La storia

Arte Carolingia


L'arte fu fortemente influenzata dalle culture greche, romane e bizantine. Degni di nota sono la costruzione di palazzi e chiese. Illuminazioni (piccoli libri con molte illustrazioni, con accenti d'oro) e reliquiari (contenitori decorati per contenere reliquie sacre) segnarono anche questo periodo.


Illuminazione di Carlo Magno incoronata da Papa Leone III (anno 800)


reliquiario

Indebolimento dell'impero

Carlo Magno morì nell'814. Gli successe suo figlio Luis il Pio, che governò fino all'840. I figli di Luis contestarono per tre anni la successione dell'impero. Nell'843, con il Trattato di Verdun, l'Impero Carolingio fu diviso in tre regni distinti, con la parte occidentale che era Carlo il Calvo; la parte orientale a Luis il germanico; e la parte centrale di Lotario.


Fonte: //www.juserve.de/rodrigo/atlas%20historico/atlas%20historico.html

La rottura dell'Impero Carolingio pose fine al tentativo di unificare l'Europa occidentale sotto il comando di un singolo monarca cristiano.

L'impero carolingio oggi

L'impero carolingio corrisponde ai territori di Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Svizzera, Austria, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca, nonché ai territori dell'Italia settentrionale e centrale, parte della Spagna e della penisola balcanica settentrionale.


Video: Arte Carolingia (Dicembre 2021).