La storia

Municipio della Città Vecchia

Municipio della Città Vecchia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Old Town Hall è una magnifica struttura in stile federale situata nel blocco 500 di Market Street a Wilmington, Delaware, un porto marittimo nel nord del Delaware. Costruito nel 1798, ha funzionato come centro delle attività politiche e sociali durante l'infanzia di Wilmington. La sala era il quartier generale e il luogo di ritrovo delle organizzazioni civiche. La morte di George Washington fu osservata qui nel 1799 e il marchese de Lafayette e il presidente Andrew Jackson parteciparono a un ricevimento e a una cena qui intorno al 1824. Nel 1851, il corpo di Henry Clay^ è stato posato in stato nella hall. Il punto di riferimento storico ospitava le sale riunioni della città, gli uffici e la biblioteca degli abbonamenti. Era anche il luogo di incontri antischiavitù e, ironia della sorte, fungeva da prigione cittadina dove venivano detenuti gli schiavi fuggitivi.Restituito alla sua bellezza classica, il Municipio della Città Vecchia ha spazi per mostre, programmi ed eventi speciali durante tutto l'anno.


Municipio della Città Vecchia

Correva l'anno 1930 e J.A. Nelson è stato eletto sindaco. I fiduciari erano J.W. McHugh, L.S. Hyner, J.H. Rhodes, Morris Reinberg e Marshall Bond.

Nello stesso anno, il Consiglio ha votato per costruire un edificio in mattoni di 1.000 mq per ospitare l'autopompa, la cella della prigione, l'ufficio del sindaco e la sala riunioni del consiglio al costo di $ 4.200,00. Il vecchio municipio è stato costruito utilizzando cemento colato ed è stato completato nel 1931 per l'ufficio e la prigione di Zachary. Qualche anno dopo vi si trasferì la Biblioteca Civica.

La tecnica era in qualche modo nuova sulla scena e presentava un aspetto sostanziale nel centro del quartiere degli affari di Zachary. Nel 1903, un devastante incendio nel centro di Zachary distrusse il vecchio municipio in legno e trascorsero 28 anni prima che la vecchia sede del governo fosse sostituita da questo nuovo edificio governativo.

Il sindaco indossava un cappello per abbinare ogni funzione: riscuoteva multe e bollette, era parte integrante dei vigili del fuoco volontari e capo del governo locale. I vigili del fuoco volontari di Zachary sono stati istituiti lo stesso anno in cui è stato completato il vecchio municipio.

Il vecchio municipio è stato costruito accanto a una stazione di pompaggio, che ora è stata rimossa. Dopo aver perso la città, decisero che dovevano avere un sistema idrico. Nel luglio 1932, il consiglio comunale ha votato per spendere $ 5.600 per una nuova autopompa per i vigili del fuoco. &ldquoQuando fu costruito il municipio, gli uomini dovevano ancora spingere l'autopompa. (Montegudo)

Gordon Stilly nel 1943, prestò servizio nei vigili del fuoco volontari per più di un decennio. "Se ci fosse stato un incendio, qualcuno avrebbe chiamato l'ufficio del sindaco", ha detto Stilly. &ldquoC'era una grande sirena in cima all'edificio. Lo accenderebbe&rdquo.

&ldquoCharlie Fonte, che lavorava nel garage Ford dall'altra parte della strada, era sempre il primo ad arrivare al municipio. Charlie Fonte gestiva tutto.", ha detto Stilly. &ldquoVoleva essere quello che sapeva come fare il camion e tutto il resto.&rdquo Fonte saltava sul camion dei pompieri e correva verso il fuoco. "Se siamo stati fortunati ad arrivare lì prima che partisse, cavalcheremo con lui", ha detto Stilly. &ldquoAltrimenti guidiamo noi stessi&rdquo. Qualcuno avrebbe scritto la posizione esatta dell'incendio sulla lavagna nel municipio. I volontari in arrivo più tardi avrebbero quindi saputo dove andare.

Oggi l'edificio ospita un'ampia raccolta di informazioni su persone e luoghi locali e ospita l'originario tavolo del Consiglio dove gli assessori si riunivano mensilmente. Ospita una significativa collezione di libri antichi, ricordandoci le biblioteche di prestito di quei giorni prima che ogni comunità avesse una vera biblioteca! Il vecchio municipio è attualmente in fase di ristrutturazione come museo cittadino e archivio.

Città di Zaccaria
4700 Strada Principale
Zachary, LA 70791
225-654-0287


Edifici e siti storici

Historic Fairfax City, Inc. (HFCI) aiuta la città a interpretare edifici e siti storici e a raccogliere fondi per la conservazione degli edifici. HFCI è il comitato consultivo dell'Ufficio delle risorse storiche della città di Fairfax, incaricato di gestire il funzionamento delle proprietà storiche di proprietà della città.

Gli edifici storici e i punti di riferimento della città di Fairfax sono testimonianze tangibili del patrimonio locale e dell'importante ruolo svolto dalla città come importante crocevia e centro giudiziario nel nord della Virginia. La maggior parte dei siti storici si trova all'interno del centro storico della città. Nel 1987, il distretto storico della città di Fairfax è stato inserito nel registro nazionale dei luoghi storici. Il distretto comprende una varietà di tipi e stili di edifici, tra cui la Fairfax Court House (1800), Ratcliffe-Allison-Pozer House (1812), William Gunnell House (c.1835), Joshua Gunnell House (c.1830), Ford House (c.1835), Fairfax Elementary School (1873), (Concertato nel 1992 al Fairfax Museum & Visitor Center), Old Fairfax Jail (1885), Old Town Hall (1900) e Marr Monument (1904).

Gli opuscoli gratuiti forniscono un tour a piedi di edifici e monumenti degni di nota nel centro storico di Fairfax (vedi Mappa della storia per un tour a piedi autoguidato) e offrono una breve storia della città. Questi opuscoli sono disponibili presso il

Museo Fairfax e centro visitatori
10209 Strada Principale
Fairfax, VA 22030
703.385.8414 e al municipio

Visite guidate a piedi del quartiere storico della città sono offerte periodicamente da HFCI e il museo, chiama 703.385.8414

Le proprietà storiche al di fuori del distretto storico illustrano il patrimonio rurale del XIX secolo dell'area e la trasformazione del XX secolo in un sobborgo di Washington, DC Blenheim, la fattoria in mattoni del 1859 circa sulla Old Lee Highway, è famosa per le sue oltre 100 iscrizioni da Union soldati quando l'area di Fairfax Court House fu occupata a intermittenza dal 1862 al 1865. Blenheim ospita una Giornata della Guerra Civile ogni anno il primo sabato di maggio. Lo storico Blenheim Civil War Interpretive Centre è stato aperto al pubblico nel 2008. Il Tastee 29 Diner, costruito nel 1940 lungo il corridoio commerciale della Lee Highway, è anche elencato individualmente nel registro nazionale.

I cinque edifici storici di proprietà della città sono Fairfax Elementary School [ora Fairfax Museum and Visitor Center], Old Town Hall, Ratcliffe-Allison House, Historic Blenheim e Grandma's Cottage.

Municipio della Città Vecchia

Il vecchio municipio è la pietra angolare dell'architettura sociale della città. Joseph E. Willard ha regalato la Hall ai cittadini di Fairfax nel 1900. Costruita da Arthur Thompson, un appaltatore locale, la Hall in stile revival classico conserva gran parte della sua lavorazione in legno originale. Il secondo livello dell'Old Town Hall ospita la Biblioteca Huddleson ed è sede della Fairfax Art League.

Ratcliffe-Allison-Pozer House e Pozer Garden

Costruita da Richard Ratcliffe nel 1812, questa casa è la residenza più antica della città. Questa casa-museo interpreta le attività quotidiane di alcuni dei suoi dodici proprietari e occupanti, illustrando il cambiamento commerciale e domestico lungo la Main Street durante il XIX e il XX secolo. Gli ultimi due proprietari privati ​​erano la dottoressa Kate Waller Barrett, eminente riformatrice sociale, e sua figlia Kitty Pozer. Pozer, un rispettato giardiniere, ha ceduto la casa alla città nel 1973. La casa è aperta al pubblico per visite guidate gratuite dalle 11:00 alle 14:00. Il sabato da aprile a ottobre, durante molti eventi speciali della città, durante i tour a piedi offerti in primavera e in autunno e su appuntamento e-mail o chiamata 703.385.8414

La città di Fairfax ha acquistato la tenuta di 12 acri all'inizio del 1999 per preservarla come centro interpretativo della guerra civile e parco all'aperto. La proprietà era una volta una fattoria di 367 acri di proprietà di Albert Willcoxon. La casa che ha costruito nel 1859 è una sala centrale, una casa colonica in mattoni in stile revival greco. La casa contiene esempi voluminosi e meglio conservati di iscrizioni della Guerra Civile nella nazione, un “diario sui muri” che fornisce informazioni sulla tipica vita dei soldati durante la Guerra Civile. È significativo a livello nazionale per le oltre 100 firme, arte e poesia create dai soldati dell'Unione durante la loro occupazione della casa in 3 occasioni. La proprietà è stata aggiunta al registro nazionale dei luoghi storici nel 2001. Il sito comprende anche un museo della guerra civile di 5.000 piedi quadrati e un centro interpretativo, una sala riunioni, un patio pergolato all'aperto, un negozio di articoli da regalo e servizi igienici che sono tutti accessibili all'ADA. Il Museo è aperto dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 15:00 e alle 13:00 viene offerto un tour guidato della casa e del sito. Programmi speciali di guerra civile sono offerti mensilmente. Il Centro è disponibile per il noleggio per eventi privati. Per informazioni generali chiamare il 703 591 0560 e per informazioni sul noleggio chiamare il 703 385 7858.

Cottage della nonna

Il cottage della nonna è significativo sia per la sua architettura che per la sua storia. Il Cottage è stato occupato per gran parte della sua storia da Margaret Conn Willcoxon Farr, figlia di Rezin Willcoxon, proprietario della tenuta Willcoxon (in seguito chiamata “Blenheim”). Margaret Farr è sepolta nel cimitero di Blenheim. Il Cottage risale probabilmente al 1830 o al 1840 ed è importante per la sua combinazione di costruzione con pareti di tronchi e rara intelaiatura in legno con tamponamento in mattoni tra le borchie nella parte più antica della casa.

La posizione originale del Cottage era vicino all'angolo tra Main Street e Old Lee Highway, dove si trova il centro commerciale Main Street Marketplace. È stato trasferito da lì in una posizione sulla Old Lee Highway vicino a Layton Hall Drive nel 1962. Il Cottage è stato trasferito nella tenuta di Blenheim nel 2001.

Museo Fairfax e centro visitatori

Il Fairfax Museum & Visitor Center si trova tra l'aeroporto internazionale di Washington Dulles e Washington, D.C., nel cuore della Virginia settentrionale. Il Museum & Visitor Center e la City of Fairfax forniscono una base strategica per visitare il distretto, Manassas, Tysons Corner e la Virginia del Nord, compresa la Shenandoah Valley e Skyline Drive.

Il Fairfax Museum & Visitor Center, composto da professionisti museali e da una forza lavoro di volontari, è ospitato nell'ex scuola elementare Fairfax, costruita nel 1873 come prima scuola a due piani nella contea di Fairfax. Iscritta al Registro Nazionale dei Luoghi Storici, la struttura è accessibile ai portatori di handicap.

Il centro visitatori fornisce informazioni generali sui visitatori sia per i turisti che per i residenti, inclusi alloggi, ristoranti, trasporti e attrazioni storiche e naturali. Il centro visitatori è anche il luogo dove scoprire eventi speciali in città e nei dintorni.

Il museo produce mostre speciali sulla storia della città, offre attività educative a gruppi scolastici e giovanili e offre tour a piedi della città vecchia di Fairfax e degli edifici storici della città in primavera e in autunno.

Il negozio di articoli da regalo della struttura offre libri, stampe d'arte e souvenir legati alla storia di Fairfax e della Virginia.

Museo Fairfax e centro visitatori
10209 Main Street, Fairfax, VA 22030
Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00
Chiuso Capodanno, Domenica di Pasqua, Giorno del Ringraziamento, Vigilia di Natale (mezza giornata) e Natale
703-385-8414 o 1-800-545-7950 Numero verde


Quartiere storico del vecchio municipio

L'Old Town Hall Historic District è stato inserito nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici nel 1985. Parti del contenuto di questa pagina web sono state adattate da una copia della documentazione di nomina originale. [1]

L'Old Town Hall Historic District è una piccola concentrazione di edifici civili e residenziali di fine Ottocento e inizio Novecento relativamente inalterati che rappresentano il nucleo civico di inizio secolo della città di Huntington. L'Old Town Hall Historic District contiene la più grande collezione di edifici civici all'interno della Huntington Multiple Resource Area. Inoltre, l'Old Town Hall Historic District contiene anche una chiesa, un cimitero e un sito archeologico che riflettono l'insediamento del 1653 del villaggio e la crescita dell'inizio del XIX secolo e rivelano così gli ampi modelli di sviluppo architettonico e urbanistico della città dalla metà del XVII all'inizio ventesimo secolo. Situato nella parte centro-settentrionale del villaggio non incorporato di Huntington, l'Old Town Hall Historic District è adiacente al centro commerciale e degli affari di Huntington. L'Old Town Hall Historic District contiene dieci elementi che contribuiscono: otto edifici e due siti. L'unica proprietà non contribuente nel quartiere storico del municipio della città vecchia è un moderno edificio commerciale.

L'Old Town Hall Historic District si trova nel mezzo delle tre valli attorno alle quali si sono sviluppate la città di Huntington e i suoi vari villaggi. Gli edifici nell'Old Town Hall Historic District si trovano l'uno vicino all'altro su una collina prominente, conosciuta come "town hill", che domina il quartiere centrale degli affari di Huntington immediatamente a ovest. La valle che contiene l'Old Town Green Historic District è giù per la collina a est. I confini del quartiere storico del municipio della città vecchia sono chiaramente delineati come risultato delle proprietà circostanti moderne e ampiamente modificate della fine del XIX secolo del quartiere centrale degli affari a ovest e nord. Le aree residenziali a sud e ad est del cimitero su Nassau Road sono state escluse a causa della loro costruzione moderna.

Tutte le proprietà nell'Old Town Hall Historic District, ad eccezione della Chiesa Universalista, si trovano lungo entrambi i lati di East Main Street, una delle principali arterie della città.

L'Old Burying Ground, che comprende il sito archeologico di Fort Golgotha ​​(entrambi elencati nel Registro nazionale dei luoghi storici, 1981), occupa quattro acri di collina boscosa sul lato sud di Main Street. La Chiesa Universalista si affaccia sul cimitero dal lato est di Nassau Road, che corre perpendicolare a East Main Street. Le tre residenze di inizio secolo incluse nel quartiere storico del municipio della città vecchia fiancheggiano il lato sud di Main Street oltre l'Old Burying Ground mentre la collina si snoda nella valle. Mentre gli altri edifici dell'Old Town Hall Historic District sono posizionati abbastanza vicino alla strada, le tre residenze sono arretrate con piccole aree di parcheggio o ampi prati antistanti.

L'Old Town Hall Historic District è un piccolo e coeso concentrato di edifici civili e residenziali che, a differenza degli altri quartieri storici iscritti nel Registro Nazionale, ha un aspetto urbano grazie ai suoi grandi edifici vistosi e alla compattezza complessiva. Le proprietà nel quartiere storico del Municipio della Città Vecchia risalgono alla fondazione della città nel 1653 all'inizio del XX secolo. Al centro dell'Old Town Hall Historic District c'è l'Old Burying Ground che contiene una collezione unica di lapidi in arenaria e ardesia del XVIII e XIX secolo, molte delle quali si distinguono per motivi decorativi, motivi e iscrizioni. Costruita nel 1837, la vicina chiesa universalista è un edificio a due piani in stile revival greco con assicelle e scandole con un frontone frontone, un'ampia trabeazione, un'anta a due riquadri accoppiata e un portico d'ingresso chiuso con pilastri e parapetto. La Rogers House (c.1885), la Funnell House (c.1885) e la Stewart House (c.1895) sono esempi splendidamente dettagliati e ben realizzati dello stile architettonico americano della regina Anna situati accanto alla chiesa all'estremità orientale di il distretto. Presentano caratteristiche stilistiche come il rivestimento in scandole e assicelle, finestrature irregolari e varie, portici avvolgenti e finiture ornamentali in legno. La scuola commerciale a un piano (c.1900) sono ottimi esempi dello stile Tudor Revival popolare all'inizio del ventesimo secolo. Entrambi gli edifici si trovano vicino al centro del quartiere storico del Municipio della Città Vecchia e hanno frontoni a graticcio e stuccati, bordi decorativi, ingressi ad arco a tutto sesto e finestre a bovindo. Costruito nel 1910, il grande municipio di due piani e mezzo in mattoni è in stile neoclassico con la sua monumentale facciata porticata, finiture in marmo, cornice modizzata e torre dell'orologio, ed è il fulcro del quartiere storico del vecchio municipio.

L'Old Town Hall Historic District è architettonicamente e storicamente significativo come una piccola concentrazione compatta di edifici e siti che riflettono la crescita e lo sviluppo del villaggio non incorporato di Huntington dal suo insediamento della metà del XVII secolo all'inizio del XX secolo. Con una grande maggioranza di edifici risalenti al periodo compreso tra il 1885 e il 1910, l'Old Town Hall Historic District è particolarmente significativo come nucleo civico e residenziale di Huntington all'inizio del secolo. Inoltre, l'Old Town Hall Historic District contiene la chiesa universalista in stile neogreco (1837) e l'Old Burying Ground, che risale all'insediamento del villaggio nel 1653 e comprende anche il sito archeologico del forte della Guerra Rivoluzionaria, Fort Golgotha ​​(entrambi Registro iscritto 1981). L'Old Town Hall Historic District è la concentrazione più significativa di proprietà storiche rimaste nel quartiere centrale degli affari di Huntington. Gli edifici sono esempi ben realizzati e molto dettagliati di stili popolari del diciannovesimo secolo e dell'inizio del ventesimo secolo. L'Old Town Hall Historic District contiene alcuni degli edifici d'epoca più ben sviluppati e architettonicamente sofisticati della città e rimane un'enclave storica distinta e in gran parte intatta nell'area delle molteplici risorse.

Sebbene la sepoltura domestica fosse la prima usanza nell'Huntington del diciassettesimo secolo, l'Old Burying Ground era in uso come cimitero nel 1700. Situato sull'altura conosciuta come "collina della città", l'Old Burying Ground è stato un importante punto di riferimento locale nella storia di Huntington. L'Old Burying Ground è stato utilizzato come cimitero dalla fondazione della città nel 1653 fino alla metà del XX secolo. Il cimitero di quattro acri contiene una collezione distintiva di lapidi in arenaria e ardesia del XVIII e XIX secolo che esibiscono una varietà di motivi decorativi storici, iscrizioni e motivi. Dagli eventi accaduti nel cimitero alla fine della Rivoluzione americana, è evidente che il cimitero occupava un posto importante all'interno della comunità dell'epoca. Nel novembre del 1782, gli inglesi costruirono un forte, noto come Fort Golgotha, nel mezzo dell'Old Burying Ground. Durante la loro occupazione di un anno del forte, gli inglesi fecero notevoli danni al cimitero usando alcune delle lapidi per tavoli e forni e distruggendone altre. Oggi il sito archeologico di Fort Golgotha ​​è in gran parte indistinguibile dal cimitero stesso. Il cimitero e il sito del forte sono stati inseriti nel Registro Nazionale nel 1981.

Quando il villaggio di Huntington crebbe e prosperò all'inizio del diciannovesimo secolo, la chiesa universalista fu costruita nel 1837. Costruita da un gruppo di fedeli che si erano separati dalla fede calvinista, l'edificio fu una delle prime chiese universaliste costruite a Long Island . La chiesa è stata utilizzata come luogo di culto fino al 1868 e ora serve come sala capitolare locale delle Figlie della Rivoluzione Americana. La Chiesa Universalista è uno dei due edifici in stile neogreco inclusi nell'area delle risorse multiple di Huntington (Velzer House, un singolo componente). L'assenza di molti esempi di alto stile completamente sviluppati dell'architettura neogreca a Huntington era dovuta alla prevalenza delle tradizioni edilizie conservatrici locali in tutta la città con il risultato che l'architettura del "periodo di insediamento" predomina nel villaggio. Molte residenze, tuttavia, esibiscono dettagli eclettici in stile revival greco o sono modeste interpretazioni locali dello stile. La chiesa universalista è un esempio relativamente formale dello stile nel villaggio che mostra caratteristiche così facilmente identificabili come un frontone frontone, un ampio fregio, lesene e parapetto.

L'area che circonda l'Old Town Hall Historic District si sviluppò lentamente durante il diciannovesimo secolo quando il nucleo commerciale e commerciale del villaggio si spostò dalla valle orientale, dove si trovava l'insediamento originale (vedi Old Town Green Historic District), alla media valle. L'area non fu ampiamente sviluppata fino alla metà e alla fine del XIX secolo, quando Huntington guadagnò popolarità come località estiva alla moda e di conseguenza conobbe il suo primo vero periodo di prosperità e costruzione. Durante questo periodo, furono costruiti edifici commerciali in mattoni a due e tre piani in tutta la media valle che formavano il distretto commerciale centrale densamente sviluppato che rimane, in uno stato molto alterato, oggi. Nel 1900, il villaggio di Huntington aveva una popolazione di 12.000 abitanti e Main Street/New York Avenue era riconosciuta come il centro della città. La Compagnia delle Opere Idriche fu avviata nel 1892, la Società del Gas e dell'Elettricità l'anno successivo e il sistema di tram costruito nel 1896. Il villaggio non fu più promosso nei depliant e nelle riviste immobiliari come "luogo di vacanza", ma come "sobborgo ideale" di New York City.

La prosperità e la crescita di inizio secolo portarono alla costruzione di numerose strutture civiche progettate da architetti. Progettato dall'importante azienda di New York City di Cady, Berg and See, il Soldiers and Sailors Memorial Building (1892) e la Huntington Sewing and Trade School (c.1900) sono ottimi esempi di stile architettonico Tudor Revival. L'edificio della memoria fungeva da prima biblioteca comunale. Rispondendo all'afflusso di giovani nella comunità e alla necessità della città di strutture educative, Miss Cornelia Prime, un'importante cittadina e benefattrice locale, ha donato denaro per far costruire la scuola di cucito e commercio. Poco dopo la sua costruzione intorno al 1900, la scuola era fiorente con centocinquanta studenti e otto membri di facoltà.

L'importante azienda di Cady, Berg e See è stata responsabile della progettazione di numerose strutture civiche, universitarie e commerciali all'interno e intorno all'area di New York City approssimativamente dal 1880 al 1900, quando See ha lasciato l'azienda. Cady e Berg continuarono la loro collaborazione fino alla morte del primo nel 1919. Sebbene l'azienda fosse specializzata in edifici scolastici e universitari, in particolare a Yale, Williams e Wesleyan, erano ugualmente famosi per i loro progetti per l'American Museum of Natural History (1890) (National Registro elencato) e l'edificio originale della Metropolitan Opera (1883) (non più esistente). Il Memorial Building e la Sewing and Trade School riflettono l'abilità dell'azienda nell'usare le forme ei dettagli caratteristici dello stile architettonico Tudor Revival. Entrambi gli edifici esibiscono un artigianato raffinato e caratteristiche decorative altamente dettagliate. Questi sono solo due dei cinque esempi di questo stile inclusi nell'area delle risorse multiple di Huntington (Mrs. Thomas Jevons House, Delamater/Robinson House, Donnell House e tutti i singoli componenti).

Le case Stewart, Rogers e Funnell sono rari esempi intatti delle grandi residenze costruite da importanti uomini d'affari e leader civici nelle immediate vicinanze del quartiere centrale degli affari all'inizio del secolo. Grandi case in simili stili pittoreschi di fine Ottocento un tempo fiancheggiavano la "collina della città" mentre conduceva nella valle orientale, ma la maggior parte delle case sono state demolite o hanno perso la loro integrità architettonica a causa di alterazioni e aggiunte. La controparte borghese di questo quartiere esiste ancora, tuttavia, lungo West Neck Road (vedi West Neck Road Historic District). Costruite tra il 1885 e il 1895 circa, le abitazioni sono esempi ben realizzati e altamente dettagliati dello stile architettonico della regina Anna. La Stewart House è stata progettata dallo studio di architettura di Lefferts, Jarvis e Conklin, attivo a Long Island all'inizio del secolo. Sebbene l'area delle risorse multiple di Huntington contenga molti ottimi esempi dello stile o dell'architettura della regina Anna, le case Stewart, Rogers e Funnell si distinguono per le loro grandi dimensioni, l'alto livello di artigianato, il grado di ornamento e le associazioni storiche.

Il simbolo più evidente della crescita di Huntington all'inizio del secolo è il municipio, costruito nel 1910 dall'eminente architetto di New York, Julian Peabody. Esempio rappresentativo di architettura pubblica in stile neoclassico, il Palazzo Comunale è caratterizzato da un monumentale portico d'ingresso con colossali colonne corinzie. Julian Peabody (1881-1935) era meglio conosciuto come il membro anziano della ditta Peabody, Wilson e Brown dal 1924 fino alla sua morte. Laureato ad Harvard, Peabody ha studiato a Parigi e ha lavorato a New York come disegnatore prima di avviare il proprio studio. Oltre al municipio di Huntington, Peabody progettò la Cold Spring Harbor Library nel 1913 (un componente individuale nell'area delle risorse multiple), un condominio a Broadway e 76th Street (1913) e le modifiche all'Hotel Astor (1921) . Il municipio e la biblioteca mostrano la finezza e l'abilità di Peabody nell'uso delle forme classiche e dei dettagli decorativi caratteristici del periodo e dello stile.

La costruzione di così tanti edifici civici all'inizio del secolo documenta l'emergere di Huntington come comunità ben consolidata e importante lungo la costa settentrionale di Long Island. Inoltre, il ricorso ad architetti per la progettazione degli edifici civili riflette la prosperità e la relativa ricchezza della città. L'Old Town Hall Historic District contiene la più grande collezione di edifici di alto stile progettati da architetti all'interno della Huntington Multiple Resource Area. Spaziando dall'Old Burying Ground al municipio, le proprietà nell'Old Town Hall Historic District riflettono i mutevoli stili architettonici e modelli di sviluppo a Huntington dalla metà del XVII secolo all'inizio del XX secolo.


30 South Main Street, il Municipio della Città Vecchia (1833)

L'edificio del Municipio della Città Vecchia al numero 30 di Main Street a Ipswich è elencato nel Registro nazionale dei luoghi storici come parte del Distretto storico nazionale di South Green (9/17/1980). Per 180 anni l'imponente edificio del revival greco si trova all'angolo tra Elm Street e South Main Street. La Chiesa Unitaria la costruì nel 1833 ma la vendette al comune dieci anni dopo per essere utilizzata come municipio e luogo di ritrovo sociale. È stato più recentemente utilizzato come tribunale distrettuale e ora ospita condomini.

Soffitto nel Municipio della Città Vecchia. Durante gli anni l'edificio è stato utilizzato come tribunale distrettuale e municipio, i pannelli del controsoffitto hanno nascosto questa vista. I danni causati dall'acqua e dall'età al soffitto e al medaglione in gesso erano facilmente visibili.

Limitazione di conservazione (16/10/2006): La città di Ipswich attraverso la Ipswich Historical Commission detiene una restrizione di conservazione su questa proprietà, trasmessa da Ipswich RE Holdings LLC al momento della vendita della proprietà da parte della città. Una copia originale è archiviata presso l'ufficio dell'Ipswich Selectmen. L'edificio è protetto da questi accordi a tempo indeterminato. La Commissione storica ai sensi della legge sul ritardo nella demolizione degli edifici storici ha il mandato di preservare le strutture storiche ed è autorizzata a stabilire che un proprietario non è riuscito a garantire un edificio significativo preferibilmente conservato.

Storia dell'edificio del vecchio municipio di Ipswich”

Susan S. Nelson (con foto dal sito Ipswich Playhouse)

Pochi anni dopo che il Comune di Ipswich acquistò l'edificio dalla Chiesa Unitaria, la struttura fu rialzata e sotto di essa fu aggiunto un nuovo primo piano.

Nell'aprile del 1830, quattordici membri della Prima Chiesa di Ipswich si ritirarono dalla parrocchia per formare “The Independent Congregational Society” o Chiesa Unitaria. Lo storico Thomas Franklin Waters ci dice che la nuova chiesa prosperò, tanto che nel 1833 i parrocchiani furono in grado di costruire una nuovissima chiesa all'avanguardia a Ipswich lungo South Main Street, all'angolo di Elm Street. Gli Unitari devono essere stati pensatori avanzati sia dal punto di vista architettonico che religioso, perché costruirono il primo edificio pubblico di rinascita greca a Ipswich. Quell'edificio della chiesa esiste ancora, nascosto all'interno del vecchio municipio molto più grande. In quanto tale, è la chiesa più antica di Ipswich, antecedente alla chiesa di Linebrook del 1848 CA.

La Chiesa Unitaria era lunga circa sessantatré piedi e larga circa quarantaquattro piedi. Tre finestre molto alte con persiane marciavano lungo ogni lato della chiesa a un piano e mezzo, che presentava una facciata di tempio a South Main Street con una fascia di fregio sul cornicione. Gli angoli dell'edificio erano protetti da lesene scatolate autoportanti che sostenevano il fregio, mentre una coppia di colonne doriche scanalate fiancheggiava l'apertura centrale nell'ingresso rientrante. Sopra la sommità del tetto a capanna un campanile dava all'edificio l'altezza tanto necessaria e chiamava i fedeli al culto.

Il Municipio della Città Vecchia inizialmente conservava il campanile della Chiesa Unitaria.

Mentre la Chiesa Unitaria iniziò la sua vita con grande energia a Ipswich (e potrebbe aver servito come ispirazione architettonica per la South Parish che intraprese una campagna edilizia nel 1838) non poteva sostenersi. Nel 1843 la Chiesa Unitaria non esisteva più e vendette il suo edificio ecclesiastico alla città di Ipswich. I banchi della chiesa sono stati rimossi e venduti alla chiesa di Linebrook, dove sono ancora installati.

Waters ha scritto del nuovo municipio che "è stato notevolmente ampliato e ristrutturato per l'uso della città". Se è così, non era certo per l'ultima volta. Nel 1866 la vecchia chiesa unitaria sembrava essere inadeguata alle esigenze dei cittadini per un luogo di aggregazione sociale, oltre agli spazi per uffici comunali. La città acquistò più terreno adiacente al suo sito esistente nel 1866, ma non riuscì a spostare o migliorare il vecchio edificio fino a quando le cose non si risolsero nel 1876.

La storica di Ipswich ed ex membro della Commissione Storica Alice Keenan cita un giornalista non identificato del 1876: "È davvero la giovane Ipswich contro la vecchia Ipswich, ma l'elemento progressista è così in ascesa che la questione è stata finalmente portata davanti alla gente. Certo, abbiamo già una Town House, ma… i gradini sono così macchiati di succo di tabacco che un'alluvione non potrebbe lavarli… È piccola, non ventilata, con le pareti annerite da lampade accese e riscaldata da due antichi e stufe arrugginite…”

Il Vecchio Municipio, 1950 circa.

Keenan riferisce che in un'assemblea cittadina aggiornata del 1876, i giovani "progressisti" cercarono di demolire il vecchio municipio e costruirne uno nuovo per $ 10.000. Instead they got snookered by a series of wily political moves on Town Meeting floor and, “the voters were surprised to discover the next day that they had voted, without discussion, to enlarge, move, and repair the old Town Hall for the sum of $6,000. ”The contract to move and enlarge the Town Hall was awarded to the firm of Russell and Archer, and the Hall was moved twenty feet forward, the entirety of the old Town Hall building raised in the air, and a new first floor placed beneath it. In addition, a large addition was added to the rear (east) of the building.

The John Knowlton house was demolished so that the Ipswich Town Hall could be moved to its present location. Source: Antiquarian Papers

The building today retains this 1876 form, except for the section that housed the General Sutton Hook and Ladder Fire Company. On the exterior, the Doric columns were removed from the front facade, and replaced with a pair of double-hung windows, and the recessed entry was thus enclosed, creating a flat front facade. The four boxed pilasters were retained, and were copied on the new first floor addition. A belt course band was added where the new first floor joined the old church/Town Hall, to disguise and decorate the joint. A 1906 postcard shows the addition of a columned portico to shade the entry.

The Town Hall in the early 20th Century

On the inside of the building, the changes were even more dramatic. A new court room and town offices were installed and a second floor auditorium was created, seating 800 on the main level with another 100 in the balcony. The stage was forty-four feet wide with two dressing rooms. Local historian Harold D. Bowen reported that on October 9, 1920 a fire at the Town Hall threatened to destroy the building but was confined to the lower level, with losses set at $8200, a significant amount for 1920.

It seems probable that the first floor interior finishes that are early twentieth century in appearance may date from repairs following this fire. For example there are several doors with two light transoms above them, and one of the offices retains a pressed tin ceiling. However, Alice Keenan reports multiple revisions of the interior office spaces of Town Hall, without assigning dates to them, so it is impossible to be sure which elements of finish date to which period without further study. Historian Bowen also reported that, “The building also had a belfry tower which was removed a few years ago. I learned only recently that when this belfry was removed the bell was stored and later given to the Greek society for installation in their new church after the first church had burned. It is there today at the Greek church.”

A dire need for new office space led Town Manager George Howe to hire the firm of Anderson Nichols to oversee extensive renovations to Town Hall between 1983-84. The old front entry to Town Hall on the South Main Street side with its wide central stair and second floor balcony was demolished and enclosed to create additional second floor space and an elevator for handicap accessibility. The first floor was thus reconfigured to create a smaller single story front lobby and one large office in the front southwest corner of the building.

At this time the second floor was partitioned, a staircase to the balcony was removed and replaced with a metal spiral stair, and an elevator shaft was installed adjacent to the other staircase, effectively blocking it for access into the balcony area. A dropped ceiling was installed over the auditorium to close off the balcony area and create lower more sound proof and heat efficient offices on the second floor. This effectively disguised the original form of the auditorium space.

There were no substantive changes to the Old Town Hall since its last major renovation in the 1980’s, until the walls were stripped by the owners in 2007. In 2016 the Old Town Hall was purchased for conversion to a condominium.


Guardians of the Past

"Museums play a vital role in the development of a community. Museums preserve and display instructively the records of the people who played a role in the development of our various districts. Each city in Ontario should provide these institutions. The opening of this museum is a step in the advancement of Oxford County."

So stated Wilfred Jury, University of Western Ontario Museum Specialist at the opening of the New Oxford County Museum in 1948. He was in good company-joining him on stage were Provincial Treasurer, the Hon. Lesley M. Frost, Dr. G. E. Hall, President of the University of Western Ontario, and Historian Fred Landon. Woodstock Mayor D. A. Thompson and Oxford County Warden T. Gordon Ross welcomed visitor's to the Museum.

The Woodstock Museum was initiated by the Oxford Historical society in 1897. Today it continues to collect, publish, exhibit and teach in the Old Town Hall.

In 1980, interior restoration work on the Old Town hall began. The Mayor's Office, Council Chamber, Original Entrance Foyer and Grand Hall were restored to their 1880s appearance. Renovations focused on improving public accessibility and modern facilities. On the exterior of the building, restoration of the wood shingle roof, the chimneys and the cupola returned the roofline to the 1860s look.

In 2000, the final restoration stage was completed. Masonry work on the walls, foundation and parapet has restored the 1853 architectural details that distinguish the building as a National Historic Site. Twenty years of meticulous conservation have ensured that Woodstock's most important heritage building remains a vital community museum in the 21st century.

The Woodstock Museum NHS, is a member of The National Historic Sites Alliance for Ontario (NHSAO). This is an organization of owners and managers of National Historic Sites (NHS) who work to conserve and present the rich heritage of NHS in Ontario. Membership to open to any National Historic Site in the Province.

In 1955, the Historic Sites and Monuments Board of Canada recommended that the Woodstock Town Hall be designated as a "structure of national historic importance" because.

" . it is a fine example of a colonial adaptation of a British town hall and because of its long association with the political and social life of Oxford County"

The building exterior and interior are protected by a 1998 Heritage Easement through the Ontario Heritage Foundation and Museum Square, including the Old Town Hall, holds a municipal heritage designation.


HISTORY OF OLD TOWN HALL

The Wilton Garden Club has had a long relationship with Old Town Hall dating back to the early 1930s when it stepped in to renovate and preserve this beautiful and historic building. At the time, Old Town Hall had been sitting idly after the current Town Hall was built, and it rapidly began to deteriorate. The Club undertook an ambitious overhaul of the building at that time and later added a small section to the rear of the building to make room for a kitchen, restrooms, a furnace, and a small greenhouse. The Club embarked on a second renovation in 1977 when rotten support timbers were discovered and the building was condemned for use. Upon the completion of that renovation, Old Town Hall was officially reopened in December of 1980 with the Club acting as rental agent and caretaker of the town-owned property.

Sfondo storico

In 1828, a town meeting was convened after services in the Wilton Congregational Church at which time Wilton residents voted to build a “Townhouse.” Nathan Comstock, who lived across the street from the Congregational Church, donated the property for such a building and deeded it to the Town of Wilton. The first meeting was held in the new but unfinished building in October of the same year. The construction of the Townhouse was finally completed in 1832, the date ascribed to the building and found on the plaque above the front door today.

The first floor of the Townhouse was used for town meetings while the second floor housed the Wilton Academy, a private secondary school which prepared its students for college. The Wilton Academy continued to occupy the second floor until 1867. Sometime after that, most of the second floor was removed except a section which became a balcony and is still in existence today.

Old Town Hall continued to be used as the site of Wilton’s town meetings, a form of town government currently in use in Wilton and many other New England towns. In 1928-29, Old Town Hall was pressed into service as a schoolhouse after a one-room school in town burned down and others became overcrowded. Eventually, the town outgrew the building completely such that residents attending town meetings had to stand outside and shout their remarks through the windows. The balcony was often so filled with people that it was in danger of collapsing on the heads of those seated below.

The building of a new Center School in 1929 made possible the consolidation of all educational facilities and the closing of the district schools. About the same time, plans were begun to construct a new Town Hall. It was dedicated on Valentine’s Day in 1931, and Old Town Hall stood empty thereafter. As it fell into disrepair, many townspeople suggested that it be torn down.

Fearing the loss of this beautiful old building, the Wilton Garden Club persuaded the Town to allow the Club to renovate, decorate, and completely maintain Old Town Hall. This ambitious undertaking by the Wilton Garden Club has been supported by major financial commitments and strong membership participation over the intervening years. For its efforts in preserving and restoring this charming and historic building, the Club was rewarded with a certificate of commendation from the Historic American Building Survey in 1939.

In 1970, Old Town Hall and several other neighboring buildings were designated as Historic District #2. The Wilton Historic District Commission described the design of the building:

“ . . .as a simple, excellent one of Colonial character. It appears to be earlier than 1832 since a building of this date would normally have windows with larger panes. Perhaps the early character of the Old Town Hall was due to the fact that it was a two-day journey to large centers such as Boston or New York and that the latest styles did not penetrate to remote areas such as Wilton for a considerable number of years. Or, perhaps the builders of this building wished to make its look in harmony with the Congregational Church, built in 1790, and copied the small paned windows of this nearby building.”

The Club added a section to the rear of the building in 1948 making room for a kitchen, restrooms, a furnace, and a small greenhouse. Many additional refurbishing, landscaping, painting, and patching projects were undertaken to keep the building in useable condition. During one of these special projects, insulation of the roof area in 1977, rotten support timbers were discovered. The building was then condemned.

Firm in its belief that Old Town Hall was of such architectural and historic significance to the town, the Club organized and led a second major renovation of the building. In December of 1980, Old Town Hall was officially reopened with the Club acting as rental agent and caretaker of the property.

When the Old Parsonage property adjacent to Old Town Hall was sold in 1992, changes were made again to the building. The town built a new drive and doorway on the west side, both accessible for the disabled. The new construction opened up an opportunity for the Club to design a landscape plan for the new entryway. With contributions from Club members and a PETALS grant, the Club designed and installed a charming garden filled with interesting and unusual trees, shrubs, perennials and annuals. The garden displays four seasons of interest while serving as an elegant backdrop for this landmark building.

The Club continues to lovingly care for and maintain Old Town Hall. Through its efforts, a very important part of Wilton’s history has been preserved.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Mauris eu augue eget augue interdum faucibus

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Mauris eu augue eget augue interdum faucibus

Contattaci

140 S Palmer St, Ridgeway, SC 29130
(803) 337-0389
[email protected]

Ore

Monday . Chiuso
Tues - Thurs . 11:30 AM - 10:00 PM (Kitchen closes at 9:00 PM)
Fri - Sat. 11:30 AM - 12:00 PM (Kitchen closes at 10:00 PM)
Sunday . Chiuso


Old Town Hall - History

Museo

The Fifield Old Town Hall is listed on the National Register of Historic Places, where it is cited as "one of the few remaining buildings of its kind." The State Historical Society remarks that it is a "very impressive landmark." The Fifield Old Town Hall is in itself a very valuable artifact.

The Old Town Hall Museum is maintained and operated by the Price County Historical Society.

The Old Town Hall Museum was a government building from 1894 until 1967. It was built in 1894 to replace the original building constructed in 1882. That building and many others were lost in the fire of 1893, which destroyed the entire Fifield business district.

Through the years, day-to-day government business was conducted in the lower floor offices. Town meetings were held upstairs in the large hall. The upstairs was also the site of countless dances, talent shows, graduations, school programs, fancy balls, lodge meetings and appearances by visiting speakers.

Beginning on the lower floor, the former clerk's office displays logging tools, camp artifacts, railroad memorabilia, and the Round Lake Logging Dam Model. A Victorian period living room, kitchen, and bedroom occupy the old jail area. A changing exhibit room provides various aspects of county history. A gift shop offering books of local and northern Wisconsin history is also located in the former treasurer's office.

The old ticket office still stands sentinel to the wide stairway leading to the upstairs social hall, also known as "The Opera House." A stage remains an integral part of the interior, and a touch of early pioneer elegance is evident in the wainscoting and a delicate stencil, which has been restored on the walls.

Exhibits in the great hall include farm implements, artifacts of early transportation, clothing, CCC Camps, military memorabilia, and the Old Price County Courthouse furniture. The stage offers a glimpse into early county history, with the theme usually changing periodically.

The organization operating the Price County Historical Society was organized in 1959. The society took on its first substantial project in 1967 when it acquired the Fifield Old Town Hall from the town of Fifield. Restoration of the building began in 1969.

In 1976, the doors were opened to the public for the summer season. Today, the society maintains and develops the museum with support from Price County, the town of Fifield, private donations, grants, membership dues and volunteer help.


Old Town Hall

Founded in 1872, the Town of Babylon conducted its business through Town Board meetings held at various hotels and, on occasion, in board members' homes. The town clerk received mail and maintained records in a rented office establish in the community of his residence.

At that time, most of the town population was located within the communities of Amityville, Babylon, and Breslau (now Lindenhurst). The remainder of the town was sparsely populated and consisted mainly of farms. Town government consisted of many function, such as supervisor, councilman, town clerk, tax assessor, highway superintendent, constables, and judges. Most town officials used their homes for office space.

Opened in 1918, Old Town Hall was the first town hall erected by the Town of Babylon, and served as the seat of town government for 40 years.

In 2005, the building was placed on the National Register of Historic Places. After extensive restorations, the Old Town Hall was rededicated as the Town of Babylon History Museum on June 11, 2010, with three floors of exhibits that include the jail cells of the former Town of Babylon Police Department, the old courtroom, and a special exhibit room with an interactive multimedia table.


Guarda il video: Praga.. Municipio della citta vecchia (Agosto 2022).