La storia

Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee

 Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il suo desiderio di avere resoconti dai suoi ufficiali sui movimenti dei loro comandi mostra che intendeva ancora tentare di scrivere le sue campagne con l'esercito della Virginia del Nord. Alcuni mesi dopo scrive di nuovo a mio fratello, e in esso allude alla nube oscura dei giorni della "ricostruzione", che incombe allora sul Sud:

"Lexington, Virginia, 8 giugno 1867.

"Mio caro figlio: la tua lettera scritta nel giorno del tuo compleanno è stata accolta da tutta la famiglia, e ti assicuro che ricambiamo i tuoi rimpianti per la distanza che ci separa. Sebbene il futuro sia ancora oscuro e le prospettive fosche, sono certo che, se ci uniamo tutti nel fare il nostro dovere e lavoriamo seriamente per estrarre ciò che di buono possiamo dal male che ora incombe sulla nostra cara terra, non è lontano il tempo in cui la nuvola arrabbiata si solleverà dal nostro orizzonte e il sole risplenderà di nuovo nel suo splendore incontaminato Perciò vi anticipo molti anni di felicità e di prosperità e nelle mie preghiere quotidiane al Dio della misericordia e della verità invoco su di voi le sue più elette benedizioni: vi raccolga all'ombra della sua onnipotente e vi guidi in tutte le vostre vie , e darti pace e vita eterna. Sarebbe molto piacevole per i miei sentimenti se potessi ancora, come proponi, radunarti intorno a me, ma temo che non sarà in questo mondo. Facciamoci tutti così vivere che possiamo essere uniti in che t mondo dove non c'è più separazione e dove il dolore e il dolore non arrivano mai. Penso che dopo l'anno prossimo avrò fatto tutto il bene che posso per il college, e poi mi piacerebbe, se la pace sarà ristabilita nel paese, ritirarmi in un posto tranquillo, a est delle montagne, dove potrei preparare una casa per tua madre e sorelle dopo la mia morte, e dove potevo guadagnarmi il pane quotidiano. Ne parleremo quando ci incontreremo. Quest'estate vorrei portare tua madre in alcune delle sorgenti minerali dove potrebbe ottenere un po' di sollievo, ma è difficile sapere dove si possa trovare. Sembra che ora preferisca White Sulphur, semplicemente per terra, credo, che non ha mai provato quelle acque, e, quindi, potrebbero esserle utili. Se si decide ad andare, mi sforzerò di portarla lì con una delle ragazze, almeno. Mildred è tornata da noi, con un bell'aspetto, e dice che ha fatto un giro molto piacevole tra i suoi amici, e ha ricevuto una grande gentilezza ovunque sia stata. Sembra essere molto contenta ora a casa. Penso che tu abbia fatto bene a rimandare la sua visita fino a quando non avrai avuto più tempo libero. Sono contento che le tue prospettive per un raccolto siano così buone. Ognuno deve ora guardare ai suoi interessi materiali, poiché il lavoro è la nostra unica risorsa. Il completamento della ferrovia per il Pamunkey sarà per te un grande vantaggio per portare sul mercato ciò che fai, e spero che metterai tutto in conto. Spero che Robert stia bene. Mary è a Staunton, dove è andata da una settimana per partecipare al matrimonio della signorina Stribling... Miss Mary Stewart starà con noi, e credo resterà fino a luglio, quando sua sorella Belle si unirà a lei. L'esame degli studenti va avanti da una settimana e proseguirà fino al 20. I giovani uomini, finora, si sono comportati molto bene nel complesso... Il signor Swinton ha fatto la sua visita. Sembrava un gentiluomo, ma non traggo alcun piacere dalle mie interviste con i bookmaker. Devo sembrare incivile o correre il rischio di essere trascinato davanti al pubblico... lo sono,

"Sempre come sempre, tuo padre, R. E. Lee.

"Generale Wm. H. Fitzhugh Lee."

Il Pamunkey era il nome del fiume su cui si trovava la Casa Bianca, la tenuta di mio fratello. La ferrovia da Richmond, strappata durante la guerra, era stata appena ricostruita fino a quel punto. Swinton era lo storico dell'Amy federale del Potomac. Trascorse alcuni giorni a Lexington e, suppongo, chiese a mio padre informazioni su punti collegati alla sua storia dei movimenti dell'esercito del generale Grant.