La storia

Nelle migrazioni epiche, perché continuare?

Nelle migrazioni epiche, perché continuare?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel tempo le culture umane tendono a migrare naturalmente, influenzate da vari fattori di spinta e attrazione. Secondo il modello gravitazionale della migrazione e in particolare il concetto di decadimento a distanza, pochissimi di questi spostamenti avvengono su lunghe distanze. Questa teoria aiuta a spiegare perché abbiamo culture regionali dominanti invece di una miscela completamente entropica.

Come i popoli Athabaskan mostrati sulla mappa sopra, alcune identità culturali sono sopravvissute a viaggi di migliaia di miglia. Le prove linguistiche mostrano che i Navajo e i Mexica hanno radici molto a nord delle loro moderne terre d'origine. Certamente si sono mescolati con i popoli vicini lungo la strada, ma le loro lingue riflettono ancora quelle parentele particolarmente lontane. Per indulgere in un piccolo pregiudizio di sopravvivenza, non molte culture sono riuscite a fare viaggi così epici mantenendo la propria identità.

Apparentemente le masse critiche di ciascun gruppo avevano motivo di andare avanti anche mentre attraversavano intere zone climatiche. Sono curioso di questo comportamento, dal momento che è difficile per me immaginare che allontanarsi dai nemici e trovare nuove fonti di cibo richiederebbe così tanto viaggio.

Come possono persistere fattori di spinta o di attrazione su distanze così grandi?


La grande migrazione: il viaggio che ha rimodellato l'America

È una migrazione senza eguali nella storia americana. A metà del 20 ° secolo, più di 6 milioni di afroamericani hanno lasciato tutto ciò che sapevano nel sud e si sono diretti verso il nord, il Midwest e la costa occidentale. Nella loro ricerca di lavoro, istruzione e opportunità, hanno cambiato la cultura della nazione.

Quella "Grande Migrazione" è oggetto di un nuovo libro di Isabel Wilkerson, ex capo dell'ufficio di Chicago per il New York Times. In Il calore di altri soli, Wilkerson racconta le storie di Ida Mae Brandon Gladney, George Starling e Robert Foster. Tutti hanno iniziato la loro vita sotto le leggi Jim Crow del sud e hanno deciso di cercare una vita migliore a Chicago, New York e Los Angeles.

Scappando dall'ingiustizia

Ida Mae Gladney lasciò il Mississippi per Chicago nel 1937. La moglie di un mezzadro non era contenta di raccogliere il cotone, dice Wilkerson. Ma il motivo principale per cui i Gladney se ne andarono fu perché un cugino fu picchiato quasi a morte per un furto che non aveva commesso.

"Suo marito è andato a casa da lei e ha detto: 'Questo è l'ultimo raccolto che stiamo facendo' e sono partiti per il nord", ha detto Wilkerson a Guy Raz di NPR.

Quando Ida Mae e suo marito George arrivarono a Chicago, trovarono difficile sistemarsi. Non avevano le competenze per trovare lavoro in città. George finì per trasportare il ghiaccio su per quattro e cinque rampe di scale negli appartamenti in acque fredde di Chicago, e Ida Mae ha svolto lavori domestici prima di trovare finalmente lavoro come assistente ospedaliera.

"Ci sono voluti davvero decenni per sistemarsi prima di potersi permettere di acquistare una casa nella parte sud di Chicago", afferma Wilkerson.

Agitazione tra gli alberi di agrumi

La storia di George Swanson Starling, un altro personaggio del libro di Wilkerson, è molto diversa. Starling proveniva da "l'anonima stazione di passaggio degli agrumeti e dei motel a una stella" tra la Georgia e Orlando, in Florida, afferma Wilkerson. Era un luogo di "sceriffi meridionali presuntuosi, raccoglitori oberati di lavoro, dottori di radice, spacciatori di piscine, contrabbandieri, predicatori di jackleg".

Sebbene fosse uno studente eccezionale, Starling dovette lasciare la scuola per trovare lavoro. Ha ottenuto un lavoro in Florida come raccoglitore di agrumi, ma si è messo nei guai quando ha parlato di come lui e i suoi colleghi venivano maltrattati. Ha iniziato ad agitarsi per salari più alti e condizioni migliori.

"E così facendo si è scontrato con quel sistema di caste in cui non era considerato appropriato per le persone della sua casta farlo", dice Wilkerson. "E i proprietari del bosco si sono arrabbiati e ha dovuto lasciare la Florida praticamente per la sua vita".

Starling si trasferì a New York nel 1945.

Isabel Wilkerson ha vinto un Premio Pulitzer come capo dell'ufficio di Chicago del New York Times. Joe Henson/Random House nascondi didascalia

Isabel Wilkerson ha vinto un Premio Pulitzer come capo dell'ufficio di Chicago del New York Times.


Problemi anche dopo il viaggio

Quando nuovi arrivati ​​come Starling e Gladney arrivarono nel Nord, non fu sempre un caloroso benvenuto.

"Si dice spesso che gli immigrati, una volta arrivati, sono i primi a voler chiudere la porta ai nuovi arrivati", afferma Wilkerson.

Gli afroamericani già presenti in quelle città del nord a volte si sono risentiti per l'arrivo dei nuovi arrivati, non diversamente dalla difficile situazione che devono affrontare gli immigrati oggi.

Ci volle del tempo per trovare il loro posto nelle principali città del nord e dell'ovest, ma i meridionali che vi rimasero finirono per combinare elementi della loro vecchia cultura – la musica e le tradizioni popolari – con le nuove opportunità del nord. E hanno allevato una generazione di uomini e donne di talento che Wilkerson chiama "i figli della Grande Migrazione".

Tra questi ci sono Toni Morrison, Diana Ross, Aretha Franklin, Bill Cosby, Prince, Tupac Shakur, Miles Davis, Oprah Winfrey, il drammaturgo August Wilson e molti altri.

"Tutti loro, il loro lavoro è stato informato e infuso dalla Grande Migrazione, che era in molti modi le loro storie", dice Wilkerson.

Altro su "Il calore degli altri soli":

Oggi i figli, nipoti e pronipoti di questi migranti costituiscono la maggioranza degli afroamericani del nord e dell'ovest. Ma molti di loro non sanno della loro connessione con il Sud, dice Wilkerson.

Ciò è in parte dovuto al fatto che quando i loro genitori o nonni si sono trasferiti, non avevano intenzione di guardare indietro. Come gli immigrati che scelgono di non insegnare ai bambini la loro lingua madre, alcuni non hanno raccontato le storie del Sud ai loro figli per imbarazzo: volevano andare avanti.

È solo di recente, dice l'autore, che le storie della Grande Migrazione vengono registrate, nonostante il fatto che fosse più grande delle migrazioni della corsa all'oro o del Dust Bowl.

"In realtà ha attraversato tre generazioni di giornalisti che non sarebbero stati in grado di coprire l'intera faccenda e coglierla davvero mentre si stava verificando", afferma Wilkerson.

"È molto più facile guardare indietro e dire perché non è stato fatto?"


Nelle migrazioni epiche, perché continuare? - Storia

Vengono effettuati audit di adeguatezza per valutare l'efficacia dei controlli sui sistemi informativi e identificare aree di performance o altro.

C'è di più nell'automazione dei programmi GRC rispetto alla sola tecnologia. Questa roadmap di implementazione aiuta i leader IT a pianificare in modo efficace, .

Governance, rischio e conformità sono attività aziendali cruciali, ma possono essere costose e richiedere molto tempo. Qui è dove l'automazione GRC.

La domanda di monitoraggio e gestione delle esperienze digitali è in crescita. Conoscere i fornitori e i prodotti disponibili per le aziende lo farà.

Uno dei fattori principali quando si decide se mantenere o sostituire i sistemi legacy è la determinazione del costo. Qui ci tuffiamo in cinque.

Durante un'audizione antitrust della sottocommissione del Senato, Amazon e Google hanno affermato di rendere i loro dispositivi IoT sempre più connessi.

La connettività di rete può creare o distruggere una distribuzione cloud. Scopri le nozioni di base sui servizi di rete di Azure con questo elenco di chiavi.

L'intelligenza artificiale e il cloud computing lavorano di pari passo per migliorare vari processi, ma la combinazione di queste tecnologie viene fornita con .

AWS Outposts è un dispositivo gestito che porta i servizi cloud di Amazon nel tuo data center. Rivedere i suoi requisiti, casi d'uso e .

Motorola offrirà il Moto G Stylus 5G da 400 dollari come alternativa più economica al Samsung Galaxy Note 5G da 1.000 dollari.

L'ultimo sistema operativo per iPad migliora il modo in cui gli utenti lavorano su applicazioni side-by-side e consente loro di utilizzare l'iPad per estendere un file .

Gli analisti affermano che è improbabile che HarmonyOS di Huawei per smartphone e tablet abbia successo contro Android e iOS senza un facile accesso.

Durante un webcast, i membri del team di risposta agli incidenti di SolarWinds hanno spiegato come una fortuna con una macchina virtuale li ha aiutati.

L'impatto degli arresti è sconosciuto, poiché il sito di perdita di ransomware di Clop rimane online dopo gli arresti. La scala della banda.

Zscaler ha analizzato 1.500 reti e ha scoperto che gli amministratori lasciano aperti i punti di accesso di base per gli aggressori in quanto trascurati.

Il nuovo array di storage InfiniBox SSA a stato solido di Infinidat è basato sullo stesso software di deep learning e sulla stessa tecnologia di cache DRAM.

La gestione efficace dell'archiviazione dei dati è più importante che mai, poiché la sicurezza e la conformità normativa sono diventate ancora più importanti.

Lo studio di animazione e pubblicità Psyop è passato al lavoro completamente remoto con l'aiuto di Qumulo, un fornitore di cloud storage ibrido.


Nelle migrazioni epiche, perché continuare? - Storia

Crediamo che ciò che navighi online dovrebbe essere privato. Quello che navighi non è affare di nessuno, ma solo tuo. E 'così semplice. Crediamo che la privacy sia essenziale per una connessione Internet gratuita. Quando sei sotto sorveglianza o vieni tracciato, ci pensi due volte prima di indagare su determinate idee o visitare determinati siti web. Attraverso l'autocensura interiorizzata, questo crea una sorta di prigione nelle nostre menti. Crediamo nella libera indagine, nelle menti libere e in un Internet gratuito. La privacy è essenziale per tutti questi fini.

Perché dovrei preoccuparmi che la mia navigazione non sia privata?

La tua cronologia di navigazione rivela molto su chi sei. È spesso in bundle con i tuoi dati offline come acquisti, posizione, cronologia creditizia e identità personale e questi dati vengono venduti su scambi di dati ogni singolo giorno. Può e viene utilizzato per determinare se puoi ottenere un'assicurazione sanitaria o sulla vita, quale prezzo farti pagare nei negozi online, lo stato della tua domanda di lavoro e molto altro. Immagina di visitare le pagine web dopo essere uscito da una multa per eccesso di velocità un giorno e di vedere aumentare le tariffe dell'assicurazione auto qualche mese dopo. Oppure visitando un sito sui trattamenti per il diabete e poi facendo domanda per le polizze di assicurazione sanitaria solo per scoprire che non copriranno tutte le "malattie legate al diabete". Oltre a ciò, la privacy è essenziale per la libertà di pensiero. Se sai di essere sotto sorveglianza, è molto meno probabile che tu faccia ricerche o esprima opinioni di minoranza. L'obiettivo di un sistema di sorveglianza governativo è costruire efficacemente "prigioni nelle nostre menti". Gli scrittori di tutto il mondo stanno già segnalando gli effetti agghiaccianti dell'autocensura della sorveglianza governativa. La tua navigazione è personale e preziosa, proteggila.

Le aziende stanno davvero usando la mia cronologia di navigazione per determinare se ottengo un lavoro o un'assicurazione sanitaria o altre cose?

Sì. Il Wall Street Journal riporta che "i siti Web variano i prezzi in base alle informazioni dell'utente", quindi ad esempio Kim e Trude che vivono a poche miglia di distanza hanno visto una differenza del 10% nel prezzo quotato online sullo stesso sito Web per lo stesso prodotto (articolo WSJ). I dati offline vengono fusi con i dati online e venduti a compagnie assicurative e altri. L'amministratore delegato di una società di analisi dei dati che analizza i dati online per le compagnie assicurative ammette di acquistare cibo spazzatura o hamburger in contanti per evitare di essere etichettato come malsano (articolo dell'economista). Questi sono solo due esempi. Ce ne sono molte, molte altre riportate dal Washington Post, dal New York Times, dal Wall Street Journal e da molte altre pubblicazioni.

Perché dovrei usare Epic?

Quando utilizzi Epic Privacy Browser, ottieni la privacy in un browser veloce e semplice. Vivi una favolosa esperienza di navigazione privata. Proteggi la tua navigazione e le tue ricerche dal tuo ISP (in molti paesi possono vendere la tua cronologia di navigazione), centinaia di aziende che ti seguono e governi.

In che modo Epic protegge la mia privacy?

Epic fa diverse cose per proteggere la tua privacy. Epic per impostazione predefinita rimuove tutti i servizi Google da Chromium in modo che la tua navigazione non passi attraverso i server di Google. Puoi attivare manualmente il proxy crittografato integrato di Epic (fondamentalmente una VPN integrata per il browser) in qualsiasi momento (è l'icona a destra nella barra degli indirizzi). Epic impedisce a migliaia di tracker e widget di monitorare la tua navigazione e la ricerca su Internet. Epic ha una preferenza per i dati crittografati, quindi, quando possibile, Epic ti connette in modo sicuro. Epic blocca sempre i cookie di terze parti e invia un segnale di non tracciamento. Epic non raccoglie mai dati sulla tua navigazione o query di ricerca oltre ai dati di base come la larghezza di banda che passa attraverso i nostri server o il conteggio numerico delle ricerche eseguite in un giorno. I servizi Epic come la compilazione automatica nella barra degli indirizzi sono locali in modo che ciò che stai digitando non venga mai inviato a nessun server ad eccezione del download di video che, se selezionato, esegue il ping di un server che operiamo. Epic è sempre in modalità di navigazione privata o in incognito in modo che dopo aver chiuso Epic, i tuoi dati di navigazione vengano eliminati.

Devo chiudere Epic regolarmente?

Sì per favore fallo. È utile chiudere Epic regolarmente perché questo "ripulisce" Epic. Epic consente i cookie proprietari e l'archiviazione dei dati HTML5 e alcune altre cose senza le quali la maggior parte dei siti Web non funzionerebbe, quindi è importante "ripulire" regolarmente il browser da tutti quei dati. Epic è sempre in modalità di navigazione privata, quindi quando chiudi Epic elimina tutti i dati memorizzati, a differenza di altri browser non è richiesto alcun altro sforzo da parte tua.

Devo accedere a Gmail quando utilizzo Epic?

Se stai effettuando ricerche tramite Google in Epic, ti consigliamo vivamente di non accedere a Gmail durante l'utilizzo di Epic. La nuova politica sulla privacy di Google consente di aggregare i tuoi dati personali in tutti i suoi servizi. Quindi, se hai effettuato l'accesso a Gmail, Google può tenere traccia delle tue ricerche.

Dove è basato Epic? Quali investitori stanno sostenendo Epic?

Il nostro team di sviluppo software opera da Bangalore. Graham Holdings (ex Washington Post Company) e un piccolo gruppo di angel investor ci stanno sostenendo.

Epic offre privacy totale? Il recupero forense potrebbe trovare i miei dati di navigazione?

Sfortunatamente nessun browser e nessuno a questo punto può fornire una privacy totale e questo include Epic. Epic offre la massima privacy possibile pur offrendo un'esperienza di navigazione veloce e normale: un'eccellente protezione dalla sorveglianza generale in corso. Epic blocca molte ma non tutte le tecniche e gli script di fingerprinting. I plug-in possono far trapelare il tuo indirizzo IP effettivo e consentire ad altri di rilevare le tue impronte digitali: questo non dovrebbe essere un problema per la maggior parte degli utenti poiché nessun plug-in è attivo per impostazione predefinita in Epic. Quando utilizzi il proxy crittografato di Epic, tutta la tua navigazione passa attraverso i nostri server proxy crittografati, che è l'unico aspetto di Epic che non è privato per progettazione. Il singolo nodo rende Epic molto più veloce delle reti Onion e sicuro. Il browser TOR è altamente privato ma non può essere considerato sicuro poiché molti nodi di uscita sono gestiti da host dannosi. Tieni presente che non registriamo mai alcuna cronologia di navigazione o visite al sito Web e abbiamo inoltrato altrettanto a ogni singola richiesta da parte di agenzie governative che ci hanno richiesto dati. Gli strumenti software forensi possono recuperare i dati di navigazione anche dopo la chiusura di Epic, un problema che affligge tutti i browser, incluso il browser TOR. Non abbiamo ancora affrontato questo problema perché è piuttosto difficile e sarebbe ingombrante da fare a fondo poiché molti file del sistema operativo che sono fuori dal nostro controllo potrebbero memorizzare nella cache alcuni dati di navigazione. In termini di altri strumenti resistenti al recupero forense ed estremamente privati, TAILS è probabilmente il più affidabile (attenzione, non è facile da configurare o utilizzare).

Epic è come il mio browser attuale (chrome, cioè firefox)?

Sì, ma meglio. Epic è privato e probabilmente anche più veloce. Epic è basato su Chromium, che è la stessa base del browser Google Chrome. Poiché Epic blocca molti script di tracciamento e altre richieste, le pagine web di solito si caricano più velocemente in Epic. Epic è sempre in modalità di navigazione privata o in incognito e dispone di ulteriori protezioni della privacy per proteggerti dal tracciamento online.

Che ne dici di usare solo la navigazione privata o la modalità di navigazione in incognito?

La navigazione privata o la modalità di navigazione in incognito non impediscono a nessuno di rintracciarti. Impedisce a qualcuno di guardare la cronologia del tuo browser e di sapere cosa navighi, ma non proteggerà la tua navigazione e le tue ricerche dal tracciamento. La tua cronologia di navigazione è ancora facilmente accessibile tramite la cache DNS anche alla chiusura della finestra di navigazione in incognito. Quando cerchi o navighi in modalità di navigazione in incognito, i dati vengono generalmente inviati ai server di Google e centinaia di raccoglitori di dati possono continuare a tracciarti.

Che ne dici di usare i componenti aggiuntivi per la privacy nel mio Chrome o Firefox?

L'utilizzo di componenti aggiuntivi per la privacy non è consigliabile perché i componenti aggiuntivi possono accedere a tutta la tua navigazione, ricerca e quasi tutto ciò che digiti nel tuo browser. Ecco perché blocchiamo quasi tutti i componenti aggiuntivi: rappresentano un enorme rischio per la privacy. Inoltre, molti cosiddetti addon per la privacy salvano e vendono la tua cronologia di navigazione (cerca il popolare addon "Web of Trust"). Noteremo inoltre che al momento nessun set di componenti aggiuntivi per la privacy per nessun browser fornisce il set completo di protezione che ottieni durante l'esecuzione di Epic.

Perché Epic blocca quasi tutti i componenti aggiuntivi o le estensioni?

I componenti aggiuntivi possono accedere a tutto ciò che digiti e fai nel browser. Molti sono stati trovati per salvare e vendere la tua cronologia di navigazione (cerca il Web of Trust). Sebbene possano essere molto utili, rappresentano un rischio molto grande per la sicurezza e la privacy, quindi Epic consente solo alcuni componenti aggiuntivi affidabili.

Come è costruito Epic su Chromium? Chrome non è anche basato su Chromium?

Chromium è un progetto open source guidato da Google ed è la base del browser Chrome. Tutto il codice in Chromium può essere utilizzato da chiunque. Chromium è stato creato da Google e utilizza anche una grande quantità di codice open source di KDE, Apple, Mozilla e altri.

Perché preoccuparsi dei raccoglitori di dati?

La tua navigazione può essere utilizzata per determinare se hai un'assicurazione sanitaria, un'assicurazione auto, un'assicurazione auto, un lavoro e molto altro. Immagina di abbonarti alla rivista di Weight Watcher e che ti venga negata l'assicurazione sanitaria. Il tanto pubblicizzato settore dei "Big Data" in cui vengono investiti miliardi di dollari ha progetti per raccogliere e utilizzare i tuoi dati personali in modi così controversi.

Qual è la differenza tra Epic e Tor?

TOR è una rete che aiuta a fornire l'anonimato per navigare in Internet. Puoi ottenere un browser TOR che è una versione di Firefox che accede alla rete TOR e ha varie protezioni della privacy. TOR è un prodotto innovativo e sforzo. È particolarmente utile quando sospetti di essere attivamente monitorato e devi avere il massimo livello di anonimato a scapito della velocità di navigazione e della funzionalità del sito web. Per la maggior parte degli utenti nella loro navigazione quotidiana, Epic è probabilmente una scelta più naturale poiché Epic è un'esperienza di navigazione simile o addirittura più veloce del tuo browser attuale, fornendo allo stesso tempo una grande privacy. Tieni presente che né la rete TOR né il browser TOR possono essere considerati sicuri poiché i nodi della rete TOR sono gestiti da volontari che includono alcuni gruppi dannosi. Secondo un rapporto, gli host TOR dannosi hanno effettuato attacchi gravi tra cui uno su un sito Web di criptovaluta che ha provocato decine di milioni di dollari di perdite agli utenti TOR. Per una privacy ancora maggiore, TAILS che include un browser TOR è un altro strumento da considerare (sebbene, come detto sopra, sia difficile da installare e utilizzare).

In che modo il proxy integrato di Epic protegge il mio indirizzo IP?

Epic include un proxy crittografato (essenzialmente una VPN gratuita integrata) che ti consente di scegliere server in otto paesi diversi (Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Germania, Paesi Bassi, Francia, India e Singapore) facendo clic sull'icona nella in alto a destra della barra degli indirizzi. L'utilizzo del proxy indirizzerà la tua navigazione attraverso un indirizzo IP diverso nascondendo efficacemente il tuo IP effettivo. Tieni presente che i plug-in possono perdere il tuo IP effettivo, quindi per la massima privacy, tramite le impostazioni di Epic, impostali su disabilitato o clicca per giocare.

Chi alimenta il servizio proxy di Epic?

Per la massima velocità e sicurezza, al momento gestiamo noi stessi tutti i server.

Come posso disinstallare Epic Privacy Browser?

Utenti Windows, utilizzare i programmi di disinstallazione di Windows. Per gli utenti Mac, trascina semplicemente l'icona di Epic Privacy Browser nell'icona del cestino.

In che modo Epic protegge dal fingerprinting del browser?

Non esiste un modo concordato per impedire l'impronta digitale del browser o l'impronta digitale del dispositivo a questo punto. Esistono molte tecniche di fingerprinting da cui una soluzione dovrebbe proteggersi. Mentre stiamo lavorando a una soluzione più completa, al momento Epic fornisce una buona protezione contro gli script di fingerprinting noti semplicemente bloccando quegli script. Epic inoltre blocca direttamente molti metodi di fingerprinting prevalenti, inclusi i dati della tela dell'immagine, i dati della tela dei caratteri, i segnali a ultrasuoni, il contesto audio e lo stato della batteria.

Se Epic è gratuito, come si sosterrà l'azienda?

Ci aspettiamo di offrire servizi di privacy premium, sponsor sulla nostra nuova scheda e partner di ricerca.

Epic è open source?

Tutto il codice di Epic è visibile e controllabile da chiunque. Ci impegniamo a garantire la totale trasparenza (come saprai leggendo questa pagina) su come funziona e non funziona Epic. Amiamo il software open source ed Epic è basato su Chromium open source. Se desideri controllare qualsiasi file, faccelo sapere. Abbiamo rilasciato molti file agli sviluppatori che avevano bisogno di aiuto, quindi se hai bisogno di aiuto, scrivici. Se desideri contribuire a Epic, scrivici con il tuo background specifico e su cosa ti piacerebbe lavorare. Ci piacerebbe il tuo aiuto, ma abbiamo ricevuto molte offerte ma nessuno ha effettivamente dato seguito a un contributo fino ad oggi (va bene, lavorare su Chromium è difficile :-). Chromium su cui si basa Epic è un software open source che chiunque può scaricare e controllare immediatamente. Nessuno ci ha scritto riguardo all'auditing di Chromium, ma ci piacerebbe sentire idee su come come comunità possiamo continuare a garantire che Chromium sia sicuro e privato. Se hai domande, scrivici.

Perché i cosiddetti motori di ricerca privati ​​DuckDuckGo o Startpage non sono offerti in Epic? Perché non riesci a fidarti di loro?

Ci hanno scritto spesso, finché non abbiamo chiesto loro di raccontarci come funzionavano. Da allora, si sono rifiutati di dirci quali dati inviano ai loro partner Google/Bing per recuperare gli annunci di ricerca. È fuorviante dire che non salvi alcun dato se lo stai ancora inviando ad altri partner che lo sono. Facendo clic sui loro annunci, te e i tuoi dati vengono inviati direttamente a Google o Bing che non vengono divulgati chiaramente agli utenti da nessuno dei due motori di ricerca. È strano definirsi un motore di ricerca privato quando il tuo modello di business dipende dall'invio dei dati personali dei tuoi utenti a Bing o Google. Non siamo quindi in grado di credere che offrano vantaggi significativi per la privacy rispetto all'utilizzo diretto di Bing, Google o Yahoo.

Cosa è successo alla partnership di ricerca privata di Epic con Google? Epic era trasparente al riguardo ed era abbastanza privato?

Google lo ha annullato alcuni anni fa. Sì, siamo sempre stati trasparenti su come funzionava e su quali dati condividevamo. Il recupero degli annunci di ricerca era estremamente riservato e, al clic sull'annuncio, abbiamo inoltrato l'indirizzo IP mascherato di un utente per fornire una posizione approssimativa.


Strada difficile da percorrere

Febbraio 2018, il segretario degli interni Ryan Zinke ha firmato un ordine di segreteria per migliorare la qualità dell'habitat e preservare i corridoi migratori per ungulati come antilopi, alci e cervi muli. L'ordine mira a promuovere una migliore collaborazione tra gli stati e i proprietari terrieri privati ​​per garantire che "continuano a esistere popolazioni di selvaggina grossa", secondo un comunicato stampa.

L'ordine potrebbe aiutare a garantire che questi animali abbiano i mezzi per migrare attraverso i 48 stati inferiori. Ma i cacciatori e gli ambientalisti hanno espresso dubbi sul fatto che l'amministrazione manterrà il suo impegno e si preoccupano delle prospettive di sviluppo del petrolio, che si sono espanse sotto questa amministrazione.

"Il segretario Zinke si è impegnato a proteggere più di questi corridoi migratori, ma allo stesso tempo, il dipartimento che supervisiona sta affittando parti di quei corridoi migratori per lo sviluppo di petrolio e gas e l'estrazione mineraria", afferma Lyons, che ora è docente presso il Yale School of Forestry and Environmental Studies. "Sono preoccupato per gli impegni di conservazione dell'attuale amministrazione".

Nick Dobric, rappresentante sul campo di Hunter e del Wyoming per la Theodore Roosevelt Conservation Partnership, afferma che le parole da sole non soddisferanno gli sportivi della sua comunità. A lui e al suo gruppo piace la politica delineata nell'ordine, afferma, "ma ciò di cui abbiamo veramente bisogno ora è l'attuazione".


Canvasback, è quello che c'è per cena

Gli umani hanno cacciato i canvasback in Nord America per molto, molto tempo. Uno scavo in una grotta in Nevada ha trovato esche di tela di nativi americani di più di 2.000 anni. I grandi stormi di uccelli erano una taglia naturale che poteva essere raccolta anno dopo anno.

Ai coloni europei, questa taglia sembrava infinita. E in una storia familiare, questo si è rivelato un'idea sbagliata. Fino alla metà del 1800, la caccia era su piccola scala e probabilmente aveva effetti minimi sulle popolazioni di tela.

Un'esca d'anatra canvasback drake, trovata nel sito archeologico di Lovelock Cave, Nevada, USA. Foto © Braun Research Library Collection, Autry National Center, Los Angeles tramite una licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons

"Prima della guerra civile, l'impatto della caccia al mercato sulle popolazioni di anatre continentali era probabilmente limitato. Le popolazioni di anatre erano da tre a quattro volte più numerose di quelle odierne e la caccia sportiva era quasi inesistente. La maggior parte dei cacciatori di mercato si limitava a fucili ad avancarica a polvere nera e la domanda di anatre era localizzata. Quella era l'era del mercato contadino della caccia commerciale. Dopo il 1865, tuttavia, la caccia al mercato entrò nell'era industriale, con prevedibili conseguenze per gli uccelli acquatici”.

La caccia su scala industriale era alimentata in parte da fucili più efficaci, ma probabilmente un fattore ancora più importante era la refrigerazione. Ora le anatre potevano essere spedite da baie remote a ristoranti urbani, dove i consumatori sofisticati amavano il gusto del canvasback.

Il sedano selvatico nella dieta del canvasback conferisce un sapore unico, che apparentemente lo distingue dalle altre anatre. Quando i paesi si urbanizzano, i residenti delle città spesso trovano che la selvaggina sia nostalgica o un gusto esotico. Questa tendenza continua ancora oggi in molte parti del mondo, alimentando il continuo bracconaggio della fauna selvatica e la caccia commerciale.

Alla fine del 1800, uccelli acquatici e altra selvaggina erano spesso sul menu dei migliori ristoranti della città. Mark Twain ha elencato il canvasback come uno dei cibi americani per antonomasia che gli è mancato mentre viaggiava in Europa. (Questo elenco di 60 cibi, tra l'altro, offre uno sguardo molto eloquente su ciò che costituiva il "cibo locale" ai tempi di Twain. Consiglio il libro Twain's Feast di Andrew Beahrs se sei interessato alla storia del cibo).

Una donna regge le anatre uccise per il mercato. Foto di USFWS di pubblico dominio

Spesso associamo la selvaggina come cibo di sussistenza, ma il canvasback era un oggetto di lusso. Un paio di canvasback sarebbe costato più di $ 100 in dollari di oggi, una cena per ricchi e famosi.

Naturalmente, prezzi così alti hanno alimentato un'industria a caccia di mercato. Da ragazzo ossessionato dalla caccia, ero affascinato dagli storici cacciatori di Chesapeake Bay e dalle tattiche che impiegavano. Spesso scolpivano i propri richiami, ora considerati arte popolare. Alcuni usavano fucili enormi, chiamati fucili a punta, che assomigliavano a piccoli cannoni. Questi potrebbero uccidere più uccelli con un solo colpo. Altri usavano trappole per anatre per catturare gli uccelli o allevavano richiami vivi per attirarli nel poligono di tiro. Gli artiglieri del mercato cacciavano giorno e notte, uccidendo un numero impressionante di uccelli.

Anche se questo può sembrare romantico per un giovane amante della vita all'aria aperta, la verità è che questi metodi hanno devastato le anatre. Poiché i canvasback potrebbero non nidificare negli anni di siccità, la caccia eccessiva potrebbe devastare rapidamente la popolazione. All'inizio del 1900, era chiaro che i canvasback e molte altre specie di uccelli migratori erano in difficoltà.

Nel 1913, riconoscendo che gli uccelli acquatici non seguono i confini statali, il Weeks-Mclean Act ha trasferito la regolamentazione della gestione degli uccelli acquatici dagli stati al governo federale. Ma, come è anche il caso della conservazione della fauna selvatica ovunque, le normative senza applicazione fanno poca differenza. Nel 1918, il Migratory Bird Treaty Act ha vietato la caccia al mercato e ha fornito finanziamenti per l'applicazione.

I cacciatori ricreativi erano diventati un gruppo di interesse significativo e fornivano molto sostegno politico alla conservazione degli uccelli acquatici, come è rimasto fino ad oggi. Mentre la caccia al mercato è continuata dopo il 1918, ha cominciato a calare e non era più un fattore significativo nel declino degli uccelli acquatici.

Ma le popolazioni di canvasback non erano ancora al sicuro. Fermare l'uccisione non regolamentata ha aiutato, ma gli uccelli hanno ancora bisogno di un habitat sano.

La migrazione primaverile degli uccelli acquatici porta migliaia di anatre attraverso il Kulm Wetland Management District. Foto © Krista Lundgren/USFWS tramite una licenza CC BY 2.0


Migrazione dei dati EHR

Sono stato incaricato di scoprire la possibilità di accedere a Epic EHR e trasferire le informazioni su un server diverso. Il mio cliente vuole essere in grado di prendere i propri pazienti e con il loro permesso di accedere ai dati che potrebbero essere su un EHR come Epic e copiare quei dati nel database dei clienti.

Il mio datore di lavoro ha avviato il mio account Epic, quindi ha passato tutta la documentazione TOS. C'è un posto dove posso leggere quella documentazione e qualcuno ha qualche idea su questa particolare richiesta del nostro cliente?

Sembra che il tuo cliente sia un operatore sanitario e stia passando alla creazione di una nuova pratica? Se questo è il caso, sicuramente non sarai in grado di esportare direttamente da Epic.

Esistono tuttavia flussi di lavoro in cui i singoli pazienti possono richiedere i propri dati Epic (Release of Information o ROI). Esistono anche modi standard del settore per trasferire l'assistenza da un fornitore all'altro. Il documento di continuità assistenziale, o CCD, può essere utilizzato per generare un buon riassunto per la maggior parte dei tipi di incontro.

Ma sì, questi sono tutti i dati del paziente, quindi si basa sul fatto che il paziente li approvi (e in realtà accetti di seguire il fornitore nella nuova pratica). Se sei un consulente, dovresti probabilmente concentrarti sul coinvolgimento e sulla sensibilizzazione del paziente perché il fattore limitante sarà l'accordo del paziente.


Sei ancora tracciato in modalità di navigazione in incognito.

La navigazione in incognito e le altre modalità di "navigazione privata" NON sono private

La tua cronologia di navigazione è ancora memorizzata nel tuo computer dopo aver chiuso una finestra di navigazione in incognito o privata.

Sei ancora monitorato da Google in incognito e in altre modalità di navigazione privata.

Sei ancora monitorato dal tuo ISP (molti ISP vendono la cronologia di navigazione di alcuni dei loro clienti), centinaia di raccoglitori di dati, reti pubblicitarie e il tuo governo in incognito e altre modalità di navigazione privata.


Crisi mortale nel Mediterraneo

Scene drammatiche dal Mediterraneo hanno catturato i titoli degli ultimi due anni.

Prima della caduta del dittatore libico, Muammar Gheddafi, il numero di migranti che effettuavano la pericolosa traversata era in realtà in calo.

La Libia ricca di petrolio ha offerto opportunità di lavoro e Gheddafi è stato convinto dall'UE a limitare i movimenti in avanti.

Ma l'anno della sua violenta cacciata, il 2011, ha visto un picco improvviso e la caduta nel caos della Libia dal 2012 ha avuto un effetto drammatico.

Nel 2014 sono arrivati ​​in Italia più di 170.000 migranti, il più grande afflusso in un paese nella storia dell'UE.


Estratto: "Il calore di altri soli"

The Warmth of Other Suns: The Epic Story of America's Great MigrationBy Isabel WilkersonHardcover, 640 pagesCasa casualeList price: $30

Chickasaw County, Mississippi, Late October 1937

Ida Mae Brandon Gladney

The night clouds were closing in on the salt licks east of the oxbow lakes along the folds in the earth beyond the Yalobusha River. The cotton was at last cleared from the field. Ida Mae tried now to get the children ready and to gather the clothes and quilts and somehow keep her mind off the churning within her. She had sold off the turkeys and doled out in secret the old stools, the wash pots, the tin tub, the bed pallets. Her husband was settling with Mr. Edd over the worth of a year's labor, and she did not know what would come of it. None of them had been on a train before -- not unless you counted the clattering local from Bacon Switch to Okolona, where, "by the time you sit down, you there," as Ida Mae put it. None of them had been out of Mississippi. Or Chickasaw County, for that matter.

There was no explaining to little James and Velma the stuffed bags and chaos and all that was at stake or why they had to put on their shoes and not cry and bring undue attention from anyone who might happen to see them leaving. Things had to look normal, like any other time they might ride into town, which was rare enough to begin with.

Velma was six. She sat with her ankles crossed and three braids in her hair and did what she was told. James was too little to understand. He was three. He was upset at the commotion. Hold still now, James. Lemme put your shoes on, Ida Mae told him. James wriggled and kicked. He did not like shoes. He ran free in the field. What were these things? He did not like them on his feet. So Ida Mae let him go barefoot.

Miss Theenie stood watching. One by one, her children had left her and gone up north. Sam and Cleve to Ohio. Josie to Syracuse. Irene to Milwaukee. Now the man Miss Theenie had tried to keep Ida Mae from marrying in the first place was taking her away, too. Miss Theenie had no choice but to accept it and let Ida Mae and the grandchildren go for good. Miss Theenie drew them close to her, as she always did whenever anyone was leaving. She had them bow their heads. She whispered a prayer that her daughter and her daughter's family be protected on the long journey ahead in the Jim Crow car.

"May the Lord be the first in the car," she prayed, "and the last out."

When the time had come, Ida Mae and little James and Velma and all that they could carry were loaded into a brother-in-law's truck, and the three of them went to meet Ida Mae's husband at the train depot in Okolona for the night ride out of the bottomland.

Wildwood, Florida, April 14, 1945

George Swanson Starling

A man named Roscoe Colton gave Lil George Starling a ride in his pickup truck to the train station in Wildwood through the fruit-bearing scrubland of central Florida. And Schoolboy, as the toothless orange pickers mockingly called him, boarded the Silver Meteor pointing north.

A railing divided the stairs onto the train, one side of the railing for white passengers, the other for colored, so the soles of their shoes would not touch the same stair. He boarded on the colored side of the railing, a final reminder from the place of his birth of the absurdity of the world he was leaving.

He was getting out alive. So he didn't let it bother him. "I got on the car where they told me to get on," he said years later.

He hadn't had time to bid farewell to everyone he wanted to. He stopped to say good-bye to Rachel Jackson, who owned a little café up on what they called the Avenue and the few others he could safely get to in the little time he had. He figured everybody in Egypt town, the colored section of Eustis, probably knew he was leaving before he had climbed onto the train, small as the town was and as much as people talked.

It was a clear afternoon in the middle of April. He folded his tall frame into the hard surface of the seat, his knees knocking against the seat back in front of him. He was packed into the Jim Crow car, where the railroad stored the luggage, when the train pulled away at last. He was on the run, and he wouldn't rest easy until he was out of range of Lake County, beyond the reach of the grove owners whose invisible laws he had broken.

The train rumbled past the forest of citrus trees that he had climbed since he was a boy and that he had tried to wrestle some dignity out of and, for a time, had. They could have their trees. He wasn't going to lose his life over them. He had come close enough as it was.

He had lived up to his family's accidental surname. Storno. Distant cousin to the mockingbird. He had spoken up about what he had seen in the world he was born into, like the starling that sang Mozart's own music back to him or the starling out of Shakespeare that tormented the king by speaking the name of Mortimer. Only, George was paying the price for tormenting the ruling class that owned the citrus groves. There was no place in the Jim Crow South for a colored starling like him.

He didn't know what he would do once he got to New York or what his life would be. He didn't know how long it would take before he could send for Inez. His wife was mad right now, but she'd get over it once he got her there. At least that's what he told himself. He turned his face to the North and sat with his back to Florida.

Leaving as he did, he figured he would never set foot in Eustis again for as long as he lived. And as he settled in for the twenty-three-hour train ride up the coast of the Atlantic, he had no desire to have anything to do with the town he grew up in, the state of Florida, or the South as a whole, for that matter.

Monroe, Louisiana, Easter Monday, April 6, 1953

Robert Joseph Pershing Foster

In the dark hours of the morning, Pershing Foster packed his surgery books, his medical bag, and his suit and sport coats in the trunk, along with a map, an address book, and Ivorye Covington's fried chicken left over from Saturday night.

He said good-bye to his father, who had told him to follow his dreams. His father's dreams had fallen apart, but there was still hope for the son, the father knew. He had a reluctant embrace with his older brother, Madison, who had tried in vain to get him to stay. Then Pershing pointed his 1949 Buick Roadmaster, a burgundy one with whitewall tires and a shark-tooth grille, in the direction of Five Points, the crossroads of town.

He drove down the narrow dirt roads with the ditches on either side that, when he was a boy, had left his freshly pressed Sunday suit caked with mud when it rained. He passed the shotgun houses perched on cinder blocks and hurtled over the railroad tracks away from where people who looked like him were consigned to live and into the section where the roads were not dirt ditches anymore but suddenly level and paved.

He headed in the direction of Desiard Street, the main thorough- fare, and, without a whiff of sentimentality, sped away from the small-town bank buildings and bail bondsmen, the Paramount Theater with its urine-scented steps, and away from St. Francis Hospital, which wouldn't let doctors who looked like him perform a simple tonsillectomy.

Perhaps he might have stayed had they let him practice surgery like he was trained to do or let him walk into the Palace and try on a suit like anyone else of his station. The resentments had grown heavy over the years. He knew he was as smart as anybody else -- smarter, to his mind -- but he wasn't allowed to do anything with it, the caste system being what it was. Now he was going about as far away as you could get from Monroe, Louisiana. The rope lines that had hemmed in his life seemed to loosen with each plodding mile on the odometer.

Like many of the men in the Great Migration and like many emigrant men in general, he was setting out alone. He would scout out the New World on his own and get situated before sending for anyone else. He drove west into the morning stillness and onto the Endom Bridge, a tight crossing with one lane acting like two that spans the Ouachita River into West Monroe. He would soon pass the mossback flatland of central Louisiana and the Red River toward Texas, where he was planning to see an old friend from medical school, a Dr. Anthony Beale, en route to California.

Pershing had no idea where he would end up in California or how he would make a go of it or when he would be able to wrest his wife and daughters from the in-laws who had tried to talk him out of going to California in the first place. He would contemplate these uncertainties in the unbroken days ahead.

From Louisiana, he followed the hyphens in the road that blurred together toward a faraway place, bridging unrelated things as hyphens do. Alone in the car, he had close to two thousand miles of curving road in front of him, farther than farmworker emigrants leaving Guatemala for Texas, not to mention Tijuana for California, where a northerly wind could blow a Mexican clothesline over the border.

Tratto da The Warmth of Other Suns: The Epic Story of America's Great Migration by Isabel Wilkerson. Copyright 2010 by Isabel Wilkerson. Excerpted by permission The Random House Publishing Group of Random House, Inc. All rights reserved.


Guarda il video: I giovani e le migrazioni di ieri e di oggi (Agosto 2022).