La storia

La morte del liberalismo: Charles e George Trevelyan

La morte del liberalismo: Charles e George Trevelyan



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Durante la prima metà del ventesimo secolo, due fratelli hanno passato molto tempo a discutere sul modo in cui la società britannica dovrebbe svilupparsi. Questi due uomini, Charles Trevelyan e George Macaulay Trevelyan, erano i figli del deputato del Partito Liberale, George Otto Trevelyan.

La famiglia Trevelyan era diventata attiva in politica nel XVIII secolo. Nel 1733 George Trevelyan si sposò con le grandi ricchezze della famiglia Blackett. I Blackett erano magnati della spedizione e delle miniere del nord-est. Questo denaro ha dato ai Trevelyan l'accesso a un'istruzione costosa e buoni contatti politici. (1)

Nel 1865 George Otto Trevelyan fu eletto membro del Parlamento per Tynemouth e North Shields. Quattro anni dopo sposò Caroline, la figlia di Robert Needham Philips, anch'egli membro della Camera dei Comuni. Negli anni successivi ha servito sotto William Ewart Gladstone in diversi posti di governo. La famiglia era molto ricca e viveva in tre case diverse. Ciò includeva una grande casa a Londra, la Welcombe House, una villa in mattoni rossi a Straford-upon-Avon e la Wallington Hall a Morpeth. (2)

Charles nacque nel 1870 e George lo seguì sei anni dopo. George in seguito ha ricordato che la loro infanzia è stata molto politica. Ha descritto come "un senso del dramma della storia inglese e irlandese mi è stato trasmesso attraverso le visioni e le esperienze quotidiane, con mio padre come commentatore e bardo". (3)

In tenera età i ragazzi scoprirono che il loro prozio era lo storico Thomas Babington Macaulay. George ha affermato che sua madre gli leggeva passaggi dal suo libro, Storia dell'Inghilterra. "Ricordo così bene la mamma che me lo lesse per la prima volta quando ero piccolo; era in biblioteca, e io mi sdraiavo con la testa sul tappeto di lana contro il fuoco e guardavo la testa di marmo scolpita sul caminetto, mentre lei leggeva." (4)

I ragazzi sono stati educati a Harrow e Trinity College. Mentre era all'università, Charles Trevelyan si unì alla Fabian Society. Durante questo periodo ha sviluppato opinioni socialiste sulla riforma sociale. Fu particolarmente colpito dalle opinioni di uno dei suoi nuovi amici, George Bernard Shaw: "Shaw offre la migliore esposizione dello stato delle cose che si possa sperare di sentire". (5)

Charles si è laureato con una laurea in storia di seconda classe. "Le cose hanno superato il punto della redenzione. Oh è così orribile. Tutto il mio coraggio è andato, tutta la mia forte fiducia in me stesso, tutta la mia speranza. La stessa luminosità delle mie prospettive, come direbbe il mondo, è una maledizione su di me! Cosa può portare alla fine solo alla ripetizione della stessa misera storia di inadeguatezza e inefficienza?" (6)

Charles ha abbandonato i suoi piani per essere un accademico e ha deciso che avrebbe avuto una carriera in politica. Fu adottato come candidato parlamentare del Partito Liberale per North Lambeth, e fu sconfitto di misura nelle elezioni generali del 1895. L'anno successivo sostenne di essere attratto dalla filosofia del socialismo. "Ho la più grande simpatia per la crescita del partito socialista. Penso che capiscano i mali che ci circondano e li martellano nella mente delle persone meglio di noi liberali. Voglio vedere il partito liberale gettare il cuore e l'anima nella riforma senza paura, così da impedire una reazione dall'attuale stato di teppisti e dalla violenta rivoluzione che ne sarebbe inevitabilmente seguita". (7)

George è andato anche al Trinity College, dove ha immediatamente impressionato i suoi tutor. Beatrice Webb ha commentato: "Lui (George Macaulay Trevelyan) si sta allevando per essere un grande uomo, è preciso e metodico in tutti i suoi modi, ascetico e regolare nelle sue abitudini, mangia secondo regola, esercita secondo regola... analizza sempre i suoi poteri e considera attentamente come può ottenere il meglio da se stesso. Nelle parti intellettuali, è brillante, con una memoria meravigliosa, un acuto potere analitico e uno stile vivido. Nella sua filosofia di vita, è, a presente, banale, ma poi è giovane - solo diciannove anni." (8)

Charles si interessò fortemente all'istruzione e nel 1896 fu eletto al London School Board. L'influenza della famiglia gli permise di essere adottato per il collegio elettorale di Elland ed entrò in parlamento dopo un'elezione suppletiva nel marzo 1899. Era un membro molto indipendente della Camera dei Comuni e seguì il consiglio di suo fratello: "È una regola che nessun Trevelyan fa mai schifo né alla stampa, né ai capi, né alle "persone giuste". Il mondo ci ha dato abbastanza soldi per permetterci di fare ciò che pensiamo sia giusto. Lo ringraziamo per questo e non ne chiediamo altro, ma essere autorizzato a servirlo." (9)

Nel frattempo, George stava intraprendendo una carriera accademica. Dopo aver ottenuto un primo nel trio storico è stato eletto membro del Trinity College. L'anno successivo ha completato il suo primo libro, L'Inghilterra nell'era di Wycliffe (1899), che trattava in dettaglio della rivolta dei contadini. Poco dopo rinunciò alla sua compagnia. Poiché aveva un grande reddito privato, non doveva essere uno storico professionista. Invece è stato in grado di scrivere i suoi libri in modo indipendente. Come risultato delle sue opinioni politiche di sinistra, ha anche insegnato part-time al Working Men's College di Londra. (10)

Dopo le elezioni generali del 1906, Charles Trevelyan fu deluso per non essere stato offerto un posto nel governo liberale guidato da Henry Campbell-Bannerman. Si credeva generalmente che la ragione di ciò fossero le sue opinioni socialiste. (11) Suo cugino, Morgan Philips Price, ha commentato che "la sua sincerità lo portava spesso ad essere intollerante alle opinioni degli altri, e con un maggior grado di tatto avrebbe potuto ottenere molto di più di quello che voleva". (12)

Alla Camera dei Comuni Charles ha sostenuto di lavorare con l'emergente Partito Laburista per ottenere una legislazione progressista. Ha anche sostenuto la tassazione dei valori fondiari e l'abolizione della Camera dei Lord. Come ha sottolineato il suo biografo: "I commenti di Trevelyan sugli anziani e sui leader del suo partito erano spesso privi di tatto, mentre i suoi attacchi alle politiche che considerava sbagliate erano intemperanti. Non un trimmer per natura, il suo comportamento suggeriva spesso impazienza e insensibilità". (13)

Nell'ottobre 1908, il nuovo primo ministro, Herbert Asquith, nominò Charles Trevelyan alla carica di sottosegretario parlamentare presso il Board of Education. In questo post ha sostenuto con passione l'istituzione di un sistema di istruzione nazionale completamente laico. Questo lo ha reso impopolare tra i parlamentari che avevano forti convinzioni religiose.

George Macaulay Trevelyan era più interessato a scrivere la storia che alla politica. Secondo David Cannadine: "La sua grande opera è stata la sua trilogia di Garibaldi (1907–11), che ha stabilito la sua reputazione di eccezionale storico letterario della sua generazione. Rappresentava Garibaldi come un eroe carlyleo - poeta, patriota e uomo d'azione - il cui una leadership ispirata creò la nazione italiana. Per Trevelyan, Garibaldi fu il campione della libertà, del progresso e della tolleranza, che vinse il dispotismo, la reazione e l'oscurantismo dell'impero austriaco e della monarchia napoletana. I libri erano anche notevoli per la loro vivida evocazione di paesaggio, per il loro uso innovativo di fonti documentarie e orali, e per i loro resoconti vivaci di battaglie e campagne militari." (14)

Garibaldi e il Making of Italy fu pubblicato nel settembre 1911 e vendette 3.000 copie in pochi giorni. John H. Plumb ha tentato di spiegare il successo del libro. "Sono stati gli anni della più grande vittoria liberale della politica inglese per una generazione. Il mondo intellettuale ha risposto all'ottimismo dei politici... La storia di Garibaldi corrispondeva a questi stati d'animo". Plum ha continuato a sostenere che Trevelyan ha scritto come un poeta. "Avendo letto (l'opera di Trevelyan), chi potrebbe dubitare che qui ci fosse un grande artista al lavoro; al lavoro in un mezzo, la scrittura della storia, in cui gli studiosi sono stati abbondanti e gli artisti rari. Ma perché Trevelyan ha scelto di usare il suo dono dell'immaginazione nella storia piuttosto che nella poesia?" (15)

Altri storici non furono così colpiti dal lavoro di Trevelyan. Stefan Collini sostiene che George Trevelyan fosse uno storico profondamente imperfetto. "Trevelyan era in grado di scrivere con una facile familiarità sulle famiglie che avevano governato per così tanto tempo l'Inghilterra, eppure in qualche modo il suo senso ereditato del suo destino era un handicap: c'erano certi tipi di domande che non lo disponeva a porre ... non è stato spinto a riflettere criticamente sui presupposti e sui concetti che ha portato nella scrittura della storia. In un senso importante, Trevelyan non era un intellettuale". (16)

Charles Trevelyan ha continuato a essere una delle voci più radicali alla Camera dei Comuni. Nel 1909 Trevelyan suggerì che era importante abolire la Camera dei Lord: "Desidero chiarire fin dall'inizio che alle prossime elezioni non voglio sostenere nessun'altra intesa che il nuovo Parlamento debba distruggere una volta per sempre, il potere della camera ereditaria di ribaltare le decisioni dei rappresentanti del popolo. Il potere di ritardare o rifiutare le forniture deve essere abolito ed esse non devono mai più godere di un veto assoluto sulla legislazione ordinaria. Hanno reso vana l'opera più seria del l'attuale Camera dei Comuni". (17)

Alla fine di luglio 1914, divenne chiaro al governo britannico che il paese era sull'orlo della guerra con la Germania. Charles Trevelyan era uno dei principali membri anziani del governo, che si opponeva al coinvolgimento del paese in una guerra europea. Fu raggiunto da David Lloyd George, John Burns e John Morley e informarono il Primo Ministro, Herbert Asquith, che intendevano dimettersi sulla questione. Quando il 4 agosto fu dichiarata la guerra, tre degli uomini, Trevelyan, Burns e Morley, si dimisero, ma Asquith riuscì a convincere Lloyd George, il suo Cancelliere dello Scacchiere, a cambiare idea e rimase al governo. (18)

Il giornale contro la guerra, Le notizie quotidiane, ha commentato: "Tra i molti rapporti correnti sulle dimissioni ministeriali sembrano esserci pochi dubbi su tre. Sono quelli di Lord Morley, Mr. John Burns e Mr. Charles Trevelyan. Ci sarà una diffusa simpatia per l'azione che hanno preso. Che gli uomini approvino o meno quell'azione, è una cosa piacevole in questo momento buio avere questa testimonianza del senso dell'onore e della lealtà alla coscienza che indica... Il signor Trevelyan troverà abbondante lavorare per mantenere vitali quegli ideali che sono alla radice della libertà e che non sono mai tanto in pericolo come in tempo di guerra e di disordine sociale». (19)

In una lettera ai suoi elettori Charles Trevelyan ha spiegato le sue ragioni di dimissioni: "Per quanto schiacciante la vittoria della nostra marina, il nostro commercio soffrirà terribilmente. Anche in guerra, le prime energie produttive di tutto il popolo devono essere dedicate agli armamenti. I cannoni sono un povero scambio industriale per il cotone. Subiremo un impoverimento costante come il carattere dei nostri scambi di lavoro. Tutto questo lo sentivo così fortemente che non posso ritenere adeguata la causa che deve portare a questa miseria. Quindi mi sono dimesso". (20)

In un primo momento George ha sostenuto le opinioni di suo fratello sulla guerra. Julian Huxley ha ricordato che George "seppellì la testa con le mani sul tavolo della colazione e alzò lo sguardo piangendo". Ha detto a Huxley che "milioni di esseri umani verranno uccisi in questa faccenda insensata". (21) Tuttavia, una volta iniziata la guerra, decise a malincuore di sostenere la guerra. Questo lo portò in diretto conflitto con Charles. (22)

George scrisse a Charles, tre giorni dopo che la guerra era stata dichiarata: "Vorrei che nessuno fosse schiacciato, né Francia, Belgio né Germania... Quindi ora che la guerra è arrivata, che vorrei che avessimo evitato, sostengo la guerra non solo dal punto di vista della nostra sopravvivenza, ma perché penso che la vittoria tedesca sarà probabilmente la cosa peggiore per l'Europa, in ogni caso la sua vittoria in Occidente". (23)

Una settimana dopo George scrisse di nuovo a Charles. "Sarete tanto più efficaci per la pace quando verrà il momento se dimostrerete patriottismo ora e non vi rendete ampiamente impopolari... Tra tutte le persone avete reso chiara la vostra posizione e avete sacrificato per essa... tutto ciò che potete ora fare o dire per dimostrare che stai sostenendo la guerra, come ci siamo dentro, ti renderà più efficace per la pace quando sarà il momento". (24)

Charles Trevelyan ha respinto questo consiglio. Come ha sottolineato AJA Morris, per lui era chiaro che "la Gran Bretagna è stata condannata alla guerra per nessun motivo migliore dell'attaccamento sentimentale alla Francia e dell'odio per la Germania. Trevelyan si è dimesso dal governo per protesta. Con questa azione si è trovato estraneo alla maggior parte dei della sua famiglia, condannato e vilipeso da una stampa isterica, e respinto dall'associazione del suo collegio elettorale". (25)

George Lansbury, una figura di spicco del partito laburista, ha elogiato le azioni di Charles Trevelyan e ha predetto che avrebbe segnato la fine della sua carriera politica: "Deve aver saputo quando si è dimesso che stava dando il colpo di grazia alla sua carriera, e il coraggio che costringe a tale passo non è da distinguere dal coraggio di un soldato che cade in battaglia". (26)

Il giornalista, Morgan Philips Price, andò da Charles Trevelyan e suggerì di formare un'organizzazione contro la prima guerra mondiale. Trevelyan prese ora contatti con due membri pacifisti del Partito Liberale, Norman Angell e E.D. Morel, e Ramsay MacDonald, il leader del Partito Laburista. Hanno anche avuto discussioni con Bertrand Russell e Arthur Ponsonby, che si erano anche espressi contro la guerra. (27)

Si tenne un incontro e dopo aver preso in considerazione nomi come il Comitato per l'emancipazione dei popoli e la Lega per la libertà dei popoli, scelsero l'Unione per il controllo democratico. Altri membri includevano J. Hobson, Charles Buxton, Ottoline Morrell, Philip Morrell, Frederick Pethick-Lawrence, Arnold Rowntree, George Cadbury, Helena Swanwick, Fred Jowett, Tom Johnston, Philip Snowden, Ethel Snowden, David Kirkwood, William Anderson, Mary Sheepshanks , Isabella Ford, HH Brailsford, Eileen Power, Israel Zangwill, Margaret Llewelyn Davies, Konni Zilliacus, Margaret Sackville e Olive Schreiner.

I membri dell'Udc hanno convenuto che una delle ragioni principali del conflitto era la diplomazia segreta di persone come il ministro degli esteri britannico, Sir Edward Grey. Decisero che l'Udc avrebbe dovuto avere tre obiettivi principali: (i) che in futuro per prevenire la diplomazia segreta ci fosse il controllo parlamentare sulla politica estera; (ii) dovrebbero esserci negoziati dopo la guerra con altri paesi europei democratici nel tentativo di formare un'organizzazione per aiutare a prevenire futuri conflitti; (iii) che alla fine della guerra i termini di pace non dovrebbero né umiliare la nazione sconfitta né riorganizzare artificialmente le frontiere poiché ciò potrebbe fornire una causa per guerre future. (28)

Nel corso dei due anni successivi l'UDC divenne la principale organizzazione contro la guerra in Gran Bretagna. Charles Trevelyan scrisse articoli per giornali e tenne una serie di conferenze sulla necessità di negoziare una pace con la Germania. Per questo motivo è stato condannato dalla stampa popolare come "un mascalzone filo-tedesco, antipatriottico". Fu anche criticato per la sua posizione sulla guerra da suo padre, George Otto Trevelyan. (29) Tuttavia, Trevelyan ha continuato a fare campagna per un accordo di pace con la Germania. (30)

Il Schizzo quotidiano ha lanciato un attacco personale a Trevelyan accusandolo di essere filo-tedesco: "Trevelyan avrebbe allora un'atmosfera molto congeniale - nel Reichstag. Non abbiamo tempo per ascoltare il suo discorso sciocco e pernicioso. È uno scandalo che dovrebbe essere in Parlamento quando continua a predicare queste dottrine pacifiste filo-tedesche e assolutamente impraticabili. Trevelyan deve andarsene". (31)

Charles era particolarmente turbato dalle critiche di suo fratello, George. "So che la saggezza può iniziare ad arrivare ai poveri esseri umani attraverso la miseria. Ma anche io dubito quando vedo persone come George trascinate da paure superficiali e odi male informati... Mostra quanto siamo assurdamente lontani dal sentimento fraterno per stranieri quando anche in lui è una patina superficiale. Anche lui come tutti gli altri vuole odiare i tedeschi... Ne sono più scoraggiato che altro perché mostra l'impotenza dell'intelletto davanti alla passione nazionale». (32)

Nelle elezioni generali del 1918 tutti i principali membri dell'Unione del controllo democratico persero i loro seggi in Parlamento. Ciò includeva Charles Trevelyan, che subì una schiacciante sconfitta a Elland. Apparentemente sembrava che l'Udc avesse ottenuto ben poco. Tuttavia, come A.J.P. Taylor ha sottolineato: "Ha lanciato una versione delle relazioni internazionali che ha gradualmente conquistato un consenso generale ben oltre la cerchia di coloro che sapevano di essere influenzati dall'Udc". (33)

Charles Trevelyan era un forte critico del Trattato di Versailles. Nel suo libro, Dal liberalismo al lavoro (1921), sosteneva: "Storici e filosofi, come il penny Mail giornaliera scrawlers, ha proclamato l'unica colpevolezza della Germania, o ha delirato per le brutalità in Belgio come prova della diavoleria sovrumana nei tedeschi. Ma quando i governi alleati commettevano offese all'umanità, mostravano la stessa mancanza di coraggio o la stessa ristrettezza di vedute dei professori tedeschi che sempre denunciavano. Quale protesta collettiva degli intellettuali liberali c'era contro il massacro dei bambini a Karlsruhe, contro il saccheggio dell'Ungheria, o contro la suprema atrocità della fame dell'Europa centrale?" (34)

Nelle elezioni generali del 1922 Trevelyan fu eletto per rappresentare il Partito Laburista a Newcastle Upon Tyne Central. Quando Ramsay MacDonald divenne primo ministro nel gennaio 1924, nominò Trevelyan presidente del Board of Education. Ha detto a sua moglie che "non ho più sei figli, ne ho sei milioni". (35)

Nel governo laburista di breve durata Trevelyan ha sostenuto una riduzione delle disuguaglianze educative. Secondo il suo biografo, Trevelyan era "un buon amministratore, non era intimidito, come molti dei suoi colleghi, dai suoi dipendenti pubblici... le sue esibizioni alla cassetta delle consegne hanno ottenuto l'approvazione di suo padre". (36)

L'obiettivo principale di Trevelyan era quello di fornire "ai figli dei lavoratori le stesse opportunità di quelli dei ricchi". Ha proposto di farlo ampliando l'istruzione secondaria e alzando l'età dell'abbandono scolastico. Ribaltò i tagli alla spesa per l'istruzione imposti nel 1922, aumentò il numero di posti gratuiti nei licei e incoraggiò (ma non poteva obbligare) le autorità locali ad alzare l'età dell'abbandono scolastico a quindici anni. Ha anche dichiarato che ci sarebbe stata una pausa tra l'istruzione primaria e secondaria all'età di 11 anni. (37)

HG Wells ha scritto a Trevelyan: "Penso che il tuo lavoro per l'istruzione sia stato di eccezionale valore e che tutti coloro che sperano in un'Inghilterra più felice e più civile dovrebbero votare per tutti, indipendentemente dall'associazione di partito. Ho osservato i tuoi procedimenti con grande interesse e ho Sono convinto che non c'è mai stato un ministro dell'Istruzione migliore, più lungimirante, più laborioso e più disinteressatamente devoto di te." (38)

Charles Trevelyan si spostò più a sinistra dopo la prima guerra mondiale, suo fratello divenne più conservatore. Durante questo periodo George Macaulay Trevelyan decise che avrebbe scritto una storia patriottica dell'Inghilterra. Disse a suo padre, George Otto Trevelyan: "In quest'epoca di democrazia e patriottismo, mi sento fortemente attratto a scrivere la storia dell'Inghilterra come la sento, per il popolo... La guerra mi ha liberato la mente da alcuni pregiudizi di partito o punti di vista e mi sento come se avessi una concezione dello sviluppo della storia inglese, liberale ma prettamente inglese e che abbracci gli altri elementi.Potrebbe essere un successo come opera letteraria (altrimenti non la toccherei). la mia mente è se potrebbe avere spazio di manovra per essere un successo letterario senza essere così lungo da impedire l'ampia popolarità che da sola giustificherebbe la scelta di esso." (39)

Trevelyan è molto popolare, Storia dell'Inghilterra, è stato pubblicato nel 1926. Questo libro ha una visione meno partigiana della politica rispetto ai suoi scritti precedenti. "Trevelyan aveva deciso di scrivere un libro del genere durante la prima guerra mondiale come celebrazione e ringraziamento al popolo inglese. In esso esponeva gli elementi essenziali dell'evoluzione e dell'identità della nazione: il governo parlamentare, il governo di diritto, tolleranza religiosa, libertà dall'interferenza o coinvolgimento continentale e un orizzonte globale di supremazia marittima ed espansione imperiale". (40)

Le nuove opinioni politiche di Trevelyan furono criticate da altri storici. Geoffrey Elton lo denunciò come uno "scrittore non molto accademico" che produceva "pappe calmanti... generosamente distribuite... a un vasto pubblico". (41) John P. Kenyon si lamenta che Trevelyan era uno "snob insopportabile" con "visioni socialmente retrograde". (42) J. C. Clark suggerisce che Trevelyan fosse colpevole di "superficialità" e "superficialità". (43)

A questo punto aveva abbandonato il Partito Liberale per il Partito Conservatore. Mentre suo fratello, Charles Trevelyan, era ora un membro di spicco del partito laburista. L'autore di Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) ha affermato che "le avventure di guerra di George lo avevano cambiato". (44) Il suo biografo ha sostenuto che la sua storia scritta rifletteva un cambiamento nelle sue opinioni politiche: "Trevelyan aveva un forte senso di identità nazionale e ha scritto i suoi libri in parte perché aveva quel senso di identità, ma ha anche scritto i suoi libri per promuovere quel senso di identità nazionale... Credeva che la storia avesse uno scopo sociale e politico e nel complesso fosse rafforzare un senso di identità e appartenenza piuttosto che sovvertirlo." (45)

Nel 1927, Stanley Baldwin, il primo ministro conservatore, nominò George Macaulay Trevelyan regis professore di storia moderna all'Università di Cambridge. Il successo professionale fu accompagnato dalla ricchezza personale dopo la morte dei suoi genitori nel 1928. Charles ereditò Wallington Hall mentre George divenne proprietario di una grande casa e tenuta a Hallington Hall nel Northumberland. "George ha usato la sua considerevole ricchezza ritrovata per acquistare luoghi belli e storici nel paesaggio minacciato dell'Inghilterra". (46)

Negli anni '20 Charles Trevelyan divenne il portavoce del partito laburista per l'istruzione. Ha anche iniziato a sviluppare piani per una politica educativa che potrebbe essere attuata dal prossimo governo laburista. I piani di Trevelyan includevano l'innalzamento dell'età per l'abbandono scolastico a quindici anni e l'aumento della spesa pubblica per l'istruzione. Trevelyan voleva anche una riduzione del controllo della chiesa sull'istruzione. Ha suggerito che il governo dovrebbe fornire finanziamenti alle scuole anglicane e cattoliche in cambio di manager locali che danno il controllo sui loro insegnanti alle autorità locali.

Dopo le elezioni generali del 1929 fu nuovamente nominato presidente del Consiglio per l'istruzione. Tuttavia, il disegno di legge sull'istruzione di Trevelyan, che includeva la misura di innalzare l'età per l'abbandono scolastico a quindici anni, incontrò difficoltà con i parlamentari cattolici romani sui banchi del lavoro. I vescovi cattolici hanno convinto i loro parlamentari a insistere per un aumento dei fondi per le scuole della Chiesa. Trevelyan, "un ateo diffidente nei confronti del potere delle scuole della Chiesa, era pronto ad andare in qualche modo incontro a queste preoccupazioni, ma non voleva consolidare il potere della lobby cattolica". (47)

Trevelyan ha scritto una lettera al suo vecchio amico, Bertrand Russell, in merito al problema che ha dovuto affrontare: "Rappresento un collegio elettorale brulicante di cattolici irlandesi. Preferirei perdere il mio seggio piuttosto che dare al sacerdozio un potere maggiore nelle scuole. Sono assolutamente determinato a il partito laburista non deve finire nelle mani di nessuna religione, men che meno cattolica... La Scozia ha affrontato la questione nel modo migliore e tollerabile possibile. Le scuole sono interamente nelle mani del popolo e gli insegnanti sono nominato dall'autorità locale. Il compito è più arduo in Inghilterra con la vecchia Chiesa d'Inghilterra alle nostre spalle e le 6.000 aree scolastiche singole". (48)

Jennie Lee è stata una di quei parlamentari che hanno subito notevoli pressioni da parte del gruppo di pressione cattolico su questo disegno di legge. Anche i parlamentari di sinistra come James Maxton l'hanno esortata a votare contro la legislazione. Le disse che "nell'ovest della Scozia potevo sfidare l'autorità del partito laburista e sopravvivere, ma se mi fossi opposto anche al voto cattolico, non c'era la minima speranza che potessi mantenere il mio posto". (49)

Trevelyan ha accettato di dare soldi extra alle scuole, ma solo se accettavano di passare sotto il controllo delle autorità locali. Il disegno di legge ha aumentato di un anno l'età dell'abbandono scolastico e ha concesso borse di studio ai genitori dei bambini dell'ultimo anno di scuola. (50) Il disegno di legge fu minato nel gennaio 1931 da un emendamento portato da John Scurr per conto delle scuole cattoliche romane, che cercavano sovvenzioni per accogliere un aumento del numero di alunni, e fu sconfitto alla Camera dei Lord, in gran parte a causa del clima finanziario sfavorevole, nel febbraio 1931. (51)

Trevelyan ha incolpato Ramsay MacDonald per il fallimento nel far passare il suo disegno di legge sull'istruzione in parlamento. Ha scritto a sua moglie che il primo ministro ha minato i suoi tentativi di riforma dell'istruzione: "MacDonald mi detesta perché sono sempre abbastanza determinato e non eviterò le cose nello stile approvato. Mi deluderà se possibile, il vero distruttore (non è la Camera dei Lord) è MacDonald con la sua timidezza." (52)

Il 19 febbraio 1931 Trevelyan si dimise dal governo. In una lettera al presidente del Consiglio ha spiegato il suo operato: «Da tempo mi rendo conto di non essere molto solidale con il metodo generale di politica del governo. Nell'attuale disastrosa condizione del commercio mi sembra che la crisi richieda grandi misure socialiste. Dovremmo dimostrare al paese le alternative all'economia e alla protezione. Il nostro valore come governo oggi dovrebbe essere quello di far capire alla gente che il socialismo è quell'alternativa". (53)

Charles Trevelyan ha detto a una riunione del Partito parlamentare laburista che il motivo principale per cui si era dimesso: "Da tempo sono dolorosamente consapevole di essere completamente insoddisfatto della strategia principale dei leader del partito. Ma ho pensato che fosse mio dovere resistere finché ho avuto un lavoro preciso nel tentativo di passare il disegno di legge sull'istruzione. Non mi sarei mai aspettato una svolta completa al socialismo in questo Parlamento. Ma mi aspettavo che preparasse la strada da un governo che in spirito e vigore ha fatto un tale contrasto con i conservatori e i liberali che dovremmo essere sicuri di una vittoria definitiva la prossima volta".

Charles ha attaccato il governo per essersi rifiutato di introdurre misure socialiste per affrontare la crisi economica. Era anche un sostenitore dell'economista John Maynard Keynes: "Ora siamo immersi in una depressione commerciale esemplificativa e stiamo soffrendo lo spaventoso record di disoccupazione. È una crisi terribile quasi quanto la guerra. La gente è proprio dell'umore giusto per accettare un nuovo e audace tentativo di affrontare mali radicali. Ma tutto ciò che abbiamo è una dichiarazione di economia del Cancelliere dello Scacchiere. A quanto pare abbiamo optato, quasi senza discussione, per la politica dell'economia. Essa implica una fede, una fede che riduce della spesa è la via della salvezza. Niente compagni. Non basta che un partito socialista affronti questa crisi con l'economia. La radice stessa della nostra fede è che la prosperità viene dall'alto potere d'acquisto della gente, e che la spesa pubblica sui servizi sociali è sempre remunerativo». (54)

Charles Trevelyan si unì ad altre figure della sinistra del Partito Laburista per formare la Lega Socialista. Nella conferenza del lavoro del 1932 la Lega socialista sconfisse la piattaforma con la proposta di andare oltre la nazionalizzazione della Banca d'Inghilterra per assumere altre banche di proprietà pubblica sulla base del fatto che il controllo di esse sarebbe stato essenziale per una vera pianificazione socialista. Un'altra riuscita risoluzione della Lega Socialista stabiliva "che i dirigenti del prossimo governo laburista e del Partito laburista parlamentare fossero istruiti dalla Conferenza nazionale che, al momento dell'assunzione dell'incarico... una legislazione socialista definitiva doveva essere immediatamente promulgata... fatti oltre che a parole”. (55)

A. Morris, ha sottolineato: "Trevelyan ha incoraggiato la Lega Socialista, ha dato aiuto sia politico che materiale a un certo numero di aspiranti e affermati esponenti della sinistra, e sembrava abbastanza convinto che il Partito Laburista fosse finalmente impegnato nel socialismo. C'è stato un breve momento di trionfo personale alla conferenza annuale del partito nel 1933. Ha presentato con successo una risoluzione secondo cui, se ci fosse stata anche solo una minaccia di guerra, il partito laburista avrebbe indetto uno sciopero generale". (56)

L'accordo del Fronte Unito ottenne solo una stretta maggioranza in una conferenza dei delegati della Lega socialista nel gennaio 1937: 56 a favore, 38 contrari e 23 astenuti. La campagna del Fronte Unito si è aperta ufficialmente con un grande incontro al Free Trade Hall di Manchester il 24 gennaio. Tre giorni dopo l'Esecutivo del Partito Laburista decise di slegare la Lega Socialista. Hanno anche iniziato a considerare l'espulsione dei membri della Lega. G.D.H. Cole e George Lansbury hanno risposto esortando il partito a non iniziare una "caccia all'eresia".

Arthur Greenwood era uno di quelli che sostenevano che il capo dei ribelli, Stafford Cripps, dovesse essere immediatamente espulso. Cripps è stato espulso dal Comitato Esecutivo Nazionale per diciotto a uno. A febbraio è stato seguito da Charles Trevelyan, Aneurin Bevan e George Strauss. Il 24 marzo 1937, il Comitato Esecutivo Nazionale dichiarò che i membri della Lega Socialista sarebbero stati ineleggibili per l'adesione al Partito Laburista dal 1 giugno. Nelle settimane successive l'adesione è scesa da 3.000 a 1.600. A maggio, G.D.H. Cole e altri membri di spicco decisero di sciogliere la Lega Socialista. (57)

Trevelyan ora ha deciso di ritirarsi dalla politica. Nel 1937 fece un nuovo testamento dove lasciò Wallington Hall, non al figlio maggiore George, ma al National Trust. Ha spiegato la sua decisione in una trasmissione radiofonica: "Per la maggior parte dei proprietari sarebbe un terribile strappo considerare di alienare le loro case e proprietà familiari. Per me, è naturale e ragionevole che un luogo come questo diventi proprietà pubblica, in modo che il diritto di usarlo e goderne può essere assicurato per sempre alla comunità. Come socialista, non sono ostacolato dal sentimento che il posto che amo sarà tenuto per sempre per il popolo del mio paese". (58)

Ha mantenuto le sue opinioni socialiste fino alla fine della sua vita e questo gli ha fatto molti nemici: "I miei vicini benestanti della contea e di Newcastle sono dal loro punto di vista giusto nel detestare il mio atteggiamento. Sono molto pericoloso per il loro modo di vita perché so fin troppo bene a cosa miro. È una cosa molto più seria per l'ordine esistente quando non solo si esprimono pie opinioni che è una cosa asociale per i privati ​​possedere case di campagna e castelli e migliaia di acri ", ma quando in realtà si arrenderanno per una questione di principio. Non sono turbato dal fatto che mi considerino un traditore. Anzi, odio la loro lealtà. Sono molto più preoccupato che le masse capiscano cosa sto facendo e sentano che il mondo è cambiando nella direzione che non avrebbero mai veramente sperato di vedere vent'anni fa." (59)

George Macaulay Trevelyan ha trascorso molti anni a scrivere, Storia sociale inglese: un'indagine su sei secoli. Disse a sua figlia che voleva scrivere una storia dell'Inghilterra che tenesse conto della vita dei nostri antenati in un modo che non dipendesse "dai nomi ben noti di re, parlamenti e guerre", ma si muovesse invece "come un clandestino fiume, obbedendo alle proprie leggi o a quelle del cambiamento economico, piuttosto che seguire la direzione degli avvenimenti politici che si muovono sulla superficie della vita”. (60)

Il libro non poté essere pubblicato in Inghilterra fino al 1942, a causa della carenza di carta in tempo di guerra. Dopo sette anni ha venduto quasi 400.000 copie. piombo sosteneva che il libro fosse apparso proprio al momento giusto: "La guerra... aveva messo a repentaglio il modello di vita tradizionale inglese, e in qualche modo lo aveva distrutto per sempre. Questo ha creato in tutte le classi una profonda nostalgia per il modo di vivere che eravamo Poi, di nuovo, la guerra aveva reso consapevoli milioni di persone che il nostro atteggiamento nazionale nei confronti della vita era basato storicamente, il risultato di secoli di lenta crescita, e che era per i vecchi e provati modi di vita per i quali stavamo combattendo. Winston Churchill, nei suoi grandi discorsi di guerra ci ha reso tutti consapevoli del nostro passato, come mai prima d'ora. E anche in questa guerra, c'erano uomini e donne molto più istruiti in tutti i gradi di tutti i servizi. Gli anni Venti e Trenta di questo secolo avevano assistito a una grande estensione dell'istruzione secondaria, producendo un vasto pubblico capace di leggere e godere di un libro di profonda immaginazione storica, una volta che il dilemma del loro tempo li ha spinti a farlo". (61)

Durante gli ultimi anni della sua vita, la reputazione accademica di George Trevelyan andò in un prolungato declino tra gli accademici professionisti. Tuttavia, era apprezzato dai politici conservatori e Winston Churchill ha descritto Trevelyan come "una delle nostre principali figure nazionali". (62) I tempi ha commentato che come il suo prozio, Thomas Babington Macaulay, era "l'interprete accreditato alla sua età del passato inglese". (63)

Charles Trevelyan è diventato una figura dimenticata nella vita britannica. Secondo Laura Trevelyan, "Charles è stato fisicamente e intellettualmente vigoroso fino all'ultimo, comandando, interessato e mettendo in discussione ciò che stava succedendo nel mondo". (64) All'età di 79 anni, Trevelyan scrisse a Jennie Lee riguardo ai suoi successi in politica: "Non ho nulla di cui lamentarmi riguardo alla mia vita nel suo insieme. Ho fatto meglio di quanto merito di gran lunga". (65)

In un'altra lettera ha ricordato: "Ciò che mi ha reso utile al mondo è stato dover stare quasi da solo nella prima guerra. Da allora non ho mai avuto difficoltà a prendere la mia linea e ho scoperto il modo per farlo. scoperto che se si crede in una cosa con sufficiente fermezza non c'è bisogno di temere l'isolamento o l'impopolarità... Se si vede abbastanza chiaramente ciò che si pensa sia giusto, non c'è davvero alcuna difficoltà. La mente della maggior parte delle persone è piuttosto confusa e annebbiata." (66)

Charles Trevelyan morì all'età di 87 anni il 24 gennaio 1958. Suo fratello, George Macaulay Trevelyan, visse per altri quattro anni. I libri di storia di George sono ancora letti dagli studenti di oggi, tuttavia, direi che sono le idee economiche ed educative di Charles che sono state inizialmente respinte dall'establishment, che hanno avuto un impatto più duraturo sulla società britannica.

(1) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 9

(2) Patrizio Jackson, George Otto Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(3) George Macaulay Trevelyan, George Otto Trevelyan: A Memoir (1932) pagina 113

(4) George Macaulay Trevelyan, lettera a Mary Moorman (16 luglio 1917)

(5) Charles Trevelyan, lettera a Caroline Trevelyan (5 ottobre 1895)

(6) Charles Trevelyan, lettera a Caroline Trevelyan (15 giugno 1892)

(7) A. Morris, C. P. Trevelyan, 1870–1958: Ritratto di un radicale (1977) pagina 24

(8) Beatrice Webb, Il Diario di Beatrice Webb: Volume II (1952) pagine 85-86

(9) George Macaulay Trevelyan, lettera a Charles Trevelyan (23 dicembre 1905)

(10) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 156

(11) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 120

(12) Humphrey Trevelyan, Pubblico e Privato (1980) pagina 140

(13) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(14) David Cannadine, George Macaulay Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(15) John H. Plumb, G. M. Trevelyan (1951) pagina 18

(16) Stefano Collini, Passati inglesi: saggi di storia e cultura (1999) pagina 25

(17) Charles Trevelyan, discorso (10 dicembre 1909)

(18) Roy Hattersley, Il grande outsider: David Lloyd George (2010) pagine 352-354

(19) Le notizie quotidiane (5 agosto 1914)

(20) Charles Trevelyan, dichiarazione (5 agosto 1914)

(21) Julian Huxley, Ricordi (1972) pagina 101

(22) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 169

(23) George Macaulay Trevelyan, lettera a Charles Trevelyan (7 agosto 1914)

(24) George Macaulay Trevelyan, lettera a Charles Trevelyan (14 agosto 1914)

(25) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(26) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 121

(27) Prezzo Morgan Philips, Le mie tre rivoluzioni (1969) pagina 23

(28) Martin Pugh, Parla per la Gran Bretagna: una nuova storia del partito laburista (2010) pagina 103

(29) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(30) Jennie Lee, La mia vita con Nye (1980) pagina 54

(31) Lo schizzo quotidiano (4 marzo 1915)

(32) Charles Trevelyan, lettera a Mary Trevelyan (14 settembre 1914)

(33) A.J.P. Taylor, I creatori di guai: dissenso sulla politica estera (1957) pagina 132

(34) Charles Trevelyan, Dal liberalismo al lavoro (1921) pagine 56-58

(35) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(36) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 127

(37) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(38) H. Wells, lettera a Charles Trevelyan (ottobre 1924)

(39) Mary Moorman, George Macaulay Trevelyan (1980) pagina 165

(40) David Cannadine, George Macaulay Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(41) David Cannadine, G. Trevelyan: una vita nella storia (1992) pagina 218

(42) John P. Kenyon, Gli uomini della storia (1983) pagina 227

(43) J. Clark, Rivoluzione e ribellione (1986) pagina 18

(44) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 176

(45) David Cannadine, BBC World Service (22 febbraio 2002)

(46) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 177

(47) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 127

(48) Charles Trevelyan, lettera a Bertrand Russell (maggio 1929)

(49) Jennie Lee, La mia vita con Nye (1980) pagina 54

(50) Prezzo Morgan Philips, Le mie tre rivoluzioni (1969) pagina 267

(51) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(52) Charles Trevelyan, lettera a Mary Trevelyan (16 novembre 1930)

(53) Charles Trevelyan, lettera di dimissioni a Ramsay MacDonald (19 febbraio 1931)

(54) Charles Trevelyan, discorso al Partito Parlamentare Laburista (19 febbraio 1931)

(55) Tony Cliff e Donny Gluckstein, Il partito laburista: una storia marxista (1988) pagina 170

(56) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(57) Martin Pugh, Parla per la Gran Bretagna: una nuova storia del partito laburista (2010) pagina 255

(58) Charles Trevelyan, BBC Radio Broadcast (23 marzo 1937)

(59) Charles Trevelyan, lettera a Claud Bicknell (9 novembre 1950)

(60) Mary Moorman, George Macaulay Trevelyan (1980) pagina 232

(61) John H. Trevelyan (1951) pagina 31

(62) David Cannadine, George Macaulay Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(63) I tempi (16 febbraio 1956)

(64) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 144

(65) Charles Trevelyan, lettera a Jennie Lee (23 febbraio 1949)

(66) Humphrey Trevelyan, Pubblico e Privato (1980) pagina 140

La morte del liberalismo: Charles e George Trevelyan (19 dicembre 2016)

Donald Trump e la crisi del capitalismo (18 novembre 2016)

Victor Grayson e il risultato elettorale suppletivo più sorprendente della storia britannica (8 ottobre 2016)

Gruppi di pressione di sinistra nel Partito Laburista (25 settembre 2016)

La rivolta contadina e la fine del feudalesimo (3 settembre 2016)

Il Partito Laburista di Leon Trotsky e Jeremy Corbyn (15 agosto 2016)

Eleonora d'Aquitania, regina d'Inghilterra (7 agosto 2016)

I media e Jeremy Corbyn (25 luglio 2016)

Rupert Murdoch nomina un nuovo primo ministro (12 luglio 2016)

George Orwell avrebbe votato per lasciare l'Unione Europea (22 giugno 2016)

L'Unione Europea è come l'Impero Romano? (11 giugno 2016)

È possibile essere un insegnante di storia oggettivo? (18 maggio 2016)

Women Levellers: La campagna per l'uguaglianza nel 1640 (12 maggio 2016)

L'incendio del Reichstag non fu una cospirazione nazista: gli storici interpretano il passato (12 aprile 2016)

Perché Emmeline e Christabel Pankhurst si sono unite al Partito Conservatore? (23 marzo 2016)

Mikhail Koltsov e Boris Efimov - Idealismo politico e sopravvivenza (3 marzo 2016)

Infiltrazione di destra della BBC (1 febbraio 2016)

Bert Trautmann, un nazista impegnato che divenne un eroe britannico (13 gennaio 2016)

Frank Foley, un cristiano da ricordare a Natale (24 dicembre 2015)

Come reagirono i governi alla crisi migratoria ebraica nel dicembre 1938? (17 dicembre 2015)

Andare in guerra aiuta la carriera dei politici? (2 dicembre 2015)

Arte e politica: il lavoro di John Heartfield (18 novembre 2015)

Le Persone che dovremmo ricordare nella Domenica della Memoria (7 novembre 2015)

Come mai suffragette è un film reazionario (21 ottobre 2015)

Volkswagen e la Germania nazista (1 ottobre 2015)

Trade Union Act e fascismo in Europa di David Cameron (23 settembre 2015)

I problemi di apparire in un documentario della BBC (17 settembre 2015)

Mary Tudor, la prima regina d'Inghilterra (12 settembre 2015)

Jeremy Corbyn, il nuovo Harold Wilson? (5 settembre 2015)

Anna Bolena nell'aula di storia (29 agosto 2015)

Perché la BBC e il Daily Mail hanno pubblicato una falsa storia sull'attivista antifascista Cedric Belfrage (22 agosto 2015)

Donne e politica durante il regno di Enrico VIII (14 luglio 2015)

La politica dell'austerità (16 giugno 2015)

Henry FitzRoy, il figlio illegittimo di Enrico VIII, è stato assassinato? (31 maggio 2015)

La lunga storia della campagna del Daily Mail contro gli interessi dei lavoratori (7 maggio 2015)

Nigel Farage sarebbe stato impiccato, disegnato e squartato se fosse vissuto durante il regno di Enrico VIII (5 maggio 2015)

La mobilità sociale era maggiore sotto Enrico VIII che sotto David Cameron? (29 aprile 2015)

Perché è importante studiare la vita e la morte di Margaret Cheyney nell'aula di storia (15 aprile 2015)

Sir Thomas More è uno dei 10 peggiori britannici della storia? (6 marzo 2015)

Enrico VIII era cattivo come Adolf Hitler e Joseph Stalin? (12 febbraio 2015)

La storia della libertà di parola (13 gennaio 2015)

La partita di calcio della tregua di Natale nel 1914 (24 dicembre 2014)

Il travisamento anglocentrico e sessista dei fatti storici in Il gioco dell'imitazione (2 dicembre 2014)

I file segreti di James Jesus Angleton (12 novembre 2014)

Ben Bradlee e la morte di Mary Pinchot Meyer (29 ottobre 2014)

Yuri Nosenko e il rapporto Warren (15 ottobre 2014)

Il KGB e Martin Luther King (2 ottobre 2014)

La morte di Tomás Harris (24 settembre 2014)

Simulazioni in aula (1 settembre 2014)

Il KGB e l'assassinio di JFK (21 agosto 2014)

West Ham United e la prima guerra mondiale (4 agosto 2014)

La prima guerra mondiale e l'Ufficio di propaganda bellica (28 luglio 2014)

Interpretazioni nella storia (8 luglio 2014)

Alger Hiss non è stato incastrato dall'FBI (17 giugno 2014)

Google, Bing e l'operazione Mockingbird: parte 2 (14 giugno 2014)

Google, Bing e l'operazione Mockingbird: i risultati della CIA e dei motori di ricerca (10 giugno 2014)

Lo studente come insegnante (7 giugno 2014)

Wikipedia è sotto il controllo di estremisti politici? (23 maggio 2014)

Perché l'MI5 non voleva che tu sapessi di Ernest Holloway Oldham (6 maggio 2014)

La strana morte di Lev Sedov (16 aprile 2014)

Perché non scopriremo mai chi ha ucciso John F. Kennedy (27 marzo 2014)

Il KGB ha pianificato di far diventare Michael Straight Presidente degli Stati Uniti (20 marzo 2014)

Il complotto degli alleati per uccidere Lenin (7 marzo 2014)

Rasputin è stato assassinato dall'MI6? (24 febbraio 2014)

Winston Churchill e le armi chimiche (11 febbraio 2014)

Pete Seeger e i media (1 febbraio 2014)

Gli insegnanti di storia dovrebbero usare? Blackadder nella classe? (15 gennaio 2014)

Perché i servizi segreti hanno ucciso il dottor Stephen Ward? (8 gennaio 2014)

Solomon Northup e 12 anni schiavo (4 gennaio 2014)

L'angelo di Auschwitz (6 dicembre 2013)

La morte di John F. Kennedy (23 novembre 2013)

Adolf Hitler e le donne (22 novembre 2013)

Nuove prove nel caso Geli Raubal (10 novembre 2013)

Casi di omicidio in classe (6 novembre 2013)

Il maggiore Truman Smith e il finanziamento di Adolf Hitler (4 novembre 2013)

Unity Mitford e Adolf Hitler (30 ottobre 2013)

Claud Cockburn e la sua lotta contro l'appeasement (26 ottobre 2013)

Lo strano caso di William Wiseman (21 ottobre 2013)

La rete di spionaggio di Robert Vansittart (17 ottobre 2013)

Giornale britannico Reporting of pacificazione e Germania nazista (14 ottobre 2013)

Paul Dacre, Il Daily Mail e il fascismo (12 ottobre 2013)

Wallis Simpson e la Germania nazista (11 ottobre 2013)

Le attività dell'MI5 (9 ottobre 2013)

Il club giusto e la seconda guerra mondiale (6 ottobre 2013)

Cosa ha fatto il padre di Paul Dacre durante la guerra? (4 ottobre 2013)

Ralph Miliband e Lord Rothermere (2 ottobre 2013)


Com'è stata 'strana' la morte dell'Inghilterra liberale?

Il titolo di questo saggio è un riferimento al libro di George Dangerfield, pubblicato nel 1935. In quel libro, "The Strange Death of Liberal England", la tesi di Dangerfield era "che tra la morte di Edward e la guerra ci fu un considerevole intervallo nella storia inglese". e che "fu nel 1910 che i fuochi a lungo ardenti nello spirito inglese divamparono, così che alla fine del 1913 l'Inghilterra liberale fu ridotta in cenere". 1 Ma qual è esattamente questo concetto di Inghilterra liberale? Sebbene gran parte del libro sia dedicata alla discussione del partito liberale e della politica parlamentare, chiaramente Dangerfield non significa che il partito liberale sia morto in questo periodo. Dangerfield sta parlando di qualcosa di molto più generale, sta suggerendo che una certa prospettiva, un certo insieme di idee, una certa Inghilterra, siano scomparsi a causa degli eventi del 1910-14. Sfortunatamente Dangerfield non chiarisce mai cosa intende, il più vicino a cui si avvicina è: & lsquo con la sua morte [di Brooke] si vede l'estinzione dell'Inghilterra liberale. . . . le vedute sempre più decrescenti di quell'altra Inghilterra, l'Inghilterra dove l'orologio della chiesa di Granchester segnava le tre meno dieci, dove c'era Bellezza, Certezza e Tranquillità, e dove nulla era reale.&rsquo Questa è una bella prosa, ma non solo Dangerfield sembra aver overdose sull'idillio rustico, ma anche riconoscere che l'Inghilterra liberale che era presumibilmente morta non era reale, era il costrutto del senno di poi, e un senno di poi che sapeva tutto sugli orrori della Grande Guerra. Dangerfield lo ammette: &lsquoTutta la violenza del mondo prebellico è svanita [a causa della nostalgia tinta di rosa amplificata dagli orrori della guerra], e al suo posto brilla. . . . i panorami in diminuzione di quell'altra Inghilterra. 2 Su ogni ragionevole definizione dell'Inghilterra liberale è chiaro che la tesi di Dangerfield è sia sbagliata che semplicistica nella sua spiegazione. Mi accingo a spiegare quale Inghilterra liberale è morta e in che misura è morta.

Ma prima dobbiamo dare un significato ragionevole al concetto di "Inghilterra liberale". Per Inghilterra liberale intendiamo il diffuso sostegno a un insieme di idee ritenute liberali. È importante sottolineare che, sebbene il sostegno al partito liberale di solito significasse il sostegno delle idee liberali, non è necessariamente vero il contrario, poiché coloro che sostengono un partito diverso dai liberali possono ancora avere idee liberali 3 . Finora la nostra definizione è priva di significato in quanto non abbiamo definito le idee liberali che daranno un significato reale al concetto di Inghilterra liberale. Purtroppo il significato delle parole può cambiare e le idee possono cambiare, ed essere un liberale (con idee liberali) oggi non significa sostenere le stesse cose di un liberale di metà Ottocento. Così possiamo vedere che le idee liberali (liberalismo) sono cambiate e si sono evolute.


Trinity CollegeCoro

1876-1962. Maestro storico. Servizio di guerra in Serbia e in Italia. Fiduciario del British Museum e della National Portrait Gallery.

Nato vicino a Stratford upon Avon, Trevelyan era il figlio più giovane di Sir George Otto Trevelyan, secondo baronetto, storico, proprietario terriero, deputato liberale e ministro del governo. Suo fratello maggiore Sir Charles Philips Trevelyan, terzo baronetto, fu segretario all'istruzione nei governi laburisti del 1924 e del 1929, pronipoti di Thomas Babington Macaulay. Fin dalla tenera età, Trevelyan aveva deciso di scrivere la storia alla maniera grandiosa del suo prozio. Ha letto la storia al Trinity ed è stato eletto Fellow poco dopo. Tuttavia, dopo cinque anni si dimise dalla borsa di studio e si trasferì a Londra dove continuò a scrivere libri di grande successo, tra cui il suo capolavoro, la trilogia di Garibaldi. E.H. Carr considerato Trevelyan come uno degli ultimi storici della tradizione Whig.

GEORGE MACAULAY TREVELYAN O.M.

COLLEGII SOCIVS ET POSTEA MAGISTER
HISTORIAE RECENTIORIS PROFESSOR REGIVS
VNIVERSITATIS DVNELMENSIS CANCELLARIVS
SCRIPTOR TAM DOCTVS QVAM ELEGANS CLIO IN MVSARVM NVMERVM REVOCAVIT IDEM RVRIS AMATOR AMOENITATES EIVS OPIBVS ET CONSILIO TVEBATVR INDOLE ALACRI AC VEHEMENTI NON SINE BENIGNITATE PRAEDITVS INTER VIVALES EXEMPLARIT
OBIIT A S MCMLXII AETATIS SVAE LXXXVII


La rivolta dei Mau Mau e i Kikuyu

Quello che oggi è il Kenya ha avuto l'onore di essere sotto il controllo dell'Impero britannico a partire dall'arrivo della Imperial East Africa Company nel 1888. Gli inglesi costruirono una ferrovia attraverso il paese, che divenne nota come British East Africa, utilizzando manodopera importata da India, e costruì grandi tenute agricole sfruttando la fertilità del suolo e il clima tropicale. In 1920 il paese fu designato come colonia britannica e chiamato Kenya per la sua vetta più alta. Gli agricoltori britannici si arricchirono grazie alla produzione di caffè e tè, utilizzando i nativi Kiyuku come lavoratori itineranti.

Già nel 1890 c'era resistenza all'apertura britannica delle terre e all'oppressione dei nativi. Le truppe britanniche di stanza nella colonia represse duramente queste rivolte. Nel 1908 Winston Churchill espresse preoccupazione per la violenza nell'Africa orientale, ma non per la natura della resistenza o per i duri metodi usati dagli inglesi per controllare gli indigeni. Invece era preoccupato per la reputazione degli inglesi se la notizia delle atrocità commesse dovesse raggiungere la Camera dei Comuni. Churchill si riferiva alle molte vittime come "persone indifese".

Negli anni '20 e '30 il governo coloniale britannico classificò i lavoratori nativi in ​​una delle tre categorie di occupanti abusivi, appaltatori o occasionali. Gli inglesi emanarono ordinanze che eliminavano i diritti degli occupanti abusivi, costringendoli di fatto a lavorare per i coloni britannici piuttosto che per se stessi, e mantenevano bassi i costi del lavoro. La maggior parte dei lavoratori erano del popolo Kikuyu, e tra loro c'era un crescente malcontento con i coloni britannici, che li pagavano poco, offrivano poche cure mediche e li ospitavano in condizioni primitive.

I Mau Mau erano sia un'organizzazione politica che un gruppo paramilitare che si ribellò durante gli anni '40, irrompendo infine in una guerra aperta con le truppe britanniche e altre truppe imperiali nel 1952. La maggior parte dei rivoluzionari Mau Mau erano Kikuyu. Dopo aver dichiarato l'emergenza, gli inglesi perseguirono una politica di divide et impera. Le libertà civili sono state sospese. I kikuyu furono radunati in "campi di lavoro". Un milione e mezzo di persone furono trattenute in campi o villaggi circondati e fortificati dalle truppe britanniche. I campi portavano cartelli con la scritta "Lavoro e libertà". Tortura ed esecuzioni di massa erano comuni, compresi uomini che venivano violentati analmente con bottiglie e altri dispositivi dalle guardie.

Alcuni Kiyuku sono stati trascinati da veicoli militari fino a quando i loro corpi non sono andati in pezzi. Altri sono stati sbranati da cani da guardia prima di essere giustiziati. Quanti morirono nei campi britannici non è noto perché il Colonial Office e il Foreign Office sono complici per distruggere la documentazione. I documenti britannici ufficialmente rilasciati indicavano che c'erano solo 80.000 Kikuyu e altri membri della tribù incarcerati nei campi durante la rivolta dei Mau Mau, ma documenti scoperti di recente e altri documenti indicano che quasi l'intera popolazione civile è stata collocata nei campi.


Qualcosa di un'autobiografia

LA VISIONE DELL'INTEREZZA nel nostro tempo ci sfida a varcare la soglia della coscienza ed esplorare la conoscenza superiore – in Dio. Siamo tutti chiamati a tentare questo a modo nostro e tutti possono iniziare ora da dove siamo.

Stiamo cercando il percorso verso la conoscenza spirituale, per trovare come possiamo imparare a pensare IDEE spirituali. Nel nostro tempo vengono date meravigliose rivelazioni da quelle anime avanzate che hanno avuto quella che viene chiamata "l'esperienza del picco", una svolta nella conoscenza superiore che porta la certezza diretta e assoluta che l'Universo è una grande Mente. Quelli di noi che non sono in quella categoria possono comunque iniziare l'esplorazione.

È a tutti coloro che sono impegnati in questa ricerca che dedico questo libro.

Forse sarebbe utile se fornissi una breve autobiografia, per mostrare come si è sviluppata questa esplorazione nel mio caso. La mia famiglia era agnostica, mio ​​padre un ateo dichiarato. Nessuno di noi sei bambini è stato battezzato e raramente abbiamo visto l'interno di una chiesa, tranne mia sorella minore Katharine, che conosceva Dio fin dall'infanzia. I miei genitori erano in quel flusso culturale votato al servizio dell'umanità ma senza credenze religiose o alcuna aspettativa di sopravvivenza dopo la morte. La mia tradizione familiare era di politica liberale e radicale. Mio zio era il grande storico, G.M. Trevelyan, mio ​​nonno Sir George Otto Trevelyan era uno dei membri del gabinetto di Gladstone e autore di una bella storia della rivoluzione americana, mio ​​padre, un parlamentare liberale, che durante la prima guerra mondiale passò ai laburisti e fu ministro dell'Istruzione sotto Ramsay MacDonald in 1924 e 1928 nei primi governi laburisti. Erano grandi oratori.

Da giovane a Cambridge pensavo che anch'io volevo entrare in politica, ma il mio percorso doveva essere molto diverso.

Fino all'età di trentasei anni, non mi occupavo dello Spirito né di credo religioso. Poi è arrivata la svolta, nel 1942. Permettetemi di anticipare brevemente quell'evento. Sono nato a Westminster il 5 novembre 1906 alle 21:25. Chi si occupa di astrologia saprà cosa significa avere lo Scorpione come segno del Sole con l'ascendente Leone. Il tempo pone il Leone esattamente sulla cuspide della 12a Casa. Quindi la mia vita mostra abbastanza chiaramente queste qualità: la riservatezza e la segretezza dello Scorpione e il fronte estroverso e solare di Leo, l'attore e oratore pubblico.

La mia vita è stata segnata da una serie di entusiasmi che si sono sovrapposti alle più oscure propensioni allo scorpione. Il primo di questi era per le grotte! Durante la prima guerra fummo mandati a Sidcot, la scuola di co-educazione quacchera nelle Mendip Hills del Somerset. Qui, da ragazzo più grande, ho scoperto la passione per l'esplorazione delle grotte. Un piccolo gruppo di noi ha avuto il permesso di esplorare nei giorni liberi nelle caverne di Mendip. Ho vissuto e sognato grotte e senza dubbio questo grande sport, con le sue avventure nei misteri e nelle meraviglie dell'oscurità sotterranea, aveva un profondo significato psicologico! Sicuramente è stata un'emozione!

Ricordo un raduno di Natale con tutta la famiglia ei cugini, in cui nostra Nonna scrisse un versetto su ognuno di noi giovani. Il mio correva:

C'era un giovane di nome George
Che tutta la sua famiglia adora,
E anche lui li ama
Ma tra me e te
Non tanto come una grotta o una gola.

Questo mi ha riassunto completamente!

Nel 1925 andai al Trinity College di Cambridge, dove era stata tutta la mia famiglia. Io, piuttosto inevitabilmente, sono caduto nella lettura della storia come soggetto di famiglia. Qui il mio riserbo scorpionico mi ha creato guai. Stranamente, non sono mai stato in grado di discutere del mio futuro o della mia carriera con nessuno. Ero interiormente un po' alla deriva, ma mi sono buttato nella vita di Cambridge con entusiasmo. Ciò ha comportato dibattiti, scherma, balli con i Cambridge Morris Men sotto Rolf Gardiner, arrampicata illegale sul tetto con gli amici del Cambridge Mountaineering Club. La montagna e l'arrampicata hanno significato molto per me.

Un'attività insolita dovrebbe essere menzionata. Questa era la caccia all'uomo nelle grandi colline del Lake District, inventata da mio zio, G. M. Trevelyan, e dall'alpinista Geoffrey Winthrop Young quando erano al Trinity nel 1898 e continuavano a correre, sempre gestita da uno della mia famiglia. Circa venti o trenta uomini si radunano per i tre giorni di Pentecoste a Seatoller a Borrowdale. Tre lepri vengono mandate all'alba con sciarpe rosse intorno alle spalle, per essere cacciate fino al tramonto. È uno sport assolutamente epico. L'ho rianimato dopo la guerra nel 1948 e l'ho gestito come Master fino al 1967, quando mio fratello minore Geoffrey è subentrato. The Hunt è ben impostato per il suo centenario nel 1998 con mio nipote Robin Dower come Maestro.

Dopo Cambridge, indeciso su una carriera, sono andato in Germania per sei mesi nel 1928, nel momento in cui le Camicie Marroni di Hitler stavano emergendo come una forza. Lì ho preso contatto con il Freischaar, quell'aspetto liberale del movimento giovanile tedesco che avrebbe potuto portare la Germania in una direzione molto diversa.Avevo sviluppato un vero interesse per l'architettura, avevo scoperto il Bauhaus a Dessau, avevo stretto un legame personale con Gropius e Moholy Nagy, e persino, donchisciottesco, mi ero iscritto allo studio di un architetto moderno, Breuhaus.

Ma questo non doveva essere. Tornando in Inghilterra per sistemare le cose, un amico, con la percezione, ha semplicemente detto "E l'artigianato?" In un lampo ho capito che questo era quello che dovevo fare. Avevo studiato le corporazioni degli artigiani medievali, ma da intellettuale non mi era mai venuto in mente che si potessero fare le cose da soli. Un desiderio appassionato mi ha riempito. Mi resi presto conto che la lavorazione del legno e i mobili erano la mia linea e dopo una piccola indagine scoprii che la testa della fontana era il laboratorio di Peter Waals a Chalford nel Gloucestershire. La tradizione dei mobili del Cotswold è stata inaugurata da Ernest Gimson e dai suoi amici Sidney ed Ernest Barnsley, architetti ispirati personalmente da William Morris. Peter Waals era stato caposquadra di Gimson e aveva rilevato i laboratori dopo la sua morte.

È stata un'esperienza meravigliosa per un giovane entrare in quel laboratorio. La mia panchina nella stanza del vecchio mulino era accanto a quella di Ernest Smith, il caposquadra, che era stato con Gimson come apprendista. C'erano dodici uomini che lavoravano, tutti formati in questa tradizione superlativa di costruzione fine, per lo più in legno massiccio. Potrei guardare la realizzazione di un armadio qui, uno scrittoio là, una dozzina di sedie sulla panca accanto, un tavolo da pranzo o un armadio. Ho fatto io stesso il letto smussato in cui dormo ancora, un alto scrittoio a ribalta su cui ora scrivo, la mia poltrona e altri pezzi. Per quasi due anni ho vissuto nella beatitudine dell'attività creativa. È stato un grande privilegio ed esperienza lavorare come allievo-apprendista in una grande bottega artigiana e ho imparato il significato di abbandonarsi totalmente alla disciplina di una grande tradizione prima di tentare di progettarsi.

I Cotswolds hanno per me una magia attraverso questa esperienza. Le officine Chalford chiusero nel 1937 poco dopo la morte di Waals, ma per i successivi dieci anni ho continuato a portare avanti Ernest Smith con i miei progetti.

Vedo l'artigianato come parte integrante della visione olistica e dello stile di vita alternativo che ne deriva. Naturalmente un artigiano non ha bisogno di preoccuparsi della visione spirituale del mondo. Ma una volta che abbiamo visto che la Terra è un essere vivente integrale, che le forme e i materiali della Natura sono l'espressione di idee divine viventi, e che l'uomo è integralmente parte del meraviglioso tutto, allora viene dato un significato nuovo e più profondo ad ogni mestiere.

Ma fare mobili non doveva essere il mio lavoro. In quello stesso fine settimana, quando ho saputo con certezza che dovevo diventare un artigiano, ho preso anche una grande decisione che mi ha colpito con assoluta chiarezza. Padronerei l'insegnamento della Tecnica Alexander e questo sarebbe il lavoro della mia vita. Dato che dedicherò un capitolo successivo a questo, non mi dilungherò ulteriormente ora. Basti dire che mentre ero a Cambridge ero andato a prendere lezioni da F. M. Alexander e sapevo con piena convinzione che aveva fatto una scoperta di somma importanza per una nuova umanità. Ecco qualcosa a cui potevo dare totale devozione. L'occasione si presentò ora attraverso la sua decisione di avviare il primo corso di formazione per insegnanti nel 1931. Era tipico del mio temperamento che dovessi rinunciare a tutto per questo lavoro. Nessuno della mia famiglia o dei miei amici aveva la minima idea di cosa si trattasse!

Per me, il significato risiedeva nella visione della totalità. La parola olistica non era poi entrata nell'uso generale. Non avevo ancora raggiunto alcuna visione della natura spirituale dell'uomo e dell'universo. Ma ora, guardando indietro, posso vedere come questo passaggio della mia vita sia stato una preparazione essenziale per ciò che sarebbe seguito. Non ho dubbi che la tecnica e l'insegnamento di Alexander sulla direzione consapevole e costruttiva dell'uso del sé prenderanno il loro posto come una caratteristica fondamentale nell'emergere di un nuovo stile di vita e di una nuova umanità.

Un gruppo di otto di noi ha frequentato il corso di formazione triennale con Alexander. Poi, dopo averlo insegnato per un po', ho dovuto affrontare il fatto che stavo arrivando a un punto di isolamento sociale che era per me psicologicamente insostenibile. Ci avevo messo tutto dentro e ora dovevo ammettere che non potevo portarlo a termine. Perciò rimasi senza carriera né qualifica nel 1936, all'età di trent'anni.

A questo punto Kurt Hahn, il grande preside e fondatore della Gordonstoun School, entrò nella mia vita. Era chiaro che ora dovevo entrare in un campo più ampio di contatto umano e l'insegnamento era la linea ovvia. Così sono andato a Gordonstoun, insegnando storia, letteratura, falegnameria e attività all'aperto. Questo ha fatto una vita bella e piena.

Nel 1936 fui licenziato da una nuova visione, quella di usare le nostre grandi case di campagna come centri culturali per tutti. Su suggerimento di Hahn sono andato in Danimarca e Svezia per prendere contatto con le Folk Highschools. Questo movimento era stato lanciato nel 1840 dal vescovo Grundvig, per sollevare i giovani danesi dal pantano dello sconforto, dopo un periodo di depressione seguito alle guerre napoleoniche. Il suo piano era di organizzare corsi residenziali di cinque mesi per giovani agricoltori, non per insegnare loro un'agricoltura migliore, ma per renderli danesi migliori, in modo che tornassero alle loro fattorie ispirati, attraverso l'apprendimento della storia e della letteratura danesi e della mitologia e del folklore scandinavi. . Sentiva che "l'animazione" era importante quanto l'"illuminazione". Perciò decretò la Dottrina della Parola Vivente. I suoi insegnanti dovevano parlare dal cuore direttamente al cuore dei loro allievi, senza usare note fisse. Erano liberi di modellare il proprio curriculum su temi che essi stessi trovavano stimolanti. Il piano ha funzionato e ha fatto molto per la moderna Danimarca. Mi era chiaro che l'idea della Folk Highschool non poteva essere applicata direttamente in Gran Bretagna, ma alcuni aspetti dell'insegnamento di Grundvig erano di vitale importanza.

Ho visto che per l'Inghilterra lo strumento ideale per una nuova coscienza sarebbe stato il breve corso residenziale in una casa di campagna, per sfondare in interessi più ampi. Sono piuttosto orgoglioso di aver pensato in questo modo negli anni '30, ben prima che nascesse il movimento per i college residenziali a breve termine. Questo seguì gli anni della guerra. Sir Richard Livingstone, professore di educazione a Oxford, ha scritto libri come "Education in a World Alla deriva", in cui ha sollecitato la necessità di un nuovo tipo di college popolare, un centro culturale per tutti e quale luogo migliore delle case di campagna, molte delle quali era caduto in giorni difficili. Un po' donchisciottesco speravo di poter usare a tempo debito Wallington, la nostra casa di famiglia nel Northumberland, per tale scopo. Ma questo non doveva essere.

Nel 1942, quando avevo 36 anni, accadde l'evento che cambiò il corso della mia vita. Mi ero interessato al compost e all'agricoltura biologica e ho cercato il principale consulente, Derryk Duffy, a Heathcote House, vicino ad Aberdeen. L'ho trovato impegnato con una conferenza di venti esponenti di spicco del movimento antroposofico, studiando il corso di agricoltura di Rudolf Steiner. Derryk era un po' annoiato di dover concedere tempo a un visitatore, ma mi ha mostrato il giardino ei cumuli di compost. Poi, siccome ero arrivato, mi hanno suggerito che la sera avrebbero dovuto irrompere nel programma generale e invitare il dottor Walter Johannes Stein a tenere una conferenza generale intitolata "Cosa intendeva il dottor Steiner per antroposofia?"

Quell'ora fu una rivelazione. Stein era un chiaroveggente avanzato e un iniziato. Sono certo che sapeva esattamente cosa stava facendo. La lezione è stata data direttamente a me, anche se non mi ha mai guardato. Tutti i grandi concetti della Scienza dello Spirito si sono susseguiti uno dopo l'altro e tutta la mia anima gli ha gridato interiormente l'affermazione. "Preesistenza – sì, sì, ovviamente la Terra come palestra per le anime – sì, proprio! quindi Reincarnazione attraverso molte vite – ovviamente sì Universo come Mente e pensiero vivente – Terra come creatura vivente – sì, sì!" Per tutta quell'ora nessuna risposta negativa sorse in me. L'agnosticismo di trentasei anni svanì come nebbia mattutina. La visione del mondo spirituale mi era chiara nella sua gloria e meraviglia.

Non ho dubbi che questo evento nella mia vita sia stato pianificato e messo in scena da un destino superiore e che i tempi fossero maturi per un salto di coscienza. Devo a Walter Stein il più profondo debito di gratitudine per ciò che ha fatto quella notte. Da allora in poi il dottor Ernst Lehrs mi prese come suo allievo, mi condusse nel pensiero di Goethe sulla metamorfosi delle piante e mi aprì la porta alla comprensione della scienza spirituale. Mi sono unito alla Società Antroposofica e ho letto avidamente Steiner per gli anni successivi. Se fossi stato uno scapolo, è probabile che mi sarei immerso nell'insegnamento di Steiner con lo stesso impulso con cui ero entrato nel campo del lavoro di Alexander. Ma per motivi familiari sembrava più opportuno tornare a Gordonstoun.

La mia esperienza bellica è stata anche nel campo dell'insegnamento. Fui nominato Capitano della Rifle Brigade, ma fui assegnato alle cosiddette "GHQ Traveling Wings" per l'addestramento della Guardia Nazionale in guerra. Il nostro campo era nel nord della Scozia, e poi fui nominato aiutante di campo della Divisione della Guardia Interna delle Highland con base a Inverness.

Alla fine della guerra mi ammalai di ittero e trascorsi sei settimane in un ospedale militare con una dieta a base di pesce bianco bollito. Sono uscito giallo e raggrinzito, come se fossi stato a Belsen. Quando mi sono ripreso e sono tornato alla dieta normale, ricordo di aver visitato uno dei giardinieri biodinamici vicino a Nairn e mi è stato permesso di sedermi sotto un tunnel di verdi cespugli di lamponi e raccogliere questi deliziosi frutti e mangiarli direttamente e riscaldati dal sole. Era un assaggio di paradiso.

Le malattie spesso segnano punti di svolta karmici in una vita. Certamente questo sembra con il mio. Gordonstoun aveva tenuto aperta la mia casa e ricordo di aver camminato per sei miglia da Elgin per riprendere la scuola. A metà strada mi ritrovai ad andare sempre più piano, come se qualche invisibile corda elastica mi trattenesse, o come se un angelo mi sbarrasse la strada. Riesco ancora a immaginare la strada sabbiosa con un pino silvestre pendente. Sono arrivato a un punto morto. Non c'era un ragionamento cosciente. Mi sono semplicemente alzato e poi mi sono girato in silenzio e sono tornato da Elgin. Sapevo che se fossi entrato a Gordonstoun una volta, la mia carriera nel dopoguerra sarebbe stata quella di maestro di scuola. Ora mi sono trasformato e sono entrato nell'educazione degli adulti e in un futuro sconosciuto.

Presa la decisione, tutto l'entusiasmo per l'idea del centro culturale nella casa di campagna è tornato in auge. Vorrei entrare nel nuovo movimento per i college residenziali a breve termine. Per acquisire esperienza ho deciso di arruolarmi per altri due anni nell'esercito e prendere un posto di istruttore presso il No 1 Army College a Dalkeith, che organizzava corsi di due settimane su ogni argomento immaginabile per aiutare gli uomini e le donne dei servizi a tornare alla vita civile e alla qualificazione. Ho preso un posto nel dipartimento di arti, insegnando storia e letteratura, con la speranza che a tempo debito potrei diventare un tutor in uno dei nuovi college che stanno per nascere.

Il sogno di utilizzare la casa di famiglia a Wallington si è rivelato del tutto impossibile. Non sarebbe stata una casa adatta, anche se l'avessi ereditata come mia. Ma mio padre, Sir Charles Trevelyan, decise che dopo la sua giornata Wallington sarebbe passata dalla proprietà privata. La proprietà non era implicata, quindi non aveva l'obbligo di lasciarla a me come suo figlio maggiore. Nel 1941 lasciò in eredità la casa e la grande tenuta agricola al National Trust, il palazzo da mantenere dal registro degli affitti della tenuta. Questo ha costituito un precedente importante per il Trust. Accettando il lascito, si sono assunti il ​​compito di diventare proprietari terrieri e agenti di grandi proprietà e l'esempio dato a Wallington è stato seguito in molte parti del paese. Dopo la morte di mio padre nel 1958, il Trust ha preso il sopravvento e ha trasformato Wallington in una delle migliori case di spettacolo del Nord.

Per me la porta si è chiusa su Wallington, ma si è aperta su una casa di campagna molto più adatta a un centro culturale. Nel 1947 lo Shropshire Education Committee fece pubblicità per un preside per Attingham Park, lo Shropshire Adult College. Ho fatto domanda e contro un campo molto forte è stato, con mio grande stupore, nominato. Ecco un sogno che si avvera.

Attingham, un nobile palazzo georgiano costruito nel 1785, era l'ambiente perfetto per un college per adulti. Era il più bello di tutto il gruppo di circa venticinque collegi fondati in questi anni ed era il quarto a nascere. Lord Berwick, seguendo l'esempio di Wallington, lo aveva lasciato in eredità al National Trust. Morì poco prima dell'apertura del Collegio. Lady Berwick, una presenza graziosa, viveva nei suoi appartamenti. Il mio organo di governo, gli inquilini del National Trust, rappresentavano molti interessi dello Shropshire. Sir Offlay Wakeman, presidente del consiglio della contea, era presidente dei governatori. Il Dipartimento di Studi Extra Murali dell'Università di Birmingham ha contribuito con lo stipendio di un tutor ed erano strettamente collegati. L'istigatore dell'intero piano, Martin Wilson, il Segretario per l'Istruzione, era impiegato dei governatori.

Questa, tuttavia, era un'impresa abbastanza nuova. Nessuno aveva esperienza di un college per adulti a breve termine. Quindi, molto saggiamente, decisero che la pianificazione e la direzione del programma effettivo dovevano essere lasciate interamente al preside. Attingham doveva diventare un centro di attività educative per adulti per la contea e la regione. Mi è stata data completa libertà nella creazione delle attività, anche se tutto era strettamente controllato. Martin Wilson ha fatto degli ottimi incarichi di tutor per adulti per la contea, quindi con i tutor del Dipartimento Extra-Mural abbiamo fatto una bella squadra.

Attingham è diventata un centro focale per un gran numero di attività stimolanti. Sarei rimasto lì per ventiquattro anni fino al mio pensionamento nel 1971. In quel periodo ho calcolato che abbiamo organizzato 1.033 corsi aperti su un'infinita varietà di argomenti. Spesso due corsi venivano tenuti in un fine settimana con conferenze chiuse infrasettimanali.

Ho deciso di partecipare e di tenere effettivamente uno dei corsi ogni fine settimana. Questo era importante. Sapevo, molto semplicemente, che avrei potuto entusiasmare le persone su qualsiasi argomento che volessi conoscere. Così in quegli anni del dopoguerra irrompevamo tema dopo tema e materia dopo materia e mi sono imposto come regola di tenere sempre almeno una lezione, anche se era una materia per me nuova. Questo, credo, ha incoraggiato le persone a esplorare nuovi campi. Capii che si trattava di trovare quelle che allora chiamai "idee integrative" che mettessero in relazione l'argomento in un contesto più ampio. Ciò incoraggerebbe l'esplorazione e quindi il professore in visita o l'esperto potrebbe portarci a una comprensione più profonda. Vedo che questo era in linea con il pensiero olistico, anche se non avevamo ancora sentito la parola.

Quindi i nostri programmi hanno toccato la letteratura, la storia, l'architettura, l'archeologia, la musica (sia creativa che d'ascolto), il teatro, tutti i mestieri, la pittura, il canto degli uccelli, le farfalle, la geologia, l'araldica e molto altro ancora – qualsiasi argomento che potesse suscitare entusiasmo e ampliare la visione . Poi abbiamo organizzato concerti con i famosi quartetti, conferenze speciali e teatro amatoriale. Attraverso la regia ispirata di Eric Salmon, il consulente teatrale, abbiamo offerto Twelfth Night, The Winters Tale, School for Scandal e altre grandi opere teatrali come produzioni da arena nella nostra sala da musica.

I periodi infrasettimanali erano per lo più pieni di conferenze chiuse e c'erano scuole estive per una settimana o dieci giorni. Ad Attingham ho anche creato una scuola estiva di dieci giorni chiamata Creative Leisure, in cui gli studenti potevano esplorare una serie di mestieri e fare esperienza creativa. Bill Campbell e Jeff Lowe hanno diretto questo dinamico progetto per vent'anni. Tra le attività si sviluppò una scuola di mosaico e il trionfo fu uno zodiaco di dodici riquadri alti cinque piedi e mezzo per decorare una stanza circolare della casa. Questi sono ancora esposti nella Biblioteca di Wellington, nello Shropshire.

Ho anche insegnato l'arte colorata dell'araldica facendo dipingere gli scudi agli studenti. Così facendo, hanno imparato il pittoresco linguaggio del 'blasone' e abbiamo decorato il nostro refettorio con oltre cento scudi.

Nel 1942 avevo sposato Helen Lindsay-Smith. Ora ad Attingham, in uno dei miei corsi d'arte, ha scoperto un talento latente per la pittura, che ha rilasciato una spinta creativa che continua ancora oggi. Ha riempito la nostra casa e la sala da pranzo del college con immagini colorate di fiori e forme di piante.

Dobbiamo riconoscere che la festa in casa del fine settimana nelle case di campagna è stata un fattore importante nella storia sociale inglese, ma ovviamente era limitata alle classi alte e ricche. Ora stavamo vivendo la metamorfosi della festa in casa di campagna per tutti da tutti i ceti sociali. I gruppi erano saldati insieme da un entusiasmo comune nell'esplorare qualche argomento, tema o attività culturale. Circa tremila persone soggiornavano ad Attingham ogni anno e altrettante partecipavano a concerti e singoli eventi. E bisogna ricordare il corso annuale di analisi musicale di un'opera importante, condotto da Mary Firth. Il successo di Attingham deve molto alla signora Orgill, per dieci anni economa domestica e affettuosamente conosciuta come "Mrs 0".

È stata una vita piena ed emozionante. I miei governatori avevano concordato con il National Trust che il college avrebbe dovuto utilizzare la grande sala da pranzo con il suo bel soffitto in gesso come sala conferenze e musica. Abbiamo anche avuto l'uso della biblioteca. Così gli studenti hanno vissuto l'esperienza reale di vivere in una casa di campagna situata nel suo parco con un fiume vicino.

Nel 1952, per iniziativa della mia amica storica dell'arte, Helen Lowenthal, abbiamo fondato la Attingham Summer School sulle Historic Houses of Britain, per storici dell'arte e dell'architettura americani, esperti di musei e conservazionisti. Ciò ha offerto una settimana di conferenze e tour ad Attingham, seguita da un tour di due settimane in diverse regioni. Funziona ancora oggi e ha creato un legame straordinario tra i nostri due paesi sulla base del piacere di visitare le case di campagna e di studiarne l'architettura e le collezioni.

Ho un profondo debito di gratitudine verso tutti coloro che hanno lavorato ad Attingham come colleghi, tutor e docenti in visita, ma lo spazio non mi permette di menzionare tutti per nome. È stata una grande impresa di gruppo e ha rilasciato energia creativa nell'educazione degli adulti. Molte persone si sono arricchite di un senso accresciuto del significato più profondo della vita e del potenziale dell'essere umano.

Dopo ventiquattro anni si avvicinò il tempo della pensione, perché nel 1971 avrei compiuto sessantacinque anni. Per celebrare il ritiro si tenne una festa di addio alla fine di agosto 1971, con circa cinquecento ospiti e discorsi in un grande tendone. C'è stato un grande flusso di calore e affetto in questa occasione. Come diversivo dopo il tè, feci volare un pallone dal prato. Il concetto del Guardiano di Attingham che scompare tra le nuvole in mongolfiera era irresistibile!

L'anno prima sono stata colpita da poliartrite reumatoide. Questo avrebbe potuto essere totalmente paralizzante. Al momento del mio pensionamento indossavo pinze alle gambe ed ero in uno stato pietoso, ma l'artrite non doveva in alcun modo interferire con l'impresa olistica.Le malattie, come ho detto, potrebbero segnare punti di svolta nelle nostre vite, e l'artrite ha reso essenziale il ritiro da Attingham, dal momento che non ero disposto a lasciare che il college funzionasse a qualcosa di meno del suo ritmo e pressione tradizionali. Tuttavia, non acconsentirei a consegnarmi alle cure mediche con farmaci e iniezioni di cortizone e oro.

Poi ho trovato la mia strada dal dottor Gordon Latto, una delle figure di spicco della terapia naturale nel paese. Il segreto della cura della natura è smettere di immettere nel sangue ciò che causa squilibrio, e così permettere alla natura di riportarci in salute. Con cibo crudo e vivo, rimedi erboristici, idroterapia e altri trattamenti di cura della natura, abbiamo riportato il sangue alla completa normalità ad ogni conteggio e l'artrite si è ritirata costantemente. Qualche danno alle articolazioni era irreversibile, ma in quattro o cinque anni ero libero dal dolore, mobile e pieno di energia e potevo di nuovo camminare sulle colline. Uno dei momenti di cui sono più orgoglioso è stato in una grande conferenza del Wrekin Trust sulla guarigione olistica, durante una sessione di domande al gruppo di docenti. Ero seduto tra Gordon Latto e suo fratello chirurgo Conrad. La domanda è sorta, "I Lattos ci parlerebbero del trattamento olistico dell'artrite". Entrambi i fratelli si sono rivolti a me e hanno detto: "George, rispondi a questa domanda". Posso dichiarare categoricamente che l'artrite reumatoide può essere superata con metodi di cura della natura. Nel mio caso anche l'insegnamento di Alexander è stato un bene essenziale.


Educazione degli adulti per la conoscenza spirituale

Ad Attingham ero libero di sperimentare qualsiasi tema per i corsi che avrebbero suscitato entusiasmo, visione e senso della vita. Mi sono ricordato di una dichiarazione di Whitehead che potrebbe benissimo provenire da Platone: L'educazione morale è impossibile senza la visione abituale della grandezza. In un'epoca in cui così tanti valori stavano strisciando, dovevamo fare tutto il possibile per ripristinare il senso del significato. Questo mi sembrava il vero compito dell'educazione degli adulti. Non ci interessavamo tanto di attualità, sociologia ed economia. Questi erano stati i temi principali dei grandi giorni dell'Associazione Educativa Operaia. Ricordo un'occasione in cui il nostro gruppo di direttori o presidi appena nominati dei college per adulti a breve termine, si è riunito per ascoltare una conferenza di una delle grandi figure del W.E.A. Ha parlato della Legge dell'entusiasmo decrescente e ci siamo guardati l'un l'altro, sapendo che noi nel nuovo movimento stavamo lavorando con la legge dell'entusiasmo crescente!

Ora la nostra forma della nuova educazione degli adulti era aperta a tutte le classi ed era chiaramente preoccupata di attingere agli interessi che aggiungevano significato alle nostre vite e davano la guida per lo sviluppo del sé attraverso la coltivazione di nuove abilità e capacità più ampie. Per me personalmente la visione del mondo spirituale ha dato un senso alla vita. Perciò dal primo ho cominciato a sperimentare. Nel primissimo programma ho incluso un fine settimana chiamato "Cosa possiamo credere?" in cui abbiamo toccato la conoscenza spirituale. Ho anche invitato i miei eroi del Movimento Antroposofico a venire a tenere una conferenza. Il dottor Lehrs, il dottor Stein e il dottor Karl Köumnig vennero tutti ad Attingham, ma divenne chiaro che l'idioma delle conferenze antroposofiche non era adatto a questo ambiente. Mi sono stati avvertiti che non dovevo rischiare le critiche dei contribuenti su ciò che stava accadendo ad Attingham. Ovviamente dovevo trovare il modo di presentare queste nuove idee in un idioma inglese generalmente accettabile. Ho imparato ad essere molto diplomatico e a minimizzare questi corsi. Il dipartimento extramurale ha espresso seri dubbi sulla loro validità per l'educazione degli adulti!

Eppure i governatori mi avevano dato piena libertà, così ho continuato i miei esperimenti negli anni Cinquanta. A quel tempo sapevamo poco di un 'Movimento New Age'. Eppure all'inizio degli anni Sessanta scoprii che se tenevo un corso su "Frontiere della realtà" o "La ricerca del Graal nel nostro tempo" o "Risveglio spirituale", la casa era piena. Chiaramente c'era un profondo bisogno nel campo dell'educazione degli adulti di insegnare il significato più profondo della vita. Girava la notizia che qui c'era una casa di campagna che organizzava corsi spirituali, e la gente arrivava da ogni parte del paese. Una volta i settanta letti furono riempiti a ritorno di posta quando il nostro programma fu spedito. Sebbene i miei governatori fossero dubbiosi su questi corsi, almeno hanno portato i fondi! E a loro merito, non hanno mai interferito né sono venuti a vedere cosa fosse successo. E sono successe cose meravigliose, ma ho imparato a giocare le mie carte con attenzione.

Negli anni Sessanta ho tenuto ogni anno circa sei corsi di fine settimana e una scuola estiva sui temi spirituali. Permettetemi di raccontare una strana storia. Era durante un corso di fine settimana su "Luce e amore". Ho tenuto il discorso finale la domenica pomeriggio e in chiusura ho messo su una registrazione dell'Inno di gioia di Beethoven. Poi, con un pubblico di centocinquanta, siamo entrati in meditazione. Avevo notato che le mucche del parco si erano tutte raccolte lungo il recinto sommerso sotto il prato. Durante il silenzio tutti cominciarono a muggire e le pecore a belare e le torri a gracchiare. C'era un chiasso tremendo e mentre scendevamo per il tè tutti dicevano: "Hai sentito quelle mucche?" Dichiararono che per loro il bel soffitto di intonaco si era sciolto ed era scomparso e che vedevano attraverso altezze di luce celeste. Nell'architettura barocca tali scene sono dipinte sui soffitti. Qui ad Attingham hanno avuto l'esperienza barocca in visione diretta. Hanno dichiarato che le nostre anime venivano attirate o risucchiate verso il cielo attraverso questo imbuto di Luce e che i regni della natura dicevano "Portaci con te, portaci con te". Tali cose possono essere e le nostre menti devono essere aperte alla loro stranezza!

In questi "corsi significativi" come li abbiamo chiamati, molte persone che ora sono figure di spicco del Movimento New Age si sono incontrate. Cominciammo a sapere chi c'era in campo. Stavamo iniziando a sviluppare un'educazione degli adulti per la conoscenza spirituale. Era chiaro che molti importanti movimenti stavano già presentando il loro particolare approccio alla conoscenza superiore. Ora ho visto la necessità di una forma di educazione degli adulti che offrisse la visione spirituale del mondo senza impegnarsi in un approccio particolare.

Nel 1964 organizzammo una conferenza su "Morte e divenire". Questa è stata, per quanto ne so, la prima volta che la morte è stata affrontata nell'educazione degli adulti aperta. Sono orgoglioso di rendermi conto che ad Attingham abbiamo tenuto una serie di "prime occasioni". C'è stata la prima conferenza su Teilhard de Chardin che si è tenuta in Inghilterra. Sono andato a Vezelay per incontrare Renée-Mary Parry alla conferenza di Teilhard e l'ho invitata a portare la sua squadra di docenti. Abbiamo riempito la casa e la domenica sera nel mio studio è stata fondata l'Associazione Teilhard de Chardin della Gran Bretagna. Abbiamo anche tenuto la prima Conferenza di Psicosintesi. È stato un grande momento per poter introdurre l'argomento a tutto volume, dicendo che nessuno di noi sapeva ancora cosa fosse, ma siamo stati attratti dal concetto di sintesi, che allora era nell'aria.

In quel momento stava emergendo la visione olistica del mondo. Ora riconosciamo che questa visione del mondo implica la comprensione che la Terra è un essere vivente e senziente e che l'umanità è parte integrante della natura. Quindi la conservazione è essenzialmente parte dello stile di vita alternativo, che nasce direttamente dalla visione spirituale e olistica. Ad Attingham abbiamo tenuto una serie di dieci conferenze annuali con la Soil Association e la convenzione è stata stabilita in base alla quale avrei dovuto fare un commento conclusivo di quindici minuti dal punto di vista spirituale. A volte questo ha quasi diviso l'Associazione!

Ho visitato per la prima volta Findhorn, la comunità nel nord della Scozia, nel 1968. Sospettavo che il giardino di magnifici fiori e verdure gloriose coltivate su aride dune di sabbia di Peter Caddy fosse il risultato della cooperazione con gli spiriti della natura. Per la prima volta ha confessato che questa era la verità, quindi ho scritto un memorandum a Lady Eve Balfour che ha invitato gli esperti della Soil Association a verificare di persona. Non sono mai stato un membro della comunità, ma per dieci anni sono stato un fiduciario e mi sono sentito strettamente legato. Ho tenuto conferenze di apertura alla maggior parte delle loro conferenze annuali che hanno pubblicato in un piccolo libro intitolato Summons to a High Crusade.

Dopo dieci anni ad Attingham accadde un evento che, essendo profondamente traumatico, servì a trasformare la mia coscienza. Le nostre vite corrono con un parallelo continuo tra eventi esterni e sviluppo interiore. Ho descritto come l'unica conferenza del dottor Walter Johannes Stein nel 1942 mi abbia liberato dall'agnosticismo e liberato la visione spirituale. Ma era ancora in gran parte teorico. Nel 1958, dopo dieci anni ad Attingham, avevo tenuto molte conferenze su temi spirituali e stavo imparando a tessere questa visione olistica in un contesto di educazione aperta per gli adulti. Ma poi nel 1958 arrivò un evento che fu l'assoluta svolta interiore. Questa è stata la morte improvvisa in America del mio grande amico e collega. Finora le mie lezioni si erano basate sulla comprensione teorica, uno sforzo per presentare l'insegnamento di Steiner in parole semplici al pubblico in generale, e naturalmente è entrato in gioco il nostro atteggiamento verso l'aldilà. Stavamo comprendendo la verità della preesistenza e l'implicazione di La Terra come scuola di formazione per le anime immortali nella loro lunga educazione. Ora ero stato colpito dall'evento che elevava l'intera prospettiva dalla teoria all'esperienza diretta. Ora sapevo senza ombra di dubbio che la scintilla della divinità in noi non può assolutamente morire. Pertanto l'intera qualità del mio pensiero e delle mie lezioni è stata migliorata e sollevata. Risi al pensiero della deliziosa citazione errata di Samuel Butler: "È meglio aver amato e perso che non aver mai perso affatto".

La grande verità è che la morte in tutte le sue forme è la grande educatrice, per insegnarci che la goccia divina in noi è sempre stata e sempre sarà. Non può morire ed estinguersi. Ha bisogno di un'esperienza traumatica di perdita per fare una tale svolta. Chi l'ha vissuta è un privilegiato. Mostra la possibilità di stabilire un contatto diretto tra i piani dell'essere, non solo ma. Questo può essere l'equivalente dell'esperienza di punta, portando in ognuno di noi una certezza assoluta e una prova soggettiva dello spirito eterno.

Ho iniziato un prezioso piccolo taccuino in cui scrivere i nomi di tutti i nostri amici che muoiono, e che so essere in stretto contatto con noi, che stanno ancora lavorando su questo piano per la nascita della New Age. La chiamo "La Compagnia". L'elenco inizia con il nome del mio amico il 3 maggio 1958. Questo evento è stato un importante punto di svolta nella mia vita.

Per tornare al 1971. Ora sono entrato in una nuova fase, con possibilità fiorenti! "Pensionamento" significava (come molti hanno scoperto) un rilascio in un nuovo campo di attività. Ora avevamo 1.500 nomi sulla mailing list per le conferenze spirituali. Non potevo deluderli. Quindi, con i consigli del maggiore Bruce MacManaway, Ian Gordon Brown e dell'Air Marshall Sir Victor Goddard, abbiamo concepito l'idea di un "Educational Trust interessato alla natura spirituale dell'uomo e dell'universo", per organizzare conferenze in tutto il paese. Come doveva essere chiamato? Ho guardato fuori dalla finestra verso Attingham e ho visto la nostra montagna locale, il Wrekin, e ho pensato: "Alzerò i miei occhi verso le colline, da dove viene il mio aiuto". Lo chiamerò Wrekin Trust come questa collina centrale in Inghilterra. E poi mi sono ricordato i versi di quel frammento di un'epopea di Lord Macaulay, che era il mio prozio. Sta descrivendo i fuochi di segnalazione che saltano da una collina all'altra per avvertire dell'avvicinarsi dell'Armata:

Fino all'orgoglioso Picco la bandiera sventolò sopra le valli rocciose di Darwin,
Finché come vulcani divamparono in cielo le tempestose colline del Galles,
Finché dodici belle contee videro il bagliore dall'altezza solitaria di Malvern,
Finché non fluì in cremisi nel vento la cresta di luce del Wrekin,
Finché Skiddaw non vide il fuoco che ardeva sul mucchio merlato di Gaunt,
E il bagliore rosso su Skiddaw svegliò i cittadini di Carlisle.

Sembrava che fossimo chiamati all'avventura di accendere falò spirituali sulle sacre colline della Gran Bretagna. Questa doveva essere la fase successiva del lavoro e dell'attività. Non abbiamo perso tempo. All'inizio di novembre abbiamo tenuto la prima conferenza del Wrekin Trust presso l'Hayes Center di Swanwick, sul tema "Death the Great Adventure". È stato un corso straordinario con un tutto esaurito di trecento. Questo doveva essere seguito da un raduno di Capodanno alla Stoke-on-Trent University. In un momento di novembre il mio cuore è sprofondato. Confronta l'università di mattoni color cadavere con la nostra cara Attingham e le grandi feste dell'Epifania che avevamo celebrato lì! Nessuno sarebbe venuto. Sarebbe un contrasto deprimente. Ma quando venne il momento, il luogo era affollato e si trattava di un corso ispirato in cui J. G. Bennett era il principale oratore. Alla fine abbiamo sentito che quei muri di mattoni opachi vibravano di luce spirituale!

Ruth Bell, la mia ultima segretaria ad Attingham, accettò di venire con me al Wrekin Trust e stabilimmo il nostro ufficio in una casa nel villaggio di Bomere Heath nello Shropshire, vicino al cottage in cui io e mia moglie ci eravamo ritirati.

Ora, ovviamente, non avevamo una sala conferenze, quindi cercavamo centri in diverse parti del paese dove poter tenere i nostri corsi nel fine settimana. Non c'era bisogno che io fossi diplomatico e sminuissi il mio vero interesse, quindi sono uscito allo scoperto e ho proclamato il risveglio spirituale nel nostro tempo.

Durante la mia carriera nell'educazione degli adulti ho cercato di mettere in pratica la Dottrina della Parola Vivente di Grundvig. Per me questo implicava non usare mai le note. Ho sostenuto che se si ha bisogno di guardare un pezzo di carta per scoprire cosa si pensa, allora i pensieri non hanno un significato scottante. Certo con certe materie scolastiche e più tecniche o scientifiche è necessario leggere articoli, ma questo implica la capacità di mettere in scena il soggetto come attore. Churchill era il grande esempio di uno che poteva scrivere tutto il suo discorso e poi metterlo sopra come se fosse spontaneo. Per molti di noi, ciò che è scritto freddo nello studio manca del fuoco necessario per uscire dalla piattaforma. La sfida consiste nel pronunciare la parola viva in un modo che avvii un flusso di ispirazione e sia udibile da tutti nella stanza. Così le mie lezioni a volte perdevano di precisione ma tornavano sempre 'vive'. Dopo aver rimuginato sull'argomento, ho poi scoperto che l'atto di proporlo al pubblico ha avviato un flusso spontaneo di pensieri. A volte va in direzioni inaspettate e deve essere riportato in controllo!

Riesco a vedere l'obiettivo verso il quale sta conducendo questo tipo di conferenze. Conferma la convinzione che esiste davvero un oceano di pensiero vivente a cui le nostre menti sono in sintonia. Il cervello, ci rendiamo conto, non è tanto un organo per secernere pensieri quanto per riflettere idee. Le Idee in senso proprio, sono vive. Sono esseri, fili dell'energia di Dio. Quindi la conferenza non è semplicemente una performance personale. È uno sforzo di gruppo unito, quasi un rituale, in cui uno è il catalizzatore attraverso il quale possono riversarsi idee viventi. Il pensiero è una sorta di energia elettrica, che lampeggia attraverso la mente di gruppo del pubblico. Così ogni conferenza può essere un'avventura, un'invocazione al mondo divino per parlare attraverso il pensiero umano. Comprendi che queste idee sono esseri viventi, da considerare come energie del pensiero divino. Desiderano entrare e fondersi con lo strato del pensiero umano. Una volta pensate sul nostro piano, le idee sono ampiamente disponibili per gli altri.

Alla "Dottrina della Parola Vivente" di Grundvig, vorrei aggiungere la Dottrina dell'Idea Vivente. Il nostro obiettivo deve essere quello di renderci strumenti degni per incanalare queste idee viventi. Allora si può fare un ponte con i mondi superiori. Ecco davvero un indizio per l'esplorazione di Dio.

La poesia iniziò a svolgere un ruolo sempre più importante nelle mie lezioni. La poesia, dopo tutto, è una creazione dell'emisfero destro del cervello, quella porta d'accesso alla Oneness Vision. Ecco un esempio reale dell'uso della Parola Vivente. Il segreto è insegnarsi davvero a dire pensieri vivi e non a recitare parole morte. La poesia può essere usata nella coltivazione attiva dell'immaginazione. Era davvero come se i poeti stessi venissero a contribuire alle conferenze! Così tante persone hanno chiesto copie delle poesie usate che le ho messe insieme a un commento olistico in un piccolo libro intitolato: Magic Casements: the Use of Poetry for the Expanding of Consciousness

Ero stato fortunato ad Attingham che gran parte del carico amministrativo mi era stato tolto dal Dipartimento dell'Istruzione del Consiglio della Contea, in modo che potessi essere continuamente impegnato nella pianificazione e nella gestione di corsi ed eventi. Con Wrekin Trust! aveva l'essenziale bisogno di un collega che potesse assumere la direzione e il controllo finanziario. Senza di essa, la nostra posizione era alquanto precaria. Nel 1974, tre anni dopo aver lanciato il Trust, il destino ha portato quel collega nella mia vita. In piena estate a una conferenza a Londra mi sono accorto di una figura che non avevo mai visto prima, in jeans, barbuta e con un'aureola di capelli castani. L'ho cercato durante la pausa tè e mi ha detto che il mio saluto di apertura è stato "È bello quando ci incontriamo". Gli ho chiesto cosa avrebbe fatto domani e lui ha risposto "Vengo a trovarti". Sono certo che qui c'era una profonda connessione karmica e che eravamo stati insieme nelle precedenti incarnazioni. Ho visto in Malcolm Lazarus un meraviglioso potenziale e ha visto in Wrekin un campo di lavoro che poteva realizzare le sue capacità. Ha portato la capacità organizzativa e gestionale e l'esperienza finanziaria di cui avevo assolutamente bisogno.

Gradualmente, negli anni successivi, ha imparato l'arte della pianificazione e della gestione dei corsi e presto è diventato co-direttore del Trust. Insieme abbiamo organizzato e tenuto una quarantina di corsi residenziali di fine settimana ogni anno e questa piena inondazione è andata avanti fino al 1982. Così Wrekin, in dieci grandi anni, aveva organizzato quasi cinquecento corsi in diverse parti della Gran Bretagna e aveva preso il suo posto come educazione per adulti per conoscenza. Devo a Malcolm un debito duraturo di gratitudine e sono stato felice di concedergli pieni poteri e controllo come Direttore.

Era importante che non avessimo un'etichetta o un impegno per nessun singolo movimento o scuola di pensiero. Il nostro compito era presentare la visione spirituale del mondo in termini generali, in modo che le persone potessero risvegliarsi alla visione olistica e poi trovare la loro strada verso il percorso particolare che più si adattava loro. Così in tutto il vasto movimento del risveglio spirituale e del pensiero New Age, Wrekin aveva un posto speciale. Eravamo in contatto con tutti questi gruppi e molti dei loro docenti parlavano dalle nostre piattaforme, ma non eravamo affiliati a nessuno di loro. Così gli studenti non sentivano che una particolare dottrina veniva loro imposta ed erano liberi di trovare la propria strada.

Uno dei più grandi successi di Malcolm è stata l'ideazione di una conferenza annuale su "Mistici e scienziati", attingendo alla stessa piattaforma eminenti scienziati che erano arrivati ​​al pensiero olistico, insieme a mistici e insegnanti di conoscenza spirituale. Al momento in cui scriviamo, dura da undici anni.

Nel 1983 era chiaramente desiderabile fare una pausa e concedere a Wrekin una specie di anno sabbatico. È stato indicato un cambio di direzione. Ora in tutto il paese stavano emergendo reti che collegavano gruppi locali fondati per lo studio, la meditazione o la guarigione, o per vivere uno stile di vita alternativo. Questi stavano davvero ora presentando la visione olistica del mondo in modi spesso più economici di quanto potessimo fare nei raduni di Wrekin, assumendo costosi centri conferenze. Nei primi anni avevamo davvero aperto nuovi orizzonti. Ora il Movimento New Age stava avanzando su un ampio fronte e stava comparendo un flusso di libri sulla conoscenza esoterica e spirituale. Il Wrekin Trust aveva bisogno di intraprendere una nuova direzione e Malcolm vide l'opportunità di sviluppare un curriculum di corsi continui collegati che avrebbero davvero aiutato le persone a cambiare e trasformarsi consapevolmente. Sono stato molto felice in questa nuova fase di nominarlo Direttore di Wrekin Trust, con me stesso come fondatore/presidente.

Poi, mentre mi avvicinavo all'età di ottant'anni (nel 1986) ho invitato Tony Neate, il fondatore di Runnings Park, West Malvern, a diventare presidente con il suo collega David Furlong come co-direttore. Nel 1987 Malcolm ha vissuto un periodo di cattiva salute, che ha gettato tutta la pianificazione su David. Malcolm si rese anche conto che il suo vero compito ora era sviluppare i suoi straordinari seminari su "Il viaggio trasformazionale". Questi li aveva stabiliti con sua moglie Jane e si era costruito un considerevole seguito. Quindi è diventato chiaro a tutti noi che questo era il momento per lui di ritirarsi dal Trust. La nostra lunga collaborazione è stata completata e Wrekin è entrato in una nuova fase sotto l'ispirazione e la direzione di David Furlong e Tony Neate, con David Middleton come amministratore responsabile dell'ufficio, che ora è stato spostato nel parco di Runnings Park sotto i Malvern. un bel centro per l'educazione spirituale degli adulti. Rimasi presidente e per un po' di tempo membro dei fiduciari.

Per me era entrata in una nuova fase: 150 giri di conferenze sulla conoscenza spirituale in tutto il paese e all'estero. Questa è stata la mia crescente gioia negli ultimi anni. Per ventiquattro anni ero rimasto fermo ad Attingham, come un ragno al centro della mia tela e avevo viaggiato relativamente poco. Ora ho visto quante parti dell'Inghilterra non avevo mai visitato. I tour di conferenze si sono trasformati in pellegrinaggi per esplorare la Gran Bretagna e visitare le cattedrali e i centri sacri, tenendo seminari e conferenze organizzate da gruppi locali. Inoltre, ci sono state tournée in America, Sud Africa, Paesi Bassi, Scandinavia e Germania. Così sono entrato nella terza fase della mia ricerca del dopoguerra per la visione olistica del mondo. Questi tour possono ora essere pianificati da casa mia in un fienile convertito in Cotswold.


Quindi, in linea di massima, c'è la storia dell'avventura di un uomo nella visione dell'Interezza, che per me equivale all'esplorazione di Dio. Sembra una serie di entusiasmi che si dispiegano. Inevitabilmente, essendo uno Scorpione, ci sono state esperienze traumatiche essenziali per la crescita dell'anima e l'estinzione dell'ego, ma non è necessario che ci riguardino qui. Nel corso degli anni la convinzione è cresciuta in me fino al punto di una profonda certezza che l'universo è Mente, un oceano di pensiero vivente sgorgato dalla Sorgente Divina, e che l'entità umana è una gocciolina di quella mente Divina, che può del suo spontaneamente si fondono con l'oceano senza perdere la propria identità. Lì sta la via del risveglio spirituale nel nostro tempo, il passo evolutivo che l'essere umano è chiamato e sfidato a compiere. In questo senso possiamo iniziare tutti a "esplorare in Dio".

Il fatto della libertà umana implica che la nostra iniziativa è un fattore essenziale. Non accadrà nulla finché non faremo il primo passo sul sentiero. Ogni percorso sarà diverso, ma ciascuno conduce allo stesso obiettivo: visione olistica, ricongiungimento con l'Unità, reidentificazione con l'Essere Unitario dell'Umanità, che è davvero come aspetto di Dio. Quindi il fatto che io non sia un mistico o un veggente avanzato può essere un incoraggiamento per gli altri a iniziare il proprio viaggio. Sappiate che ognuno di noi è in stretto contatto con la propria guida e insegnante angelica e il nostro Sé Superiore, che può parlare all'interno del nostro stesso pensiero. La porta della prigione del sé è aperta. Spingilo e puoi attraversarlo. Dio è la vita ovunque, l'essere che anima ogni forma. La grande avventura della nostra epoca è davvero "Esplorazione in Dio".


Il diario di un irlandese

C'è un Trevelyan menzionato nella canzone che è diventata l'inno non ufficiale del rugby irlandese, The Fields of Athenry. Le righe rilevanti sono: "Per aver rubato il grano di Trevelyan/ Così i giovani potrebbero vedere il mattino". Il Trevelyan in questione era Charles Edward (1807-1886) e la sua associazione con l'Irlanda fu infelice per questo paese, scrive Brian Maye

In qualità di Assistente Segretario al Tesoro, questo Trevelyan ha supervisionato e più o meno determinato il soccorso del governo britannico agli irlandesi affamati durante la Grande Carestia. La parsimonia potrebbe essere descritta come la sua parola d'ordine, anche se avrebbe visto il suo ruolo come garantire che il denaro dei buoni contribuenti britannici non venisse sprecato per gli inetti irlandesi.

Nel 1848 pubblicò un libro intitolato The Irish Crisis in cui difendeva l'esportazione di cibo dall'Irlanda. Questo potrebbe sembrare abbastanza grave, dato che i poveri irlandesi avevano un disperato bisogno dello stesso cibo, ma è andato oltre. Trevelyan era un fan di Thomas Malthus, le cui teorie sul controllo della popolazione erano di gran moda nella Gran Bretagna del XIX secolo del suo tempo, e suggeriva che la carestia fosse l'opera di una benevola Provvidenza che cercava di alleviare la sovrappopolazione irlandese con un disastro naturale.

Charles Edward non fu l'unico membro della famiglia Trevelyan ad essere associato all'Irlanda. Anche suo figlio, George Otto (1838-1928), morto 75 anni fa sabato scorso, era legato a questo Paese. Come suo padre, la sua non era un'associazione felice, ma sembra che non abbia inflitto danni a nessuno se non a se stesso.

Nacque a Rothley Temple nel Leicestershire e studiò all'Harrow e al Trinity College di Cambridge. Nel 1865 entrò in parlamento come membro del partito liberale. Nel primo governo di William Gladstone, prestò servizio come Lord dell'Ammiragliato dal 1868 al 1870.

Quando Gladstone tornò al potere nel 1880, a Trevelyan fu assegnata la carica di segretario parlamentare dell'Ammiragliato.

Nel 1882 ricevette il suo incarico più anziano fino ad oggi quando Gladstone lo nominò Primo Segretario per l'Irlanda, in effetti il ​​capo del governo britannico in Irlanda.

Sarebbe interessante speculare su ciò che suo padre gli aveva trasmesso dei suoi rapporti con questo paese non molto, forse, poiché i padri vittoriani erano noti fallimenti nel comunicare con i loro figli.

Al suo primo ritorno al potere nel 1868, Gladstone aveva istituito la pratica di nominare il suo segretario capo irlandese anche membro del suo gabinetto britannico. Ma quando W.E. Forster si dimise dalla carica nel 1882 in segno di protesta per il cosiddetto "trattato di Kilmainham" con Parnell, Gladstone dovette riorganizzare drasticamente la sua amministrazione irlandese. Ha fatto di Earl Spencer il suo viceré perché aveva ricoperto quella posizione prima. Il problema era che Spencer era un membro del gabinetto mentre Trevelyan, che Gladstone aveva nominato per succedere a Forster, non lo era.

Ciò ha portato a una situazione che R.B. McDowell, lo storico dell'amministrazione irlandese dal 1801 al 1914, ha descritto come "patetica". Dopo 15 mesi di esperienza di quello che chiamò "questo terribile ufficio", Trevelyan pregò Gladstone di ammetterlo al governo. Nessuno, disse, poteva avere la minima idea di com'era essere il rappresentante del governo di Westminster di fronte agli uomini falsi e senza scrupoli che cercavano sempre di screditare il dominio inglese in Irlanda. Doveva essere un ministro di gabinetto, continuò, per consentirgli di condurre affari irlandesi con una parvenza di autorità.

Spencer ha sostenuto Trevelyan ed era disposto a sacrificare il proprio posto al tavolo del governo. Ma Gladstone poteva essere molto pignolo sulle questioni di promozione e disse a Trevelyan che era pericoloso, se non impossibile, avere un segretario capo nel gabinetto con "un viceré che lavorasse". Quando ha aggiunto che "quelle parti della nostra vita politica in cui ci sentiamo sopraffatti e sopraffatti costituiscono le parti più significative e preziose dell'educazione politica che stiamo tutti attraversando", può aver dato poco conforto al miserabile titolare della carica irlandese.

In meno di un anno Trevelyan, i cui capelli erano diventati bianchi, chiese di essere sollevato dal suo incarico. "La vita che conduco", ha scritto, "non è affatto una vita umana". (Un caso dei peccati del padre che è stato visitato sul figlio, forse?) Spencer fece sapere a Gladstone che se Trevelyan non avesse ricevuto la sua richiesta, avrebbe avuto un crollo. Il Primo Ministro lo trasferì debitamente al Board of Trade. Sembrava trovare la Scozia più congeniale perché fu segretario per quel paese nel 1886 e di nuovo dal 1892 al 1895.

George Otto Trevelyan è stato uno storico di maggior successo che un politico. Era un nipote di Lord Macaulay per parte di madre e nel 1876 pubblicò La vita e le lettere di Lord Macaulay.

Nel 1880 apparve The Early History of Charles James Fox, che doveva essere il primo volume di uno studio dettagliato del grande riformatore Whig. Il libro è notevole per la sua vivida presentazione della vita sociale e politica in Inghilterra alla fine del XVIII secolo.

Trevelyan cambiò le sue intenzioni perché la sua storia successiva fu La rivoluzione americana (1899-1907). Il suo eroe Fox sostenne l'indipendenza delle colonie americane e Giorgio III e Charles Fox (1912-14) completarono il suo studio sulla lotta americana per l'indipendenza. Come storico, Trevelyan è stato elogiato per la sua attenta ricerca e lo straordinario stile narrativo.

I suoi tre figli perseguirono variamente entrambi i lati della vita professionale del padre: uno era un politico e due erano scrittori. Charles Philips Trevelyan era un liberale e poi un deputato laburista George Macaulay Trevelyan era un famoso storico e Robert Calverley Trevelyan era un poeta e drammaturgo.


La morte del liberalismo: Charles e George Trevelyan - Storia

Descrizione rispettata da Helen Arkwright, Manuscripts and Archives Librarian, ottobre 2002.

Questo documento è stato generato da Javascript da un form HTML che ha strutturato l'input secondo gli elementi di ISAD(G) Versione 2.

La famiglia Trevelyan è originaria della Cornovaglia, ma le carte conservate dalla Biblioteca dell'Università risalgono a un'epoca in cui la famiglia possedeva proprietà nel sud-ovest, le più grandi delle quali erano Nettlecombe nel Somerset e Wallington nel Northumberland. La maggior parte del materiale si riferisce ai Trevelyan di Wallington e la Biblioteca dell'Università contiene materiale relativo al sesto baronetto, Walter Calverley Trevelyan e ai suoi successori.

Uno degli antenati di Walter Calverley Trevelyan sposò Julia Calverley, sorella di Sir William Blackett. Il padre di Sir William aveva acquistato Wallington e la sua tenuta dalla famiglia Fenwick nel 1688 e aveva fatto ricostruire la casa e la tenuta. Fu ulteriormente rimodellato nel 1738. Sir William, che non aveva figli, lasciò la tenuta di Wallington a suo nipote, il figlio di Julia Calverley, Walter Calverley, con la condizione che cambiasse il suo nome in Blackett. Poiché Walter Calverley Blackett di nuovo non ebbe figli, lasciò a sua volta Wallington e le sue proprietà a suo nipote, Sir John Trevelyan. I Trevelyan avevano già un seggio a Nettlecombe nel Somerset e, come avevano sofferto durante la guerra civile inglese, erano stati onorati con un baronetto alla Restaurazione. Sir John Trevelyan era il quarto baronetto e il nonno di Walter Calverley Trevelyan.

Il primo Sir John Trevelyan a godere di entrambe le proprietà preferì vivere a Nettlecombe e aumentò notevolmente le sue proprietà. Anche suo figlio John, quinto baronetto e padre di Walter Calverley Trevelyan, preferiva vivere a Nettlecombe, mentre Julia Wilson Trevelyan, sua moglie, era più felice a Wallington.

Insieme ebbero sette figli e sei figlie di cui i due figli maggiori morirono, lasciando erede Walter Calverley Trevelyan. Nacque a Wallington il 31 marzo 1797.

Walter Calverley e sua moglie Pauline Jermyn non ebbero figli e nel 1852, quando fece testamento, diede Wallington e le sue proprietà a suo cugino Charles Edward Trevelyan, uno dei figli di suo zio, il Venerabile George Trevelyan. Dare la proprietà a Charles significava che suo figlio George Otto Trevelyan avrebbe a sua volta ereditato Wallington, di cui sia Pauline che Walter Calverley tenevano in grande considerazione.

Julia, la madre di Walter Calverley, rimase a Wallington per molti anni e trattò la casa e le proprietà con disprezzo. Nel 1848, dopo aver sradicato alcune nuove piantagioni, Walter Calverley le inviò una lettera di avvertimento da parte di un avvocato. In segno di protesta ha affittato una casa nelle vicinanze e anche se doveva essere un bluff, non le è mai stato permesso di tornare a Wallington.

Wallington rimase vuota per un po', ma nel 1852 i Trevelyan vivevano permanentemente a Wallington e avviarono un programma per migliorare la casa, il giardino e le proprietà.

Sir Charles Edward Trevelyan ereditò le proprietà nel 1879 e poté godersi Wallington negli anni della pensione. Attraverso di lui passò la linea diretta di discendenza a suo figlio, George Otto e poi a suo nipote, Charles Philips Trevelyan che lasciò in eredità la proprietà al National Trust con un interesse di vita per lui di rimanere a Wallington fino alla sua morte.

La collezione è composta dalle carte personali, private e politiche di quattro membri della famiglia Trevelyan e comprende corrispondenza, sia ufficiale che privata, documenti diplomatici, lettere e diari e diari personali e familiari. Dettagli più completi sono forniti sotto la voce individuale per ciascun membro della famiglia.

Le carte sono state disposte prevalentemente in ordine cronologico con la corrispondenza inserita nello schema cronologico.

Le carte dei Trevelyan di Wallington furono depositate presso la Biblioteca Universitaria nel 1967 con alcune successive integrazioni.

L'accesso è aperto a ricercatori in buona fede previa prenotazione e richiesta di un documento d'identità.

I Trevelyan Trustees hanno acconsentito alla riproduzione di un massimo di 12 elementi dai documenti per scopi didattici e di ricerca privata, a condizione che le condizioni del documento non ne impediscano la copia. In alternativa, possono essere prodotte immagini fotografiche o digitali per scopi didattici e di ricerca privata. Si prega di contattare il Bibliotecario delle collezioni speciali per ulteriori consigli (e-mail: [email protected])

L'autorizzazione a fare uso pubblicato di qualsiasi materiale proveniente da Collezioni speciali deve essere richiesta per iscritto al Bibliotecario delle collezioni speciali (e-mail: [email protected]) e ai Trustees of the Trevelyan Papers. La biblioteca aiuterà a contattare gli amministratori, ma la responsabilità di ottenere l'autorizzazione del copyright spetta all'utente.

Trovare aiuti alle quattro collezioni disponibili nella Enright Reading Room, nella Robinson Library e nel National Register of Archives.

Biblioteca dell'Università di Newcastle: Mary Moorman Papers ref. MM Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 43047 Moorman

Documenti detenuti da altri repository:

Somerset Archive and Record Service: I documenti dei Trevelyan di Nettlecombe, tra cui Sir John Trevelyan, W.C. Il padre di Trevelyan ref. DD/WO Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 40633 Trevelyan

Northumberland Record Office: documenti relativi ai precedenti Trevelyan e alla proprietà di Wallington rif. ZWN Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 18523 Trevelyan

Statisti Gran Bretagna Politici Corrispondenza Stati (diritto) Gran Bretagna Politica e governo Northumberland (Inghilterra) Irlanda India Donne CET Charles Edward Trevelyan Papers 1807-1886

Inglese. Università di Newcastle

Charles Edward Trevelyan nacque a Taunton, Somerset nel 1807 ed era figlio del venerabile George Trevelyan, arcidiacono di Taunton. Sua madre era Harriet Neave, figlia di Sir Richard Neave.

Trevelyan studiò alla Taunton Grammar School and Charterhouse e poi entrò nel Bengala Servizio Civile della Compagnia delle Indie Orientali come scrittore nel 1826 e presto divenne assistente di Sir Charles Metcalfe, il Commissario a Delhi nel 1827.

Mentre si trovava a Delhi si interessò al miglioramento delle condizioni della popolazione indiana ea tal fine condusse indagini su problemi particolari e contribuì a far approvare la legislazione sulla tassazione. Fu durante questo periodo, mentre era alla Compagnia delle Indie Orientali, che espose il suo superiore per corruzione e attraverso il suo crescente interesse per la popolazione indiana fu in grado di promuovere la desegregazione degli indiani nativi e dei loro governanti bianchi. Nel 1831 si trasferì a Calcutta per diventare vice segretario politico del governo e nel 1836 divenne segretario del Board of Revenue, tornando a Londra due anni dopo.

A Londra assunse un incarico di Assistente Segretario al Tesoro, incarico che ricoprì per quasi vent'anni, coprendo gli anni traumatici della carestia in Irlanda. La sua condotta è stata molto criticata, ma i suoi servizi sono stati così apprezzati che è stato nominato K.C.B. nel 1848. Pochi anni dopo produsse la relazione Northcote-Trevelyan sulla riforma della funzione pubblica che introdusse, tra l'altro, l'ammissione per concorso e l'abolizione del patronato. Nel 1859 tornò in India come governatore di Madras, ma uno sfortunato errore di giudizio portò al suo richiamo in Gran Bretagna nel 1860. Tuttavia, la sua disgrazia fu solo temporanea poiché nel 1862 tornò in India come membro delle finanze del Consiglio supremo e vi rimase fino al 1865.

Una volta tornato in Gran Bretagna, fu coinvolto in una serie di progetti, in particolare la questione dell'acquisto dell'esercito, delle opere di beneficenza e delle cause educative. Fu anche coinvolto nell'amministrazione della tenuta di Wallington nel Northumberland, che aveva ereditato da suo cugino, Walter Calverley Trevelyan, nel 1879.

Nel 1874 fu creato baronetto. Sposò Hannah Moore Macaulay, figlia di Zachary Macaulay e sorella di Lord Thomas Babbington Macaulay, lo storico, nel 1834. Nell'ottobre 1875 sposò Eleanor Anne Campbell, figlia di Walter Campbell di Islay. Trevelyan morì nel giugno 1886.

Trevelyan scrisse un gran numero di opuscoli, articoli e articoli di giornale e pubblicò vari libri tra cui: Sull'educazione del popolo indiano (1838) Riforma del servizio civile: osservazioni sul rapporto di Sir CE Trevelyan e Sir SH Northcote sull'organizzazione del servizio civile permanente. (1854) La crisi irlandese (1848) L'esercito britannico nel 1868 (1868) I giornali Trevelyan co-curati da J.P. Collier e W.C. Trevelyan (1857).

I Charles Edward Trevelyan Papers consistono in gran parte della corrispondenza da e per Sir Charles su un'enorme varietà di argomenti tra cui l'India - l'ammutinamento indiano, la riforma, la corruzione Irlanda - la carestia irlandese e il lavoro di soccorso riforma sociale e dell'esercito l'istruzione del servizio civile e il Tesoro e tutti riflettono le aree in cui Sir Charles ha lavorato e dove si sono concentrati i suoi interessi durante la sua vita.

I corrispondenti includono Sir Francis Baring, Lord William Bentinck, Sir Edward Colebrooke, W.E.Gladstone, Thomson Hankey, Lord Macaulay, Sir Charles Metcalfe, Sir Stafford Northcote, Sir Charles Wood e vari membri della famiglia Trevelyan tra cui Alfred Trevelyan e Sir George O Trevelyan.

La collezione comprende anche libri di lettere (1840-1865) di lettere personali e private, nonché lettere relative al suo lavoro mentre si trovava in India, a Londra al Tesoro, in particolare durante la carestia irlandese, e di nuovo in India verso la fine della sua carriera .

Una gran parte degli opuscoli scritti da Sir Charles nel corso della sua vita si trova verso la fine della raccolta.

I lavori sono stati ordinati per argomento di corrispondenza o carte e in ordine cronologico come segue:

Principali carte depositate presso la Biblioteca Universitaria nel 1967 con ulteriori integrazioni nel 1983 e 1992.

L'accesso è aperto a ricercatori in buona fede previa prenotazione e richiesta di un documento d'identità.

I Trevelyan Trustees hanno acconsentito alla riproduzione di un massimo di 12 elementi dai documenti per scopi didattici e di ricerca privata, a condizione che le condizioni del documento non ne impediscano la copia. In alternativa, possono essere prodotte immagini fotografiche o digitali per scopi didattici e di ricerca privata. Si prega di contattare il Bibliotecario delle collezioni speciali per ulteriori consigli (e-mail: [email protected])

L'autorizzazione a fare uso pubblicato di qualsiasi materiale proveniente da Collezioni speciali deve essere richiesta per iscritto al Bibliotecario delle collezioni speciali (e-mail: [email protected]) e ai Trustees of the Trevelyan Papers. La biblioteca aiuterà a contattare gli amministratori, ma la responsabilità di ottenere l'autorizzazione del copyright spetta all'utente.

Catalogo delle carte, prodotto in collaborazione con la Commissione Manoscritti Storici nel 1972, disponibile nella Sala di lettura Enright rif. : Registro nazionale degli archivi CET rif.: NRA 12238 Trevelyan.

Il catalogo ha indici per soggetto, persona e toponimo.

Documenti detenuti da altri repository:

Northumberland Record Office : Estate e documenti ufficiali rif. NRO 453/724 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 18523 Trevelyan.

Carte relative all'Irlanda, 1823-59 rif. T64 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 28808 Tesoreria: misc.

Lettere a Lord Granville, 1853-57 rif. PRO30/29 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 8654 Leveson-Gower.

Corrispondenza con Lord John Russell e altri, 1847-69 rif. PRO30/22 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 8659 Russell.

Università di Oxford: Biblioteca Bodleiana:

Lettere a Lord Clarendon, 1847-50 rif. MSS Clar dep Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 6302 Villiers.

L'India che abbiamo lasciato: Charles Trevelyan, 1826-65, Humphrey Trevelyan 1929-47 di Humphrey Trevelyan. Londra: Macmillan, 1972.

Istruzione Gran Bretagna Corruzione politica India Riforma del servizio civile Gran Bretagna

Trevelyan Charles Edward 1807-1886 Sir Cavaliere Governatore di Madras

Colonie della Gran Bretagna India Politica e governo 1765-1947 Storia dell'India Ribellione dei Sepoy, 1857-1858 Storia dell'Irlanda Carestia, 1845-1852 Riorganizzazione dell'esercito della Gran Bretagna GOT George Otto Trevelyan Papers 1816, 1827-1931

Inglese. Università di Newcastle

George Otto Trevelyan è nato nel 1838 ed era il figlio maggiore di Charles Edward Trevelyan e Hannah Moore, sorella di T.B. Macaulay. Fu educato a Harrow e poi a Cambridge, dove si guadagnò la reputazione di un distinto classicista e anche di autore di leggeri versi satirici, ma, non riuscendo a ottenere una borsa di studio Trinity nel 1862, decise di andare in India come segretario del suo padre, poi Membro delle Finanze del Consiglio Supremo. Le sue esperienze lì hanno portato alla pubblicazione di The competition wallah (1864 in forma di libro) che è stato inizialmente pubblicato come una serie di lettere nella rivista Macmillan e Cawnpore (1865). Al suo ritorno in Inghilterra, si dedicò alla politica e divenne un deputato liberale. tra i numerosi incarichi governativi che ricoprì sotto Gladstone c'era quello di Primo Segretario per l'Irlanda dopo l'omicidio di Lord Cavendish a Phoenix Park. Era anche uno storico, una delle sue opere più significative è la Vita e le lettere di Lord Macaulay (1876). Rifiutò un titolo nobiliare nel 1908, ma nel 1911 accettò l'Ordine al Merito.

Le sue altre opere includono: La storia antica di Charles James Fox (1880) La rivoluzione americana in 3 voll. (1899-1907) e George il terzo e Charles Fox: la parte conclusiva della rivoluzione americana (1912-1914).

Sua moglie, Caroline Philips, era figlia del commerciante di Manchester e deputato liberale. Robert Needham Philips. Nonostante i dubbi dello zio di Caroline, Mark Philips, si sposarono nel 1869 dopo aver negato loro il permesso per oltre quattro anni. Erano a malapena separati per i sessant'anni del loro matrimonio e morirono a pochi mesi l'uno dall'altro nel 1928. Caroline aveva una forte indole che fu messa a dura prova mentre aspettava il permesso di sposarsi. Era conosciuta per la sua diplomazia tranquilla e saggia e condivideva con suo marito l'amore per la letteratura. Ebbero tre figli il maggiore, Charles Philips Trevelyan, il liberale, e in seguito, deputato laburista, che lasciò in eredità la casa di famiglia della Northumbria, Wallington, al National Trust Robert Calverley Trevelyan, il poeta e studioso e George Macaulay Trevelyan, lo storico e maestro di Trinità.

La raccolta consiste principalmente di corrispondenza insieme ad alcuni diari, quattro album di lettere, di cui uno contenente fotografie e lettere, alcune fotografie sciolte, un album di fotografie e una varietà di effimeri stampati. La raccolta è forte nella corrispondenza familiare e poiché si inserisce cronologicamente tra le carte di Charles Edward Trevelyan e Charles Philips Trevelyan, abbraccia tre generazioni. Comprende lettere tra George Otto e sia suo padre che i suoi figli, lettere di George Otto a sua moglie (1875-1915) e corrispondenza da e verso la famiglia Philips.

C'è una varietà di materiale non scritto direttamente da o per George Otto, ma trovato tra le carte e questo include la corrispondenza tra la famiglia Philips e il materiale associato al figlio maggiore Charles Philips Trevelyan riguardante la sua carriera politica e le lettere da e verso il suo più giovane figlio, George Macaulay Trevelyan. La copertura tematica del materiale spazia dalla botanica alla politica, alle questioni immobiliari, alla letteratura e alla storia, all'India, al suffragio e all'istruzione.

La collezione comprende anche alcuni diari di Lady Caroline e lettere di T.B. Macaulay, H.H. Asquith, W.E. Gladstone, Rosalind Howard (contessa di Carlisle) e Thomson Hankey.

Le carte sono state disposte prevalentemente in ordine cronologico con la corrispondenza inserita nello schema cronologico.

Principali carte depositate presso la Biblioteca Universitaria nel 1967.

L'accesso è aperto a ricercatori in buona fede previa prenotazione e richiesta di un documento d'identità.

I Trevelyan Trustees hanno acconsentito alla riproduzione di un massimo di 12 elementi dai documenti per scopi didattici e di ricerca privata, a condizione che le condizioni del documento non ne impediscano la copia. In alternativa, possono essere prodotte immagini fotografiche o digitali per scopi didattici e di ricerca privata. Si prega di contattare il Bibliotecario delle collezioni speciali per ulteriori consigli (e-mail: [email protected])

L'autorizzazione a fare uso pubblicato di qualsiasi materiale proveniente da Collezioni speciali deve essere richiesta per iscritto al Bibliotecario delle collezioni speciali (e-mail: [email protected]) e ai Trustees of the Trevelyan Papers. La biblioteca aiuterà a contattare gli amministratori, ma la responsabilità di ottenere l'autorizzazione del copyright spetta all'utente.

Catalogo delle carte, prodotto in collaborazione con la Commissione Manoscritti Storici nel 1972, disponibile nella Sala di lettura Enright rif. : GOT Registro Nazionale degli Archivi rif.: NRA 12238 Trevelyan. Il catalogo ha indici per soggetto, persona e toponimo.

Un elenco e un indice di autografi e fotografie negli album GOT è disponibile nella Sala di lettura di Enright.

Articoli tenuti dalla Biblioteca dell'Università di Newcastle:

Corrispondenza con Walter Runciman, 1898-1925 rif. WR. Registro Nazionale degli Archivi rif.: NRA 13873 Runciman.

Documenti detenuti da altri repository:

Università di Cambridge : Biblioteca del Trinity College: Lettere a RC Trevelyan, 1883-1928 rif. RCT 12-22 passim.

Università di Oxford : Biblioteca Bodleiana :

Corrispondenza con Lord Bryce, 1876-1921 rif. MSS Bryce Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 6716 Bryce.

Lettere a HAL Fisher rif. MSS Fisher Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 16446 Fisher.. Corrispondenza con Lord Kimberley, 1884-1900 rif. MSS Eng Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 1274 Wodehouse.

British Library : Collezione di manoscritti :

Corrispondenza con Sir Charles Dilke, 1871-1910 rif. Aggiungi MS 43895.

Corrispondenza con WE Gladstone, 1867-95 rif. Aggiungi MS 44335.

Biblioteca nazionale scozzese : Divisione manoscritti :

Corrispondenza con Lord Rosebery, 1865-1927 rif. MS 10063, MS 9827, 10023-10290 Registro nazionale degli archivi rif. : NRA 22490 Primula.

Sir George Otto Trevelyan: un libro di memorie di George Macaulay Trevelyan. Londra: Longmans, Green e Co., 1932.

Stati (diritto) Inghilterra Istruzione Inghilterra Suffragio Inghilterra Corrispondenza per storici Corrispondenza per politici

Bell Thomas Hugh 1844-1931 Sir 2nd Baronet Yorkshire industriale e politico

Campana Firenze 1851-1930 Dama

Trevelyan George Otto 1838-1928 Sir 2nd Baronet Statista e storico

Trevelyan Caroline Philips Lady

Trevelyan Charles Edward 1807-1886 Sir Cavaliere Governatore di Madras

Trevelyan Robert Calverley 1872-1951 poeta e drammaturgo

Trevelyan George Macaulay 1876-1962 Storico

Gladstone William Ewart 1809-1898 Statista

Philips Robert Needham 1815-1885 MP per Bury

Partito Liberale (Gran Bretagna) WCT Walter Calverley Trevelyan Papers 1758-1951

45 metri lineari [Le carte sono state recentemente conservate che hanno aumentato la dimensione fisica della collezione]

Inglese. Università di Newcastle

Walter Calverley Trevelyan (1797-1879) nacque a Newcastle upon Tyne nel 1797 ed era figlio di Sir John Trevelyan (1761-1846), quinto baronetto di Nettlecombe e secondo baronetto di Wallington e Maria Wilson Trevelyan, figlia di Sir Thomas Spencer Wilson .

Fu educato a Harrow e poi all'University College di Oxford, laureandosi nel 1820. A Oxford studiò geologia con William Buckland e continuò questi studi a Edimburgo dopo la laurea. Fu eletto membro della Geological Society nel 1817 e in seguito divenne membro della Royal Society di Edimburgo. Era ben informato in botanica e geologia, nonché in campi come la scienza, l'archeologia e le antichità e aiutò John Hodgson a compilare la sua Storia del Northumberland. Nel 1846 successe alle sue proprietà nel Northumberland e nel sud-ovest dell'Inghilterra, ma fu solo nel 1852 che trascorse la maggior parte del suo tempo nella tenuta di Northumberland a Wallington, che sia lui che sua moglie preferivano.

Trevelyan divenne frenologo nel 1822 e perseguì i suoi obiettivi per tutta la vita. Come frenologo si interessò all'introduzione dell'istruzione statale per tutti per prevenire il crimine e all'opposizione a varie cose tra cui la pena capitale, l'alcol, il tabacco e l'oppio. Ciò si manifestò in molti modi, in particolare nello sviluppo della sua tenuta a Wallington e nella località di Seaton nel Devon. È stato membro di varie società e ha ricoperto la presidenza della United Kingdom Alliance for the Suppression of Liquor Traffic e della National Temperance Society.

Sposò Paulina Jermyn (1816-1866) nel 1835, figlia del reverendo George Bitton Jermyn di Hawkedon, Suffolk. Paulina è stata conosciuta come Pauline per tutta la sua vita ed è cresciuta a Swaffham Prior vicino a Cambridge, dove la sua capacità di conoscenza è stata notata dagli eruditi amici di suo padre. Incontrò per la prima volta Trevelyan a una riunione della British Association nel 1833 dove era già una nota botanica e naturalista. Era una donna incredibilmente intelligente la cui mente aveva la capacità di ricordare enormi quantità di informazioni. Ha portato Trevelyan in contatto con un'ampia cerchia di amici, molti dei quali erano collegati o facevano parte del gruppo preraffaellita, i più stretti di questi erano John ed Effie Ruskin.

Quando i Trevelyan si trasferirono a Wallington nel 1852, i miglioramenti della casa e dei giardini a Wallington riflettevano la vicinanza di queste amicizie e la casa fu ristrutturata in stile preraffaellita, culminando in un affresco sulle pareti del cortile centrale appena coperto che è stato dipinto da William Bell Scott. Entrambi i Trevelyan erano mecenati delle belle arti e questo non includeva solo gli affreschi di Wallington, ma includeva anche l'uso di artigiani nella ricostruzione della casa e dei terreni. WC Trevelyan era un grande collezionista e formò una bella collezione di libri ed esemplari di storia naturale ed etnologia. Sia lui che sua moglie erano grandi viaggiatori. Il primo assaggio di viaggio di Trevelyan fu nel 1821 quando visitò le Isole Faroe per studiarne la geologia, e tra il 1835 e il 1846 lui e sua moglie viaggiarono molto nell'Europa meridionale.

Pauline Trevelyan morì a Neuchtel nel 1866. Nell'aprile 1867 Trevelyan si fidanzò con Laura Capel Lofft e si sposarono nel settembre dello stesso anno. Quando Trevelyan morì nel marzo 1879, la morte di Laura seguì rapidamente.

Trevelyan pubblicò molti articoli su riviste e pubblicò anche un lungo lavoro sugli articoli di Trevelyan che fu pubblicato dalla Camden Society (1857) e co-curato da John Payne Collier.

I Walter Calverley Trevelyan Papers sono i più grandi dei giornali Trevelyan e hanno la più ampia copertura di argomenti. Le carte consistono in una grande quantità di corrispondenza di natura personale e familiare e anche da un'ampia varietà di persone conosciute dai treveliani. Ci sono anche diari di viaggio (1812-1866), diari (1820-1823, 1847-1878), materiale stampato e vario, fotografie, quaderni di schizzi ed esemplari botanici.

I documenti includono materiale che copre una vasta gamma di argomenti come la botanica, la geologia e la paleontologia, la temperanza, la schiavitù e i movimenti anti-tabacco, il commercio dell'oppio, le riforme dell'esercito e dell'agricoltura, le riforme sociali, la fotografia, la lavorazione del merletto, la letteratura e le belle arti. La storia e le antichità del nord-est dell'Inghilterra sono ben rappresentate, così come i documenti relativi ai viaggi e agli interessi dei Trevelyan nei seguenti luoghi: Isole Shetland e Faroe, Danimarca, Grecia, India, Irlanda e Italia.

La cerchia di amici e conoscenti dei Trevelyan e i loro interessi per l'arte, la letteratura e la scienza sono ben rappresentati, comprese le lettere di: John ed Effie Ruskin, William Bell Scott, Dante Gabriel, William e Christina Rossetti, Walter Scott, Algernon Swinburne, William Holman Hunt, Thomas Woolner, Alexander Munro, George Cruikshank, Jane e Thomas Carlyle, John Payne Collier, Sir Henry Acland, James Young Simpson, Louis Agassiz, Sir Roderick Murchison, William Buckland, George Combe, WE Gladstone, Mark Pattison, William Fox Talbot, William Wilberforce e Anthony Panizzi.

La collezione comprende anche opuscoli stampati ed effimeri relativi a una varietà di argomenti. Le varie aggiunte includono lettere e diari dei Trevelyan (1812-1815 e 1847) e lettere aggiuntive da e verso entrambi. C'è anche materiale relativo alla famiglia estesa Trevelyan, comprese le famiglie Woodhouse, Jermyn e Wyndham.

Le carte sono state disposte prevalentemente in ordine cronologico con la corrispondenza inserita nello schema cronologico.

Depositato presso la Biblioteca Universitaria nel 1967 con successive integrazioni (WCT 314-333) realizzate tra il 1986-1994.

L'accesso è aperto a ricercatori in buona fede previa prenotazione e richiesta di un documento d'identità.

I Trevelyan Trustees hanno acconsentito alla riproduzione di un massimo di 12 elementi dai documenti per scopi didattici e di ricerca privata, a condizione che le condizioni del documento non ne impediscano la copia. In alternativa, possono essere prodotte immagini fotografiche o digitali per scopi didattici e di ricerca privata. Si prega di contattare il Bibliotecario delle collezioni speciali per ulteriori consigli (e-mail: [email protected])

L'autorizzazione a fare uso pubblicato di qualsiasi materiale proveniente da Collezioni speciali deve essere richiesta per iscritto al Bibliotecario delle collezioni speciali (e-mail: [email protected]) e ai Trustees of the Trevelyan Papers. La biblioteca aiuterà a contattare gli amministratori, ma la responsabilità di ottenere l'autorizzazione del copyright spetta all'utente.

Esistenza/ubicazione degli originali

Biblioteca di ricerca Kenneth Spencer dell'Università del Kansas: riviste e libri di schizzi di Lady Pauline Jermyn Trevelyan (1827-1865) con un diario aggiuntivo di Walter C Trevelyan (1841-1842) e alcuni altri documenti.

Catalogo delle carte, prodotto in collaborazione con la Commissione Manoscritti Storici nel 1973, disponibile nella Sala di lettura Enright rif. : Registro Nazionale degli Archivi WCT rif.: NRA 12238 Trevelyan.

Il catalogo ha indici per soggetto, persona e toponimo.

Lettere a Pauline, Lady Trevelyan di Algernon Charles Swinburne. Londra: saggio, 1916.

Un circolo preraffaellita di Raleigh Trevelyan. Londra: Chatto e Windus, 1978.

Riflessioni di un'amicizia: lettere di John Ruskin a Pauline Trevelyan, 1848-1866 a cura di Virginia Surtees. Londra: Allen e Unwin, 1979.

Agricoltura Inghilterra Northumberland Movimento antifumo Botanica Educazione Gran Bretagna Geologia Fotografia Gran Bretagna Merletti e merletti Storia Temperanza Gran Bretagna Movimenti antischiavista Riformatori sociali Gran Bretagna Viaggi e viaggi

Trevelyan Walter Calverley 1797-1879 Sir 6° Baronetto Naturalista

Trevelyan Pauline d 1866 moglie di Sir Walter Trevelyan

Trevelyan John 1761-1846 Sir 5° Baronetto

Trevelyan George Otto 1838-1928 Sir 2nd Baronet Statista e storico

Trevelyan Charles Edward 1807-1886 Sir Cavaliere Governatore di Madras

Scott William Bell 1811-1890 Poeta e pittore

Rossetti Dante Gabriel 1828-1882 Pittore e Poeta

Ruskin John 1819-1900 Autore Artista e Riformatore Sociale

Northumberland (Inghilterra) Antichità Northumberland (Inghilterra) Storia Inghilterra, Nord Est Vita sociale e costumi Shetland (Scozia) Isole Faroe India Irlanda Italia CPT Charles Philips Trevelyan Papers 1870-1962

30 metri lineari. [Le carte sono state recentemente conservate che hanno aumentato la dimensione fisica della collezione]

Inglese. Università di Newcastle

Sir Charles Philips Trevelyan, nato nel 1870, era figlio dello storico e politico liberale Sir George Otto Trevelyan e di Lady Caroline Trevelyan (ne Philips). Fu educato all'Harrow e al Trinity College di Cambridge, laureandosi nel 1892 e dopo un breve periodo di lavoro in Irlanda come segretario privato del viceré, Lord Haughton, tornò in Inghilterra e decise di intraprendere una carriera in politica. Entrò in Parlamento come rappresentante di Elland nello Yorkshire, ma non fu nominato a una posizione ministeriale fino al 1908 quando divenne Segretario del Board of Education nel governo di Asquith.Più tardi, con lo scoppio della prima guerra mondiale, la sua convinzione che la Gran Bretagna avrebbe dovuto rimanere neutrale portò alle sue dimissioni dal governo e al suo diventare un membro fondatore dell'Unione contro la guerra per il controllo democratico. I suoi argomenti durante la guerra che la pace dovrebbe essere negoziata con la Germania, alleati alle sue opinioni sempre più di sinistra, furono la causa della sua schiacciante sconfitta nelle elezioni generali alla fine del 1918, in cui si presentò come indipendente. Quindi si unì al Partito Laburista Indipendente, un'azione inaudita a quel tempo da parte di un uomo della sua educazione e classe sociale e membro di una famiglia di proprietari terrieri. Nel 1922 fu rieletto al Parlamento per Newcastle Central e nel 1924 fu nominato ministro dell'Istruzione nel primo governo laburista. Tuttavia, negli anni successivi, iniziò la disillusione nei confronti del suo partito e nel 1931 si dimise dalla politica per concentrarsi sulla gestione della sua tenuta, Wallington nel Northumberland. Alcuni anni dopo, provocò di nuovo lo shock tra i suoi coetanei annunciando che intendeva lasciare in eredità Wallington al National Trust, in base al principio che doveva appartenere alla nazione piuttosto che a un individuo. Ha mantenuto un interesse a vita nella proprietà e il Trust non ha assunto il pieno controllo fino a dopo la sua morte nel 1958.

Trevelyan è stato un prolifico scrittore di discorsi e articoli durante la sua vita, molti dei quali esistono come opuscoli stampati all'interno della collezione. Ha pubblicato alcune opere più lunghe che includono: Dal liberalismo al lavoro (1921) e una storia della sede della famiglia Wallington, la sua storia e i suoi tesori (1932).

Trevelyan sposò Mary (Molly) Katherine Bell, la sorellastra di Gertrude Bell (le cui carte sono conservate anche alla Newcastle University Library) nel 1904. Suo padre era Sir Hugh Bell, un ironmaster sui Tees, e sua madre era Florence Bell (ne Olliffe), il cui At the works: a study of a manufacturing town (1907), un classico della storia sociale, è stato recentemente ripubblicato. Lady Mary Trevelyan è nata nel 1881 ed era la più giovane di tre figli dal secondo matrimonio di suo padre e sebbene non avesse ricevuto un'istruzione formale, si è istruita in larga misura attraverso la sua stessa lettura.

Mentre il Parlamento era in sessione, vivevano in Great College Street, Londra, ma altre volte vivevano a Cambo House nella tenuta di Wallington, fino a quando non si trasferirono nella sala nel 1928. Lady Trevelyan era molto coinvolta nella vita politica di Trevelyan, in particolare nella sua i primi giorni come politico - sostenendolo durante i comizi, le serate elettorali e altri doveri politici. Stava accettando i suoi ideali e, sebbene non li condividesse necessariamente tutti, era certamente molto favorevole a lui durante la loro vita insieme. Fin dalle prime fasi del suo matrimonio, Lady Trevelyan è stata coinvolta nella comunità del Northumberland, in particolare a Cambo, dove conosceva i lavoratori della tenuta ed era coinvolta nelle attività del villaggio, nei comitati e nel governo della scuola del villaggio, che alcuni dei suoi i bambini hanno partecipato.

Quando la proprietà passò a Charles Trevelyan, si assicurarono rapidamente che venissero apportati miglioramenti alla tenuta e alla sala, incluse le riparazioni e i miglioramenti alle case degli inquilini che Lady Trevelyan progettava e supervisionava.

Tra di loro hanno avuto sei figli. Il titolo di baronetto passò a George Lowthian nel 1958, e poi al più giovane della famiglia, Geoffrey, dopo la morte di George nel 1996.

Lady Trevelyan rimase a Wallington fino alla sua morte nel 1966.

I Charles Philips Trevelyan Papers coprono una vasta gamma di argomenti, ma riflettono principalmente il suo interesse permanente per la politica radicale e il socialismo.

C'è una grande quantità di corrispondenza sia con Trevelyan che con sua moglie, ma anche con altri membri della famiglia, tra cui George Otto e Caroline Philips Trevelyan. La corrispondenza include lettere scritte nel 1898 mentre Trevelyan era in viaggio in America e Australia con Sidney e Beatrice Webb, le prime lettere tra Trevelyan e sua moglie e alcune lettere riguardanti questioni locali della Northumbria. Tuttavia, la maggior parte della corrispondenza è di natura politica e personale e copre molte questioni di interesse contemporaneo per Trevelyan, tra cui l'istruzione, la campagna elettorale, il socialismo, l'accesso alle campagne, entrambe le guerre mondiali e l'Unione del controllo democratico.

La collezione comprende anche taccuini e volumi rilegati di ritagli di stampa, a partire dal 1894, che consistono principalmente di articoli e discorsi di Trevelyan, nonché edizioni stampate dei suoi discorsi. La corrispondenza politica e personale nei giornali include lettere di Winston Churchill, Beatrice e Sidney Webb, James Ramsey MacDonald, Phil Price, Walter Runciman, Bertrand Russell, Herbert Samuel e ED Morel e altri membri dell'UDC. I giornali contengono anche lettere dei genitori di Lady Trevelyan che sono anche interessanti, in particolare da sua madre che era scrittrice, drammaturga, saggista e scrittrice di racconti per bambini. I suoi interessi teatrali si sono riversati nella famiglia di suo genero, risultando nelle lettere nell'archivio di George Bernard Shaw, Sybil Thorndike, Lewis Casson ed Elizabeth Robins.

La serie Extra consiste in una notevole quantità di corrispondenza tra Trevelyan e sua moglie che copre quasi cinquant'anni dal 1904 al 1954. I documenti includono anche la corrispondenza tra Trevelyan e i suoi genitori e la famiglia immediata, nonché parte della corrispondenza di Lady Trevelyan. Ci sono anche alcuni quaderni, 1892-1902 e c.1914 e materiale scritto mentre Trevelyan era ancora a scuola e in età universitaria, 1884-1891. I diari dettagliati di Lady Trevelyan per gli anni 1892-1917, in cui si possono trovare resoconti della sua vita sociale, del corteggiamento, del matrimonio, della nascita dei suoi figli e delle sue attività di moglie politica sono anche nella serie Extra, nonché una serie di lettere di GM Trevelyan a suo fratello CP Trevelyan.

Le carte sono state disposte prevalentemente in ordine cronologico con la corrispondenza inserita nello schema cronologico.

Principali documenti depositati nella Biblioteca dell'Università nel 1967. Ulteriori depositi sono stati effettuati negli anni '80 che includono i diari di Lady Trevelyan, la corrispondenza della famiglia Bell e le lettere di GM Trevelyan.

L'accesso è aperto a ricercatori in buona fede previa prenotazione e richiesta di un documento d'identità.

I Trevelyan Trustees hanno acconsentito alla riproduzione di un massimo di 12 elementi dai documenti per scopi didattici e di ricerca privata, a condizione che le condizioni del documento non ne impediscano la copia. In alternativa, possono essere prodotte immagini fotografiche o digitali per scopi didattici e di ricerca privata. Si prega di contattare il Bibliotecario delle collezioni speciali per ulteriori consigli (e-mail: [email protected])

L'autorizzazione a fare uso pubblicato di qualsiasi materiale proveniente da Collezioni speciali deve essere richiesta per iscritto al Bibliotecario delle collezioni speciali (e-mail: [email protected]) e ai Trustees of the Trevelyan Papers. La biblioteca aiuterà a contattare gli amministratori, ma la responsabilità di ottenere l'autorizzazione del copyright spetta all'utente.

Catalogo delle carte, prodotto in collaborazione con la Commissione Manoscritti Storici nel 1973, disponibile nella Sala di lettura Enright rif. : Registro Nazionale Archivi CPT rif.: NRA 12238 Trevelyan.

Catalogo della serie CP Trevelyan Extra, catalogato nel 1986, disponibile nella Sala di lettura Enright rif.: CPT Ex. Registro Nazionale degli Archivi rif.: NRA 12238 Trevelyan

I cataloghi hanno indici per soggetto, persona e toponimo.

Articoli tenuti dalla Biblioteca dell'Università di Newcastle:

Corrispondenza con Walter Runciman, 1898-1925 rif. WR. Registro Nazionale degli Archivi rif.: NRA 13873 Runciman.

Documenti detenuti da altri repository:

Università di Manchester: Biblioteca John Rylands: Corrispondenza con James Ramsey MacDonald rif. RMD/1/14/79-83 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 42560 Macdonald.

Ufficio del registro della Camera dei Lord: Archivi del Parlamento : Corrispondenza con Herbert Samuel, 1896-1945 rif. : A/14 19, 155/2 7 11 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 11187 Samuele.

Hull University: Biblioteca Brynmor Jones: Corrispondenza con ED Morel e Union of Democratic Control, rif. DDC Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 13535 Controllo Democratico.

Gloucestershire Record Office : Corrispondenza con M Philips Prezzo rif. D5755 Registro Nazionale degli Archivi rif. : NRA 30262 Prezzo.

Lettere dal Nord America e dal Pacifico, 1898 con prefazione di Leonard Woolf. Londra: Chatto e Windus 1969.

C.P. Trevelyan 1870-1958: ritratto di un radicale. di A.J.A. Morris. Belfast: Blackstaff Press, 1977.

Donne, matrimonio e politica 1860-1914. Di Pat Jalland. Oxford: Clarendon press, 1986.

Il dominio delle donne: le donne nella casa di campagna inglese. Di Trevor Lummis e Jan Marsh. Londra: Viking Press, 1990.

Istruzione Gran Bretagna Proprietà (diritto) Inghilterra Politici Corrispondenza

Trevelyan Charles Philips 1870-1958 Sir 3° Baronetto Politico

Trevelyan Mary Katherine 1881-1966 Signora

Asquith Herbert Henry 1852-1928 I conte di Oxford e statista di Asquith

Baldwin Stanley 1867-1947 I conte Baldwin di Bewdley statista

Bell Thomas Hugh 1844-1931 Sir 2nd Baronet Yorkshire industriale e politico

Campana Firenze 1851-1930 Dama

Macdonald James Ramsay 1866-1937 Statista

Morel Edmund Dene 1873-1924 MP Autore e giornalista

Prezzo Morgan Philips 1885-1973 MP e giornalista

Richmond Herbert William 1871-1946 Sir Knight Admiral Master del Downing College di Cambridge

Runciman Walter 1870-1949 I visconte Runciman statista

Samuel Herbert Louis 1870-1963 I visconte Samuel statista

Webb Sidney James 1859-1947 Baron Passfield statista

Webb Beatrice Potter 1858-1943

Partito Liberale (Gran Bretagna) Partito Laburista (Gran Bretagna) Union of Democratic Control 1914 - 1966 Northumberland (Inghilterra)


La morte del liberalismo: Charles e George Trevelyan - Storia

(Cigni - 5 novembre 2012) Sir George Trevelyan (1906-1996) ha vissuto una vita benedetta abbastanza diversa da quella della maggior parte dell'umanità. Mantenendo un'opposizione permanente al materialismo molto in linea con il suo approccio ai suoi affari finanziari, che lo vedeva "semplicemente fiducioso come gli aristocratici tradizionalmente avevano fatto alla convinzione che il denaro fosse semplicemente magicamente arrivato". Per sua stessa ammissione, l'anno 1942 si rivelò essere un importante punto di svolta nella sua vita, poiché "questa sorella Kitty orientata spiritualmente" lo aveva spinto a partecipare a una conferenza del fine settimana incentrata sugli insegnamenti mistici dell'agricoltura di Rudolf Steiner, altrimenti nota come agricoltura biodinamica. Avendo già sviluppato un vivo interesse per l'agricoltura biologica, "Lì George sentì per la prima volta una serie di idee che avevano un senso completo, che sembravano rispondere a tutte le sue profonde domande, che sembravano quadrare il cerchio dell'armonizzazione della mente razionale con l'immaginazione, che sembrava incapsulare tutto il suo pensiero, sentimento e aspirazione." (1) L'introduzione formale di George all'Antroposofia di Steiner gli fece correre la mente. Inoltre, poiché l'influenza del movimento New Age si diffuse gradualmente nel corso dei decenni successivi, "George fu il suo alfiere e il suo più grande esponente". (2)

George trascorse i successivi quattro anni a studiare antroposofia sotto il dottor Ernst Lehrs, e "questo coinvolgimento con Steiner rimase con lui per tutta la vita". Gordonstoun School in Scozia. A questo punto è importante presentare il dottor George Firth, che a causa del loro reciproco interesse per il teatro aveva stretto amicizia con George durante la guerra. Si dà il caso che il Dr. Firth "avesse avuto la possibilità di incontrare un membro del Carnegie Trust in un treno" e aveva appreso del coinvolgimento del Trust nel lancio di un college per adulti nello Shropshire. Il dottor Firth parlò quindi al fiduciario di George e successivamente lo incoraggiò a fare domanda per diventare direttore del college proposto. (3) George fece domanda per il lavoro e con sua grande sorpresa gli fu offerta la posizione nonostante gli altri candidati apparentemente fossero più qualificati, tanto che nel 1947 fu nominato Direttore di Attingham Park, il primo Collegio per l'Educazione per Adulti in Gran Bretagna.

Attingham Park sarebbe ora la casa di George per i successivi ventiquattro anni, ed è da questo punto di vista che si sforzerà di promuovere le sue convinzioni spirituali. Ad esempio, una "serie di conferenze sull'erosione del suolo e la silvicoltura tenuta all'inizio degli anni '50" è stata "offerta almeno in parte perché la grande amica di George, Lady Eve Balfour, era presidente della Soil Association e sono state offerte in un momento in cui l'Associazione e le sue preoccupazioni erano comunemente considerata come appannaggio degli eccentrici." Lady Balfour, come George, mantenne un vivo interesse per tutte le questioni spirituali, e gran parte del lavoro di George ad Attingham fu similmente guidato dal regno spirituale superiore. George si svegliava presto per intraprendere le sue sessioni quotidiane di meditazione mattutina durante le quali "spesso riceveva una conoscenza intuitiva" che "ha sempre agito. " (4) Più tardi, nel 1965, George fece il suo primo contatto con Peter Caddy dalla comunità di Findhorn, quando Peter partecipò a un evento del fine settimana ad Attingham intitolato "Il significato del gruppo nella New Age". (5) George poté solo visitare Findhorn nella Pasqua del 1968, ma fu così colpito dalla prova del giardinaggio magico che incoraggiò anche i suoi influenti amici della Soil Association e dell'Associazione Biodinamica a fare una visita. Questo "fu l'inizio di una lunga collaborazione per George, che divenne un fiduciario e un oratore regolare per la Fondazione Findhorn." (6)

Nell'estate del 1971 George si ritirò dalla sua posizione ad Attingham Park e formò il Wrekin Trust, un'organizzazione che era "dedicata a continuare l'insegnamento esoterico [di Attingham] e il programma di conferenze in modo peripatetico". Inoltre: "Quando George si ritirò da Attingham, Hawkwood [College in i Cotswolds] ereditò alcuni dei corsi esoterici, e George divenne un fiduciario all'Acuto e tenne conferenze lì molte volte." Tuttavia, "Al di fuori del Trust probabilmente nessun'altra impresa era importante per lui come la comunità di Findhorn. " (7) A titolo di esempio del suo continuo sostegno al movimento organico ispirato da Steiner e alla fiorente New Age che era sotto la sua guida, diventando sempre più incentrato su Findhorn e il Wrekin Trust.

Basandosi su questi significativi sforzi di propaganda per la comunità New Age, un paio di anni dopo "George e i suoi amici sono stati promotori energici" della creazione del primo Festival della mente, del corpo e dello spirito, che si è tenuto a Olimpia, "una delle più grandi sale espositive in Paese. " (Ora conosciuto come Mind Body Spirit Festival, negli ultimi anni il festival annuale è stato gestito dal Dr John Holder, che è il direttore internazionale della Aetherius Society ossessionata dagli UFO.) Il frutto di questo festival molto frequentato è stato l'uomo d'affari Graham Wilson, un individuo che ha continuato a fondare la prima clinica di salute olistica del Regno Unito (la London Natural Health Clinic) con l'aiuto di Mark Mathews, che prima di assumere questo compito è stato il manager del Center for Alternative Technology ispirato a Schumacher. (8)

Non molto tempo dopo il primo successo del Festival Mente, Corpo e Spirito, George Trevelyan e il co-direttore del Wrekin Trust, Malcolm Lazarus, "organizzarono" la prima conferenza di Mystics and Scientists che si tenne nel 1978. Scientific and Medical Network, e organizzato da David Lorimer, un accademico e un vecchio etoniano con un background simile a quello di Sir George." "James Lovelock, Frederick Hoyle e Bede Griffiths sono tra i molti luminari" che hanno parlato alle conferenze di Mystics and Scientists. negli anni. (9) È quindi abbastanza appropriato, anche se preoccupante, che nel 1982, in riconoscimento di tali esempi dell'impegno di lunga data di Sir George nel fondere il pensiero New Age con l'attivismo ambientale, abbia accettato.

Sentiti libero di inserisci un link a questo lavoro sul tuo sito Web o per divulgare il suo URL nelle tue liste dei preferiti, citando il primo paragrafo o fornendo un riassunto. Però, NON rubare, scavare o ripubblicare questo lavoro sul Web o su qualsiasi supporto elettronico. L'inlining, il mirroring e l'inquadratura sono espressamente vietati. La ripubblicazione del pulp è benvenuta: contatta l'editore. Questo materiale è protetto da copyright e copia Michael Barker 2012. Tutti i diritti riservati.

Vuoi condividere la tua opinione? Invitiamo i vostri commenti. Invia un'e-mail all'editore. Si prega di includere il nome completo, l'indirizzo e il numero di telefono (la città, lo stato/il paese in cui risiedi sono informazioni fondamentali). Quando/se pubblichiamo la tua opinione, includeremo solo il tuo nome, città, stato e paese.

Michael Barker è un ricercatore indipendente che attualmente risiede nel Regno Unito. Oltre al suo lavoro per cigni, che può essere trovato negli archivi 2008, 2009, 2010 e 2011, i suoi altri articoli sono disponibili su michaeljamesbarker.wordpress.com. Per favore aiutaci a finanziare il suo lavoro. (Indietro)

1. Francesca Farrer, Sir George Trevelyan e il Nuovo Risveglio Spirituale (Floris Books, 2002), p.34, p.54. Come aggiunge Farrer: "È difficile immaginare che queste idee fossero nuove per lui, ed è certo che i suoi pensieri e le sue aspirazioni devono essere cambiati per molti anni perché sia ​​stato in grado di rispondervi in ​​modo così totale." (pp. 54-5) "La sua amica Rhoda Cowen (nata Harris) pensava che stesse cercando risposte spirituali dalla sua tarda adolescenza e forse prima. La libertà di pensare l'impensabile faceva parte della sua eredità da Charles Trevelyan, il cui entusiasmo per le idee selvagge trovava di gran lunga il suo più grande esponente in George. Ulteriori doni del suo passato, tra cui l'agnosticismo e una scuola quacchera, portarono un atteggiamento liberale nei confronti della religione." (p.59)

Nel 1931, prima di dedicare seriamente la sua vita alla promozione della New Age, George si era formato come praticante della Tecnica Alexander, una pratica sanitaria olistica popolare tra le classi alte e all'interno della professione di attore ideata da F.M. Alexander che si è concentrato sulla postura e sulla respirazione. Come scrive Farrer di Alexander: "Credeva che la Tecnica beneficiasse non solo la salute del corpo ma anche della mente, e considerava le persone che lo consultavano come allievi piuttosto che come pazienti". Per George la sua esperienza con la Tecnica Alexander era "profondamente passo importante lungo il percorso verso l'autorealizzazione, il primo vero passo verso una comprensione del punto di vista olistico che percepisce ogni cosa vivente come collegata e interdipendente."In questo periodo della sua vita, George divenne anche strettamente associato alla tradizione delle Arti e dei Mestieri, dopo essersi formato (nel 1929) in "uno dei migliori laboratori di mobili dell'epoca, quelli di Peter Waals, a Chalford nel Gloucestershire". Waals stesso si era formato e aveva lavorato con Ernest Gimson che "era stato un protetto e amico di William Morris. " Farrer, Sir George Trevelyan, p.31, p.44, p.40. (Indietro)

2. Farro, Sir George Trevelyan, p.59. "Molte persone dicono che il movimento spirituale in Gran Bretagna è stato tenuto in vita durante il ventesimo secolo dall'instancabile promozione di Sir George Trevelyan. Anche se questa è un'affermazione troppo grande, è vero che senza di lui sarebbero stati possibili molti meno progressi sia in termini di quantità che di qualità. Sebbene le sue intuizioni non fossero uniche, la sua interpretazione del pensiero più eccitante e radicale e la portata della sua influenza sul modo in cui lo sforzo spirituale si sviluppò in questo paese e in alcune parti dell'Europa continentale e dell'America lo furono certamente." (p.68 ) "Negli ultimi anni della sua vita, George Trevelyan era così famoso nei circoli New Age che spesso gli veniva chiesto di scrivere introduzioni ai libri delle persone, e durante gli anni '70 e '80 a volte sembrava che pochi libri del genere fossero pubblicati senza un'entusiastica approvazione di Sir George Trevelyan." (p.175) (Indietro)

3. Farro, Sir George Trevelyan, p.66, p.71. L'idea per il proposto college per adulti era quella "di Martin Wilson, il segretario della contea per l'istruzione, e doveva essere finanziato dalla contea con l'aiuto del Carnegie Trust indipendente". (p.71) Per quanto riguarda la sua esperienza durante l'intervista, George ha scritto: "Sono andato per l'intervista e ricordo di aver incontrato altre 24 o 25 persone che sembravano tutte più qualificate di me nei campi accademici. Tuttavia, mi è stata offerta la custodia di questo nuovo centro residenziale ed è stata la risposta al mio sogno." (p.71)

La Gordonstoun School è stata fondata nel 1934 e il suo fondatore, Kurt Hahn, aveva offerto a George un lavoro lì nel 1936.Alunni notevoli della Scuola includono il Duca di Edimburgo (che è stato il terzo allievo della scuola) e il Principe di Galles. Una significativa propaggine indipendente della Scuola è Outward Bound. (Indietro)

4. Farro, Sir George Trevelyan, p.82, p.83. "Durante gli anni '50, George Trevelyan inserì nel programma docenti della Società Antroposofica Generale di Dornach, in Svizzera. Il corso era scarsamente frequentato e le persone trovavano difficile capire gli oratori germanici. George decise quindi che avrebbe dovuto fare suo l'insegnamento antroposofico e presentarlo ad altri maestri spirituali. Cominciò a coinvolgere oratori come Pir Vilayat Khan, padre Andrew Glazewski, Bruce MacManaway, Bernard Nesfield-Cookson e Reshad Feild, tutti leader nelle loro aree particolari." (p.91) "Anche il corso di psicosintesi nel 1964 ebbe a lungo- effetti a termine. Il fondatore della Psicosintesi fu il medico Roberto Assagioli, che da Freud passò a una psicologia [junghiana] che comprendeva l'anima, l'immaginazione e la volontà. Il dottor Cirinei, che aveva lavorato con Freud, era l'oratore. Il corso è stato il primo sull'argomento che si è tenuto in questo paese. L'organizzazione Psicosintesi nell'educazione è stata fondata nello studio di George in seguito - la prima associazione del genere nel Regno Unito." (p.94)

Bruce Campbell scrive che Assagioli era stato il rappresentante italiano della Scuola Arcana di Alice Bailey, e che all'inizio degli anni '30 l'aveva aiutata a "condurre conferenze estive ad Ascona". Ojai, California. Pertanto, come fondatore della Psicosintesi, "Assagioli rappresenta un collegamento tra la Teosofia e il movimento del potenziale umano e suggerisce che le idee teosofiche hanno avuto un'influenza su almeno una parte della psicologia umanistica". Bruce Campbell, L'antica saggezza rivive: una storia del movimento teosofico (University of California Press, 1980), p.155.

Nella battaglia in corso di George Trevelyan con l'"artrite treveliana ereditaria", si dilettava in tutti i tipi di trattamenti non ortodossi, che includevano l'ottenimento di una formazione nella Meditazione Trascendentale di Maharishi. Tuttavia, un "elemento importante nel trattamento" della sua artrite è stato ottenuto attraverso il noto naturopata e presidente dell'Unione Vegetariana Internazionale (1971-1990), il dottor Gordon Latto, al quale era "stato presentato". da Rolf Gardiner attraverso Lady Eve Balfour della Soil Association." È degno di nota il fatto che il "dramma nelle scuole estive esoteriche" ad Attingham sia stato "di solito diretto" da Marabel Gardiner (moglie di Rolf). più lontano, Sir George Trevelyan, p.101, p.102, p.103. (Indietro)

5. Farro, Sir George Trevelyan, p.95. "Il corso del fine settimana su The Darkness and the Light, tenuto nel 1966, fu il primo di una serie annuale su Light, Love and Power. Queste sono le tre parole salienti della Grande Invocazione data da Alice Bailey, la teosofo che fondò la Scuola Arcana nel 1923, con l'obiettivo di fondere l'opera di Buddha e Cristo. Per due giorni George ha sviluppato l'idea che Cristo è già qui e che le persone devono solo cambiare la loro coscienza per essere consapevoli della presenza di Cristo." (p.96) (Indietro)

6. Più lontano, Sir George Trevelyan, p.99. "Craig Gibsone è cresciuto in Australia e si è unito alla comunità nel 1968. Ha incontrato Sir George nei primi anni '70 e lo descrive come "a figura chiave nel pantheon delle anime illuminate che ha contribuito a mettere Findhorn sulla mappa. Il suo aperto riconoscimento dei mondi spirituali è un forte ricordo per me, è stato un pioniere nel riconoscere la diversità dei regni spirituali. Ha incarnato l'ideale dei Cavalieri Templari, la ricerca umana (nel modello patriarcale)." (p.122) (Indietro)

7. Farro, Sir George Trevelyan, p.106, p.98, p.109. Dalla fondazione del Wrenkin Trust, "Ci sono stati buoni auguri sotto forma di doni. L'estate precedente avevano ricevuto una prima donazione per £1,000 da Cynthia, Lady Sandys. Una casa era stata acquistata dall'uomo d'affari scozzese Andrew Wilson e affittata al Trust per tre anni. Una connessione di Ruth ha dato £3,000 che ha permesso di prenotare un alloggio all'università e al college." (p.130) "Amici intimi come padre Andrew Glazewski [un prete psichico], Bruce MacManaway [il fondatore del West Bank Healing Center] e il reverendo Gordon Barker insegnò il programma, con Ruth Bell nel ruolo di hostess amministratore." (p.131) Padre Andrew Glazewski morì improvvisamente (nel 1974) dopo aver tenuto la sessione di apertura di un corso Wrekin Trust all'Hawwood College, ma il suo le idee sopravvissero, come la sua idea di creare un'Università dello Spirito in seguito "trasformata" in quella che divenne nota come Rete Scientifica e Medica. (pag.139) (Indietro)

8. Più lontano, Sir George Trevelyan, p.149.

Il Center for Alternative Technology è un membro attivo di una comunità di organizzazioni nota come Schumacher Circle ed è stata fondata nel 1973 dall'ambientalista di Eton Gerard Morgan Grenville (1931-2009). I primi sostenitori del Centro con sede in Galles includevano il Duca di Edimburgo e il Principe di Galles. Nel 1978, Gerard insieme a personaggi del calibro di Edward Goldsmith ha contribuito a fondare un influente gruppo di pressione ambientale, Green Alliance. (Indietro)

9. Farro, Sir George Trevelyan, p.153, p.154. "Cinque aree principali di indagine sono state identificate [nel programma inaugurale delle conferenze]: cosmologia, fisica, biologia e ipotesi di Gaia, coscienza e psicologia, misticismo e spiritualità." (p.153)

David Lorimer è attualmente direttore del programma della rete scientifica e medica (ne è stato capo dal 1986 al 2000) ed è l'attuale presidente del Wrekin Trust. I primi membri della rete spirituale scientifica e medica includevano EF Schumacher, Edward Goldsmith e Arthur Koestler, mentre gli attuali membri del nonsense includono artisti del calibro di Sir Crispin Tickell, il biologo del campo morfico Rupert Sheldrake, l'ex cadetto spaziale Edgar Mitchell, il teorico dei sistemi cosmici Ervin Laszlo e l'attivista New Age delle Nazioni Unite, recentemente scomparso, Robert Muller. (Indietro)

10. Farro, Sir George Trevelyan, p.157. L'anno successivo Sir George visitò il Sudafrica per partecipare a un giro di conferenze. E sebbene Farrer non fornisca dettagli su chi possa aver visitato Sir George in Sud Africa, sembra probabile che abbia trascorso del tempo con gli ambientalisti eco-spirituali locali, Sir Laurens van der Post e Ian Player (o almeno altri individui influenti collegati a loro attività). Dico questo perché nel corso dell'anno (8 ottobre - 15 ottobre 1983) la WILD Foundation, costituita da Ian Player nel 1974, ha tenuto il terzo World Wilderness Congress a Findhorn in Scozia. (Indietro)


Letteratura

  • "G. M. Trevelyan.", in: Enciclopedia Britannica Online Enciclopedia Britannica, 2011.
  • N.N.: Fare la Storia : “Storici” : “Trevelyan, George Macaulay (1876–1962)” [Online] Londra: The Institute of Historical Research (IHR), 2008.
  • N. Jayapalan: Storiografia Nuova Delhi: Atlantic Publishers, 2008, ISBN 81- 7156-838-6, P. 85. ➚ID Google libri TYRYH96RaS0C.
  • N.N.: “George Macaulay Trevelyan.” in: L'enciclopedia elettronica della Columbia (CE) [Online] Pearson Education, pubblicazione come Infoplease, 2007.
  • Dominic Head (ed.): La guida alla letteratura di Cambridge in inglese, 3a ed. Cambridge [ecc.] : Cambridge Univ. Stampa, 2006, ISBN 0-521-83179-2, P. 1126. ➚ID Google libri n8jd8b5OGboC, ID tsHC7AX8JGQC.
  • Lynn F. Pearson: Alla scoperta di tombe famose (Scoperta della Contea, Vol. 288), 2a ed. Risborough, Buckinghamshire: Pubblicazioni Shire, 2004, ISBN 0-7478-0619-5, pag.23. ➚ID Google libri 9IaHTin6y2wC.
  • E. Sreedharan: Un manuale di storiografia, 500 a.C. all'anno 2000 d.C Nuova Delhi: Orient Longman, 2004, ISBN 8125026576, P. 211 sgg. ➚ID Google libri jJVoi3PIejwC.
  • Stefan Berger, Mark Donovan, Kevin Passmore (a cura di): Scrivere storie nazionali: l'Europa occidentale dal 1800 New York: Routledge, 1999, ISBN 0415164265, P. 41. ➚ID Google libri yEOQ3XCEk10C.
  • David Cannadine: GM Trevelyan: una vita nella storia, Harper Collins, 1992.
  • Sir George Norman Clark: George Macaulay Trevelyan, 1876-1962 Società filosofica americana, 1963.
  • Atti della British Academy, vol. XLIX Oxford: per la British Academy dalla Oxford University Press, 1963, p. 375.
  • Lord Adrian: “George Macaulay Trevelyan. 1876-1962”, in: Memorie biografiche dei membri della Royal Society, vol. 9, (novembre 1963) The Royal Society (Gran Bretagna), 1963, pp. 314-321. ➚ID Google libri h7gPAAAAIAAJ.

  • Accedi a materiali supplementari e multimediali.
  • Accesso illimitato agli articoli acquistati.
  • Possibilità di salvare ed esportare citazioni.
  • Avvisi personalizzati quando vengono aggiunti nuovi contenuti.

Rivista di spicco della storia e della cultura americana antica, il William and Mary Quarterly pubblica studi di storia e discipline correlate dai primi contatti tra Vecchio e Nuovo Mondo fino all'inizio del XIX secolo. I suoi articoli, fonti e interpretazioni e recensioni di libri spaziano dal Nord America britannico e dagli Stati Uniti all'Europa, all'Africa occidentale, ai Caraibi e alle terre di confine ispanoamericane. Forum e numeri speciali affrontano argomenti di interesse attivo nel settore.

L'Omohundro Institute of Early American History & Culture sostiene studiosi e borse di studio incentrati sul vasto campo della prima storia americana. L'OI ha prodotto una vasta gamma di monografie accademiche pluripremiate su una varietà di argomenti pubblicate dalla rivista leader nel settore, il William and Mary Quarterly ed eventi sponsorizzati tra cui conferenze progettate per riunire studiosi per un solido scambio a vari livelli di successo di carriera per un robusto scambio.

Questo articolo fa parte di una collezione JSTOR.
Per i termini e l'uso, fare riferimento ai nostri Termini e condizioni
The William and Mary Quarterly © 1978 Omohundro Institute of Early American History and Culture
Richiedi autorizzazioni


Guarda il video: Axel Kaiser: El Mito Neoliberal Presentación (Agosto 2022).