La storia

A cosa serve la storia

A cosa serve la storia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Quando cerchiamo un dizionario, troveremo la seguente definizione per la voce storia:

"Narrazione metodica dei fatti notevoli accaduti nella vita delle persone, in particolare nella vita dell'umanità in generale", o "Raccolta di conoscenze, acquisite attraverso la tradizione e / o attraverso i documenti, sull'evoluzione del passato dell'umanità".

FERREIRA, Aurélio Buarque dai Paesi Bassi. Nuovo Aurelius 21st Century: il dizionario della lingua portoghese. 3 ed. Rio de Janeiro. New Frontier, 1999.

Ci sono anche altre spiegazioni e altri significati elaborati dagli storici (specialisti della storia) o meno. Vedi altri esempi:

"La storia è il record della società umana o della civiltà mondiale; dei cambiamenti che hanno luogo nella natura di quella società ...; delle rivoluzioni e insurrezioni di un gruppo di persone contro un altro ...; delle diverse attività e professioni degli uomini, se guadagnarsi da vivere". o nelle varie scienze e arti e, in generale, di tutte le trasformazioni subite dalla società ... "

KHALDUN, Ibn, citato in HOBSBAWN, Eric. Sulla storia. San Paolo Compagnia di lettere, 1998.


"Disciplina che si occupa dello studio dei fatti riguardanti l'uomo nel tempo ..."

Nuova enciclopedia di Barsa. San Paolo Enciclopedia Britannica del Brasile, 1999. v.7.


"La storia include tutte le tracce di tutto ciò che l'uomo ha fatto o pensato fin dalla sua prima apparizione sulla terra."

ROBISON, James Harvey, citato in BURK, Peter. La scrittura della storia: nuove prospettive. San Paolo Unesp, 1992.

Esistono diverse altre definizioni della storia e molti modi di concettualizzarla. Da ora in poi possiamo dire che la storia studia tutto ciò che è legato alla presenza, alle attività, ai gusti e ai modi di essere delle persone e degli eventi.

La storia è sostanzialmente un'esperienza umana; una costruzione, decostruzione e ricostruzione costanti. Pertanto, riteniamo che la storia sia un'area di conoscenza in fase di costruzione permanente.

Le vie della storia

Mentre torniamo indietro nel tempo, troveremo per la prima volta l'uso della parola storia nell'antica Grecia. Proviene da Histor, Parola greca che significa testimonianza. Quindi la storia è stata identificata come narrazione, cioè lo storico sarebbe un memoirist che scrive nel presente sugli eventi passati. Successivamente, ha continuato a essere inteso come narrativo, ma ha raggiunto uno scopo didattico: insegnare e creare modelli comportamentali per gli umani. Questo modo di fare la storia, nonostante i cambiamenti subiti nella metà dell'età moderna, è continuato dall'antichità al ventesimo secolo.

A partire dal diciottesimo secolo, c'è stata una storia in cui si spiegavano eventi davvero significativi e si collegavano i fatti. Nel diciannovesimo secolo, il modo di pensare e scrivere la storia subì importanti trasformazioni. Gli storici hanno cercato di stabilire basi scientifiche per lo studio dei fatti e di scoprire leggi che spiegano, sempre accompagnate da un'abbondante documentazione.

A partire dal ventesimo secolo, gli storici, per spiegare lo sviluppo della storia, hanno imparato a valorizzare ancora di più le relazioni economiche tra persone, gruppi e popoli. Pertanto, ha cessato di essere solo una narrazione per diventare "possibilità interpretative del passato". Spetta quindi allo storico interpretare le società umane del passato e non solo narrare fatti, date e personalità.


Video: A cosa serve la Storia? Cos'è la Storia? (Agosto 2022).