al Neolitico, quando l'ossidiana era la materia prima più ricercata. Komurcu Kaletepe è un altro sito importante a Gollu Dag. Il noto sito neolitico di Asikli Hoyuk non è lontano.

Fonte: Göllü Dag (Anatolia centrale): fonti, laboratori e commercio di ossidiana

Un'altra fonte che lo identifica come Neo Ittita: Cappadocia Explorer. Articolo di agosto 2009 in turco


10 attrazioni turistiche top-rated a Side

Se stai cercando un mix di tempo in spiaggia e storia, la località turistica di Side è il territorio principale. Rannicchiato lungo il bordo della costa mediterranea, Side è tutto incentrato sul prendere la sabbia e il mare, ma per coloro che desiderano una fetta di cultura prendendo il sole, esplorare la ricchezza delle rovine di epoca romana proprio in città è una delle cose più popolari da fare qui.

Il Tempio di Atena è magnificamente posizionato sul porto, con le colonne in piedi che guardano verso il mare, e se sali al livello più alto di posti a sedere nel vasto teatro romano dall'altra parte della città, avrai una magnifica vista sulle maestose montagne del Tauro .

Più di ogni altra cosa, però, Side è un posto dove rilassarsi e godersi il sole, e sebbene le spiagge della città siano affollate durante i mesi estivi, se hai il tuo mezzo di trasporto, troverai molte strisce di sabbia meno affollate all'interno facile da raggiungere. Per idee sui posti migliori da visitare, consulta il nostro elenco delle principali attrazioni turistiche di Side.

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di salute e sicurezza globali.


Moschea Minuchir di Ani

Guarda tutte le foto

Oggi, dove un tempo sorgeva la Moschea Minuchir di Ani, rimane solo un minareto di 1000 anni. Ci sono alcuni resti della sala di preghiera della moschea, ma il minareto solitario è un ricordo del potere fugace che molti governanti hanno sperimentato durante il loro soggiorno ad Ani.

Ani era una grande metropoli per gli standard dell'XI secolo e aveva una popolazione ben al di sopra delle 100.000 persone. Centro del potente Regno di Armenia, Ani era al centro di numerose rotte commerciali, nell'odierna Armenia e nella Turchia orientale. Sebbene il traffico offrisse alla città diversità e ricchezza, la rendeva anche vulnerabile ad attacchi e conquiste.

Nel 1064, una potente forza selgiuchide conquistò la città con l'aiuto di persone del Caucaso. Uccidendo e schiavizzando tutti, la forza turca vendette casualmente la città a una dinastia curda chiamata Shaddadid. Durante questo periodo, Ani fu trasformata da una popolazione prevalentemente cristiana e armena in una città con una forte presenza islamica, e successivamente fu costruita una grande moschea.

Sfortunatamente per i recenti conquistatori curdi, c'erano continui disordini e i mongoli dall'est alla fine saccheggiarono la città nel 13esimo secolo. Dopo l'inizio del dominio mongolo, la città declinò lentamente e fu abbandonata dalla metà del XVIII secolo. Insieme ad alcune cattedrali e parti delle mura della città, il minareto della moschea è la reliquia meglio conservata della città.

Sebbene non sia stata utilizzata per anni, quando un archeologo russo iniziò ad esplorare il sito all'inizio del XX secolo, la moschea ricevette per breve tempo nuova vita come deposito di manufatti.


Termessos

L'unica città che Alessandro Magno non si è preoccupato di conquistare, Termessos si trova in cima a una montagna vicino alla costa meridionale della Turchia.

La foresta secolare ora abbraccia le rovine di pietra cadente di Termessos. Si dice che sia stata fondata dall'eroe mitologico Bellerofonte, durante il suo periodo di massimo splendore, la città era nota per la sua difesa impenetrabile grazie alla sua posizione in cima a una montagna, che si erge a più di mille metri nel cielo. In realtà è stata fondata da una comunità conosciuta come i Solims. Poco si sa della gente o della cultura di Termessos nonostante sia incredibilmente ben conservato, con la maggior parte delle informazioni raccolte da storie e storie.

La lontananza della città lo ha servito bene, fornendogli una certa autonomia da Roma e risparmiandolo dal saccheggio di Alessandro Magno che lo chiamava "il Nido dell'Aquila". Tuttavia, la sua posizione remota in cima alla montagna sarebbe anche la sua rovina. Sebbene si sappia poco, si ritiene che la città sia stata abbandonata intorno al 200 d.C. un terremoto distrusse l'acquedotto della città, interrompendo la sua fornitura di acqua. Sembrava che i Solim si fossero semplicemente allontanati lasciandosi alle spalle una città straordinariamente conservata.

Sul sito rimangono un gran numero di strutture in pietra e tombe esposte, anche se alcune di esse sono state saccheggiate. Poiché il sito non è sotto stretto controllo archeologico, molti rilievi e iscrizioni sono stati trasferiti nel vicino Museo di Antalya.

Sebbene sia a breve distanza in auto da Antalya, arrivarci comporta una ripida salita sulla montagna dalla cima della strada, quindi manca le solite folle di turisti della costa meridionale turca. I visitatori possono guardare le nuvole passare attraverso le finestre vuote dietro lo splendido antico anfiteatro e ammirare le antiche tombe che fiancheggiano il sentiero che sale sulla montagna.

La combinazione di boschi, rovine e viste spettacolari sulle montagne ne vale la pena nonostante ciò che pensava Alessandro Magno.


Contenuti

Il re assiro Salmaneser III (855 a.C.) stabilì un insediamento qui chiamato Shitamrat. [ citazione necessaria ] La città fu successivamente colonizzata da un certo numero di civiltà e conosciuta come Urima (Ώριμα in greco), [ citazione necessaria ] Qal'a Rhomayta o Hesna d-Romaye (in aramaico), [ citazione necessaria ] per i greci bizantini era conosciuto come Romaion Koula (Ρωμαίων Κούλα - castello romano), [ citazione necessaria ] e il califfato arabo cambiò questo nome in Qal'at al-Rum appropriato per essere un castello di confine in quel momento. [ citazione necessaria ]

La città fu fortificata e fu assediata dai Mamelucchi nel 1280, [ citazione necessaria ]. citazione necessaria ] I Mamelucchi ripararono le mura della città e ribattezzarono il luogo Qal'at al-Muslimin anche se i nomi Urumgala e Rumkale persisteva. [ citazione necessaria ] La città fu portata sotto il dominio ottomano da Selim I. [ citazione necessaria ]

Nell'ambito del progetto dell'Anatolia sudorientale, noto anche come GAP, sono state costruite diverse dighe nell'area e nelle regioni circostanti come parte di una più ampia iniziativa agricola ed economica del governo turco. La città di Halfeti era tra quegli insediamenti, antichi e contemporanei, che sarebbero rimasti sotto l'innalzamento del livello delle dighe e dei fiumi locali in seguito all'esecuzione del GAP.

Fino a quando l'area non è stata inondata nel 1999, la gente viveva della pesca nell'Eufrate e dell'agricoltura sulle rive del fiume, in particolare della coltivazione di pistacchi. Poi vennero le acque e fu costruita la "nuova" Halfeti. Alcuni edifici, compreso il carcere, furono abbattuti e ricostruiti nella nuova città. Il centro storico di Halfeti è solo parzialmente sommerso e comincia ad attirare visitatori, soprattutto coloro che noleggiano un traghetto per visitare le rovine della vicina fortezza di Rumkale (Qal'at ar-Rum). Anche la campagna è attraente, sebbene la verde vallata del passato sia ora sommersa.

Di fronte a Halfeti sorgeva il villaggio di Kale Meydanı, anch'esso sommerso, ma la grande casa dei proprietari terrieri fu presa e ricostruita nei terreni dell'Università di Harran.

La città di Eski Halfeti (Old Halfeti), parzialmente sommerso dalle acque in aumento del Birecik Dam

La città di Eski Savaşan Köyü (Old Savaşan Köyü), parzialmente sommerso dalle acque crescenti del Birecik Dam

Halfeti è composto dai seguenti villaggi e quartieri urbani, ciascuno guidato da un mukhtar: [6]

  • Rüştiye
  • imaliye
  • Fırat
  • Siyahgül
  • Karaotlak
  • Arğaç
  • Yeşilözen
  • Cumhuriyet
  • Dutluca
  • Argilla
  • Yukarıgöklü
  • Altınova
  • A.Göklü
  • Balaban
  • Beyburcu
  • Bozyazı
  • Bulakl
  • akallı
  • ebekoğlu
  • Dergili
  • Durak
  • Erikli
  • Fıstıközü
  • Gözeli
  • Gülaçan
  • Gürkuyu
  • Günece
  • Gürlüce
  • Hilalli
  • Kalkan
  • Kavaklıca
  • Kayalar
  • Kurugöl
  • Macunlu
  • Ortayol
  • Özmüş
  • Salmanl
  • Savaşan
  • Saylakkaya
  • Sırataşlar
  • Sütveren
  • Tavşanören

Alle elezioni locali del 31 marzo 2019 è stato eletto sindaco il candidato del Partito Giustizia e Sviluppo (AKP), Şeref Albayrak, con il 54,92% dei voti. Abdurrahman Çiftçi, il suo primo candidato rivale del Partito Democratico dei Popoli, ha ottenuto il 37,56% dei voti. [7] L'attuale Kaymakam è Selami Korkutata. [8]


Cose insolite da fare in Turchia

In mongolfiera sulla Cappadocia

Goditi la vista panoramica dell'ampia Turchia mentre ti alzi nel cielo e ti godi un giro in mongolfiera. In generale, ci sono molti tipi di voli tra cui scegliere. Dalle corse deluxe allo standard, offrono molte opzioni tra cui scegliere.

Per chi cerca conforto, può optare per quello deluce e godersi la vista pittoresca del solo tacchino dall'alto. Chi vuole fare questa esperienza senza farsi male alle tasche, può optare per quella standard, in cui sarà accompagnato da 16 a 24 persone. Anche la durata dei voli varia, puoi prenotare un volo di 90 minuti o 2 ore, a seconda della tua scelta.

In primo piano

Visita la Moschea Sotterranea di Istanbul

L'insolita moschea ha una storia leggendaria in cui si crede che quando il quartiere di Galata era un insediamento genovese, il sito fosse un forte bizantino. Il seminterrato del forte presumibilmente conteneva un'enorme catena che proteggeva i locali bizantini dagli attacchi turchi impedendo alle navi di entrare in città.

Quindi, se come viaggiatore, desideri concederti un po' di storia e vivere tutto in prima persona e respirare un po' della storia, questo luogo unico dovrebbe essere assolutamente da visitare durante il tuo viaggio. Da allora, nel 1757 lo spazio sotterraneo fu infine trasformato in una moschea sotto gli auspici del Gran Visir Bahir Mustafa Pa?a.

Posizione: Kemanke? Karamustafa Pa?a, Kemanke? Cd. No:23, 34425 Beyo?lu/?stanbul, Turchia.

Tempi: 8:00 - 18:00.

Soggiorna al Gairasu Cave Hotel

L'hotel è situato in un millenario ritiro bizantino restaurato che offre comfort moderni senza distrarre dal sentimento spirituale della zona che è nota per essere abitata da più di cinquemila anni. Il Gamirasu cave Hotel è presente nelle principali guide di viaggio internazionali come uno dei migliori hotel in grotta della Turchia.

È una destinazione perfetta se desideri trascorrere una luna di miele tranquilla e accogliente o semplicemente vuoi fare un tuffo nella tranquillità di una vita più semplice, lontano dalla vita frenetica della città. Se stai cercando alcune cose uniche da fare in Turchia, questo posto garantisce un'esperienza unica nella vita per chiunque visiti.

Posizione: Ayval? Köyü ?ç Yolu, 50400 Ayval?/Ürgüp/Nev?ehir, Turchia.

Tempi: Aperto 24*7.

Prezzo: Varia per ogni prenotazione.

Esplora l'isola di Kekova

Accessibile solo in barca, l'isola di Kekova è una bellezza assoluta da vedere. Ritenuto la sede delle rovine di Simena, una città parzialmente sommersa dei Lici, questo luogo ha un fascino da libro di fiabe. Avendo molte storie ad esso legate, si ritiene che questo luogo abbia parte della sua parte all'interno dell'acqua, arrivando dove non è possibile.

Quindi suggeriremmo sicuramente questa gemma se non solo desideri aggiungere alla tua lista di cose uniche da fare in Turchia, ma anche per imbarcarti nel viaggio dell'introspezione. La tranquillità delle acque e la storia del luogo vi regaleranno sicuramente l'esperienza di entrare in un libro, ma l'aria pigra e l'accogliente gente del posto rendono il posto piuttosto perfetto per un bel picnic da godersi con i vostri cari.

Non perderti il ​​Bagno Turco Tradizionale

Una volta che hai finito di goderti ciò che tutta la Turchia ha da offrire o vuoi semplicemente dirigerti verso una pausa da esso, diremmo di dirigerti verso il più vicino Hamam, un tradizionale bagno turco. Sarebbe sicuramente lavare via tutto il tuo stress, preoccupazioni, germi e stanchezza e ciò che rimarrebbe sarebbe il ringiovanito e bellissimo te.

Persone provenienti da tutto il mondo visitano la Turchia per provare questa esperienza unica nella vita e godersi una giornata piena di divertimento con le loro famiglie e i loro amici. La tua prima esperienza nell'hammam potrebbe essere un'esperienza scoraggiante quando si tratta di odore, calore, ecc., ma prova a dargli una possibilità onesta e potrebbe essere un'esperienza deliziosa da ricordare.

Guarda Men Oil Wrestle

Il wrestling dell'olio è uno degli sport più antichi della Turchia, incluso in uno storico festival che si tiene ogni anno dal 1346. Conosciuto anche come "lotta del grasso", questo è lo sport nazionale della Turchia. I lottatori sono ricoperti di olio seguito da un'intensa sessione di lotta sul ring.

Questa tradizione romana del wrestling è ancora seguita e praticata in molti angoli della Turchia. Il rivestimento di olio ha un uso strategico e non solo pruriginoso in quanto rende i lottatori scivolosi e difficili da afferrare. Non sarebbe interessante svignarsela cercando di battere l'avversario.

Posizione: Il posto migliore per sperimentare questa attività spettacolare sarebbe la regione di Karamulser, Samsun, Antalya e Tracia.

Andare a sciare

Dall'oziare su un'amaca allo spinning alla tua bevanda preferita e dallo sci nelle sue spiagge incontaminate a guardare il sole che tramonta all'orizzonte, la Turchia offre una vasta lista di attività che possono essere svolte intorno alle sue spiagge. Lo sci resta comunque l'attività più adrenalinica che si possa vivere qui.

Migliora le tue abilità mentre attraversi queste onde basse e alte e trascorri una giornata divertendoti nelle acque blu di molti luoghi come Kartepe, Kartalkaya e molti altri. Questa esperienza di sci nautico ti permetterà anche di ammirare la lussureggiante vita marina mentre attraversi le acque lungo la riva.

Posizione: Il paese offre una serie di destinazioni come Kartepe, Karatlkaya, Erciyes solo per citarne alcune.

Tempi: dalle 7:00 alle 18:00.

Continua il pellegrinaggio biblico

Essendo sede di molti luoghi sacri cristiani, un viaggio in Turchia viene spesso definito il pellegrinaggio biblico. Il paese è sede di molti luoghi sacri cristiani come il luogo di nascita di San Nicola, Antalya, la chiesa di San Nicola, l'insediamento paleocristiano, sette chiese dell'Apocalisse (Efeso, Pergamo, Smirne, Laodicea, Sardi, Filadelfia, Tiatira) e assiro Chiesa Ortodossa della Vergine Maria.

Coloro che pianificano una santa visita in Turchia non perdono mai nessuno di questi luoghi spirituali. Oltre ad essere un luogo sacro, questi luoghi sono anche noti per la loro architettura antica e le vibrazioni psichiche.

Posizione: La maggior parte dei siti si trova a Istanbul, Konya, Usak e Antakya.

Tempi: dalle 10:00 alle 18:00 (può variare per ogni località)

Goditi i viaggi in treno

I viaggi in treno in Turchia sono esattamente ciò di cui avresti bisogno per un account sui social media in attesa di esplodere con i follower. Anche se non sei un appassionato conoscitore dell'esperienza di viaggio in treno, un viaggio nei luoghi imperdibili della Turchia non sarà completato senza saltarne uno. coprendo la leggendaria Parigi Istanbul il comfort e la convenienza in questi treni è un must per cui optare.

I migliori percorsi altamente raccomandati sarebbero l'Eastern Express, un treno in partenza dalla capitale Ankara con un viaggio di 24 ore che ti porterà attraverso la diversa cultura e molti luoghi panoramici. L'elenco non finisce qui la Turchia ha anche Karabuk-Zonguldak, un treno per la natura selvaggia, che ti porterà attraverso le foreste lussureggianti e, se abbastanza fortunato, potrai avere la possibilità di vedere molti animali selvatici rari.

Accampamento nelle montagne Kackar

Con un'altitudine di 3972 metri, un viaggio in cima a questa montagna sarà pieno di molte esperienze emozionanti. Il modo migliore per ammirare la bellezza di questo luogo tranquillo è pianificare una notte in campeggio qui e godersela in un ambiente sereno per un po'. Ricco di numerose flora e fauna stagionali, questo picco ti permetterà di godere del meglio di ciò che la natura ha da offrire.

Goditi la vista del sole che si posa tra le cime innevate e gli spettacolari precipizi. Una notte in campo qui sarà sicuramente piena di avventure panoramiche mentre ti godi un insediamento confortevole. Avendo numerosi campeggi, alcuni anche lungo le scroscianti cascate, un viaggio qui sarà sicuramente adrenalinico.

Visita la fabbrica di tappeti di seta

Chiunque visiti la Turchia non dovrebbe perdere l'occasione di sperimentare dal vivo la creazione della seta e dei tappeti. L'esperienza di visitare una fabbrica di tappeti di seta è bella quanto l'opera d'arte stessa. Il viaggio inizia con il processo di come si formano i bozzoli di seta e come la seta viene avvolta dai bozzoli per creare fili di seta.

Segue la spiegazione della tessitura dei tappeti, compresa la differenza tra la tessitura dei tappeti in lana e quella in seta. Il viaggio è quindi seguito da come viene infine tessuto da alcune donne più squisite. Non dimenticate di riprendere un pezzo di tacchino, l'artigianato locale del tappeto di seta. Aggiungendo alcune stelle in più alla ricca cultura della Turchia, la seta di qualità disponibile qui non può essere acquistata da nessun'altra parte.

Posizione : Istanbul.

Tempi: dalle 10:00 alle 17:00.

Immergiti nelle piscine termali di Pamukkale

Le piscine termali sono le formazioni naturali formate da minerali, che trattengono l'acqua e la aiutano a stare al caldo. Coloro che stanno pensando di vivere un'esperienza rilassante e desiderano abbandonare il trambusto di tutte le cose uniche da fare in Turchia.

Dirigiti verso il grande castello di cotone bianco. Ti assicuriamo che le piscine termali di Pamukkale sono un'esperienza proprio come camminare su un castello di cotone con acqua calda che sgorga via tutto lo stress. Una delle migliori cose insolite da fare in Turchia, un tuffo in queste acque ti farà sicuramente divertire mentre ti godi queste sorgenti naturali.

Posizione: Cavolo riccio, 20190 Pamukkale, Denizli Merkez, Denizli, Turchia.

Tempi: dalle 8:00 alle 19:00.

Fai una gita in barca sul tradizionale caicco in legno

Offrendo qualcosa per i nostri clienti con indulgenza nautica, le cose insolite da fare in Turchia sono vaste. Il tradizionale caicco in legno è sicuramente un'esperienza indimenticabile che ti farà viaggiare indietro nel tempo in epoche più dolci dove si poteva navigare sopra i limpidi cieli turchesi.

Originariamente costruite per i marinai per viaggiare attraverso il Mar Mediterraneo, ora queste caicche sono utilizzate come hotel, negozi, soggiorni e quant'altro. Offrendo un elenco di pacchetti, puoi divertirti qui da poche ore a molti giorni. Trovate in quasi ogni parte acquosa di Istanbul, queste barche sono piene di ogni attrezzatura di base e offrono un soggiorno confortevole agli ospiti.

Il meglio di

Museo dei capelli Avanos

Sapevi che la Turchia è abbastanza unica da avere un museo dei capelli tutto donato dalle visitatrici? Bene, riteniamo davvero che questo posto possa essere elencato come una stella nell'elenco delle cose insolite da fare in Turchia poiché non ascolteresti mai una storia uguale alla storia delle origini del museo dei capelli di Avanos.

Si dice che un vasaio locale stesse dando l'addio a una cara amica quando le chiese un ricordo con cui poterla ricordare. Così, si tagliò una ciocca di capelli e la diede al vasaio. La storia ha fatto sì che molte persone lo facessero, quindi il display si è riempito di così tanti grappoli che nel 1979 è stato creato un intero museo per questo.

Posizione: Yukar?, No: 24, 110. Sk., 50500 Avanos/Nev?ehir, Turchia.

Tempi: dalle 8:30 alle 19:30.

Il meglio di


Un viaggio per tutti

Viaggiare con un gruppo di persone non è mai facile, perché a tutti piace un tipo di vacanza diverso. Alcuni viaggiano per avere il tempo della loro vita. Alcuni viaggiano per svago, una pausa dalle pressioni del lavoro o dalla loro vita personale. Alcuni viaggiano per conoscere nuove culture e conoscere la storia di un luogo. E alcuni viaggiano per avere un assaggio di tutto. Ricca di paesaggi suggestivi e con un ricco background culturale, Antalya è la destinazione perfetta per un compromesso. La lista delle cose da fare ad Antalya è infinita è davvero una meta per tutti.


Cose insolite da fare in Turchia

In mongolfiera sulla Cappadocia

Goditi la vista panoramica dell'ampia Turchia mentre ti alzi nel cielo e ti godi un giro in mongolfiera. In generale, ci sono molti tipi di voli tra cui scegliere. Dalle corse deluxe a quelle standard, offrono molte opzioni tra cui scegliere.

Per chi cerca conforto, può optare per quello Deluce e godersi la vista pittoresca del solo tacchino dall'alto. Chi vuole fare questa esperienza senza farsi male alle tasche, può optare per quella standard, in cui sarà accompagnato da 16 a 24 persone. Anche la durata dei voli varia, puoi prenotare un volo di 90 minuti o 2 ore, a seconda della tua scelta.

In primo piano

Visita la Moschea Sotterranea di Istanbul

L'insolita moschea ha una storia leggendaria in cui si crede che quando il quartiere di Galata era un insediamento genovese, il sito fosse un forte bizantino. Il seminterrato del forte presumibilmente conteneva un'enorme catena che proteggeva i locali bizantini dagli attacchi turchi impedendo alle navi di entrare in città.

Quindi, se come viaggiatore, desideri concederti un po' di storia e vivere tutto in prima persona e respirare un po' della storia, questo luogo unico dovrebbe essere assolutamente da visitare durante il tuo viaggio. Da allora, nel 1757 lo spazio sotterraneo fu infine trasformato in una moschea sotto gli auspici del Gran Visir Bahir Mustafa Pa?a.

Posizione: Kemanke? Karamustafa Pa?a, Kemanke? Cd. No:23, 34425 Beyo?lu/?stanbul, Turchia.

Tempi: 8:00 - 18:00.

Soggiorna al Gairasu Cave Hotel

L'hotel è situato in un millenario ritiro bizantino restaurato che offre comfort moderni senza distrarre dal sentimento spirituale della zona che è nota per essere abitata da più di cinquemila anni. Il Gamirasu cave Hotel è presente nelle principali guide di viaggio internazionali come uno dei migliori hotel in grotta della Turchia.

È una destinazione perfetta se desideri trascorrere una luna di miele tranquilla e accogliente o semplicemente vuoi fare un tuffo nella tranquillità di una vita più semplice, lontano dalla vita frenetica della città. Se stai cercando alcune cose uniche da fare in Turchia, questo posto garantisce un'esperienza unica nella vita per chiunque visiti.

Posizione: Ayval? Köyü ?ç Yolu, 50400 Ayval?/Ürgüp/Nev?ehir, Turchia.

Tempi: Aperto 24*7.

Prezzo: Varia per ogni prenotazione.

Esplora l'isola di Kekova

Accessibile solo in barca, l'isola di Kekova è una bellezza assoluta da vedere. Ritenuto la sede delle rovine di Simena, una città parzialmente sommersa dei Lici, questo luogo ha il fascino di un libro di fiabe. Avendo molte storie ad esso legate, si ritiene che questo luogo abbia parte della sua parte all'interno dell'acqua, arrivando dove non è possibile.

Quindi suggeriremmo sicuramente questa gemma se non solo desideri aggiungere alla tua lista di cose uniche da fare in Turchia, ma anche per imbarcarti nel viaggio dell'introspezione. La tranquillità delle acque e la storia del luogo vi regaleranno sicuramente l'esperienza di entrare in un libro, ma le arie pigre e l'accogliente gente del posto rendono il posto piuttosto perfetto per un bel picnic da godersi con i vostri cari.

Non perderti il ​​Bagno Turco Tradizionale

Una volta che hai finito di goderti ciò che tutta la Turchia ha da offrire o vuoi semplicemente dirigerti verso una pausa da esso, diremmo di dirigerti verso il più vicino Hamam, un tradizionale bagno turco. Sarebbe sicuramente lavare via tutto il tuo stress, preoccupazioni, germi e stanchezza e ciò che rimarrebbe sarebbe il ringiovanito e bellissimo te.

Persone provenienti da tutto il mondo visitano la Turchia per provare questa esperienza unica nella vita e godersi una giornata piena di divertimento con le loro famiglie e i loro amici. La tua prima esperienza nell'hammam potrebbe essere un'esperienza scoraggiante quando si tratta di odore, calore, ecc., ma prova a dargli una possibilità onesta e potrebbe essere un'esperienza deliziosa da ricordare.

Guarda Men Oil Wrestle

Il wrestling dell'olio è uno degli sport più antichi della Turchia, incluso in uno storico festival che si tiene ogni anno dal 1346. Conosciuto anche come "lotta del grasso", questo è lo sport nazionale della Turchia. I lottatori sono ricoperti di olio seguito da un'intensa sessione di lotta sul ring.

Questa tradizione romana del wrestling è ancora seguita e praticata in molti angoli della Turchia. Il rivestimento di olio ha un uso strategico e non solo pruriginoso in quanto rende i lottatori scivolosi e difficili da afferrare. Non sarebbe interessante svignarsela cercando di battere l'avversario.

Posizione: Il posto migliore per sperimentare questa attività spettacolare sarebbe la regione di Karamulser, Samsun, Antalya e Tracia.

Andare a sciare

Dall'oziare su un'amaca allo spinning alla tua bevanda preferita e dallo sci nelle sue spiagge incontaminate a guardare il sole che tramonta all'orizzonte, la Turchia offre una vasta lista di attività che possono essere svolte intorno alle sue spiagge. Lo sci resta comunque l'attività più adrenalinica che si possa vivere qui.

Migliora le tue abilità mentre attraversi queste onde basse e alte e trascorri una giornata divertendoti nelle acque blu di molti luoghi come Kartepe, Kartalkaya e molti altri. Questa esperienza di sci nautico ti permetterà anche di ammirare la lussureggiante vita marina mentre attraversi le acque lungo la riva.

Posizione: Il paese offre una serie di destinazioni come Kartepe, Karatlkaya, Erciyes solo per citarne alcune.

Tempi: dalle 7:00 alle 18:00.

Continua il pellegrinaggio biblico

Essendo sede di molti luoghi sacri cristiani, un viaggio in Turchia viene spesso definito il pellegrinaggio biblico. Il paese è sede di molti luoghi sacri cristiani come il luogo di nascita di San Nicola, Antalya, la chiesa di San Nicola, l'insediamento paleocristiano, sette chiese dell'Apocalisse (Efeso, Pergamo, Smirne, Laodicea, Sardi, Filadelfia, Tiatira) e assiro Chiesa Ortodossa della Vergine Maria.

Coloro che pianificano una santa visita in Turchia non perdono mai nessuno di questi luoghi spirituali. Oltre ad essere un luogo sacro, questi luoghi sono anche noti per la loro architettura antica e le vibrazioni psichiche.

Posizione: La maggior parte dei siti si trova a Istanbul, Konya, Usak e Antakya.

Tempi: dalle 10:00 alle 18:00 (può variare per ogni località)

Goditi i viaggi in treno

I viaggi in treno in Turchia sono esattamente ciò di cui avresti bisogno per un account sui social media in attesa di esplodere con i follower. Anche se non sei un appassionato conoscitore dell'esperienza di viaggio in treno, un viaggio nei luoghi imperdibili della Turchia non sarà completato senza saltarne uno. coprendo la leggendaria Parigi Istanbul, il comfort e la convenienza in questi treni sono un must.

I migliori percorsi altamente raccomandati sarebbero l'Eastern Express, un treno in partenza dalla capitale Ankara con un viaggio di 24 ore che ti porterà attraverso la diversa cultura e molti luoghi panoramici. La lista non finisce qui la Turchia ha anche Karabuk-Zonguldak, un treno per la natura selvaggia, che ti porterà attraverso le foreste lussureggianti e, se abbastanza fortunato, potrai avere la possibilità di vedere molti animali selvatici rari.

Accampamento nelle montagne Kackar

Con un'altitudine di 3972 metri, un viaggio in cima a questa montagna sarà pieno di molte esperienze emozionanti. Il modo migliore per ammirare la bellezza di questo luogo tranquillo è pianificare una notte in campeggio qui e godersela in un ambiente sereno per un po'. Ricca di numerose flora e fauna stagionali, questa vetta ti farà godere il meglio di ciò che la natura ha da offrire.

Goditi la vista del sole che si posa tra le cime innevate e gli spettacolari precipizi. Una notte in campo qui sarà sicuramente piena di avventure panoramiche mentre ti godi un insediamento confortevole. Avendo numerosi campeggi, alcuni anche lungo le scroscianti cascate, un viaggio qui sarà sicuramente adrenalinico.

Visita la fabbrica di tappeti di seta

Chiunque visiti la Turchia non dovrebbe perdere l'occasione di sperimentare dal vivo la creazione della seta e dei tappeti. L'esperienza di visitare una fabbrica di tappeti di seta è bella quanto l'opera d'arte stessa. Il viaggio inizia con il processo di come si formano i bozzoli di seta e come la seta viene avvolta dai bozzoli per creare fili di seta.

Segue la spiegazione della tessitura dei tappeti, compresa la differenza tra la tessitura dei tappeti in lana e quella in seta. Il viaggio è quindi seguito da come viene infine tessuto da alcune donne squisite. Non dimenticate di riprendere un pezzo di tacchino, l'artigianato locale del tappeto di seta. Aggiungendo alcune stelle in più alla ricca cultura della Turchia, la seta di qualità disponibile qui non può essere acquistata da nessun'altra parte.

Posizione : Istanbul.

Tempi: dalle 10:00 alle 17:00.

Immergiti nelle piscine termali di Pamukkale

Le piscine termali sono le formazioni naturali formate da minerali, che trattengono l'acqua e la aiutano a stare al caldo. Coloro che stanno pensando di vivere un'esperienza rilassante e desiderano abbandonare il trambusto di tutte le cose uniche da fare in Turchia.

Dirigiti verso il grande castello di cotone bianco. Ti assicuriamo che le piscine termali di Pamukkale sono un'esperienza proprio come camminare su un castello di cotone con acqua calda che sgorga via tutto il tuo stress. Una delle migliori cose insolite da fare in Turchia, un tuffo in queste acque ti farà sicuramente divertire mentre ti godi queste sorgenti naturali.

Posizione: Cavolo riccio, 20190 Pamukkale, Denizli Merkez, Denizli, Turchia.

Tempi: dalle 8:00 alle 19:00.

Fai una gita in barca sul tradizionale caicco in legno

Offrendo qualcosa per i nostri clienti con indulgenza nautica, le cose insolite da fare in Turchia sono vaste. Il tradizionale caicco in legno è sicuramente un'esperienza indimenticabile che ti farà viaggiare indietro nel tempo in epoche più dolci dove si poteva navigare sopra i limpidi cieli turchesi.

Originariamente costruite per i marinai per viaggiare attraverso il Mar Mediterraneo, ora queste caicche sono utilizzate come hotel, negozi, soggiorni e quant'altro. Offrendo un elenco di pacchetti, puoi divertirti qui da poche ore a molti giorni. Trovate in quasi ogni parte acquosa di Istanbul, queste barche sono piene di ogni attrezzatura di base e offrono un soggiorno confortevole agli ospiti.

Il meglio di

Museo dei capelli Avanos

Sapevi che la Turchia è abbastanza unica da avere un museo dei capelli tutto donato dalle visitatrici? Bene, riteniamo davvero che questo posto possa essere elencato come una stella nell'elenco delle cose insolite da fare in Turchia poiché non ascolteresti mai una storia uguale alla storia delle origini del museo dei capelli di Avanos.

It is said that a local potter was giving farewell to a dear friend when he asked for a memento using which he could remember her. Thus, she cut off a piece of her hair and gave it to the potter. The story made many people do so, thus the display got filled with so many bunches that in 1979, a whole museum was made for this.

Posizione: Yukar?, No: 24, 110. Sk., 50500 Avanos/Nev?ehir, Turkey.

Timing: 8:30 AM to 7:30 PM.

Best of


Troy (Truva)

So after having read some reviews of “there’s not much here” variety. what were those people looking at.

Troy is amazing! Literally layers upon layers of civilization. You can see the progress of history from one layer to the next. It goes beyond the myth into the real. Where else can you go and they say, “We haven’t bothered to excavate the Roman part of the city because those kinds of ruins are so common in Turkey”? Here, that’s where. I traveled all over Turkey and saw plenty of Roman and Greek ruins, but the ruins here go so much deeper - literally.

I was staying in Çanakkale and was able to join a day tour from Istanbul hosted by Crowded House Tours and Sukru was our guide. He was great and was able to communicate so much about the site in a fun and effective way. Plus he had a ton of fishing tips - free of charge!

If I had it to do over again, I’d spend a little more time and perhaps do more than the half day tour. So if the day trip from Istanbul is all you can manage, for sure do it. But if you’re staying close by as I was - spend more time in Troy. It’s worth it.


Contenuti

Antichità Modifica

The area of Antioch has been occupied by humans since the Calcolithic era (6th millennium BC), as revealed by archeological excavations of the mound of Tell-Açana, among others. [ citazione necessaria ]

The King of Macedon Alexander the Great, after defeating the Persians in the Battle of Issus in 333 BC, followed the Orontes south into Syria and occupied the area. The city of Antioch was founded in 300 BC, after the death of Alexander, by the Hellenistic Seleucid King Seleucus I Nicator. [ citazione necessaria ] It played an important role as one of the largest cities in the Hellenistic Seleucid Kingdom, in the Roman Empire, and in the Byzantine Empire. The city swapped hands between the Byzantines and the Persian Sassanids in the 3rd century and was the battleground for the siege of Antioch where Shapur I defeated the Roman army, and a later Battle of Antioch (613) where the Persians were successful at capturing the city for the last time. It was a key city during the early history of Christianity, in particular that of the Syriac Orthodox Church and the Antiochian Orthodox Church, as well as during the rise of Islam and the Crusades.

Rashidun period Edit

In 637, during the reign of the Byzantine emperor Heraclius, Antioch was conquered by the Rashidun Caliphate during the Battle of the Iron Bridge. The city became known in Arabic as أنطاكية (ʾAnṭākiya). Since the Umayyad dynasty was unable to penetrate the Anatolian plateau, Antioch found itself on the frontline of the conflicts between two hostile empires during the next 350 years, so that the city went into a precipitous decline.

In 969, the city was reconquered for the Byzantine Emperor Nikephoros II Phokas by Michael Bourtzes and the stratopedarches Peter. It soon became the seat of a dux, who commanded the forces of the local themes and was the most important officer on the Empire's eastern border, [ citazione necessaria ] held by such men as Nikephoros Ouranos. In 1078, Philaretos Brachamios, an Armenian rebel, seized power. He held the city until the Seljuk Turks captured it from him in 1084. The Sultanate of Rum held it only fourteen years before the Crusaders arrived. [6]

Crusader era Edit

The Crusaders' Siege of Antioch between October 1097 and June 1098 during the First Crusade resulted in its fall. The Crusaders caused significant damage, including a massacre of its population, both Christian and Muslim. [7] Following the defeat of Seljuk forces arriving with the aim to break the siege only four days after its capture by the crusaders, Bohemond I became its overlord. [7] It remained the capital of the Latin Principality of Antioch for nearly two centuries.

In 1268 it fell to the Egyptian Mamluk Sultan Baibars after another siege. Baibars proceeded to massacre the Christian population. [8] In addition to suffering the ravages of war, the city lost its commercial importance because trade routes to East Asia moved north following the 13th-century Mongol conquests. Antioch never recovered as a major city, with much of its former role falling to the port city of Alexandretta (İskenderun). An account of both cities as they were in 1675 appears in the diary of the English naval chaplain Henry Teonge.

Ottoman city Edit

The city was initially the center of the Sanjak of Antakya, part of the Damascus Eyalet. It was laterly center of Sanjak of Antakya in Aleppo Eyalet. It was finally kaza center in Sanjak of Aleppo, part of Aleppo Vilayet.

In 1822 (and again in 1872), Antakya was hit by an earthquake and damaged. When Ottoman general Ibrahim Pasha established his headquarters in the city in 1835, it had only some 5,000 inhabitants. Supporters hoped the city might develop thanks to the Euphrates Valley Railway, which was supposed to link it to the port of Sueida (now Samandağı), but this plan never came to fruition. This scheme is the subject of Letitia Elizabeth Landon's poem Antioch. (1836) in which she reflects of the superiority of trade and commerce over war and conflict. The city suffered repeated outbreaks of cholera due to inadequate infrastructure for sanitation. [6] Later the city developed and rapidly resumed much of its old importance when a railway was built along the lower Orontes Valley.

French Mandate and Turkish annexation Edit

Antioch was part of the Sanjak of Alexandretta during the French Mandate of Syria and Lebanon, until it was made the Hatay State in 1938, after Turkish pressure. [9] An Arab nationalist newspaper in the city, run by Zaki al-Arsuzi, was shut down by the Turks. The annexation of the Hatay State by Turkey in 1939, creating the Hatay Province, caused an exodus of Christians and Alawites from Antioch east to the French Mandate.

In 1935, Turkish and Arab Muslims made more than 80% of population.

Census of 1935 [10] [11]
Gruppo etnico Population (percentage)
musulmani sunniti 19,720 (58%) [11]
Alawites 8,670 (25.5%) [11]
cristiani 4,930 (14.5%) [11]
Altri 680 (2%)
Total¹ 34,000 (100%) [11]

¹Most Alawis and Armenians spoke Turkish as a second language [10] and spoke either Arabic or Armenian as a first language.

A British traveller at Antakya in year 1798 said "the language here is generally Turkish" (while, by contrast the prevalent language at Aleppo at the time was Arabic). [12]

Mount Habib-i Neccar (Habib An-Najar in Sura al Yassin 36:13 ) and the city walls which climb the hillsides symbolise Antakya, making the city a formidable fortress built on a series of hills running north-east to south-west. Antakya was originally centred on the east bank of the river. Since the 19th century, the city has expanded with new neighbourhoods built on the plains across the river to the south-west, and four bridges connect the old and new cities. Many of the buildings of the last two decades are styled as concrete blocks, and Antakya has lost much of its classic beauty. [ citazione necessaria ] The narrow streets of the old city can become clogged with traffic.

Although the port city Iskenderun has become the largest city in Hatay, Antakya is a provincial capital still of considerable importance as the centre of a large district. The draining of Lake Amik and development of land has caused the region's economy to grow in wealth and productivity. The town is a lively shopping and business centre with many restaurants, cinemas and other amenities. This district is centred on a large park opposite the governor's building and the central avenue Kurtuluş Caddesı. The tea gardens, cafes and restaurants in the neighbourhood of Harbiye are popular destinations, particularly for the variety of meze in the restaurants. The Orontes River can be malodorous when water is low in summer. Rather than formal nightlife, in the summer heat, people will stay outside until late in the night to walk with their families and friends, and munch on snacks.

Its location near the Syrian border makes Antakya more cosmopolitan than many cities in Turkey. It did not attract the mass immigration of people from eastern Anatolia in the 1980s and 1990s that radically swelled the populations of Mediterranean cities such as Adana and Mersin. Both Turkish and Arabic are still widely spoken in Antakya, although written Arabic is rarely used. A mixed community of faiths and denominations co-exist peacefully here. Although almost all the inhabitants are Muslim, a substantial proportion adhere to the Alevi and the Arab Alawi traditions, in 'Harbiye' there is a place to honour the saint Hızır. Numerous tombs of saints, of both Sunni and Alawite, are located throughout the city. Several small Christian communities are active in the city, with the largest church being St. Peter and St. Paul on Hurriyet Caddesi. With its long history of spiritual and religious movements, Antakya is a place of pilgrimage for Christians. The Jewish community of Antakya had shrunk to 14 members in 2014. [13] [14] It has a reputation in Turkey as a place for spells, fortune telling, miracles and spirits.

Local crafts include a soap scented with the oil of bay tree.

Antakya is located on the banks of the Orontes River (Turkish: Asi Nehri), approximately 22 km (14 mi) inland from the Mediterranean coast. The city is in a valley surrounded by mountains, the Nur Mountains (ancient Amanos) to the north and Mount Keldağ (Jebel Akra) to the south, with the 440 m high Mount Habib-i Neccar (the ancient Mount Silpius) forming its eastern limits. The mountains are a source of a green marble. Antakya is at the northern edge of the Dead Sea Rift and vulnerable to earthquakes.

The plain of Amik to the north-east of the city is fertile soil watered by the Orontes, the Karasu and the Afrin rivers the lake in the plain was drained in 1980 by a French company. At the same time channels were built to widen the Orontes and let it pass neatly through the city centre. The Orontes is joined in Antakya by the Hacı Kürüş stream to the north-east of the city near the church of St Peter, and the Hamşen which runs down from Habib-i Neccar to the south-west, under Memekli Bridge near the army barracks. Flora includes the bay trees and myrtle.

Modifica clima

The city enjoys a hot-summer Mediterranean climate (Köppen climate classification csa) with hot and dry summers, and mild and wet winters however due to its higher altitude, Antakya has slightly cooler temperatures than the coast.

Climate data for Antakya
Mese Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre Anno
Media alta °C (°F) 11
(51)
14
(57)
18
(64)
22
(71)
26
(78)
28
(82)
30
(86)
31
(87)
30
(86)
27
(80)
20
(68)
13
(55)
22
(71)
Media bassa °C (°F) 4
(39)
5
(41)
8
(46)
11
(51)
15
(59)
20
(68)
23
(73)
24
(75)
20
(68)
14
(57)
8
(46)
5
(41)
13
(55)
Precipitazioni medie mm (pollici) 190
(7.5)
170
(6.5)
140
(5.6)
110
(4.2)
81
(3.2)
33
(1.3)
7.6
(0.3)
5.1
(0.2)
28
(1.1)
89
(3.5)
110
(4.3)
190
(7.5)
1,150
(45.1)
Source: Weatherbase [15]

Mustafa Kemal University, abbreviated as MKU, has several faculties including Engineering and Medicine, while having a campus called Tayfur Sökmen located in Serinyol district 15 km (9.3 mi), north of Antakya (centrum). Established in 1992, currently more than 32,000 students enrolled at the university. [16]

Besides the campus in Serinyol, MKU has its faculties spread out in all main districts of the province including Altınözü, Antakya, Belen, Dörtyol, Erzin, Hassa, İskenderun, Kırıkhan, Reyhanlı, Samandağ and Yayladağı.


Guarda il video: LE RICETTE PIU BELLE e BUONE DELLA.... TURCHIA..... (Agosto 2022).