La storia

Carlota Joaquina



Regina del Portogallo e imperatrice onoraria del Brasile (1775-1830). È considerato uno dei principali articolatori politici del regno portoghese.

Carlota Joaquina de Bourbon (22/4 / 1775-7 / 1/1830) è nata al palazzo di Aranjuez in Spagna. Figlia del re spagnolo Carlos VI, sposa una ragazza del principe ereditario del Portogallo - lei, 10 anni, lui, 16 anni. Presto iniziano i loro disaccordi con suo marito, che culminerebbe in cospirazioni e tradimenti. Nel 1805 si unisce ai nobili per rovesciare Dom Giovanni VI, allora reggente del regno. Scopre la trama, si separa da essa e si trasferisce a Queluz mentre rimane a Mafra, entrambe le città del Portogallo. Tuttavia, con il blocco continentale decretato da Napoleone Bonaparte nel 1807, è costretta a trasferirsi con la corte portoghese in Brasile, un paese che si rinnega e la chiama "la terra dei neri e delle zecche". Descritto come "quasi orrendo" da vari storici, nel 1820 fece uccidere il suo amante, Francisco Braz Carneiro Leão per gelosia. È coinvolto nella questione del platino come pretendente della direzione delle colonie spagnole d'America, un progetto frustrato dall'occupazione brasiliana dell'Uruguay. Nel 1821, a causa della rivoluzione di Porto, ritorna in Portogallo. Rifiuta di firmare la Carta costituzionale e gli alleati con il clero e la nobiltà per tramare la famosa Cospirazione di strada, un movimento assolutista scoperto nel 1822. Come punizione, è limitato a Quinta do Ramalho. Dopo la morte di suo marito nel 1826, sostiene il colpo di stato di suo figlio Miguel contro la regina Dona Maria II, figlia di Dom Pedro I. Con la sconfitta di Dom Miguel, viene arrestata a Queluz, dove muore.

Video: Filme: Carlota Joaquina, Princesa do Brazil 1995 HD (Ottobre 2020).