Geografia

Economia americana

Economia americana



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'America è un continente molto ricco, anche se molte delle sue risorse rimangono inutilizzate.

Tuttavia, questa ricchezza è distribuita in modo non uniforme sia all'interno di ciascun paese che in tutto il continente.

Gli Stati Uniti e il Canada, ad esempio, hanno un'economia avanzata e altamente industrializzata, mentre gran parte dell'America Latina rimane sottosviluppata e commercialmente e finanziariamente dipendente.

Gli Stati Uniti, con enormi risorse minerarie ed energetiche, agricoltura specializzata, tecnologia raffinata e industria avanzata, controllano i mercati mondiali di importanti prodotti agricoli, minerali e industrializzati. Allo stesso modo, il "colosso del nord" esercita protezione economica in molti paesi dell'America Latina il cui commercio estero si basa sullo scambio di materie prime (agricole e minerali) con prodotti industrializzati.

L'agricoltura ha livelli simili di sviluppo in Canada e negli Stati Uniti, sebbene la produzione sia molto più alta in Canada, sia per il clima temperato che domina la maggior parte del suo territorio sia per la qualità dei suoli ricchi di materia organica, e il carattere industriale delle piantagioni estese e altamente meccanizzate.

Di particolare nota sono le grandi piantagioni di grano (che forniscono colture primaverili e invernali), mais, cotone e, in misura minore, avena, orzo, riso, legumi, lino, soia, tabacco, verdure, frutta, ecc.

Le greggi di ovini e suini raggiungono rese elevate nelle fattorie statunitensi e canadesi, sebbene le rese più elevate provengano da bovini allevati industrialmente nel Canada sud-orientale e negli Stati Uniti centrali, nord-occidentali e sud-orientali. La silvicoltura e la pesca sono anche importanti fonti di materie prime per l'industria e le esportazioni di entrambi i paesi.

In America Latina, le profonde distorsioni nella struttura della proprietà agricola e tecniche agricole obsolete rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo e alla diversificazione dell'attività agricola, costringendo quasi tutti i paesi a importare grandi quantità di prodotti alimentari.

Il Messico, che esporta cotone e sisal, produce grandi raccolti di grano, mais e altri cereali. In America Centrale e nelle isole dei Caraibi ci sono grandi piantagioni di caffè, banana, canna da zucchero, cacao, tabacco, lino, soia, cotone e mais.

Le colture tropicali e di cereali abbracciano anche vaste regioni del Brasile, della Colombia e del Venezuela, mentre il bestiame, in particolare bovini, ovini e cavalli, si è sviluppato notevolmente nei campi di Brasile, Argentina, Venezuela, Colombia, Cile e Uruguay. Le colture di cereali nel sud del Brasile e in Argentina sono tra le più importanti al mondo.


Video: L'economia americana ai tempi di Trump (Agosto 2022).