La storia

Amerigo Vespucci



Navigatore spagnolo naturalizzato italiano (1454-1512). Responsabile della logistica delle navi di Colombo e pioniere della navigazione sulla costa americana.

Amerigo Vespucci (1454-1512) è nato a Firenze. È ben istruito a Pisa, sotto la cura di uno zio domenicano, e in Francia, dove approfondisce le sue conoscenze di geografia, astronomia e cosmografia. Rientrato in Italia, lavora presso la banca della famiglia Medici. Nel 1491 viene trasferito alla filiale di Siviglia, in Spagna, dove equipaggia le navi per affrontare lunghi viaggi sotto la guida di Gianotto Berardi. È Vespucci che prepara le navi per tutte le spedizioni di Cristoforo Colombo. Nel 1497, dopo la morte di Berardi, Vespucci prende il comando della filiale di Siviglia e inizia il suo primo viaggio. La destinazione sono le Indie, tuttavia termina in Florida, in un territorio che ora appartiene agli Stati Uniti. Nella seconda missione, tra il 1499 e il 1500, raggiunge la costa del Sud America, ma immagina di navigare nell'estremo oriente dell'Asia. Solo nel viaggio del 1501, iniziato in Portogallo, Vespucci si convinse che le terre non facevano parte della costa asiatica, ma erano un continente finora sconosciuto: un Nuovo Mondo, che prese il suo nome. Nel 1508 viene nominato il principale pilota della Spagna. Muore a Siviglia.

Video: Palermo, arriva la Amerigo Vespucci: ecco la "nave piĆ¹ bella del mondo" (Ottobre 2020).