La storia

Cronologia della dittatura militare (continua)


1966
Il periodo dal 1966 al 1973 è l'illegalità dell'UNE.
Marzo: una marcia a Belo Horizonte contro il regime militare viene brutalmente repressa. La violenza innesca marce studentesche in altri stati.
Dal 28/07 al 02/08 Anche nell'illegalità, il XXVIII Congresso UNE si tiene a Belo Horizonte, che segna l'opposizione dell'entità all'accordo MEC-Usaid. Il congresso si svolge nel seminterrato della Chiesa di San Francesco d'Assisi. Il minatore José Luís Moreira Guedes è eletto presidente dell'UNE.
Settembre: le lezioni alla Facoltà di Giurisprudenza Nazionale vengono sospese e 178 studenti di San Paolo vengono arrestati durante un congresso tenuto dall'UNE-UEE a San Bernardo do Campo.
Il generale Castelo Branco crea il Movimento universitario per lo sviluppo economico e sociale (Mudes).
Gli studenti del National College of Dentistry fanno uno sciopero di protesta e mettono manifesti nelle vicinanze del college. C'è uno scontro tra studenti e polizia di Dops.
18/09 L'UNE decreta lo sciopero generale.
22/09 L'UNE elegge il 22 ° giorno nazionale per la lotta contro la dittatura.
23/09 La polizia invade la UFRJ Medical School ed espelle gli studenti con violenza. L'episodio divenne noto come il massacro di Red Beach.

1967
24/01 Promulgata la nuova Costituzione del Brasile.
11/03 Il generale Castelo Branco pubblica la nuova legge sulla sicurezza nazionale.
15/03 Il generale Costa e Silva ha prestato giuramento come Presidente della Repubblica.
Agosto: si tiene nascosto il XXIX Congresso UNE, a Valinhos (SP). Luís Travassos è eletto presidente dell'entità.

1968
28/03 Lo studente Edson Luís de Lima Souto viene ucciso durante un conflitto con il Primo Ministro presso il ristorante Calabouço di Rio de Janeiro (RJ).
29 marzo: 50 mila persone ripudiano l'omicidio di Edson Luis de Lima Souto.
29/03 UNE decide lo sciopero generale degli studenti.
30/03 Il Ministro della Giustizia, Gama e Silva, determina la repressione delle marce studentesche.
01/04 Numerose marce studentesche scoppiano in diverse capitali brasiliane.
22/05 La legge n. 5.439 stabilisce la responsabilità penale per i minori di 18 anni coinvolti in azioni contro la sicurezza nazionale.
6/6 Sessantotto città sono dichiarate aree di sicurezza nazionale, quindi ai loro elettori è vietato scegliere i loro sindaci con voto diretto.
21/06 Arresto di trecento persone presso l'Università Federale di Rio de Janeiro. Le lezioni sono sospese.
25/06 Il Ministro della Giustizia, Gama e Silva, proibisce marce e manifestazioni di fulmini.
26/06 Centomila marzo a Rio de Janeiro.
16/07 Lo sciopero di Osasco (SP) inizia con l'occupazione di Cobrasma.
29/08 Invasione del campus dell'Università Federale del Minas Gerais da parte delle truppe federali.
30/08 L'invasione del campus dell'Università di Brasilia da parte delle truppe di polizia provoca violenza.
10/02 Invasione dell'edificio della Facoltà di filosofia, lettere e scienze umane dell'Università di San Paolo (USP) da parte del Comunist Hunt Command e di altri gruppi.
Ottobre: ​​il XXX Congresso UNE si tiene clandestinamente, a Ibiúna (SP).
12/10 Arresto degli studenti a Ibiúna durante il congresso UNE. Più di 700 persone vengono arrestate, tra cui i principali leader del movimento studentesco: Luís Travassos (presidente eletto), Vladimir Palmeira, Jose Dirceu, Franklin Martins e Jean Marc Von Der Weid.
13/12 La legge istituzionale n. 5 rende perenni i poteri discrezionali conferiti al Presidente della Repubblica. Il Congresso Nazionale è messo in pausa.
Con il decreto AI-5. I centri civici sostituiscono le corporazioni studentesche.

1969
Inizio: UNE cerca di mantenere una direzione con l'elezione di Jean Marc Von Der Weid attraverso il Congresso Regionale dihos.
Il decreto legge n. 477 del 26/02 prevede reati disciplinari commessi da insegnanti, studenti, personale o dipendenti di istituti scolastici. Ciò penalizza insegnanti, studenti e personale delle scuole pubbliche (fino al 1973, questo decreto avrebbe raggiunto 263 persone, principalmente studenti).
Il 16/05 Atto istituzionale n. 10, tra gli altri effetti, porterebbe in pensione centinaia di professori universitari.
01/07 Creazione dell'operazione Bandeirantes (Oban), embrione della polizia politica noto come "sistema Codi-Doi" che verrebbe attuato a livello nazionale lungo le linee di Oban.
31/08 Il Consiglio militare, formato dai ministri militari, assume il potere a causa della malattia di Costa e Silva, impedendo l'inaugurazione del vice presidente della Repubblica, che non aveva concordato con l'atto istituzionale n. 5.
Settembre: viene arrestato il presidente dell'UNE Jean Marc Von Der Weid.
05/09 La legge istituzionale n. 14 stabilisce la pena di morte.
30/10 Inaugurazione del generale Emílio Garrastazu Médice come presidente della Repubblica, in quanto era stata caratterizzata l'incapacità definitiva del generale Costa e Silva.

Continua dopo la pubblicità

1970
Inizio: con quasi tutti i leader imprigionati o esiliati, il movimento studentesco compie atti isolati, tra cui una messa per il secondo anniversario della morte di Edson Luís.
10/02 Istituzione della censura preventiva di libri e riviste con decreto n. 1.077.
20/05 Inizio delle operazioni ufficiali CIE.
20/05 Il decreto N.66.608 istituisce il Centro di informazioni sulla sicurezza aeronautica (Cisa).

1971
30/03 Il decreto n. 68.447 riorganizza il Navy Information Center (Cenimar).
Settembre: Honestino Guimarães, vice Jean Marc Von Der Weid, diventa presidente effettivo dell'UNE, in un micro congresso.
Morte di Carlos Lamarca
Novembre: il governo inizia a emanare "decreti riservati".

1972
Inizio: l'AP viene ribattezzata Marxist-Leninist Popular Action (APML).
Il presidente dell'UNE Honestino Guimarães scompare.
Marzo: apre la National Information School
04/12 L'esercito inizia a combattere la guerriglia comandata dal PC do B nella regione di Araguaia.

1973
30/03 Alexandre Vannucchi Leme, uno studente dell'Università di San Paolo (USP), viene arrestato e ucciso dai militari. La messa in sua memoria, tenutasi il 30 marzo nella cattedrale Sé di San Paolo, è il primo grande movimento di massa dal 1968.
14/09 L'Arena ratifica il nome del generale Ernesto Geisel come candidato alla presidenza della repubblica.
07/10 Inizio di un altro tentativo dell'esercito di combattere i guerriglieri dell'Araguaia.
Dicembre: l'esercito sconfigge i guerriglieri dell'Araguaia.

1974
Inizio: il Collegio elettorale approva il nome del generale Ernesto Geisel per la presidenza della Repubblica.
Il Comitato di difesa dei prigionieri politici è stato creato all'Università di San Paolo (USP).

1975
30/01/01 Il Ministro della Giustizia annuncia che la repressione del comunismo e della sovversione continua.
26/10 Annunciata la morte del giornalista Vladimir Herzog nelle dipendenze della Seconda Armata (SP)

1976
1/17 Morte del lavoratore Manuel Fiel Filho in attesa della II Armata (SP). Il generale Geisel allontana il generale Ednardo Dávila Melo dal comando della Seconda Armata a causa della morte di Vladimir Herzog e Manuel Fiel Filho.
19/08 Le bombe esplodono ad ABI e OAB.

1977
01/04 Decreto del Congresso Nazionale per 14 giorni. Durante il periodo, gen. Geisel modifica una serie di misure note come "pacchetto di aprile".

1978
Maggio: sciopero dei metallurgisti di Sao Bernardo do Campo
15/10 Il Collegio elettorale approva il nome del generale João Figueiredo come presidente della repubblica.

1979
01/01 Estinzione di AI-5.
15/03 Possessione del Presidente João Baptista de Oliveira Figueiredo.
28/08 Amnistia decretata dal governo di Figueiredo.
29/11 Fine del bipartitismo

1980
27/08: Bomba a lettere esplode nella sede della Rubrica fuori rete e uccide la segretaria Lydia Monteiro. Da gennaio sono esplose o sono state trovate diverse bombe nel paese.

1981
30/04 DOI do I membri dell'esercito hanno accidentalmente lanciato una bomba che hanno intenzione di usare in un attacco durante uno spettacolo musicale a Rio Centro (RJ)

1982
15/11 L'opposizione insieme vince la maggioranza alla Camera dei rappresentanti.

1983
ioC'è una campagna per le elezioni dirette alla presidenza della Repubblica.

1984
25/04 L'emendamento costituzionale che ristabilisce le elezioni dirette per il presidente è sconfitto dal Congresso Nazionale.

1985
15/01 Tancredo Neves e José Sarney vincono al Collegio elettorale la disputa con Paulo Maluf per la presidenza della Repubblica.
15/03 L'inaugurazione del Vice Presidente José Sarney a Presidente della Repubblica a causa della malattia di Tancredo Neves.
21/04 Morte di Tancredo Neves.

1988
10/10 Una nuova Costituzione della Repubblica è stata emanata definita dal Congresso Nazionale, mantenendo nel Titolo V e nel Capitolo I lo Stato di Difesa e lo Stato di Assedio, con restrizioni sui diritti di riunione, segreto di corrispondenza e comunicazione, oltre a mantenere il divieto di sindacalizzazione e sciopero ai militari.

2005
07/04 Creato dal Dipartimento di Sociologia e Scienze politiche dell'UFSC, il Memoriale dei diritti umani.