La storia

Hitler di Adolf



Politico tedesco nato in Austria (1889-1945). Ha guidato il blocco tedesco durante la seconda guerra mondiale.

Adolf Hitler, considerato da molti uno dei più grandi cattivi della storia, nacque il 20 aprile 1889. Suo padre si chiamava Alois Hitler ed era ispettore doganale nella città di Braunau, in Austria. Volendo diventare un artista, Hitler fece domanda nel 1907 all'Accademia di Belle Arti di Vienna. Ma non ebbe fortuna e nel 1908 la sua richiesta fu respinta. Dal momento che ha trascorso la maggior parte del suo tempo libero con occultisti ed estremisti su entrambi i lati dello spettro politico, si ritiene che questa convivenza abbia influenzato il suo sviluppo intellettuale e rafforzato il suo odio per la classe media, in particolare le persone di origine ebraica.

Quando iniziò la prima guerra mondiale (1914-1918), Hitler cercò di arruolarsi nell'esercito austriaco, ma fu respinto. Quindi è riuscito a arruolarsi nell'esercito tedesco. Anche a causa del suo coraggio, ha persino vinto la Croce di ferro. Ma dopo la fine della guerra, come tanti altri, non riuscì nemmeno a trovare un lavoro. La Germania del dopoguerra stava subendo una trasformazione sociale e il crollo della monarchia e dell'economia ne fecero terreno fertile per la crescita delle filosofie estremiste che vanno dal comunismo al nazionalismo. In quel momento Hitler si recò a Monaco di Baviera, dove divenne uno dei primi membri del Partito Socialista Tedesco dei Lavoratori, abbreviato come nazista.

La depressione economica mondiale, iniziata nel 1929, permise ai nazisti di fare progressi politici in mezzo allo scontento elettorato tedesco. A poco a poco arrivarono a essere riconosciuti come un partito politico legittimo e Hitler, che era un oratore brillante, iniziò a distinguersi e ricevere vari sostenitori. Nel 1933, il partito nazista era così potente che il presidente Paul von Hindenburg (1847-1934) fu costretto a nominare Adolf Hitler come cancelliere della Germania. Immediatamente iniziò a sfruttare la sua nuova posizione per rovesciare Hindenburg e prendere il controllo dittatoriale della Germania. Aveva anche deciso di riarmare militarmente la Germania e riaffermare i suoi interessi territoriali in Europa.
Nel marzo del 1938, Hitler annette l'Austria, rendendola parte della Germania. E un anno dopo, nel marzo del 1939, le sue truppe presero il controllo della Cecoslovacchia. Sebbene Inghilterra e Francia si opponessero apertamente all'attacco tedesco, non presero alcuna iniziativa per cercare di evitare una guerra. Il 24 agosto 1939, la Germania firmò un patto di non aggressione con l'Unione Sovietica. E il 1 ° settembre ha lanciato un attacco su vasta scala alla Polonia. Il 3 settembre, Inghilterra e Francia dichiararono che lo stato di guerra era già stato costituito per due giorni. Fu l'inizio della seconda guerra mondiale (1939-1945).

I primi due anni di guerra furono segnati da grandi successi militari delle forze tedesche. La Francia cadde nel giro di poche settimane nel 1940 e sebbene l'Inghilterra non fu mai invasa, la sua potenza militare in Europa era totalmente nulla. Il dominio totale di Hitler in Europa durò dal 1941 al 1944, quando gli alleati anglo-americani presero basi importanti in Francia e in Italia e gli eserciti sovietici costrinsero i tedeschi a ritirarsi dall'Europa orientale. All'inizio del 1945 i tedeschi stavano disperatamente difendendo il proprio territorio e il 7 maggio la guerra era finita.

Lo spirito di Hitler tra il 1939 e il 1942 era stato di invincibile ottimismo. I suoi piani erano per un impero germanico, o Reich, in Europa che durò mille anni. Per realizzare il suo sogno di un Reich razzialmente puro, il dittatore creò una rete di crematori per l'esecuzione di massa di ebrei, zingari e altri popoli che considerava "indesiderabili". Tra il 1943 e il 1945, Hitler divenne una persona sempre più depressa e arrabbiata. Fu anche coinvolto in credenze occulte e credette che una forma di magia oscura, combinata con misteriose armi segrete, potesse salvare la Germania dalla sconfitta. Il 30 aprile, sembra che mentre gli eserciti sovietici circondavano Berlino, la capitale tedesca Hitler, che si era nascosta in una scatola di pillole fortificata sotto un edificio di Berlino, uccise Eva Braun, la sua amante di lunga data. , che aveva sposato poco prima, e poi si tolse la vita.

Video: Austria: distruggerla o trasformarla, cosa fare della casa di Adolf Hitler? (Settembre 2020).