La storia

Barone di Rio Branco



Politico e storico di Fluminense (1845-1912). È una delle personalità più influenti del paese durante l'Impero e la prima Repubblica.

José Maria da Silva Paranhos Junior (20/4 / 1845-9 / 2/1912) è nato nella città di Rio de Janeiro, figlio del visconte di Rio Branco, un politico di fama nell'Impero. Laurea in giurisprudenza a Recife. Nel 1869 viene eletto deputato dal Mato Grosso. Divenne console del Brasile a Liverpool, in Inghilterra, nel 1876. Con l'annuncio della Repubblica, assunse la sovrintendenza generale del Servizio di emigrazione in Brasile. Tra il 1893 e il 1900 gli fu assegnato il compito di risolvere le controversie sui territori dei Sette Popoli delle Missioni - tra Brasile e Uruguay - e Amapá. Assicura il dominio brasiliano in queste aree e riceve il titolo di Barone di Rio Branco nel 1888. Nel 1902 viene nominato capo del Ministero degli Affari Esteri. Risolve a favore del paese il conflitto con la Bolivia per il possesso di Acri e agisce in altre questioni di confine con Venezuela e Colombia. Membro dell'Accademia brasiliana di lettere, è autore di numerosi libri sulla storia del Brasile. Muore a Rio de Janeiro.

Video: Dobrado BarĂ£o do Rio Branco (Ottobre 2020).